Sally si sveglia - Capitolo 12

292Report
Sally si sveglia - Capitolo 12

Sally ha una sessione con un'altra coppia per soldi. Ha portato al gioco dei giocattoli.

Stavo riflettendo su Sid e Sue e anche su Abby. Sembrava che gli uomini volessero vedere le loro mogli con un'altra donna. L'avevo sperimentato ma non pensavo fosse così "solito". Presto avrei imparato che era più "normale" di quanto pensassi all'inizio. Ovviamente significava anche soldi facili per chiunque lo facesse. Sono stato felice di unirmi a una coppia che voleva ravvivare le cose.

La mia prossima avventura è stata con Peter e Vivian. Peter era un fusto e me lo sarei scopato gratis. Viviana era meravigliosa. Grandi seni, molto carina e così desiderosa di compiacere suo marito. Sono sicuro che avrebbe fatto qualsiasi cosa per farlo arrapare. Avevo inserito un profilo in un sito clandestino e loro mi hanno trovato e si sono messi in contatto. È stata Vivian a contattarmi. Mi ha detto che suo marito, Peter, voleva che lei limonasse con un'altra donna. Sembrava molto appassionata, ma con una condizione, non dovevo avere rapporti con lui. Immaginai che ciò significasse che l'orale era ancora permesso.

Era una domenica pomeriggio e dissi a papà che avevo un appuntamento. Aveva smesso di chiedere perché sapeva cosa stavo facendo. Diceva solo "stai attento". Sono andato a casa di Peter e Vivian e ho suonato il campanello. Peter ha aperto la porta e mi sono subito pentito di aver accettato di non avere rapporti. Vivian mi ha incontrato in soggiorno ed ero sicuro che sarebbe stato divertente. Vivian e io siamo andati in camera da letto per parlare. Le ho chiesto se era stata un'idea sua o di Peters. Mi ha spiazzato dicendo che era stata una sua idea. Avevano guardato il porno e l'intera idea l'aveva eccitata. In preparazione aveva comprato un paio di dildo. Uno era lungo circa 9 pollici e molto spesso. L'altro era lungo forse 18 pollici e la mia figa si contraeva. Quanto ne potevo sopportare, mi chiedevo.

Vivian si stava eccitando mentre parlavamo e accarezzavamo il dildo. Mi sono avvicinato e l'ho baciata. All'inizio fu sorpresa, ma presto si affezionò all'idea. Era ovvio che non l'avesse mai fatto prima. Seguirono profondi baci alla francese e poi cominciammo a spogliarci a vicenda. "Non dimenticatemi signore" disse Peter mentre stava sulla soglia a guardarci. Presto sia Vivian che io eravamo nudi. L'ho spinta sul letto e ho preso il dildo da 9 pollici. Salendo sul letto l'ho succhiato e poi l'ho fatto succhiare da Vivian. L'ho tenuto in una mano e ho cominciato a fotterla con le dita con l'altra mano. Ho spinto il dildo più a fondo nella sua bocca e lei ha soffocato. L'ho fatto di nuovo altre due volte. Stava tremando. "Mettilo nella mia figa tesoro" gemette. Poi ha strillato quando l'ho spinto nel suo tunnel dell'amore. Lanciai un'occhiata a Peter. Si stava spogliando mentre mi guardava devastare sua moglie.

Le ci sono voluti solo pochi secondi per prendere l'intero dildo. Era così bagnata. Ho cominciato a fotterla con esso, facendolo scivolare quasi completamente fuori e poi sbattendolo completamente dentro. Ogni spinta attirava gemiti e strilli da Vivian e gemiti da Peter che ora si stava accarezzando i suoi 8 pollici di virilità. "Più veloce. Più veloce” gemette Vivian e io feci proprio questo. Allo stesso tempo si accarezzava le tette con una mano e si strofinava la clitoride con l'altra. Ha iniziato a tremare e ha raggiunto l'orgasmo con uno stridio. "Non fermarti" ha urlato e io ho lavorato su quel dildo finché non è venuta una seconda volta. Mi afferrò e mi baciò appassionatamente. “Oh Sally tesoro, è stato così bello. Lascia che ti ringrazi ora” e afferrò il dildo e me lo spinse dentro. Adesso ero io che le gridavo di fottermi più forte.

Sono venuto di fretta e lei ha detto: “Voglio provare l'altro. Ero tutto per questo. Ci siamo sdraiati sulla schiena e abbiamo posizionato il dildo in modo da avere un'estremità ciascuno. Peter è intervenuto e ha iniziato a lavorare avanti e indietro. Vivian ed io stavamo sdraiati con le nostre fighe a un paio di centimetri di distanza. Peter lo ha lavorato avanti e indietro entrambi prendendolo nel profondo di noi. Strofinare clitoridi e gemere e strillare forte. Ho guardato Peter e il suo cazzo era duro come la roccia. Volevo tanto scoparlo ma non potevo. Ho deciso che papà avrebbe fatto un vero allenamento quando fossi tornato a casa.

