La ragazza di mamma 2

617Report
La ragazza di mamma 2

Robyn strinse i denti e lasciò che il messicano non lavato dietro di lei spingesse il suo cazzo grasso dentro di lei. Le sue mani le afferrarono il grasso dell'anca in modo che non potesse andare da nessuna parte mentre si forzava più a fondo. La sua testa oscillava avanti e indietro mentre lasciava che lui la riempisse ancora e ancora. Era piuttosto grosso e lei sapeva che era solo questione di tempo prima di scendere di nuovo. Chiudendo gli occhi per la vergogna, ascoltò gli uomini intorno a lei. Stavano dicendo alcune cose piuttosto vili su di lei e su cosa le avrebbero fatto una volta arrivato il loro turno. Come è finita di nuovo qui?

Erano passati solo un paio di mesi dall'"incidente" con sua madre. Si era ubriacata e si era lasciata manipolare da sua madre per portare un paio di ragazzi nel loro appartamento in Messico. Era una donna felicemente sposata, così come sua madre! Ha cercato di dare la colpa all'alcol, ma sapeva anche che non poteva contare il numero di volte in cui aveva sborrato quella notte, principalmente perché era svenuta ad un certo punto e non ricordava cosa fosse successo per il resto della notte. Era facilmente la cosa peggiore che avesse mai fatto. Amava molto suo marito e sentendosi davvero in colpa per l'intera situazione, è tornata dal viaggio e ha fatto ogni tentativo per fottergli il cervello in ogni momento possibile. È iniziato come un senso di colpa e l'ha fatta sentire meglio, ma presto ha iniziato a sentirsi annoiata dal loro sesso. Qualunque cosa facessero, non provava la stessa eccitazione. Cercava di non pensarci, ma ogni volta che voleva sborrare, pensava a quello sconosciuto che la scopava cruda sul pavimento mentre sua madre serviva un altro ragazzo nell'altra stanza. Veniva immediatamente e poi faceva finta di non averlo appena fatto. Era una tale negazione! Era troppo dolce per aver fatto quelle cose sporche e non era malata e non le piaceva vedere sua madre essere scopata in quel modo. Non le piaceva essere sporca.

Erano passati un paio di mesi e l'unica prova della sua indiscrezione erano i venti chili che aveva guadagnato dai secchielli di gelato che aveva mangiato per farla sentire meglio. Fortunatamente per Robyn, la maggior parte del suo cibo di conforto è andato dritto al suo culo dandole più curve che mai. Non ha mai parlato con sua madre nemmeno di quella notte. Era come se esistesse solo nella sua mente ed era certa che sua madre doveva essere imbarazzata quanto lei.

Ironia della sorte, anche il suo matrimonio stava affrontando momenti difficili. Il suo senso di colpa la faceva mangiare di più e sebbene suo marito lo negasse, sentiva che non la trovava attraente come una volta. Entrambi hanno scherzato sul suo culo grosso, ma non sono state solo le sue tette e il suo grande e succoso bottino a diventare più grandi. Adesso usciva quasi tutte le sere, lasciandola a casa e quando tornava a casa era troppo ubriaco per voler scherzare. Ben presto era passato più di un mese che non avevano scherzato. Questo stava causando molta tensione e litigavano costantemente. Robyn cercava di essere ragionevole, dopotutto, anche se lui non lo sapeva, era stata lei a tradirla e ora era stata la sua coscienza sporca a farla mangiare. Tuttavia, sapeva di avere ancora un bell'aspetto. Le sue gambe erano lunghe e, a parte la carne extra intorno alla sua vita, sapeva di essere ancora una presa. In effetti, ora sempre più ragazzi commentavano il suo culo grosso e rotondo. Era irrealisticamente grande!

Così, quando i suoi genitori hanno invitato lei e suo marito in condominio per il fine settimana, ha deciso che sarebbe stata una buona idea andarci. Aveva bisogno di lasciarsi alle spalle l'intera notte e sarebbe andata con i suoi genitori e suo marito, che male poteva esserci? Anche quando suo marito ha deciso di restare a lavorare, sentiva ancora che con suo padre sarebbe stato al sicuro. E mentre pensava che sarebbe stato bello per loro andarsene via per un po', era anche felice di allontanarsi da suo marito e avere un po' di spazio.

È scesa in macchina e ha parcheggiato davanti all'appartamento venerdì sera. I suoi genitori erano già tre le lenzuola al vento quando è arrivata lì. Non è stato così male, anche se abbracciare suo padre nello stesso punto in cui era stata aperta e picchiata a quattro zampe è stato piuttosto surreale. Ha baciato sua madre e suo padre ha alzato il volume della musica, spingendole un drink in mano. I suoi genitori erano bevitori sociali (qualsiasi scusa per fare una festa) e sin da quando Robyn aveva l'età legale per bere erano ansiosi di rilassarsi e festeggiare con la loro bambina.

