Io e mio fratello_(0)

455Report
Io e mio fratello_(0)

Sapevamo che quello che stavamo facendo era sbagliato. Ma mentre stavamo in piedi sul balcone, la luce della luna che faceva brillare i nostri corpi marrone chiaro, eravamo tutto ciò che contava. Mi tenne contro il muro, la testa del suo enorme cazzo all'apertura della mia stretta fessura bagnata. Mi baciò profondamente ancora una volta per attutire le mie urla mentre si spingeva dentro di me, rompendo il mio imene e piantandosi in profondità dentro di me. Ho urlato nella sua bocca mentre il suo cazzo mi ha allungato oltre ogni immaginazione. Respirò pesantemente nel mio, abituandosi alla rigidità del mio corpo.

"Shh," mi disse, staccando la bocca dalla mia. Ho piagnucolato dolcemente, poi ho fatto un respiro profondo per prepararmi al colpo successivo. Non potevo credere che stesse succedendo. In realtà stavo perdendo la verginità. All'età matura di 16 anni. Cominciò ad accarezzare lentamente dentro e fuori la mia tensione. Gemevo e mi aggrappavo a lui, il mio corpo si abituava lentamente alla sua larghezza.

"Oh, cazzo," mi sussurrò all'orecchio. "Hai la figa migliore che abbia mai avuto. Così stretta. Così bagnata."

Ho sentito un'ondata di sollievo travolgermi. Speravo che gli sarebbe piaciuto. Ho sentito un piccolo accenno di piacere dentro di me. Ad ogni colpo nelle mie profondità, lo sentivo di più. Presto, stavo gemendo il suo nome.

"Oh, merda," gemetti. "Oh, Tre. Fottimi. Fammi, Tre. Lo adoro."

"Shh," mi disse di nuovo. Sapevo che dovevo tenerlo basso. Da un momento all'altro, uno dei miei genitori o dei miei fratelli più piccoli potrebbe entrare nella mia stanza e beccarci. Ma non potevo farne a meno. È stato così bello avere il suo enorme cazzo che mi allungava e mi scopava per la prima volta. Ho sentito il mio corpo riscaldarsi mentre lui accarezzava più forte, più velocemente, più a fondo.

"Oh, merda", ho detto. "Così grande. Così profondo."

Ha afferrato il mio grosso culo rotondo e si è piantato dentro di me. Ho urlato mentre ondate su ondate di intenso orgasmo si sono riversate su di me. La sua densa sborra calda mi ha sparato in profondità, ricoprendomi le viscere. Non avevo mai provato niente del genere in vita mia. Voglio dire, non è stata la prima volta che ho avuto sperma. Ma con il suo cazzo così profondo dentro di me che mi allargava così tanto, ero andato a nuove vette.

Tre si sciolse sotto di me mentre finiva di sparare le sue ultime gocce di sperma nel profondo di me. Si sedette sul pavimento del balcone, il suo uccello ammorbidente ancora piantato dentro di me. Mi guardò negli occhi mentre scendevo dall'orgasmo. Poi mi baciò un'ultima volta. Mi voltai dall'altra parte per la vergogna di ciò che avevamo appena fatto. Lentamente mi sono sollevato da lui, strizzando gli occhi alla tenerezza della mia figa. Mi alzai e lo guardai un'ultima volta prima di correre di nuovo nella mia stanza e in bagno. Mi sono guardato allo specchio per vedere se avevo un aspetto diverso. Sembravo sempre lo stesso, fatta eccezione per questo nuovo bagliore. L'avevo fatto. Ero una donna. Sorrisi timidamente alla ragazza nello specchio, poi aprii la doccia.

La mattina dopo, scesi le scale al profumo di pancetta e pane. Andai in cucina dove sedevano i miei genitori e due fratelli più piccoli, in procinto di mangiare.

"Buongiorno Vy", ha chiamato mia madre. "Tuo fratello è già sveglio?"

Girai la testa per nascondere la mia faccia arrossata.

