Onde Parte seconda

171Report
Onde Parte seconda

Venendo ancora una volta, questa volta sono proprio l'ospedale in cui mi trovavo ieri mattina quando è iniziata questa indagine. La differenza ora che un'infermiera in uniforme che le stava decisamente troppo stretta stava tenendomi il polso sinistro, controllandomi il polso. Notando che sono sveglio "Bene, detective Gorwin, ci stavamo chiedendo quando torni!" lasciando cadere il mio polso e registrando il mio battito sul grafico che raccolse. "La dottoressa Cole verrà presto a controllarti di persona!"

Fantastico, ho pensato che un dottore pulcino fosse tutto ciò di cui ho bisogno in questo momento, considerando che ho appena perso due pulcini come partner nell'arco di ventiquattro ore! Non appena ci ho pensato, è arrivata come se la sua merda non puzzasse. Circa un metro e ottanta, addirittura centodieci libbre, vestita con un top lamé argentato e una gonna nera che metteva in risalto solo i suoi occhi castano scuro e le sue lunghe gambe.

"Detective Gorwin, quante dita sto alzando?" Un polso sottile che termina in una mano che mostra solo il dito medio alzato.

"Vaffanculo al dottore!" la mia risposta rendendola il più arrogante possibile "Bel modo al capezzale!"

"Beh, i suoi occhi funzionano!" La sua voce è dolce e mi chiedo se ci siamo incrociati prima di sfociare nel suo atteggiamento nei miei confronti. "Non rinfacciarmi il mio test, detective, è difficile ottenere una risposta diretta da una persona con commozione cerebrale" Puntandomi una torcia negli occhi e poi "Segui il raggio con gli occhi, per favore!" dirigendolo a sinistra poi a destra, su poi giù e infine sui suoi seni "Puoi dirmi che la luce si è fermata detective?"

Senza pensare "Sulla parte anteriore del tuo top, dannatamente vicino a una denuncia per molestie sessuali al tuo capo!" sempre più incazzato dal suo atteggiamento poco professionale nei miei confronti. Dondolando le gambe giù dal letto cercando di alzarmi. "Guarda, fai il gioco del dottore con qualcun altro, ho un caso da risolvere!"

"Farai come dice il medico o dovrai rispondere a me Edward!" dalla porta la voce robotica di Susan 2100. In piedi lì i suoi occhi robotici rossi bruciavano di rabbia invece dell'azzurro cielo che avevo programmato quando l'ho acquistata. "Ora torna a letto o ti ci metto io stesso!" sapendo che lo farà, torno sul materasso

"Beh, chiamami impressionato!" Il dottor Cole è tornato indietro mentre Susan si sposta per tenermi a letto "Potremmo usarla qui in ospedale a tempo pieno, pensa solo a come potrebbe controllare certi pazienti!" Consultando ancora una volta la cartella "Beh, sembra che non ci siano effetti di commozione cerebrale, quindi non vedo alcun motivo per cui non puoi essere rilasciato!"

Bene, finalmente una buona notizia, ora tutto quello che dovevo fare era allontanarmi da Susan per continuare la mia indagine. Ricordo vagamente di aver sentito Marie dire qualcosa su Karkaren e la goletta Villainous prima che venisse travolta come l'altra donna. Merda Marie, mi ero completamente dimenticato di lei.

"Ehi Doc, come sta il mio partner?"

"È nel reparto psichiatrico in uno stato catatonico da quando è stata esaminata!" Firmando il foglio sulla cartella e continuando "Proprio come Jane Doe, fisicamente stanno bene, mentalmente anche se niente. è come se la loro esperienza fosse troppo da sopportare per la loro coscienza" poi ha detto qualcosa che mi ha fatto fermare e pensare "È come se la loro un robot con una memoria che è stata cancellata e non abbiamo modo di riavviarlo!