Dopo diversi drink, stavano finendo la tequila e se qualcuno non fosse andato presto al negozio di liquori, avrebbero chiuso e non ci sarebbe stato alcun drink mattutino per aiutare i postumi di una sbornia. Il padre di Robyn stava per partire, ma presto divenne chiaro che non era in condizione di andare da nessuna parte. In effetti, quando sua madre e lei stavano uscendo dalla porta principale, suo padre era già svenuto sul divano, addormentato.

Camminarono per la strada del negozio di liquori locale ridendo del fatto che suo padre fosse svenuto così presto. Era stata la serata perfetta finché non girarono l'angolo del negozio di liquori e videro un'auto piena di ragazzi del posto che li fissavano maligni. Robyn divenne immediatamente impacciata. Non indossava niente di troia, ma sia sua madre che lei erano piuttosto calde a prescindere e il vestito di Robyn era tagliato su un lato della sua coscia, il che improvvisamente sembrava molto più rivelatore di quanto non fosse solo un momento fa. Era un vestito lungo, ma abbracciava il suo nuovo culo grosso e sapeva che ai ragazzi messicani piacevano i culi grandi. Sua madre non stava meglio. La sua gonna era molto più corta di quanto Robyn ricordasse che era in casa e sua madre aveva un culo grasso! Era abbastanza in forma per una mamma, ma avere due figli ti darà un gran culo. I ragazzi fischiettavano e dicevano cose in spagnolo e sebbene una parte di lei trovasse l'attenzione lusinghiera, al momento era più spaventata. Questo è esattamente ciò che aveva sperato di evitare durante questo viaggio.

Fortunatamente per lei, sua madre ha ignorato i ragazzi e sono entrati a comprare l'alcol. Si sentiva molto meglio mentre esploravano le isole alla ricerca di ciò che volevano. Fu solo quando fu in fila e pagando che si accorse che sua madre se n'era andata. Afferrò il resto e si diresse fuori. Abbastanza sicuro, sua madre è in piedi accanto alla macchina, ridendo e flirtando con gli uomini all'interno. Una coppia era già uscita e uno di loro le stava prendendo il culo.

“Va bene mamma, sono pronto. Muoviamoci." Sperava che sua madre le dicesse semplicemente addio e se ne andasse, ma sapeva che era improbabile.

“In realtà, stavo pensando che potremmo andare a una festa. Questi ragazzi stanno andando a una festa e vogliono che veniamo. Penso che sarebbe divertente".

Robyn non riusciva a credere che stesse succedendo di nuovo. Sapeva che non voleva andare, ma ancora una volta, nel suo stato di ubriachezza, ha razionalizzato che semplicemente non poteva lasciare sua madre da sola. E sapeva che sua madre sarebbe andata con loro anche se non l'avesse fatto. Ha ignorato la sensazione di eccitazione che aveva dentro di sé e ha fatto finta di non pensare solo a come sarebbe stato bello scopare.

"Va bene, immagino che potremmo andare." Sua madre le fece un sorriso malizioso e salì sul sedile posteriore tra due ragazzi. Robyn doveva salire davanti, ma il ragazzo seduto sul sedile del passeggero non si offrì di scendere e lei dovette stringersi goffamente su di lui mentre lui le offriva il suo aiuto con una mano sul suo culo, stringendolo delicatamente. "Sarà divertente." Ha detto insicura di se stessa.

Sfrecciarono nella notte, nessuno parlava a causa della musica ad alto volume che risuonava dagli altoparlanti. Robyn avrebbe cercato di trarne il meglio. Ha cercato di ascoltare la musica e dimenticare dove si trovava, il che è stato difficile. Il ragazzo accanto a lei offrì un sorso della sua birra. Ha accettato di essere educata e ha respinto. Uno dei ragazzi dietro di lei fece una specie di commento e rise. Robyn si voltò per vedere le mani di sua madre sui pantaloni dei due uomini in cui era seduta, strofinando le loro evidenti erezioni. Fece l'occhiolino a Robyn e Robyn si voltò, imbarazzata. Non osò guardare indietro per il resto del viaggio, ma il tizio alla guida si aggiustò lo specchietto in modo da poter vedere meglio cosa stava succedendo sul sedile posteriore e le paure di Robyn furono confermate quando il tizio a cui aveva bevuto la birra le sorrise e con la mano gli fece segno alla bocca che sua madre stava succhiando uno o entrambi i ragazzi sul sedile posteriore dell'auto.

Non osava voltarsi indietro! Sua madre stava davvero succhiando il cazzo due piedi dietro di lei? Si sforzò di sentire qualsiasi tipo di rumore sopra la musica che potesse indicare che era vero. Il suo stomaco si è trasformato in quel modo terribile che è successo solo quando hai capito di esserti appena messo nei guai. Come ha fatto a lasciare che accadesse di nuovo? E all'improvviso ha capito perché era salita in macchina. Stava per scopare con uno sconosciuto stasera come aveva fatto mesi fa! Si è spostata sul sedile e si è resa conto di quanto fosse bagnata solo cercando di sentire sua madre che assisteva uno o entrambi i ragazzi sul sedile posteriore! Si è lasciata addosso dall'alcol e si è chiesta chi avrebbe scopato stasera! Nessuno dei ragazzi nella parte anteriore dell'auto era particolarmente attraente ed entrambi erano più vicini all'età di sua madre. La sua testa stava nuotando solo pensando se avrebbe dovuto allungare i pantaloni di questo ragazzo e iniziare a succhiarlo come sua madre! Ha fatto finta che non ci fossero dubbi che sua madre avesse un boccone di cazzo in questo momento. Non poteva! Fortunatamente per lei non ha dovuto prendere quella decisione.

