Vengo a casa tardi

430Report
Vengo a casa tardi

Nuova storia (: Mi sono bagnato a scriverla, quindi spero che tutti si bagnino a leggerla (; Divertiti!

--------------------

"Lia, sono a casa."

Isabelle urla in tutto l'appartamento. Leah sorride e si avvolge l'accappatoio più stretto intorno al corpo mentre si siede sul divano a 'guardare' uno dei programmi preferiti di Isabelle.

"Sono in soggiorno! Vieni qui e siediti con me, Izzy!"

Leah chiama, aggiungendo alla fine il soprannome della sua ragazza.

"Un secondo."

Isabelle richiama. Entra nella loro camera da letto e prende dal cassetto il loro cinturino preferito. Grato che le cinghie siano separate in modo che non debba togliersi i pantaloni per indossarlo. Si spinge i jeans e i boxer sulle ginocchia e si allaccia la cinghia prima di tirare su i boxer e posizionare comodamente il dildo. Quando è soddisfatta del suo aspetto, torna nel corridoio. Isabelle sospira ed entra in soggiorno strofinandosi i nodi sul collo.

"Sei sicuro di volermi sedere con te? Sono tutto schifo dal lavoro."

Isabelle prende in giro mentre sorride alla sua ragazza e le dà un bacio veloce. Leah ricambia il sorriso mentre Isabelle si siede sul divano, la testa appoggiata sul bracciolo del divano ei piedi ancora coperti dagli stivali appoggiati sui cuscini del divano.

"Sono ottimista."

Leah sorride e Isabelle guarda la tv prima di sorridere allegramente.

"Ehi! Stai guardando Sfumature di blu."

Isabelle si concentra sulla tv e si rilassa sul divano. Leah alza gli occhi al cielo affettuosamente e si toglie gli stivali da lavoro di Isabelle. Isabelle non si muove finché Leah non inizia a massaggiarle i piedi. Isabelle guarda Leah e sorride.

"Un massaggio ai piedi?"

Leah sorride in modo seducente e preme più forte sul piede di Isabelle, facendo gemere piano la sua ragazza.

"Qualsiasi cosa per la mia ragazza che lavora sodo."

Leah si morde il labbro ma Isabelle sorride e torna a guardare la tv. Leah alza di nuovo gli occhi al cielo, ma questa volta era infastidita. A volte la sua ragazza poteva essere così cieca. Leah sposta il massaggio sul polpaccio di Isabelle.

"E volevo aiutarti a rilassarti dopo che sei tornato a casa."

Leah dice seducente. Isabelle annuisce mentre guarda ancora la tv. Leah aggrotta la fronte e muove le mani appena dietro le ginocchia di Isabelle.

"Sai come voglio farlo?"

Chiede con voce rauca. Isabelle scuote la testa e ride per qualcosa in tv. Leah geme e ricorre al modo meno seducente che aveva pianificato stasera. Si toglie la vestaglia e la lancia in faccia a Isabelle. Isabelle sobbalza e guarda Leah.

"Cosa dia..."

Isabelle si ferma di colpo mentre rimane a bocca aperta davanti a quello che indossa la sua ragazza. Un perizoma rosso succinto con un reggiseno push up abbinato, che mostra i suoi splendidi seni. Leah sorride con orgoglio e fa scorrere le mani sulle cosce di Isabelle fino ai fianchi, piegandosi leggermente per dare alla sua ragazza una visione migliore della sua scollatura. Isabelle deglutisce e fissa spudoratamente il busto della sua ragazza.

"Sono arrapato".

Leah afferma senza mezzi termini. Afferra i fianchi rivestiti di jeans di Isabelle e la spinge verso il suo corpo. Isabelle sorride e si mette le mani dietro la nuca, un piede ora sul pavimento e l'altro sul bracciolo di Leah. Leah socchiude gli occhi alla sua ragazza.

"Oh, stai giocando a quel gioco?"