"Beh, ho firmato i tuoi documenti di rilascio detective, suggerisco alcuni compiti leggeri per un paio di giorni solo per essere al sicuro." Dicendo il suo pezzo si congeda così comincio ad alzarmi dopo aver dato a Susan uno sguardo di avvertimento sul dire qualcosa.

“Sei libera di tornare a casa Susan! , vado in biblioteca a fare qualche ricerca! Mi vesto e comincio ad uscire solo per avere Susan che mi afferra la mano mettendomi in una presa di aikido, paralizzandomi di fatto

“Hai sentito il dottore, compiti leggeri per i prossimi due giorni! Ora mi riaccompagnerai alla nostra residenza e riposerai! Mi accompagna fuori dall'ospedale verso l'auto intelligente che ho lasciato per i suoi bisogni personali. Senza pietà mi costringe a salire sul sedile del passeggero e mi allaccia così stretto che mi sembra di essere tagliato a metà. Provare ad aggiustare la cintura mi fa guadagnare uno schiaffo sulle mani come mi davano le suore all'orfanotrofio.

"Quanto può essere difficile fare ricerca su qualcosa?" Mentre fa il giro per mettersi al volante, dandomi appena il tempo di allentare la cintura intorno a me. "Voglio solo scoprire qualcosa su questa leggenda di Karkaren." Lei ignora le mie parole

"Il dottore ha detto riposati e riposati!" Dandomi il malocchio mentre avvia la macchina, controllando tutte le direzioni prima di tornare indietro. Perché ho programmato una leggera vena testarda in lei nella fase iniziale, rimane ancora un mistero per me, ma decido di testare quanto sarà testarda al riguardo. Muovendo la mia mano sinistra sulla carne sintetica della sua gamba destra, accarezzandola su e giù, avvicinandomi ogni volta alla sua regione inferiore.

"Cazzo che male!" mentre la sua mano destra scende come una lama di ghigliottina sulla mano. Riportandolo al mio petto prima che abbia altre idee su come fermarmi.

«Il dottor Cole ha detto riposo, non sesso!», muovendo l'occhio destro per osservare il mio profilo sinistro. La sua sinistra continua a guardare dritto davanti a sé sulla strada. "Devo pulire ancora una volta i depositi nelle orecchie?" Rabbrividendo al pensiero di quanto fosse accurato il lavoro che ha svolto l'ultima volta, ricordando come potevo sentire ogni singolo servomotore del suo corpo gemere mentre si muoveva.

Seduto allo schienale del mio sedile, le ho permesso di accompagnarci in silenzio a casa mentre complottavo per allontanarmi da lei. La chiave di decodifica principale potrebbe essere necessaria prima della fine della giornata, a meno che non riesca a trovare un modo per convincerla a credermi. Avvicinandomi alla biblioteca pubblica mi viene in mente uno stratagemma e decido di provarci

"Susan possiamo fermarci e andare a prendermi un libro da leggere mentre mi riposo?" Mi lancia uno sguardo con l'occhio destro ma l'auto gira prima che superiamo l'ingresso del parcheggio.

"Va bene Edward, ma solo un libro!" Susan cede, parcheggia ed entra con me. Si ferma davanti alla sezione romantica mentre io approfondisco il computer

“Libri per computer sul folklore indiano locale” Passa un nano secondo prima che lo schermo si animi di titoli. Evidenziato in giallo "Dreams Of The Haida" dal Dr. John Rapiste e la sua posizione e lo stato. Fantastico è in realtà qui, andando a trovarlo, la biblioteca ha migliorato il suo sistema di scaffalature introducendo l'identificazione vocale. Basta andare sullo scaffale e pronunciare il titolo e il libro viene spinto in avanti rendendolo facile da trovare. Nel farlo prendo il libro e torno da Susan prima che lei decida di venire a trovarmi.

"Sono pronto per andare Susan, se lo sei?"