Si fermarono davanti a una casetta e si ammucchiarono fuori dall'auto. Robyn non poteva dire se sua madre avesse prestato servizio a nessuno dei due, ma erano certamente amichevoli e si diressero direttamente all'interno. La casa era sporca ed era ovvio che chiunque abitasse qui era povero di sporcizia. Si rese conto che ovunque si trovassero adesso, erano anche nel mezzo di un ghetto. Le è stata offerta un'altra birra e l'ha presa. Poi tutti l'hanno lasciata per entrare. Si rese conto che avrebbe potuto andarsene se avesse voluto, e lo voleva, ma non aveva un posto dove andare e ora sapeva che voleva scopare stasera. Non poteva negarlo.

Tutti i ragazzi erano entrati e lei era rimasta da sola fuori a guardare la porta, sapendo quanto fosse stupido tutto questo. Aprì la birra e ne mise via la maggior parte in fretta come un coraggio liquido e si avvicinò lentamente ai gradini d'ingresso. Sentì voci all'interno che suonavano forte e felice ubriaca. Aspettò un momento, finendo l'ultima birra e gettando via la lattina vuota prima di aprire la porta ed entrare.

Il soggiorno era piccolo con un paio di divani e una piccola TV in un angolo e un breve corridoio che sembrava condurre a un bagno e una camera da letto. La cucina era collegata al soggiorno ed era abbastanza piena. Ci sono una ventina di ragazzi spagnoli in giro, che giocano ai videogiochi e bevono. Scrutò la stanza alla ricerca di sua madre, ma riconobbe solo un ragazzo, quello accanto a lei sul sedile del passeggero.

Alla luce, poteva vederlo meglio. Aveva poco più di quarant'anni o tardi trenta ed era calvo e sfoggiava una pancia piatta. Sembrava forte e le sue braccia erano coperte da quelli che sembravano tatuaggi fatti in casa. Forse dalla prigione, pensò Robyn. Tuttavia, era l'unico volto che ha riconosciuto dall'auto, quindi si è avvicinata.

Lui sorrise ampiamente e lei vide che gli mancavano un paio di denti. Era chiaramente contento che avesse deciso di entrare, anche se sinceramente, dove altro poteva andare? "Dov'è mia madre?" Pensava di conoscere già la risposta, ma aveva poco altro con cui iniziare una conversazione. Quando entrò, vide la porta chiusa della camera da letto.

Ha riso di questo. "Tua madre? Era tua madre?" Robyn annuì immediatamente consapevole che non c'erano altre donne presenti. "Penso che sia andata nell'altra stanza con Bernardo e Raoul."

Ha aspettato di vedere la sua reazione, quindi ha cercato di giocare in modo un po' freddo e in qualche modo innocente. Sapeva cosa stava succedendo nell'altra stanza; sua madre stava finendo ciò che aveva iniziato in macchina. La stanza era piuttosto affollata e Robyn cercò di fare due chiacchiere. Le porse da bere e lei obbedì.

Mentre gli uomini si stringevano intorno a lei nella stanzetta, sapeva che non c'era via d'uscita adesso. Quindi, quando la mano di qualcuno si è infilata nel suo culo, ha fatto finta di non accorgersene. Continuava a bere e a fare conversazioni educate. Non passò molto tempo prima che potesse sentire sua madre gemere dall'altra stanza. Di nuovo fece finta di non aver sentito niente fuori dall'ordinario, bevendo un altro drink e sorridendo. Sua madre sembrava che venisse picchiata ora e il suo ansimare e le sue urla mostravano il suo apprezzamento. Robyn iniziò a diventare davvero arrossata in faccia. Poteva fingere di non aver sentito sua madre farsi arare nella stanza accanto, ma tutti gli altri potevano sentirlo. Una seconda mano si unì alla prima sul suo culo e le diede una piccola stretta. Il ragazzo con cui aveva parlato, ora aveva deciso che si conoscevano abbastanza bene da poterla palpeggiare mentre parlava. Era grata di essere in una stanza piena di gente. Avrebbe potuto sopportare che questi ragazzi si prendessero una sensazione, ma finché fosse stata in pubblico, non avrebbe corso il pericolo che questo ragazzo andasse troppo oltre.

Non pensava di poter scopare un uomo così vecchio o uno che non era molto bello. Inoltre, con sua madre nell'unica camera da letto, le lasciava davvero solo il bagno che, dato lo stato del soggiorno, sarebbe sporco e Robyn non poteva vedersi mentre portava un ragazzo in bagno.