Isabelle sorride semplicemente in risposta. Avevano un "gioco" ogni tanto. Dove Isabelle si comportava come una cagna arrogante e Leah si comportava come un'enorme presa in giro per la figa. È stata quasi una tortura per la maggior parte del tempo ma alla fine entrambi hanno avuto orgasmi incredibili. Leah sorride con un piano malvagio che si sta formando nella sua mente. Si china, tenendo gli occhi fissi su quelli di Isabelle e posa un bacio sulla coscia della sua ragazza. Gli occhi di Isabelle si incupiscono ulteriormente e si lecca le labbra. Leah sorride internamente e preme un altro bacio sulla coscia opposta di Isabelle. Isabelle poteva sentire il suo respiro diventare più pesante. Leah sposta una mano sulla maglietta sottile di Isabelle e la solleva leggermente per esporre una scheggia dello stomaco tonico della sua ragazza. Mantenendo ancora il contatto visivo, lascia un dolce bacio sulla morbida pelle di Isabelle. Isabelle si morde il labbro mentre osserva ogni mossa di Leah. Leah non riesce a nascondere il sorrisetto che abbellisce le sue labbra alla vista dello stato lussurioso della sua ragazza. Anche l'apice delle sue cosce cominciava ad avere un calore crescente. Leah bacia la maglietta di Isabelle appena sopra l'ombelico. Isabelle perde il controllo di sé e raggiunge il viso di Leah. Prima che possa toccarla, Leah le afferra i polsi e li inchioda ai fianchi di Isabelle. Isabelle geme di lussuria e fastidio. Leah sorride e lascia un bacio in cima al petto di Isabelle prima di baciarle leggermente il collo perché sa quanto sia sensibile la sua ragazza sul lato del collo. Isabelle gira immediatamente la testa per offrire a Leah più accesso al suo punto debole, uno che sa che la farà crollare sotto il tocco di Leah. Anche se Leah non le bacia ancora il collo. Sussurra all'orecchio di Isabelle.

"Sei già arrapato come me? Hm? Abbastanza da farti muovere le mani e lavorare sulla tua ragazza come se lavorassi con le macchine?"

Leah sussurra e segue succhiando il lobo dell'orecchio di Isabelle nella sua bocca calda, sapendo come fa impazzire la sua ragazza. Isabelle stringe i denti per soffocare un gemito e cerca di digrignare contro lo stomaco di Leah che si era appoggiato proprio sopra il suo centro mentre sussurrava parolacce alla sua ragazza. Leah sorride mentre rilascia il lobo dell'orecchio di Isabelle e preme le labbra proprio davanti all'orecchio di Isabelle, facendo rabbrividire la donna davanti a lei.

"Non ho sentito una risposta."

Sussurra dolcemente e Isabelle piagnucola mentre il respiro caldo della sua ragazza le lambisce la guancia. Sapeva che avrebbe dovuto esprimere ciò che Leah voleva sentire perché la sua ragazza la toccasse davvero e smettesse di prenderla in giro. Isabelle si inumidisce le labbra mentre Leah le lascia dei baci leggeri sulla mascella.

"Sono così eccitato f-per te."

Isabelle esce barcollando, distratta dai baci di Leah. Leah sorride vittoriosa e incorpora la sua lingua nei baci, sfiorando la pelle di Isabelle ad ogni bacio.

"Questa è la mia ragazza."

Isabelle geme e cerca di muovere le mani, ma Leah mantiene una presa sorprendentemente forte su di loro.

"Ah ah ah. Non riesci ancora a muovere le mani. Voglio che tu mi dica come mi fotterai. Perché lo voglio profondo e duro e so che solo tu puoi darmelo solo il come mi piace."

Leah sussurra contro le labbra di Isabelle. Isabelle ringhia mentre realizza ciò che Leah vuole, desidera ardentemente anche... il suo cinturino. Isabelle scatta improvvisamente in avanti, cogliendo Leah alla sprovvista, le sue mani scivolano via dalla presa di Leah e accarezzano la schiena delle sue amiche mentre fa sdraiare Leah sui cuscini del divano. Leah socchiude gli occhi verso Isabelle che in cambio le fa un sorrisetto. Isabelle afferra le mani di Leah e le sposta sopra la sua testa, inchiodandole con successo al divano. Isabelle muove le labbra su quelle di Leah.

"Vuoi sapere come ti fotterò?

Isabelle sussurra raucamente contro le labbra di Leah. Leah si morde il labbro e annuisce dolcemente. Isabelle sorride e fa scorrere leggermente la lingua sul labbro inferiore di Leah. La stessa lingua di Leah esce per giocare ma Isabelle si tira indietro in quel preciso momento.

"Prima, scendo su di te. Succhierò il tuo bel clitoride mentre mi allungo e gioco con i tuoi capezzoli."

Isabelle descrive come fa scorrere le labbra sul collo di Leah. Leah geme e solleva i fianchi. Il suo centro si connette con quello di Isabelle e lei geme di nuovo. Isabelle sposta la mano libera sui fianchi di Leah e la tiene ferma sul divano con mano forte.

"Allora, ti farò un ditalino. Veloce e duro."