“Un nuovo record, solo cinque libri scansionati!” La svolta mi porta al chiosco di uscita, quindi di nuovo nel parcheggio. Tornando a casa, controllo velocemente l'indice sperando di trovare un riferimento a un polpo e loro era la pagina 367. Aprendo il libro alla pagina, scansionando trovo la frase "Il Karkaren, una creatura simile a un polpo, è stata riportato dal locale fin dalle prime storie pittoriche della popolazione nativa” ottimo quindi ora potrei avere un nome, tornando all'indice, Karkaren pagine 500-525.

Ancora una volta sfogliando le pagine i miei occhi sono accolti dalla resa di un artista della creatura che ho visto e con cui ho interagito personalmente di persona. Poi un colpo secco nelle mie costole "Stai ascoltando qualcosa che ho appena detto?" Diavolo, solo per questo sto sicuramente usando la chiave di decodifica principale per spegnerla per un po'. Una volta al sicuro a casa, comincio un atto di "riposo" mentre Susan svolge la sua normale routine. Lasciando passare un'ora prima che mi alzi e recuperi la chiave di decodifica principale, trovando Susan in cucina, mi avvicino coraggiosamente a lei e comincio a baciarle il collo e a toccarle il seno prima di sbottonarle la parte superiore, sfilandola dalla sua forma.

Fortunatamente l'ho programmata originariamente per accettare qualsiasi avanzamento sessuale sopra la vita e per rispondere in modo appropriato. Baciandole la pelle dalla base del cranio alla parte superiore della spalla e poi accarezzandola, lei fa le fusa in risposta ignara che ho aperto la fessura della chiave del decodificatore tra le vertebre C2 e C3. Continuando quello che ho iniziato slacciandole i pantaloni. Lasciando cadere anche allora il pavimento, la mia mano sinistra cercando il suo sesso e il tesoro lì contenuto.

Sussurrandole all'orecchio "Accidenti, sono così eccitato da te Susan!" facendo scorrere la mia lingua lungo l'orecchio interno e poi succhiandole il lobo.

"Ma brucerò la cena se noi..." Che quando il mio dito si connette con il suo pulsante del piacere e lei modella il suo corpo nel mio. Quello che è iniziato come un modo per spegnerla in modo che potessi andare a indagare, si ritorce contro mentre divento duro e determinato a ottenere sollievo. Aprendo la cerniera della patta, tirando fuori il mio cazzo, le sue fusa penetrano nella mia mente trasformando tutti i miei pensieri in desideri sessuali per questa macchina perfetta ancora una volta.

Sentendo la nebbia che indica che si sta preparando a oliare per accettare il mio cazzo, infilo il mio cazzo duro nel suo passaggio. Quando è completamente dentro fa le fusa a lungo poi si trasformano in morbidi gemiti di piacere, salutando i miei grugniti di lussuria. Mentre la scopo, la mia mano si porta in tasca estraendo la chiave di decodifica, armeggiando nella fessura prima di affondarla finalmente al suo posto. Sento le mie palle ribollire, hanno bisogno di essere rilasciate, quindi trattengo dal premere il pulsante che attiva la sequenza di programmazione.

Mentre l'ho programmata, viene, urlando "Sì, Edward!" prima che segua l'esempio e mi svuoti dentro di lei. Passa un minuto intero prima che mi ricordi di premere il pulsante, all'istante Susan smette di funzionare e lo schermo integrato alla base del suo cranio si abbassa e si apre. Dopo aver digitato per rimanere spento per sei ore mi dirigo verso il tavolino da caffè dove ho lasciato il libro di folklore, lo raccolgo e mi rivolgo alla pagina sull'autore.