Mentre sua madre chiedeva di più nell'altra stanza, il ragazzo di fronte a lei decise di far scivolare la mano dal suo culo al suo fianco per trovare lo spacco nel vestito che le tagliava la gamba. Mentre le sue dita scivolavano lungo la sua gamba, non poté fare a meno di bagnarsi. Ripose il resto del suo drink e questo le andò dritto alla testa. Dio si sentiva così male!

Sapeva che era sbagliato essere così eccitata in quel momento, ma sapeva anche che in qualsiasi momento la sua mano sarebbe scivolata lungo la sua coscia e avrebbe scoperto quanto fosse cattiva. La sua mano si alzò lentamente finché non sentì la macchia umida sulle sue mutandine e poi non perse tempo a tirarle da parte ed esplorarla a fondo. Le sue dita tozze e ruvide le lavorarono il clitoride e le spinsero dentro il suo buco gocciolante. Prese la sua birra e la finì. Non sapeva cos'altro fare.

Tutto stava diventando molto surreale! Cosa fai in questa situazione? Ha sentito sua madre chiedere a qualcuno di sborrarle in faccia nell'altra stanza. Non potrebbe bagnarsi di più! Era così malata! Era disgustoso per lei, ma quella repulsione aveva un'attrazione nauseante, come se lei amasse quanto sarebbe stato sbagliato. Le sue mani la stavano lavorando velocemente ora e lei rispose con un basso gemito e aprendo le gambe per lui. Sapeva che le altre persone nella stanza dovevano sapere cosa stava succedendo; non c'era modo di nasconderlo.

Tutto si stava confondendo e il tempo sembrava essersi fermato per lei. Quando guardò in basso vide due grandi mani che le strofinavano le tette attraverso la maglietta. Non le è venuto in mente per un momento che fossero le sue tette!

Il ragazzo con cui aveva parlato, che ora la stava portando rapidamente al primo orgasmo della notte, iniziò a leccarle il collo. Lei ha risposto respirando più forte e permettendogli. Non poteva credere che stesse lasciando che glielo facessero! Come una puttana, sembrava non provare vergogna. Beh, in realtà si vergognava, ma non stava facendo nulla al riguardo. In effetti sapeva che a quel punto avrebbe lasciato loro fare qualsiasi cosa e voleva disperatamente essere in un'altra stanza e lontana da quella folla.

Come se avesse ricevuto il segnale, il ragazzo si avvicinò al suo orecchio e le sussurrò discretamente: "Vuoi scopare adesso, mamma?"

Grazie Dio! Lo fece e annuì il suo accordo. Per un momento ha pensato che sarebbe venuta di fronte a tutte queste persone. Ma aveva senso; ora che sapeva che era eccitata, poteva portarla nel bagno sudicio o uscire in macchina e fare a modo suo con lei. Era disgustata da lui e da se stessa perché voleva che ciò accadesse. Immaginava di essere piegata sul lavandino e scopata brutalmente da dietro o seduta sul retro del water mentre lui la contaminava.

Ma non l'ha presa subito. Invece ha detto: "Dillo ad alta voce e ti scoperò come vuoi, piccola".

Non capiva, ma lui stava davvero lavorando il suo clitoride ed era molto vicino ora, quindi ha obbedito, dicendo: "Voglio scopare, per favore". Era eccitante essere così umiliato.

"Dillo abbastanza forte perché le persone ti sentano." Non capiva, non voleva attirare l'attenzione su di sé mentre veniva toccata in mezzo alla stanza. Quindi è rimasta in silenzio.

Gridò perché la stanza tacesse. Tutti si girarono a guardarli, ovviamente la sua mano strofinava via sotto il suo vestito. "Chica qui, vuole dirti una cosa."

La sua faccia divenne rossa mentre tutti i volti nel posto la stavano guardando o in basso verso la mano nel suo vestito che lavorava. Stava già respirando affannosamente e questa nuova umiliazione l'avrebbe portata a venire più velocemente. Potrebbe essere umiliata un po', immagino, a patto che la porti fuori da questa stanza in modo che possa venire in privato. "Voglio scopare." Guardò per terra quando lo disse. La stanza sembrava essere contenta e tutti dicevano cose sporche e presto si rese conto di quello che aveva fatto.

Due mani ruvide le aprirono il vestito, estendendo lo spacco su tutta la coscia fino a quando non si strapparono attraverso l'estremità e il vestito le fu strappato di dosso. Altre mani le aprirono le cosce e si rese conto lentamente che era aperta all'intera stanza ma non sapeva cosa poteva davvero fare al riguardo.