Vivian gli ha detto di smetterla. "Voglio succhiarti il ​​cazzo" urlò. Si mosse rapidamente e lei lo prese in bocca. Adesso gemeva. Ho allungato la mano e ho iniziato a muovere il dildo avanti e indietro. Mi sentivo così bene. Improvvisamente Vivian si tirò indietro. "Sally, ti piacerebbe succhiare Peter adesso?" Domanda stupida davvero. Si è spostato sul letto e io ho afferrato il suo cazzo e l'ho preso fino in fondo alla bocca. Non so se Vivian l'abbia pianificato o se sia stato per caso, ma circa un minuto dopo ha gemito ed è venuto nella mia bocca. Non ho smesso di succhiare fino a quando non è stato inerte. "Oh mio Dio" ha detto Vivian "è stato così erotico".

Vivian non aveva finito e ci siamo girati e ci siamo finiti a vicenda con un 69 completo di un paio di orgasmi. È stato così bello. Peter era seduto sul letto e ci guardava e ci incitava. Potrebbe essere stata un'idea di Vivian, ma era sicuro che ci fosse dentro. Io e Vivian abbiamo fatto una doccia insieme e poi mi sono vestita. Ho lasciato Vivian, nuda, sul divano a giocare con il cazzo in crescita di Peter. "Ti chiamerò di nuovo tesoro" disse Vivian mentre uscivo. Sicuramente lo aspetterei con ansia.

Sono tornato a casa mentre papà cercava qualcosa da mangiare nel frigorifero. Gli ho detto di sedersi in soggiorno e di lasciare a me la cucina. Il pesce e le patatine congelati si scongelarono presto e furono consumati. So che papà non vedeva l'ora di sapere del mio pomeriggio. L'ho riempito con i dettagli e i suoi jeans non sono riusciti a nascondergli l'eccitazione. "Non ho preso nessun cazzo papà" dissi "Sono così eccitato ora. Ti scopi la tua bambina? dissi e gli accarezzai il cazzo attraverso i jeans. "No, voglio guardare il programma televisivo", ha detto, prendendomi in giro. Guardava la TV mentre gli sbottonavo i jeans e lasciavo scappare la sua erezione. Lo stavo accarezzando e alla fine ha detto “sei una ragazza così cattiva. Vieni con me e ti sculaccerò il sedere”.

Mi ha sculacciato, ma non forte, e poi mi ha scopato. Ci siamo baciati mentre infilava quella deliziosa asta d'acciaio da 9 pollici nella mia figa fradicia. Non c'era dubbio che ero così felice che mia madre lo avesse lasciato. Ero sicuro al 100% che non mi avrebbe scopato se fosse stata ancora a casa. Ho pregato che stesse alla larga. Sono stata una cattiva figlia? Probabilmente. Ma sicuramente molto contento.

Storie simili

Cappuccetto Rosso: Fuori dal bosco?

Cosa.. CHE CAZZO?! Ehm... ciao. Cosa... CHE CAZZO?! CHE CAZZO STAI FACENDO? Perché la fica di Molly è sulla tua... sulla tua... Peter è arrabbiato, oltre che incazzato, ma è un maschio umano. Ha un cazzo, e quel cazzo è più preoccupato del fatto che la mia lingua è a pochi millimetri dalla fica gocciolante della ragazza sexy. Il Lupo si allunga su di me e afferra il culo di Molly. La sua voce esce bassa, come un ringhio, Dovresti venire a prendere la figa che hai sempre sognato. La bocca di Peter sembra essersi seccata, o forse non può più...

686 I più visti

Likes 0

Dannii - Capitolo 2: Dannii ha degli amici

Ho incontrato di nuovo Dannii. All'inizio non me ne ero reso conto: c'erano troppe ragazze bionde magre e con i capelli lunghi che si divertivano davanti a me. Alcuni di loro mi guardarono da sopra i loro occhiali da sole, ammiccando mentre passavano. Ero seduto su una sedia di legno, tenuta insieme da un telo di lino, leggendo di tanto in tanto qualche riga del libro che avevo portato giù, ma il più delle volte fissavo il viale e la spiaggia dall'altra parte. Dannii si fermò quando mi vide. Si tolse gli occhiali da sole e mi guardò bene, prima che...

612 I più visti

Likes 0

Vengo a casa tardi

Nuova storia (: Mi sono bagnato a scriverla, quindi spero che tutti si bagnino a leggerla (; Divertiti! -------------------- Lia, sono a casa. Isabelle urla in tutto l'appartamento. Leah sorride e si avvolge l'accappatoio più stretto intorno al corpo mentre si siede sul divano a 'guardare' uno dei programmi preferiti di Isabelle. Sono in soggiorno! Vieni qui e siediti con me, Izzy! Leah chiama, aggiungendo alla fine il soprannome della sua ragazza. Un secondo. Isabelle richiama. Entra nella loro camera da letto e prende dal cassetto il loro cinturino preferito. Grato che le cinghie siano separate in modo che non debba...

430 I più visti

Likes 0

Croma.