Leah geme e inarca la schiena mentre Isabelle si abbassa il reggiseno con i denti e mordicchia un capezzolo rigido. Leah cerca di liberarle le mani, ma Isabelle si limita a stringere la presa. Leah piagnucola e inizia a respirare pesantemente, non che non lo fosse già. Isabelle sorride compiaciuta contro la pelle di Leah e si sposta sull'altro seno, replicando gli stessi morsi. Leah spinge ulteriormente il petto nella bocca di Isabelle, quest'ultima prende avidamente il seno offerto tra le sue labbra e succhia leggermente prima di rilasciarlo con uno schiocco. Leah geme più forte.

"Dopodiché, vado a prendere il tuo strap-on preferito e ti scopo sei modi fino a domenica."

Isabelle si schiaccia contro le labbra di Leah e Leah finalmente si rompe e si lamenta ad alta voce.

"Dio, Izzy, fottimi e basta. Per favore, Dio, dannazione. Per favore."

Isabelle sorride e mordicchia il labbro inferiore imbronciato di Leah, facendo gemere Leah per il fastidio.

"Se questo è quello che vuoi."

Isabelle prende in giro e finalmente fa la mossa per far schiantare le loro labbra insieme. Leah geme profondamente nella sua bocca e approfondisce rapidamente il bacio. Isabelle libera i polsi di Leah e slaccia abilmente il reggiseno della sua ragazza con una mano. Se lo strappa dalle braccia e interrompe il bacio. Leah geme mentre Isabelle adora i suoi capezzoli e seni. Isabelle quindi scende lungo lo stomaco di Leah, piantandole baci su tutto lo stomaco, stuzzicando la parte superiore delle sue mutandine. Leah solleva i fianchi e Isabelle sorride compiaciuta di quanto possa essere bisognosa la sua ragazza. Ma nessuna delle due donne era dell'umore giusto per altre prese in giro, quindi Isabelle tira giù le mutandine di Leah e le lancia di lato. Isabelle geme alla vista della fica bagnata della sua ragazza. Isabelle si è posizionata tra le gambe di Leah e usa un dito per correre su e giù per la sua fessura. Leah, emette un gemito affannoso e strofina il dito di Isabelle. Isabelle le bacia dolcemente la coscia.

"Sei così bagnata Leah."

Isabelle sussurra dolcemente. Leah piagnucola un "mhm" e annuisce con la testa. Isabelle finalmente si sporge in avanti e prende la fica di Leah in bocca, la sua lingua accarezza la fessura di Leah. Leah affonda la testa nel divano mentre un gemito le esce dalla gola.

"Sì! Oh, sì!"

Leah strofina contro la lingua di Isabelle, disperatamente bisognosa di essere liberata dalla presa in giro. Isabelle geme e lecca ripetutamente il clitoride della sua ragazza, godendosi il modo in cui Leah si contorceva. Leah ansima forte e sposta una mano sulla testa di Isabelle e la preme più forte nella sua figa. Isabelle geme profondamente e stuzzica la lingua contro l'ingresso di Leah. Leah geme e le sue unghie graffiano leggermente la parte posteriore della testa di Isabelle.

"Baby, mi farai venire così in fretta."

Leah espira. Isabelle geme contro le labbra della sua figa. Voleva far venire la sua ragazza forte e veloce. Non avrebbe avuto una pausa stasera. Isabelle Quickly succhia il clitoride di Leah in bocca. Leah ansima e inarca la schiena, le unghie che affondano nel cuoio capelluto di Isabelle.

"Oh cazzo! Sì! Izzy- proprio lì- proprio lì!"

Leah urla forte. Ci vuole tutto quello che Isabelle ha per non sorridere nell'umidità di Leah. Amava quando la sua ragazza era rumorosa e animata. Era così incredibilmente caldo e la eccitava più di ogni altra cosa. Isabelle succhia duramente il clitoride di Leah, determinata a farla venire in bocca. I fianchi di Leah si piegano avidamente contro la bocca della sua ragazza e la sua mano libera si allunga dietro di lei per afferrare saldamente il bracciolo. Leah miagola rumorosamente di piacere.

"Izz-Izzy... Dio! Izzy!"

Leah urla mentre Isabelle preme con forza la lingua contro il suo clitoride. Leah grida mentre il suo orgasmo la travolge. Isabelle non si arrende e l'intenso piacere fa dimenare Leah. Leah piagnucola e torce i fianchi e gira la testa nel braccio. Si morde l'interno del braccio e geme. Quando Isabelle riconosce che il piacere della sua ragazza si trasformerà in dolore, rilascia il suo clitoride e ricorre semplicemente a leccarsi le deliziose labbra bagnate della figa. Leah rilascia la sua carne contusa e ansima con forza mentre appoggia la testa contro i cuscini del divano. Isabelle sale sul corpo di Leah e le bacia la parte superiore del seno prima di posarle un leggero bacio sulle labbra. Leah sorride dolcemente.