"Il dottor John Rapiste vive da solo con i suoi libri in Coastal Paradise" Afferra il telefono pronunciando il nome e poi "l'indirizzo". La sua voce robotica pronuncia "4576 West Coast Drive" facendomi chiedere quanto guadagna un folclorista indiano. West Coastal Drive è di proprietà di Moneybags. Non è il tipo da fare un salto Ho chiamato il dottor Rapiste, chiedendogli se potevo parlargli del mio caso e di una strana creatura polpo che ho visto Ci accordiamo per incontrarci a casa sua tra un'ora, guardando Susan, il mio sperma in un sacchetto usa e getta tra le sue gambe divaricate sul pavimento, improvvisamente mi viene un senso di colpa.

Spostandola in soggiorno, uso la chiave di decodifica per posizionarla sul divano come se stesse sonnecchiando prima di uscire per andare dal bravo dottore



Continua

Storie simili

Nicole, l'amica di mia sorella

Questa è una storia completamente vera e cercherò di raccontarla nel modo più accurato che posso ricordare. Spero vi piaccia e fatemi sapere se volete la seconda parte. Mi chiamo Kevin e questa è la storia della mia estate prima del college. Era l'estate dopo che mi sono diplomato al liceo ed ero felice di avere un'estate per rilassarmi prima di iniziare l'università. Avevo una sorella, Caitlin, un anno più grande di me che aveva finito il suo primo anno di college. Ho anche avuto un fratello minore alle medie. Ora un po' di background su me stesso. Non sono particolarmente...

1.1K I più visti

Likes 0

La mia sorellina Lily, Capitolo 2: Il primo amante di Lily_(0)

Il sole è entrato nella camera da letto e mi sono svegliato e mi sono strofinato gli occhi. Guardai in basso accanto a me e c'era la mia sorellina. Ho preso il mio telefono e ci ho ordinato la colazione, poi l'ho tirata tra le mie braccia. Si è svegliata solo un po' e mi ha massaggiato il petto mentre giaceva lì. La sua mano rallentò mentre si riaddormentava e io giocavo con i suoi lunghi capelli castani con le punte grigio blu. Presto suonò il campanello e scivolai lentamente fuori dal letto. Quando sono tornato lei era seduta e si...

887 I più visti

Likes 0

La mia figliastra mi sta facendo impazzire (Parte 9)

È passata una settimana. Sono ancora incredulo su quello che è successo tra me e la mia figliastra Nadine giovedì sera. Le ho davvero sborrato nel culo? Quindi ha davvero spinto il mio sperma fuori dal suo culo e me lo ha spalmato su tutto il corpo? Dopo, mi ha davvero pisciato sul cazzo sotto la doccia mentre stavo venendo? Ho davvero infilato il mio cazzo nel suo culo e ho fatto pipì nel suo culo mentre lei stava venendo? Tutto questo suona così selvaggio. Così incredibile. Ma so che è successo. È solo difficile da elaborare. Ho fantasticato su Nadine...

666 I più visti

Likes 1

Appuntamento notturno da ricordare

Mentre ti tenevo stretto, l'acqua calda è caduta sui nostri corpi, tenendoci al caldo durante il nostro abbraccio appassionato. Era il nostro appuntamento notturno settimanale e abbiamo deciso di finirlo il più intimamente possibile. Abbiamo deciso di fare una doccia calda e buia insieme mentre le canzoni d'amore suonavano dal nostro altoparlante. Era assolutamente perfetto. Sentirti tra le mie braccia nell'oscurità più assoluta, aggiungeva questo senso di vicinanza che non sentivo da un po'. Non potevo fare a meno di baciarti. All'inizio con delicatezza, ma col passare del tempo ho trovato sempre più difficile contenere il mio amore per te. Ti...

248 I più visti

Likes 0

L'impiegato

È venerdì sera! Tecnicamente, è lunedì. Ma il mio programma di lavoro mi lascia libero il lunedì e il martedì, quindi quelle sono le serate in cui esco e mi diverto. Tuttavia, la mia idea di divertimento è diversa dalla maggior parte... Non passo le mie notti a casa; diavolo, non li spendo nemmeno nella mia città natale. Guiderò trenta, quaranta miglia fuori strada per divertirmi. Non vado nei club o nei bar. Non esco e non vado a organizzare feste, né mi ubriaco di merda e mi prostituisco con il primo ragazzo che mi viene a prendere da terra. Vado...