Le sue mutandine erano state tirate da parte e le sue dita ruvide si muovevano sul suo sesso tremante così velocemente ora, sapeva che non poteva fermare quello che stava per accadere. Adesso c'erano le mani su per la camicia, che esploravano il suo petto e la palpeggiavano selvaggiamente e le mani lungo le gambe e le mani che spingevano le sue stesse mani sul davanti dei pantaloni. Era quasi arrivata e si rese conto di quanto sarebbe stato bello; solo cedere. Questo era proprio quello di cui aveva bisogno in quel momento. Era difficile da credere, ma da quella notte in cui aveva tradito suo marito, per quanto ci provasse, non riuscì più a provare quella sensazione. Ha scopato suo marito così tante volte, sul pavimento, duro, in ginocchio e non è mai stata la stessa emozione. Voleva venire.
Aprì ulteriormente le cosce, mostrando il suo sesso nella stanza. Molti degli uomini davanti a lei si erano già tolti i pantaloni e si stavano accarezzando.

"Più veloce." Lei sussurrò. La mano affondò due dita dentro di lei e iniziò a lavorarle dentro e fuori di lei con forza. Inarcò la schiena e afferrò i cazzi duri che vivevano nei pantaloni che stava provando. È venuta, contorcendosi e facendo piccoli versi di animali per la gioia della stanza. Stava per lasciare che tutto ciò accadesse, decise. Fanculo. Qualunque cosa volessero.

Ed è così che è arrivata qui. È venuta e due uomini l'hanno girata, piegandola sul tavolino. Poteva sentire il cazzo di qualcuno nella sua figa ora sciatta, quindi si è spinta contro di essa. Era più grande di quanto si aspettasse, quindi esitò per un momento, ma due grandi mani si afferrarono a manciate di grasso dell'anca e spinsero il gigantesco pilastro più dentro di lei. Da parte sua lei lo ha appena lasciato, essendo una bambola di pezza per il suo piacere. Stava per diventare una sporca troia stasera.

Una volta completamente dentro di lei, (si morse il labbro mentre spingeva l'ultimo centimetro nelle parti più profonde del suo sesso) iniziò a pomparla ritmicamente. Anche se le sue mani erano serrate sui suoi fianchi, poteva sentire il suo culo che rimbalzava avanti e indietro. Ha fletteto i fianchi per aiutarlo a muoversi e ha ascoltato gli altri uomini urlare merda su quanto fosse grasso il suo culo. È sgorgata! Molti dei complimenti non erano nemmeno lusinghieri, alcuni di loro dicevano che era un maiale grasso o una puttana ricca e bianca e si rese conto che si sentiva davvero come se lo meritasse. Ha fatto battere il culo mentre schiaffeggiava l'intestino della birra del suo partner. Ha iniziato a schiaffeggiarle il culo e tirarle i capelli, cavalcandola come un animale. È venuta di nuovo rapidamente e poi è iniziata la formazione.

Ogni uomo ha preso un posto e lei a sua volta ha preso un uomo in bocca e nella sua figa mentre le sue mani cercavano di accarezzare cazzi casuali. Non si sentiva molto brava a gestire tutto allo stesso tempo, ma non sentiva nemmeno il bisogno di esserlo. Gli uomini dentro di lei semplicemente scopavano per finire se stessi e poco importava se venisse o meno anche lei. Tuttavia, ha fatto sperma, numerose volte. Ha cercato di concentrarsi sul servizio dei cazzi in bocca. Se avesse smesso di muovere la testa avanti e indietro, facendosi travolgere dai suoi stessi orgasmi, gli uomini le avrebbero semplicemente scopato la faccia e lei non voleva imbavagliare!

Dopo che alcuni uomini avevano sparato i loro carichi caldi e appiccicosi in profondità nella sua figa, uno degli uomini ha detto qualcosa in spagnolo che non capiva e all'improvviso diverse mani ruvide la stavano trattenendo in modo che non potesse muoversi. Non capiva perché avrebbero dovuto farlo quando stava già dando loro tutto ciò che volevano, ma presto sentì un cazzo strofinarsi contro l'ingresso della sua figa e poi salire per spingere la testa scivolosa contro il suo culo. Immediatamente sul suo viso apparve un'espressione di panico. Di solito non lasciava che suo marito le fottesse il culo e non era molto esperta. Ha lottato un po' ma non riusciva a muoversi. All'improvviso la faccia di un uomo brutto era a pochi centimetri dalla sua.

Sorrise con un sorriso sdentato e disse: "Dicono che sei troppo sciatto ora e vogliono aprirti il ​​buco del culo".

Robyn sembrava spaventata dalla schiettezza delle sue parole, ma non riusciva a formare parole.

La guardò e sorrise dolcemente: “Cosa pensavi sarebbe successo stasera, chica? Rilassati, ok?"

"Bene." Non riusciva a credere che le parole uscissero dalla sua bocca e all'improvviso la sua bocca si strinse attorno alla sua e la sua lingua era nella sua bocca. Aveva un sapore sgradevole, ma pensava che doveva assaggiare il cazzo e lo sperma.