"Non ho chiuso con te, tesoro."

Isabelle sussurra e infila due dita nella fica di Leah. Leah sussulta e spalanca gli occhi di scatto. Isabelle sorride diabolicamente e pianta la mano libera accanto alla testa di Leah e abbassa le labbra sul collo di Leah. Leah geme forte e le sue mani si spostano sulla schiena di Isabelle.

"Fanculo."

Leah sibila accanto all'orecchio di Isabelle. Isabelle pompa sempre più velocemente. Quella notte sarebbe stata piena di orgasmi violenti, veloci e duri. Leah ansima forte vicino al suo orecchio e le sue unghie artigliano la schiena di Isabelle, anche se la sua maglietta limita la maggior parte del dolore, fa gemere la sua ragazza contro il suo collo.

"Ti piace quello?"

Isabelle chiede senza fiato. La sua parte preferita delle loro preferenze durante il sesso? Entrambi amavano i discorsi sporchi. Se uno ascoltava e l'altro parlava o vedeva un verso. Si sarebbero accesi in un batter d'occhio. Leah geme e si morde il labbro, canticchiando e annuendo con la testa in segno di conferma positiva. Isabelle muove le labbra proprio contro l'orecchio di Leah.

"Le mie dita dentro di te?"

dice Isabelle seducente. Leah ora era un pasticcio piagnucoloso tra il caldo, il caldo discorso sporco della sua ragazza e le sue dita che la spingevano sempre più vicino al suo orgasmo imminente. Isabelle non si è arresa.

"Fotterti così profondamente? Eh?"

Isabelle muse. Leah ributta la testa sui cuscini, non certo per l'ultima volta.

"Sì! Oh, cazzo sì!"

Leah grida, il suo respiro affannoso e aspro. Isabelle sorride tra sé e morde dolcemente il lobo dell'orecchio di Leah. Leah geme e le sue gambe iniziano a tremare per l'orgasmo in arrivo.

"Non così in profondità come il mio cazzo può fotterti, però. So quanto ami il mio cazzo baby- quanto teso e pieno può farti sentire."

Leah ringhia forte e molto forte. Il suo orgasmo era così fottutamente vicino. Ancora qualche colpo...

"Vieni per me piccola."

Isabelle si infila nell'orecchio di Leah ed è la spinta di cui ha bisogno per cadere oltre il limite. Leah stringe i denti, afferra il culo della sua ragazza e spinge i fianchi verso l'alto per incontrare l'ultima spinta dura di Isabelle, gemendo rumorosamente mentre il suo orgasmo si abbatte su di lei. Isabelle bacia il collo di Leah e fa un movimento 'vieni qui' con le dita per trovare quel punto debole all'interno della sua ragazza. Leah squittisce e scatta in avanti mentre Isabelle trova il suo punto g, il suo viso seppellisce nell'incavo della spalla e del collo di Isabelle mentre il suo corpo si scuote quasi violentemente. Le unghie di Leah affondano nel culo vestito di jeans di Isabelle mentre geme e sussulta contro il suo corpo. Isabelle cede con le dita e alla fine le tira fuori dalla fica bagnata fradicia di Leah. Leah cade pesantemente contro il divano e respira profondamente.

"Figlio di puttana".

Leah borbotta esaustivamente. Isabelle ridacchia e bacia la guancia di Leah. Ormai Leah era fradicia di sperma e sudore e stava per essere completamente esausta. Isabelle attira Leah in un bacio dolce e tenero, dando alla ragazza sotto di sé il tempo di riprendersi. Quando Isabelle fa gemere di nuovo Leah, lei si tira indietro con un bagliore diabolico negli occhi.

"Ho una sorpresa per te."

Isabelle informa Leah. Leah bacia il collo di Isabelle, facendola gemere.

"Sì? Che cos'è?"

Leah chiede dolcemente. Isabelle afferra la mano di Leah e se la porta all'inguine. Leah emette un sussulto mentre la sua mano sfiora il rigonfiamento nei jeans larghi da lavoro della sua ragazza. Come aveva fatto a non accorgersene? Isabelle sorride e strofina la mano di Leah su e giù sul rigonfiamento.

"Vuoi vedere la tua sorpresa?"