"Non ne sono sicuro", le ho detto. In quel momento è entrato mio fratello Tre. Non riuscivo nemmeno a guardarlo in faccia. Avevo paura di ciò che sarebbe potuto accadere, di ciò che avrei potuto fare. La scorsa notte è stata la notte più incredibile della mia vita. Ma eravamo d'accordo che sarebbe successo solo quella volta, poi l'avremmo dimenticato. Ma mi aveva dato i sentimenti più incredibili della mia vita. Come avrei dovuto lasciarlo andare? Ma ero determinato a farlo. Avevo sentito parlare di quelle persone di Billy Hill che facevano sesso con i loro fratelli e non volevo essere uno di loro. Inoltre, non eravamo per niente come quelle persone. Avevamo appena convenuto che per proteggere me e la mia reputazione, e quindi sarebbe stato fatto bene, Tre doveva prendersi la mia verginità. Non era come se stessi cercando di avere una relazione con mio fratello o cose del genere. Ma il modo in cui mi aveva fatto sentire era inaspettato. Avevo dovuto combattere con tutte le mie forze l'impulso di entrare nella sua stanza la scorsa notte e iniziare il Round 2. Ma ce l'avevo fatta e, per quanto ne sapevo, Tre si era attenuto al nostro accordo e se l'era lasciato alle spalle. Quindi ho deciso di fare lo stesso.

Nei giorni successivi, però, è diventato davvero strano. Tre e io ci incontravamo e notavo un rigonfiamento nei suoi jeans. Oppure stavo facendo qualcosa, come lavare i piatti o semplicemente seduto a guardare la TV, e mi accorgevo che mi fissava. Un giorno, circa due settimane dopo l'accaduto, Tre ed io eravamo a casa da soli e stavo lavando i piatti. Mi sono girato e ho beccato Tre che mi fissava il culo. Fece scattare rapidamente la testa nella direzione opposta, ma era già stato catturato.

"Va bene", ho detto. "Ecco fatto. Cosa ti sta succedendo qui ultimamente? Voglio dire, ho notato che mi fissi e mi guardi mentre faccio le cose. Qual è il tuo problema?"

"Non so di cosa stai parlando", ha detto.

"Oh, quindi non stavi nemmeno fissando il mio culo, eh?"

«Non pensarci», chiese. arrossii subito.

"Sì", ho detto. "Ma cerco di non farlo. Quello che è successo con noi è finito e finito. Entrambi abbiamo deciso di lasciar perdere."

"Come dovrei lasciarlo andare", ha chiesto. "Hai la figa più stretta, più bagnata e più incredibile che abbia mai avuto. E, credimi, ho avuto la mia parte."

Ho cercato di nascondere il mio sorriso. Non potevo credere che fosse stato così bello con lui. Poi ho pensato a quello che stava dicendo.

"Tre, non possiamo", dissi. "Sei mio fratello. L'abbiamo fatto solo una volta per spezzare la mia verginità. Ricorda. Per prepararmi a quello che sta arrivando."'

"Lo so," disse. "Ma ora non riesco a smettere di pensarci. Devo averti di nuovo."

"No", ho detto. "Non possiamo farlo. È disgustoso."

"Ti avrò di nuovo", mi disse, alzandosi. Qualcosa nei suoi occhi mi diceva che stava dicendo la verità e subito desiderò che non indossassi una gonna. Ho pensato alla situazione. Eravamo a casa da soli e non avevamo vicini entro un raggio di due miglia, quindi nessuno mi avrebbe nemmeno sentito urlare.

Dai, mi sono detto. Tuo fratello non proverà a violentarti. Ma lo sguardo nei suoi occhi mi diceva diverso. Si mosse verso di me con cautela. mi sono tirato indietro.

"Vado a prenderlo", mi ha assicurato.

"No, non lo sei," dissi. E sono scappato per le scale. Pensavo che ce l'avrei fatta, ma mi ha beccato a metà delle scale. Ho lottato per allontanarmi da lui, ma era più forte di me. Ho ancora tirato e ho cercato di fare il resto della strada su per le scale. Se potessi arrivare in camera mia, starei bene. Invece sono inciampato e sono caduto a faccia in giù per le scale. Tre scese sopra di me, inchiodando il mio corpicino sotto di lui. Mi afferrò entrambe le braccia e le tenne sopra la mia testa.