Il cazzo all'ingresso del suo culo è passato oltre l'anello e ha iniziato a sbattere dentro di lei. Cercò di urlare ma la sua bocca era già piena. Il dolore fu solo momentaneo e presto fu riempita da una sensazione nauseante mentre le sue viscere venivano presi a pugni. Non poteva affondare più in basso. Era davvero eccitata da questo! Ha lasciato andare uno dei cazzi e si è allungato tra le gambe per iniziare a massaggiarsi fino in fondo. L'uomo di fronte a lei disse: "Brava ragazza" e sostituì la sua lingua con il suo cazzo. Ha cercato di portarlo rapidamente oltre il limite come ringraziamento di qualche tipo. Per che cosa? Non ne era sicura, ma ora era aperta al commercio in tre località. Mentre prendeva il ritmo, le mani che la tenevano giù si sollevavano e lei è stata in grado di fotterla il culo contro i cazzi mentre stavano fermi.

Qualcuno ha urlato qualcosa sul voler giocare con le sue tette e così Robyn si è alzata di sua spontanea volontà e si è girata per loro, sdraiandosi sul tavolino, alzando le tette e aprendo di nuovo le gambe. Un altro cazzo si fece avanti e la riempì mentre sorrideva come un diavolo arrapato. Una mano le ha tirato la testa all'indietro e l'ha appesa al bordo del tavolo e Robyn ha sperimentato per la prima volta un cazzo che le è stato spinto dritto in gola!

L'angolo della sua testa permetteva ai cazzi di scivolare facilmente verso il basso, ma andavano anche molto più in là di quanto fosse abituata. Le ci vollero alcuni minuti per controllare il riflesso del vomito. Lei lo ama! Sembrava così degradante! Sbavatura e sperma le scorrevano lungo la faccia mentre ogni uomo le scopava la gola e lei non riusciva a vedere molto con le loro palle che la colpivano in faccia. Uno per uno, ogni uomo le prendeva le tette e le scopava la faccia finché non arrivavano e Robyn aveva solo un lavoro; cercando di respirare.

Non sapeva quanti ragazzi avesse scopato o succhiato, ma stava cominciando a pensare che alcuni di loro stessero impiegando pochi secondi. La sua figa era così dolorante ora. Scopata cruda, ha imparato ad amare il suo culo grasso che veniva schiaffeggiato in modo che tremasse e i suoi capezzoli venissero tirati. Ogni gesto degradante in realtà la faceva sentire bene e l'unica risposta a cui riusciva a pensare, dopo aver simulato shock e sorpresa; era scopare con entusiasmo e succhiare ancora più forte. Sorrideva raramente. Questo era ancora spaventoso ed era senza fiato e sborrava costantemente con la faccia incasinata, contorta in una dura estasi mentre ogni orgasmo diventava più estremo. Stava iniziando a sperare che prima o poi si sarebbero riempiti di allungare il suo grembo e di fotterle il culo. Lo immaginava così ampio da non poterlo chiudere e questo l'ha fatta venire di nuovo. Sporca troia, pensò. La sua figa era così sensibile ora che riusciva a malapena a sopportarla e si chiedeva se avrebbero continuato a scoparla fino a quando non fosse svenuta.

Ha realizzato il suo desiderio. Mentre si sdraia di nuovo sulla schiena, inclinò la testa all'indietro per lasciare che uno dei ragazzi più grandi le violentasse la gola per la seconda volta. La sua faccia era ancora appiccicosa con il primo carico che aveva depositato e ora le arruffava i capelli.

Afferrandole le gambe, varie mani casuali le aprirono le gambe affinché la stanza la vedesse. Robyn ha aspettato che un altro cazzo la riempisse mentre cercava di concentrarsi sul suo respiro mentre il grosso cazzo scivolava avanti e indietro sulle sue tonsille. Ma invece di un altro brutale attacco da parte del cazzo duro, una lingua gentile le attraversò le labbra, facendole venire i brividi. Andando rapidamente al lavoro, la lingua si fece strada intorno al suo tenero sesso, leccandolo, mordicchiandolo e risucchiandolo in vita. Robyn gemette forte ei ragazzi esultarono. Adoravano il fatto che stesse scendendo per la gang bang. Anche chiunque stesse lavorando su di lei era bravo, e presto ci furono le dita che sondavano i suoi due o tre alla volta mentre il suo clitoride veniva mosso. Era così cruda e sensibile a questo punto che era quasi una tortura, se non fosse stato fottutamente fantastico, cioè! Ha iniziato a perdere se stessa mentre un altro orgasmo ha iniziato a crescere e si è dimenticata di respirare per un momento. Ci voleva tutta la sua concentrazione per prendere l'aria di cui aveva bisogno mentre la sua gola veniva fottuta come una stupida. E in quel momento ha perso l'orgasmo.