Isabelle sussurra all'orecchio di Leah. Leah geme piano e annuisce con la testa. Isabelle si appoggia all'indietro sui talloni e fissa la sua ragazza mentre si toglie la cintura. Leah si morde il labbro mentre aspetta che Isabelle tiri fuori il loro cinturino preferito, ma stava andando così dannatamente piano. Isabelle finalmente spinge giù i suoi boxer e pantaloni da lavoro per rivelare la carne di 7 pollici e mezzo come un cazzo con circa un pollice di larghezza. Leah geme e fa rotolare i fianchi contro il divano. Isabelle sorride e afferra la base del suo cazzo.

"Ti piace quello che vedi, Leah?"

Leah sorride e si solleva abbastanza da afferrare i fianchi di Isabelle e tirarla giù su di lei. Isabelle ridacchia leggermente e appoggia le mani sul bracciolo sopra la testa di Leah. Isabelle abbassa lo sguardo e vede la mano di Leah che già la accarezza.

"Voglio vederti scopare il mio cazzo, Leah."

Isabelle si avvicina a lei. Leah la guarda negli occhi e sorride.

"Siediti."

Leah dice e Isabelle obbedisce. Presto Isabelle è seduta sul divano con Leah a cavalcioni sui suoi fianchi. Isabelle afferra l'estremità del suo cazzo e lo conduce all'ingresso di Leah. Geme per quanto è bagnata la figa della sua ragazza. Leah si abbassa e tira su la maglietta di Isabelle finché non le poggia sul seno. Decomprime la parte anteriore del reggiseno sportivo della sua ragazza per liberare i suoi seni. Leah geme debolmente e le prende a coppa delicatamente. Isabelle alza lo sguardo su Leah.

"Abbassati."

Leah si spinge sul cazzo e geme profondamente.

"Fanculo."

Leah espira quando la sua figa ha preso tutti i 7 pollici e mezzo. Isabelle dà il suo tempo per abituarsi al cazzo dentro di lei prima di afferrare entrambi i fianchi e sollevare leggermente Leah prima di lasciarla tornare indietro fino all'elsa. Leah geme ma afferra le mani di Isabelle.

"Aspetta. Togliti la maglietta. Sai quanto mi piace giocare con i tuoi capezzoli mentre cavalco il tuo grosso cazzo."

Leah sorride compiaciuta al gemito basso di Isabelle e alla piccola contrazione nei suoi fianchi per il suo parlare sporco. Isabelle si alza di più e si toglie la maglietta e il reggiseno dal corpo. Gli unici vestiti che le sono rimasti sono i calzini, i jeans e i boxer che erano tutti raccolti fino alle caviglie. Quando Isabelle si sistema contro il divano, Leah fa rimbalzare immediatamente il culo sul cazzo sepolto dentro di lei, facendo gemere entrambi. Isabelle afferra il culo della sua ragazza e lo stringe forte. Leah geme e inizia un ritmo costante.

"Fanculo il mio cazzo baby. Fanculo così bene."

dice Isabelle mentre le sue mani corrono su e giù per i fianchi di Leah. Leah geme e prende a coppa i seni di Isabelle, i suoi pollici le sfiorano rudemente i capezzoli. Isabelle geme e non può fare a meno di muovere i fianchi. Leah geme e si muove più forte contro il cazzo. Leah cattura le labbra di Isabelle in un bacio caldo e profondo che le fa gemere entrambe. Isabelle si unisce alla spinta, spingendo il cazzo più in profondità in Leah. Leah piagnucola e si siede il più possibile sul cazzo, poi si strofina su di esso, sapendo quanto fa impazzire la sua ragazza. Isabelle geme per il modo in cui l'imbracatura sfrega contro il suo clitoride e afferra forte i fianchi di Leah.

"Cazzo, Leah. Sei così sexy... Sei così sexy."

Isabelle mormora contro le sue labbra. Leah geme e pizzica i capezzoli di Isabelle, godendosi il gemito piagnucoloso che esce da lei.

"Ti piace quando macino il tuo cazzo Izzy?"

Leah schernisce con voce ansimante. Isabelle si morde il labbro e annuisce. Leah ferma i fianchi e si allontana da Isabelle che ha uno sguardo confuso. Leah afferra le mani di Isabelle e le inchioda al divano dietro la sua testa. Anche se Isabelle era più forte di lei, Leah a volte riesce a tenere almeno le mani abbassate. Isabelle geme per la frustrazione di non poterla toccare. Leah muove le labbra proprio accanto all'orecchio di Isabelle.

"Preparati per un viaggio difficile, piccola."

Leah sussurra poi si sbatte sul cazzo. Gemono insieme e lei lo fa di nuovo. Dopo qualche altro colpo ha riguadagnato la sua voce.

"Questo ti fa impazzire, piccola?"