"Tre, fermati", ho urlato. "Cosa stai facendo?"

"Zitto," mi disse aspro. "È da molto tempo che corri qui intorno a prendermi in giro. Mi stai solo implorando di prenderlo."

"Di cosa stai parlando, Tre?" chiesi, mentre le lacrime cominciavano a rigarmi il viso.

"Camminando qui intorno mettendo in mostra quelle gambe lunghe, quel culo succoso", ha detto, sentendomi su.
"Quelle cosce sexy, quelle succose tette rotonde. Te lo sei chiesto."

"Tre, non farlo", ho gridato. Ho sentito la sua mano muoversi sotto la mia gonna fino alle mie mutandine. Ho provato a chiudere le gambe ma lui aveva le gambe tra di loro. Tre mi accarezzò dolcemente il culo, poi fece scivolare la mano più in basso sul mio inguine.

"Non sai da quanto tempo sogno di scopare di nuovo questa piccola figa stretta."

Ho pianto e ho lottato per allontanarmi da lui mentre lui spingeva da parte le mie mutandine e apriva le mie labbra di fica.

"Senti, tesoro," mi ha detto. "Sei già bagnato e stai aspettando. Vuoi che tuo fratello maggiore ti riempia, vero?"

Ho pianto e ho lottato.

"No, Tre," dissi. "Per favore, non farlo."

Ma prima che me ne rendessi conto, mi aveva strappato le mutandine.

"Questo non deve essere così", ha detto. "Potresti semplicemente darmela."

"No", ho gridato. "Questo è sbagliato."

"Va bene," disse. "La tua scelta."

Lo sentii lottare per aprirsi i pantaloni con una mano. Un attimo dopo, lasciò andare completamente le mie braccia. Mi sono alzato in ginocchio per cercare di alzarmi, ma prima che ci riuscissi Tre mi ha afferrato per i fianchi e mi è entrato bruscamente da dietro. Ho urlato dal dolore. Non si è nemmeno fermato. Ha cominciato a scoparmi freneticamente. Ho urlato mentre la sua grande virilità mi ha lacerato ancora e ancora. Ha pompato ferocemente il mio corpicino stretto. Ho urlato e l'ho pregato di fermarsi, ma era andato troppo lontano. Si lamentava di quanto mi sentissi bene, di quanto amava stare dentro di me, di come desiderava vivere nella mia figa. Alla fine ho smesso di lottare ed ero immobile. Il suo cazzo sembrava molto più largo e profondo. Tutto quello che potevo fare era gemere mentre le lacrime scorrevano sul mio viso. Ho sentito il mio corpo iniziare a riscaldarsi e prima che me ne rendessi conto, stavo tremando per l'orgasmo. Ho pianto impotente mentre Tre mi scopava da un orgasmo all'altro.

"Ecco fatto," mi disse. "Ama il dolce cazzo di tuo fratello che allunga la tua piccola figa stretta. È meglio che ti abitui. Perché accadrà molto di più. E se mai lo dirai a mamma o papà, dirò loro tutto di come mi hai implorato di farlo vaffanculo la prima volta. Hai iniziato tu. Te lo ricordi e basta.

Singhiozzai più forte quando la realtà delle sue parole mi colpì. È stata tutta colpa mia. Tre mi aveva detto di no per molto tempo, ma l'ho pregato di prendersi la mia verginità. L'avevo visto fare sesso con la figlia del capo di nostro padre, e quanto lei lo amava, e volevo che me lo facesse, per farmi sentire come lei. L'avevo davvero portato su me stesso. Quindi, mentre mio fratello continuava a violentarmi, ho pianto perché non c'era davvero niente che potessi fare. Se avesse detto ai nostri genitori quello che avevo fatto, sarei stato in grossi guai.

"Tre, per favore," singhiozzai.

"Per favore, cosa?" chiese. "Per favore, fottiti più forte? Va bene."

E lui si è messo a ridere del fatto che non c'era niente che potessi fare. Poi si è tirato fuori da me. Pensavo che avesse finito, ma mi ha girato ed è entrato di nuovo in me.