278 I più visti

Likes 0

Classe di schiavitù

“Benvenuta classe, alla prima lezione di...” il giovane insegnante maschio si avvicina alla lavagna, raccogliendo il gesso e scrivendolo a caratteri cubitali “BONDAGE 101” Tra gli studenti scoppia un ruggito di risate e risate, una presenza relativamente ridotta di sole 10 persone circa, 9 delle quali maschi e una femmina che non sembrava affatto appartenere a quel posto. Vestito con una gonna lunga con trecce e classi. Lentiggini chiare da abbinare alla sua pelle pallida. Con gli occhi bassi su un libro, senza prestare molta attenzione all'insegnante o agli altri studenti del resto. L'insegnante ha proseguito “Se sei venuto qui per...

216 I più visti

Likes 0

La Vergine violata di Ward Fulton Capitolo 1

Non mio... Capitolo 1 Il centro commerciale era affollato di studenti, tutti desiderosi di approfittare del il sole e la dolce brezza primaverile che soffiava dolcemente dal fiume. Ogni panchina era occupata, e anche gli ampi bordi di cemento che orlate le aiuole erano stipate di adolescenti chiacchieroni, i loro gli spiriti sollevati dall'ultima partenza dell'inverno e dalla vista di migliaia di narcisi che annunciavano l'avvicinarsi della stagione. L'orologio dell'Old Main segnava le undici e mezzo e Suzanne alzò lo sguardo... con impazienza mentre si faceva strada tra la folla. Yvonne aveva detto 1115. Dov'era? Nervosamente, Suzanne si voltò e urtò...

989 I più visti

Likes 0

Io e Gavin

Questa è una storia sul mio amico e sua madre che vivono nella porta accanto. Avevo 24 anni, mi ero diplomato presto al liceo e poi mi ero laureato presto al college. Ho ottenuto un ottimo lavoro con una grande azienda con un considerevole bonus alla firma che ho applicato a un acconto su una casa. Vivevo lì da 6 mesi e conoscevo molto bene i miei vicini. Janice, un'infermiera che lavorava nell'ospedale locale. Era divorziata da diversi anni e ha lavorato duramente per provvedere al figlio di 12 anni Gavin. Gavin era un ragazzo snello di 12 anni in seconda...

1K I più visti

Likes 0

Dal negozio di alimentari a f

Ho guardato l'incredibile seduttrice da dietro pensando a tutte le cose sporche che le avrei fatto se ne avessi avuto la possibilità, che era esattamente come lo volevo. L'ho seguita da lontano e ho continuato a fare acquisti, o in questo momento per lo più facendo finta di farlo. Ero così perso nel corpo della ragazza adolescente di fronte a me che lo shopping per quello per cui ero venuto non sarebbe successo a causa della mia immaginazione iperattiva. Il fatto che il mio cazzo fosse duro come una roccia non aiutava, specialmente nei jeans attillati che indossavo. Speravo davvero che...

1.1K I più visti

Likes 0

La moglie di Frank parte 5

La moglie di Frank parte 5 Il viaggio di Jim Ritorno al Sexy Shop storia di: SindyxSin Jim riporta Kathy al sexy shop. NOTA DELL'AUTORE: Questa è una storia sessuale continua. Potrebbe avere del sesso rude e non dovrebbe essere letto da persone che non amano quel tipo di sesso. Non è per tutti, dolore, umiliazione e altri atti sessuali usati per degradare una persona non per tutti. Se questo ti eccita, sono felice, ma per favore non provare nulla di tutto questo su partner riluttanti. Le storie che precedono questa sono; Moglie Franchi, 1,2,3,4. Con l'aiuto di Frank e di...

916 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.