Sussurra dolcemente. Isabelle geme affermativamente e Leah ridacchia scherzosamente, ancora cavalcando il meraviglioso cazzo della sua ragazza.

"Non essere in grado di toccarmi? Di afferrarmi il culo e sbattermi dentro il tuo grosso cazzo?"

Isabelle stava ansimando forte ora ei suoi fianchi si stavano sollevando per dare a Leah più del suo cazzo. Ma erano piccole spinte perché non riusciva a fare abbastanza leva con le mani dietro la testa.

"Oh dio, mi sto avvicinando così tanto."

Leah sussurra con un piagnucolio alla fine perché non era una bugia. Le chiacchiere sporche e la dura cavalcata la stavano portando rapidamente al limite. Isabelle ringhia e fa il suo primo tentativo di liberarsi le mani. Leah li sbatte contro il divano non appena loro si alzano.

"Oh no. Non puoi ancora toccarti. Voglio che mi guardi venire tutto da solo sul tuo grosso cazzo."

Isabelle geme e guarda in basso tra di loro. La vista la fa girare la testa per l'eccitazione. Niente sembrava più caldo della sua cinghia sulla spinta all'interno della sua ragazza. Leah geme forte e getta indietro la testa, il suo rimbalzo diventa sempre più veloce.

"Ah! Izzy! Sto per- ah!"

Non stava urlando perché è venuta. No, Leah ha urlato perché Isabelle era riuscita a liberare le mani ea gettare letteralmente Leah dal suo cazzo e sulla schiena accanto a lei. Isabelle è pronta a togliersi i pantaloni e i boxer, i calzini devono restare addosso, e si sposta tra le gambe di Leah. Leah è delirante a questo punto. La sua fica pulsava quasi dolorosamente per il rilascio. Isabelle si mette a cavalcioni sulla coscia sinistra di Leah e avvolge l'altra intorno al suo fianco destro. Isabelle posiziona il cazzo all'ingresso di Leah e non esita a spingersi forte nella figa gocciolante di Leah. Leah urla in estasi e butta indietro la testa contro i cuscini. La posizione delle sue cosce così vicine fece raddoppiare il suo piacere. Isabelle geme e spinge forte e ruvido, il suo respiro esce aspro dall'escursione. Leah si sta semplicemente contorcendo per l'eccitazione e il piacere.

"Per favore, Izzy! Isabelle! Sì! Non smettere di fottermi- non fermarti, cazzo!"

Lia urla. Isabelle grugnisce e afferra saldamente i fianchi della sua ragazza, spostando indietro il corpo di Leah per incontrare le sue spinte selvagge e frenetiche. Leah allunga la mano dietro la testa e afferra il bracciolo per afferrare. Isabelle, intenta a far venire Leah forte e velocemente, sposta una mano dal fianco di Leah e si allunga intorno a lei per massaggiarle forte la clitoride con il pollice. Leah si disfa entro pochi secondi dalla nuova stimolazione e dalla spinta dura. La sua schiena si inarca e le sue unghie affondano nel bracciolo. Isabelle geme nel luogo in cui la sua ragazza si contorce e geme in modo incontrollabile.

"Sei bellissima Lea."

Isabelle sussurra mentre rallenta le sue spinte e sposta il pollice dal clitoride di Leah, il sudore le gocciola lungo la schiena. La presa di Leah sul bracciolo si allenta e fa dei respiri profondi. Isabelle interrompe le sue spinte e tira delicatamente fuori dalla fica di Leah, facendo gemere la sua ragazza al perduto. Isabelle si toglie lo strap-on e si sdraia dietro Leah, tirandola forte contro il suo corpo. Isabelle bacia dolcemente il collo di Leah finché Leah non torna in sé. Leah si gira per affrontare Isabelle e sorride dolcemente.

"Sei meravigliosa Isabelle."

Leah sussurra e bacia leggermente la sua ragazza.

"Credo di doverti un orgasmo."

Leah sussurra contro le labbra di Isabelle con un sorriso. Isabelle ricambia il sorriso e Leah la bacia più forte. Non ci vuole molto a Leah per rotolare sopra Isabelle e poi iniziare a baciarla sul collo, facendo impazzire Isabelle per il desiderio.

"Leah, per favore non prendermi in giro, tesoro."

Isabelle piagnucola. Leah geme e si muove tra le sue gambe. I colpi di lingua di Leah all'inizio sono gentili ma presto diventano insistenti e ruvidi. Isabelle geme e muove le mani nei capelli di Leah, tirando Leah più a fondo, spingendola a farla venire. Leah geme ed entra rapidamente in Isabelle con due dita mentre la sua lingua lecca avidamente il clitoride. Isabelle geme forte e le sue dita premono sul cuoio capelluto di Leah.