"Voglio guardarti in faccia mentre sborri sul cazzo di tuo fratello maggiore."

Ho pianto impotente mentre mi costringeva a guardarlo negli occhi mentre mi scopava fino a un altro orgasmo. La vergogna di quello che stava succedendo mi ha devastato il corpo e la mia fica gocciolante si è stretta attorno al cazzo di Tre, facendolo esplodere. Gemette ad alta voce mentre mi lanciava il suo carico in profondità. Quando ha finito, non si è nemmeno tirato fuori da me, si è semplicemente sdraiato con il suo cazzo morbido ancora dentro di me, accarezzandomi i lati del viso.

"Non preoccuparti, piccola," mi disse. "Imparerai ad amarlo. O almeno mi farai credere di sì."

Rimasi lì pieno di morbido fratello dick, pensando alle settimane a venire. La scuola non è iniziata per altre cinque settimane. Ciò significava molto tempo da soli per Tre e me. Abbastanza tempo per lui per scoparmi finché non l'ho amato.

Storie simili

The Futa Fairy - Futa Doctor's Hot Wish Capitolo 1: Futa Desire della dottoressa Rita

La Fata Futa - Il caldo desiderio del dottore Futa Capitolo uno: Il desiderio futa della dottoressa Rita Con il mio pseudonimo3000 Diritto d'autore 2017 Era passato un mese da quella fatidica mattina in cui imparai qualcosa di impossibile. Qualcosa di straordinario. Qualcosa che mi faceva bagnare la figa quasi ogni mattina quando sprofondavo nel sonno durante il giorno. Sì, il giorno. Ho fatto il turno di notte al St. Claire's Hospital. Un mese fa, ero stato fermato dal poliziotto futa, l'agente Cindy. Il solo pensiero di quella futa prepotente ha reso la mia figa così bagnata. Rabbrividii nel mio camice...

167 I più visti

Likes 0

La ragazza dietro il muro

Ero al secondo anno di college quando l'ho incontrata. Kacey viveva nel dormitorio accanto a me, ma non l'avevo mai vista. La conoscevo solo dal nome sulla porta e da quello che ho sentito quella prima notte. Mi sono seduto nel mio letto preparandomi per andare a dormire. Accanto al letto fu spinto contro il muro, e fu allora che l'ho sentito; un gemito morbido e sexy dall'altro lato del muro. Ho spazzato via il primo suono ma quando ho sentito il secondo, un po' più forte e più a lungo, ho iniziato a immaginare il creatore di questi piccoli rumori...

81 I più visti

Likes 0

Delizia del taglio

Frank si asciugò il sudore dalla fronte con il dorso del guanto e continuò a potare le rose di Seymour. Erano le 12:45 e, come un orologio, sentì Dee e la sua amica Tanya vagare nel giardino sul retro. Sbirciò da dietro i fiori e li vide camminare a piedi nudi verso il gazebo con un pranzo al sacco. Dee indossava il suo consueto abito leggero con stampa floreale. Il suo sorriso luminoso e i capelli dorati di seta di mais le davano una bellezza simile a una dea. Il suo vestito le abbracciava i fianchi e metteva in risalto le...

292 I più visti

Likes 0

La Vergine violata di Ward Fulton Capitolo 1

Non mio... Capitolo 1 Il centro commerciale era affollato di studenti, tutti desiderosi di approfittare del il sole e la dolce brezza primaverile che soffiava dolcemente dal fiume. Ogni panchina era occupata, e anche gli ampi bordi di cemento che orlate le aiuole erano stipate di adolescenti chiacchieroni, i loro gli spiriti sollevati dall'ultima partenza dell'inverno e dalla vista di migliaia di narcisi che annunciavano l'avvicinarsi della stagione. L'orologio dell'Old Main segnava le undici e mezzo e Suzanne alzò lo sguardo... con impazienza mentre si faceva strada tra la folla. Yvonne aveva detto 1115. Dov'era? Nervosamente, Suzanne si voltò e urtò...