Tuttavia, le mani al lavoro su di lei non hanno rallentato e Robyn era profondamente innamorata di questa lingua ora che la spingeva e la carezzava di nuovo così abilmente verso l'orlo. Questa volta ha lasciato andare uno dei cazzi che aveva accarezzato e si è allungato alla cieca tra le gambe per costringere il suo estraneo aggressore a mangiarsi la figa più forte. Si schiacciò la faccia nella fica e gemette in estasi mentre si avvicinava al completamento!
Il cazzo nella sua gola spinse a casa un'ultima volta e le gettò il seme nello stomaco e tutti gli uomini esultarono, ridendo. Il cazzo a caso si è tirato fuori e lei ha gocciolato la sborra dalla bocca guardandosi intorno nella stanza piena di uomini che l'avevano appena fottuta in sei modi da domenica. Adoravano il fatto che stesse scendendo di nuovo e si sentiva completamente convalidata. Il suo culo grosso e grasso aveva appena soddisfatto e l'intera stanza piena di cazzo duro; ognuno si riversa dentro di lei, probabilmente sperando di metterla incinta. Era disgustoso, ma si sentiva così desiderata, nonostante il peso che aveva messo su o che suo marito non fosse così interessato ultimamente, stasera sarebbe scesa per la centesima volta.

Mentre raggiungeva il picco e poteva sentire il suo corpo teso mentre girava la curva, alzò la testa per guardare in basso la lingua della persona che scopava il suo tumulo tremante. Tutti gli uomini risero e applaudirono di nuovo e lei sapeva di aver oltrepassato il limite. Afferrò i capelli della donna che le mangiava la figa e spinse più forte il viso di sua madre contro il suo buco scivoloso; coprendo il viso di sua madre con sperma e succhi e poi gettò indietro la testa e accettò quanto fosse perversa. Robyn non aveva mai sborrato così forte o così a lungo in tutta la sua vita! In effetti, era abbastanza sicura che l'alcol avesse avuto la meglio su di lei e che i suoi occhi fossero roteati dietro la sua testa ed era svenuta, perché la cosa successiva che ricordava era sua madre sopra di lei, che la baciava e lei ricambia il bacio; le loro lingue si fanno strada nella bocca dell'altro. All'improvviso è stata scopata brutalmente e poi si è fermato. Poi di nuovo è stata riempita e poi si è fermata di nuovo! Capì subito cosa stava succedendo. Qualcuno stava passando avanti e indietro tra la figa di sua madre e la sua. Si alternavano a fare dei buchi di cazzo sciatti e venivano incitati da tutti gli uomini che guardavano, dicendo loro di baciarsi e quanto erano sporchi. Robyn era fuori di testa e ha subito capito che questa festa non era finita per niente! E in quel momento ha deciso di buttare via tutto il buon senso e cedere a quanto fosse eccitata ea ogni briciolo di dissolutezza, rivoltante e oscena che le veniva offerto!

Storie simili

Delizia del taglio

Frank si asciugò il sudore dalla fronte con il dorso del guanto e continuò a potare le rose di Seymour. Erano le 12:45 e, come un orologio, sentì Dee e la sua amica Tanya vagare nel giardino sul retro. Sbirciò da dietro i fiori e li vide camminare a piedi nudi verso il gazebo con un pranzo al sacco. Dee indossava il suo consueto abito leggero con stampa floreale. Il suo sorriso luminoso e i capelli dorati di seta di mais le davano una bellezza simile a una dea. Il suo vestito le abbracciava i fianchi e metteva in risalto le...

607 I più visti

Likes 0

Quale videoregistratore?_(1)

Ho tenuto d'occhio Eric da quando ha iniziato a occuparsi di bar nel ristorante in cui lavoravo. Avevamo avuto alcune conversazioni casuali, ma niente che sembrava portare da nessuna parte. È stato frustrante da morire. Lo volevo tanto, ed ero determinato ad averlo. Giovedì è stata una serata presto per entrambi. Facevo il turno di pranzo così uscivo di lì verso le 6 ed Eric scendeva alle 10. Gli ho chiesto se sapeva qualcosa sui videoregistratori dato che avevo problemi a far funzionare correttamente il mio. Gli ho detto che la foto era tutta incasinata e poteva darci un'occhiata. Certo, ha...

663 I più visti

Likes 0

Cronache di Craigslist cap. 03: Chuck

Cronache di Craigslist: Chuck Sono passati alcuni giorni dal mio ultimo incontro, come probabilmente puoi capire, sono stato dannatamente eccitato. Alex è impegnato tutta la settimana ma sarà libero la prossima settimana per alcuni giorni. (Sarà il mio fine settimana, quindi sono dannatamente eccitato per questo). Ma, tornando al qui e ora... Cosa posso dire, il desiderio sta colpendo duramente oggi. Durante l'ora di pranzo, ho filtrato le centinaia di annunci, cercando un altro ragazzo freddo con cui uscire. Ho inviato alcuni messaggi e ho aspettato le mie risposte. Niente, dato che il mio turno era quasi alla fine. Mi sentivo...