"Scopami più forte piccola... ci sono quasi."

Isabelle espira. Leah geme profondamente in risposta e succhia il clitoride della sua ragazza in bocca e aggiunge un altro dito nella sua spinta. Isabelle grida e piagnucola di piacere per quanto fosse tesa e piena.

"Sì! Leah! Sono così vicino, così vicino piccola!"

Isabelle urla. Leah raddoppia i suoi sforzi per far venire la sua ragazza e funziona magnificamente. Isabelle ha le convulsioni all'orgasmo, le sue gambe tremano e gli occhi le roteano all'indietro. Leah non si arrende e costringe Isabelle a un altro orgasmo, facendola urlare e piagnucolare in estasi. Isabelle alla fine deve respingere Leah in modo che possa riprendere fiato. Leah tira fuori le dita e le bacia leggermente la coscia prima di risalire per baciare Isabelle. Isabelle geme sommessamente e passa le dita tra i morbidi capelli di Leah. Isabelle fissa gli occhi di Leah e sorride dolcemente.

"Ti amo, Lia."

Leah ricambia il sorriso e la bacia così teneramente eppure così intimamente.

"Ti amo anch'io Izzy."

Leah sussurra di rimando. Isabelle la bacia di nuovo e avvolge le braccia intorno al collo di Leah. Leah si sistema contro il corpo di Isabelle e si sdraiano in un pasticcio sudato, fradicio, esausto di gambe aggrovigliate e folli capelli sessuali.

--------------------

Spero che tutti abbiano apprezzato la mia nuova storia. Ho grandi speranze per le buone recensioni (:

Storie simili

Cappuccetto Rosso: Fuori dal bosco?

Cosa.. CHE CAZZO?! Ehm... ciao. Cosa... CHE CAZZO?! CHE CAZZO STAI FACENDO? Perché la fica di Molly è sulla tua... sulla tua... Peter è arrabbiato, oltre che incazzato, ma è un maschio umano. Ha un cazzo, e quel cazzo è più preoccupato del fatto che la mia lingua è a pochi millimetri dalla fica gocciolante della ragazza sexy. Il Lupo si allunga su di me e afferra il culo di Molly. La sua voce esce bassa, come un ringhio, Dovresti venire a prendere la figa che hai sempre sognato. La bocca di Peter sembra essersi seccata, o forse non può più...

686 I più visti

Likes 0

Dannii - Capitolo 2: Dannii ha degli amici

Ho incontrato di nuovo Dannii. All'inizio non me ne ero reso conto: c'erano troppe ragazze bionde magre e con i capelli lunghi che si divertivano davanti a me. Alcuni di loro mi guardarono da sopra i loro occhiali da sole, ammiccando mentre passavano. Ero seduto su una sedia di legno, tenuta insieme da un telo di lino, leggendo di tanto in tanto qualche riga del libro che avevo portato giù, ma il più delle volte fissavo il viale e la spiaggia dall'altra parte. Dannii si fermò quando mi vide. Si tolse gli occhiali da sole e mi guardò bene, prima che...

612 I più visti

Likes 0

Croma.

Sai che è strano, ma non riesco a ricordare nulla. Robert sentì la porta chiudersi alle sue spalle e rimase sull'ingresso con l'aria smarrita. È così? disse una voce da più lontano nella stanza. “Sì,” disse Robert, con la fronte aggrottata. In effetti, quando l'ho detto, non riuscivo nemmeno a ricordare il mio nome, che ci crediate o no. Charlotte guardò dietro l'angolo, alzando un sopracciglio verso di lui. Spero che tu non abbia dimenticato il mio. Carlotta! Naturalmente,” Robert rise sottovoce. “Ora che lo dici, sembra quasi che all'inizio non lo sapessi. E... la cosa più dannata, ma non riesco...

2K I più visti

Likes 1

White Lucy, Dark Meat ch.1

Introduzione “Shhhh…. Shhhh. sibilò Chris, interrompendomi. Tieni la testa bassa... non guardare in alto... ti vedranno. La mia reazione istantanea, ovviamente, è stata quella di guardare dritto in alto. Fu allora che li vidi. Due neri, alti e robusti, che stavano tagliando la radura erbosa, dritti nella nostra direzione. Non so chi sia stato davvero più sorpreso, Chris o me stesso. Negli 8 mesi in cui siamo venuti qui abbiamo visto forse 3 persone tutte. Our Spot, come eravamo venuti a chiamarlo, era una vecchia riserva abbandonata e ricoperta di vegetazione, in riva al lago. Il nostro posto segreto Era accessibile...