393 I più visti

Likes 0

Moglie violentata in Sudafrica

Mia moglie Elaine ed io abbiamo fatto una vacanza in Sudafrica l'anno scorso e abbiamo deciso di provare a vedere quanto più possibile del paese. Abbiamo volato a Johannesburg e abbiamo trascorso un paio di giorni a guardarci intorno. Abbiamo ricevuto molti avvertimenti sui pericoli della città, capitale mondiale degli omicidi, e abbiamo preso taxi ovunque. Le township sono state un vero shock culturale ma con una guida e stando nei trasporti, non abbiamo avuto problemi. Abbiamo viaggiato a Port Elizabeth e abbiamo affittato un bungalow, era bellissimo. Ci siamo rilassati e probabilmente eravamo meno consapevoli di ciò che ci circondava...

422 I più visti

Likes 0

La moglie di Frank parte 5

La moglie di Frank parte 5 Il viaggio di Jim Ritorno al Sexy Shop storia di: SindyxSin Jim riporta Kathy al sexy shop. NOTA DELL'AUTORE: Questa è una storia sessuale continua. Potrebbe avere del sesso rude e non dovrebbe essere letto da persone che non amano quel tipo di sesso. Non è per tutti, dolore, umiliazione e altri atti sessuali usati per degradare una persona non per tutti. Se questo ti eccita, sono felice, ma per favore non provare nulla di tutto questo su partner riluttanti. Le storie che precedono questa sono; Moglie Franchi, 1,2,3,4. Con l'aiuto di Frank e di...

333 I più visti

Likes 0

Le conseguenze 5

Jim stava camminando avanti e indietro per un'ora, dopo aver distrutto la loro flotta d'invasione, erano partiti dopo il unica nave rimasta della flotta Krang. Mary e Amber lo avevano osservato per quasi tutto il tempo Jim se non lo fai Siediti, ti farò fuori di testa, non posso sopportare molto di più del tuo ritmo,” Mary quasi ringhiò. Jim si sedette rapidamente sulla sedia di comando cercando di non guardare Mary, scusa Mary, odio questa attesa, è vero niente a portata di mano su cui non fare nulla su cui lavorare, sai che odio essere inattivo. Mi rendo conto che...

160 I più visti

Likes 0

Vicini cattivi_(1)

Mi sono svegliato la mattina dopo con il luminoso sole mattutino di luglio che entrava dalla finestra. con un sorriso stampato in faccia ma ho ancora un leggero senso di colpa nello stomaco dalla sera prima. Mi sono girato per controllare l'ora e ho notato che Tony stava ancora dormendo. Erano le 8.50 di mattina. Mi alzai dal letto e mi tuffai subito nella doccia. Una volta fuori, con un asciugamano addosso, scesi le scale per farmi una tazza di caffè. In piedi in cucina, caffè in mano quando Andy stava tornando da una delle sue corse mattutine. Si era tolto...

360 I più visti

Likes 0

Dal negozio di alimentari a f

Ho guardato l'incredibile seduttrice da dietro pensando a tutte le cose sporche che le avrei fatto se ne avessi avuto la possibilità, che era esattamente come lo volevo. L'ho seguita da lontano e ho continuato a fare acquisti, o in questo momento per lo più facendo finta di farlo. Ero così perso nel corpo della ragazza adolescente di fronte a me che lo shopping per quello per cui ero venuto non sarebbe successo a causa della mia immaginazione iperattiva. Il fatto che il mio cazzo fosse duro come una roccia non aiutava, specialmente nei jeans attillati che indossavo. Speravo davvero che...

395 I più visti

Likes 0

Una ragazza di nome Areola Parte 06

Una ragazza di nome Areola e sua sorella di nome Beaver di Vanessa Evans Come al solito, è meglio leggere le parti precedenti prima di questa. Parte 06 Pigiama party da Jade Non avevamo idea di cosa avremmo fatto mentre eravamo lì, o cosa avremmo dovuto indossare, quindi abbiamo buttato una varietà di vestiti e altre cose in una piccola valigia e l'abbiamo messa in macchina. Poi abbiamo passato un'oretta in bagno facendoci apparire al meglio e sfogando un po' di eccitazione in ognuno di noi. Abbiamo indossato una gonna e una canotta, le gonne erano minigonne, non micro-mini, e le...

334 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.