Sai che è strano, ma non riesco a ricordare nulla. Robert sentì la porta chiudersi alle sue spalle e rimase sull'ingresso con l'aria smarrita. È così? disse una voce da più lontano nella stanza. “Sì,” disse Robert, con la fronte aggrottata. In effetti, quando l'ho detto, non riuscivo nemmeno a ricordare il mio nome, che ci crediate o no. Charlotte guardò dietro l'angolo, alzando un sopracciglio verso di lui. Spero che tu non abbia dimenticato il mio. Carlotta! Naturalmente,” Robert rise sottovoce. “Ora che lo dici, sembra quasi che all'inizio non lo sapessi. E... la cosa più dannata, ma non riesco...

2K I più visti

Likes 1

White Lucy, Dark Meat ch.1

Introduzione “Shhhh…. Shhhh. sibilò Chris, interrompendomi. Tieni la testa bassa... non guardare in alto... ti vedranno. La mia reazione istantanea, ovviamente, è stata quella di guardare dritto in alto. Fu allora che li vidi. Due neri, alti e robusti, che stavano tagliando la radura erbosa, dritti nella nostra direzione. Non so chi sia stato davvero più sorpreso, Chris o me stesso. Negli 8 mesi in cui siamo venuti qui abbiamo visto forse 3 persone tutte. Our Spot, come eravamo venuti a chiamarlo, era una vecchia riserva abbandonata e ricoperta di vegetazione, in riva al lago. Il nostro posto segreto Era accessibile...

1.6K I più visti

Likes 1

La ragazza dietro il muro

Ero al secondo anno di college quando l'ho incontrata. Kacey viveva nel dormitorio accanto a me, ma non l'avevo mai vista. La conoscevo solo dal nome sulla porta e da quello che ho sentito quella prima notte. Mi sono seduto nel mio letto preparandomi per andare a dormire. Accanto al letto fu spinto contro il muro, e fu allora che l'ho sentito; un gemito morbido e sexy dall'altro lato del muro. Ho spazzato via il primo suono ma quando ho sentito il secondo, un po' più forte e più a lungo, ho iniziato a immaginare il creatore di questi piccoli rumori...

1.3K I più visti

Likes 0

Classe di schiavitù

“Benvenuta classe, alla prima lezione di...” il giovane insegnante maschio si avvicina alla lavagna, raccogliendo il gesso e scrivendolo a caratteri cubitali “BONDAGE 101” Tra gli studenti scoppia un ruggito di risate e risate, una presenza relativamente ridotta di sole 10 persone circa, 9 delle quali maschi e una femmina che non sembrava affatto appartenere a quel posto. Vestito con una gonna lunga con trecce e classi. Lentiggini chiare da abbinare alla sua pelle pallida. Con gli occhi bassi su un libro, senza prestare molta attenzione all'insegnante o agli altri studenti del resto. L'insegnante ha proseguito “Se sei venuto qui per...

736 I più visti

Likes 0

Vecchio magazzino abbandonato

Ho chiamato Marci dandole l'indirizzo di un vecchio magazzino abbandonato che possedevo nel Queens New York, le ho chiesto di incontrarmi lì. Il colpo dei tacchi dei suoi stivali che echeggiano sui muri di cemento è l'unico suono mentre entra nel magazzino e percorre il lungo edificio cercandomi. Si fermò. Le luci fluorescenti verde giallastre le infastidiscono gli occhi. Il pavimento è umido, bagnato in alcuni punti con pozzanghere di acqua nera, e le pareti di cemento scrostate si stanno sgretolando in alcuni punti. Questo magazzino è una discarica, decrepita, deprimente e anche disorientante. Puzza di benzina e fumi di diesel...

755 I più visti

Likes 0

Esca e cambia cap. 13

Grazie a garbonzo607 per le loro perspicaci modifiche. =================================== Ci sono volute sia Gina che Summer che rimbalzavano sul mio letto per svegliarmi. Ero morto per il mondo, eppure avevo incubi sui demoni che facevano a pezzi tutti coloro a cui tenevo, strappando loro le membra e mangiando la loro carne. Quando finalmente le due donne riuscirono a svegliarmi, ero fradicia di sudore e respiravo piuttosto affannosamente. Era ora, mi disse Summer con un sorriso, ma c'era uno sguardo preoccupato sepolto nel profondo dei suoi occhi. Cosa stavi sognando, che ti faceva gemere, agitarsi e rigirarsi, eh? Gina mi ha seguito...

641 I più visti

Likes 0

INTERROMPERE UN'ABITUDINE

Se non fosse per il neo sul cazzo di Aaron Denton, sarei molto più felice, io ti garantisco. Quel neo mi dà fastidio dalla terza elementare, quando l'ho visto pisciare nel bosco. Che cosa? disse con aria assente, guardando i nostri sguardi inorriditi, no rendendosi conto che stava facendo qualcosa di completamente innaturale. Il resto di noi stava solo ciondolando, pisciando regolarmente attraverso il nostro chiusure lampo come persone sensibili, ma non Aaron. Merda. Senza nemmeno dare ci ha pensato un secondo, Aaron si è aperto la zip dei jeans, si è abbassato i pantaloni, fino alle ginocchia -- (aaack!) --...

644 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.