1.6K I più visti

Likes 1

La ragazza dietro il muro

Ero al secondo anno di college quando l'ho incontrata. Kacey viveva nel dormitorio accanto a me, ma non l'avevo mai vista. La conoscevo solo dal nome sulla porta e da quello che ho sentito quella prima notte. Mi sono seduto nel mio letto preparandomi per andare a dormire. Accanto al letto fu spinto contro il muro, e fu allora che l'ho sentito; un gemito morbido e sexy dall'altro lato del muro. Ho spazzato via il primo suono ma quando ho sentito il secondo, un po' più forte e più a lungo, ho iniziato a immaginare il creatore di questi piccoli rumori...

1.3K I più visti

Likes 0

Classe di schiavitù

“Benvenuta classe, alla prima lezione di...” il giovane insegnante maschio si avvicina alla lavagna, raccogliendo il gesso e scrivendolo a caratteri cubitali “BONDAGE 101” Tra gli studenti scoppia un ruggito di risate e risate, una presenza relativamente ridotta di sole 10 persone circa, 9 delle quali maschi e una femmina che non sembrava affatto appartenere a quel posto. Vestito con una gonna lunga con trecce e classi. Lentiggini chiare da abbinare alla sua pelle pallida. Con gli occhi bassi su un libro, senza prestare molta attenzione all'insegnante o agli altri studenti del resto. L'insegnante ha proseguito “Se sei venuto qui per...

736 I più visti

Likes 0

Vecchio magazzino abbandonato

Ho chiamato Marci dandole l'indirizzo di un vecchio magazzino abbandonato che possedevo nel Queens New York, le ho chiesto di incontrarmi lì. Il colpo dei tacchi dei suoi stivali che echeggiano sui muri di cemento è l'unico suono mentre entra nel magazzino e percorre il lungo edificio cercandomi. Si fermò. Le luci fluorescenti verde giallastre le infastidiscono gli occhi. Il pavimento è umido, bagnato in alcuni punti con pozzanghere di acqua nera, e le pareti di cemento scrostate si stanno sgretolando in alcuni punti. Questo magazzino è una discarica, decrepita, deprimente e anche disorientante. Puzza di benzina e fumi di diesel...

755 I più visti

Likes 0

Esca e cambia cap. 13

Grazie a garbonzo607 per le loro perspicaci modifiche. =================================== Ci sono volute sia Gina che Summer che rimbalzavano sul mio letto per svegliarmi. Ero morto per il mondo, eppure avevo incubi sui demoni che facevano a pezzi tutti coloro a cui tenevo, strappando loro le membra e mangiando la loro carne. Quando finalmente le due donne riuscirono a svegliarmi, ero fradicia di sudore e respiravo piuttosto affannosamente. Era ora, mi disse Summer con un sorriso, ma c'era uno sguardo preoccupato sepolto nel profondo dei suoi occhi. Cosa stavi sognando, che ti faceva gemere, agitarsi e rigirarsi, eh? Gina mi ha seguito...

641 I più visti

Likes 0

INTERROMPERE UN'ABITUDINE

Se non fosse per il neo sul cazzo di Aaron Denton, sarei molto più felice, io ti garantisco. Quel neo mi dà fastidio dalla terza elementare, quando l'ho visto pisciare nel bosco. Che cosa? disse con aria assente, guardando i nostri sguardi inorriditi, no rendendosi conto che stava facendo qualcosa di completamente innaturale. Il resto di noi stava solo ciondolando, pisciando regolarmente attraverso il nostro chiusure lampo come persone sensibili, ma non Aaron. Merda. Senza nemmeno dare ci ha pensato un secondo, Aaron si è aperto la zip dei jeans, si è abbassato i pantaloni, fino alle ginocchia -- (aaack!) --...

644 I più visti

Likes 0

La mia vita pt 7

Parte 7 di ? Mi sono svegliato. Poi è andato sotto la doccia. Sono rimasto lì, lasciando che l'acqua mi scorresse addosso. Mi sono pulito. mentre stavo finendo. Kelly è entrata. È entrata nella doccia. Ma mentre cercava di toccarmi, sono sceso e mi sono asciugato. cosa c'è che non va disse non voglio dissi L'ho fatto ma non l'avrei lasciata decidere quando l'ho fatto come ieri sera. Sono andato in soggiorno. Sara era seduta sul divano. cosa stai guardando dissi solo un po' di tv niente di speciale ha detto com'era la Disney ha aggiunto siamo stati benissimo dissi la...

695 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.