482 I più visti

Likes 0

Ragazzi adolescenti nudi che nuotano al liceo con hard-on

Ero una matricola in un liceo di una grande città negli anni '70 e non sono rimasto sorpreso quando nel mio primo semestre ho nuotato e per motivi di salute pubblica, tutti i ragazzi lo facevano nudi. Ero stato avvertito dai miei fratelli maggiori e provenendo da una famiglia di nove bambini, tra cui sorelle e una madre che allatta continuamente, non ero timido o estraneo al corpo nudo. Il primo giorno ci è stato detto che se avessimo sentito tre brevi raffiche di fischio, dovevamo uscire rapidamente dalla piscina, allinearci sul bordo e affrontare le gradinate, perché potrebbe esserci un'emergenza...

336 I più visti

Likes 0

Imparare lo stile di vita Pt 4 - Eccitarsi con i tatuaggi

Hanno cambiato la biancheria da letto e Michael si è fatto la doccia e poi si è vestito. Poi Michael ha messo le lenzuola sporche in ammollo nella macchina e poi erano in viaggio. A questo punto, Silk stava morendo di fame. Michael ha preso le chiavi e quindi Silk lo ha lasciato guidare naturalmente. L'ha portata nel suo appartamento per prendere un'altra camicia da indossare poiché all'altra mancavano alcuni bottoni. Ha cambiato il suo vestito e lo ha incontrato di nuovo in macchina. Ha portato loro una tavola calda per camionisti e l'ha guardata in faccia. Fu lieto di notare...

684 I più visti

Likes 0

Il rilascio di un insegnante

**Questa è un'opera di pura finzione e una nuova storia per me. Non fa parte di altre serie. Spero vi piaccia. Scusate se sono stato via per un paio di mesi e grazie a tutti coloro che mi hanno inviato PM chiedendomi di ricominciare a scrivere. Ti assicuro che ci saranno altri All for Mr. Redman e Yukio's Adventures. Un ringraziamento speciale a (non in un ordine particolare): Spread1, Shotgun82, Clitpleaser12, rdwyier, Feazko, kakatz, JetiJah, workingman, stillagood1, guilz87, thickhead, TT, Ghostrider939, BadInAGoodWay, Ed W e doug1953, creative thinker, charlie33851, Matillie97, EL TORO, Shadowreaper267, Bldg436, deeppenetrator, perverted1, Dr. Goodsex, WetLust, Darethmortuus, Elaken-Palmer...

1.1K I più visti

Likes 0

La moglie di Rick parte 5 di 6

La storia del mio amico La moglie di Rick 5 (5 di 6) La scena: Bendata, ero in ginocchio sul soggiorno pavimento, le ginocchia divaricate, l'inguine stretto contro il sedere di Linda, la mia moglie, anche lei inginocchiata e seduta sui talloni. Linda, dentro volta, era inginocchiato tra le gambe tese di William, che seduto sul nostro divanetto. Ora, immagina questo: io, il signor eterosessuale, mi stavo sporgendo in avanti con le braccia intorno a mia moglie. La mia mano sinistra era posta su quella di Linda mano sinistra che strizzava e massaggiava le palle di William. Il mio diritto la...

553 I più visti

Likes 0

La riunione dell'anniversario - CH 2

Tornai in fondo al corridoio e andai a cercare un'altra birra. Dopo quello che avevo appena passato, ne avevo bisogno. La mia testa nuotava per la confusione. Ero appena stato ricattato nella fottuta zia Edna. E mentre è stato certamente piacevole, ho trovato l'intera faccenda un po' strana e stravagante. Poi mi ha colpito... E Heather? La mia mente correva a pensare se dovevo dirle cosa era appena successo. Cosa avrei detto quando sarebbe andata a cercare le sue mutandine? Come potrei spiegare cosa è successo; che ero stato beccato da zia Edna? Come potevo dirle che Edna si è imposta...

628 I più visti

Likes 0

Le conseguenze 5

Jim stava camminando avanti e indietro per un'ora, dopo aver distrutto la loro flotta d'invasione, erano partiti dopo il unica nave rimasta della flotta Krang. Mary e Amber lo avevano osservato per quasi tutto il tempo Jim se non lo fai Siediti, ti farò fuori di testa, non posso sopportare molto di più del tuo ritmo,” Mary quasi ringhiò. Jim si sedette rapidamente sulla sedia di comando cercando di non guardare Mary, scusa Mary, odio questa attesa, è vero niente a portata di mano su cui non fare nulla su cui lavorare, sai che odio essere inattivo. Mi rendo conto che...

499 I più visti

Likes 0

Il fine settimana (parte 2)

Seconda parte della mia prima storia. Questo è il mio primo tentativo, quindi perdonate eventuali errori o contrattempi. In questo capitolo le cose si fanno interessanti! Se l'incesto non fa per te, non continuare a leggere. Capitolo 2: Comportamento scorretto. Mi sono fatto strada di sopra, i miei genitori se n'erano appena andati. Beh, se sono bloccato qui, dovrò solo sballarmi. pensai tra me e me, sorridendo mentre facevo due passi alla volta. Mentre arrivavo in cima alle scale, Danielle stava appena uscendo dalla sua stanza. Era vestita per uscire. Non riuscivo a trattenermi dal pensare Accidenti. Indossava una maglietta attillata...

464 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.