Ragazzo, mia figlia mi ha sorpreso, capitolo 2

206Report
Ragazzo, mia figlia mi ha sorpreso, capitolo 2

Capitolo 2



Mi sono seduto davanti al mio computer accarezzandomi il cazzo palpitante pensando a cosa stava facendo mia figlia nella sua stanza in quel momento, sapendo che lo stava facendo per me. Non ho potuto fare a meno di chiedermi fino a che punto sarebbe arrivato, vorrà di più da me e cosa pensa del mio cazzo. Penso che il mio cazzo sia abbastanza grande rispetto alle foto sul forum, è lungo 9 pollici e ¼ e spesso poco più di 2 pollici l'ho misurato. Volevo davvero sapere cose su di lei che non mi avrebbe detto e quanto fosse sporca. Ho cliccato sulla scheda che conteneva il suo profilo, quando l'ho fatto ho mostrato che avevo una richiesta di amicizia. Me l'aveva inviato, l'ho accettato e ho cliccato sul suo album. Aveva aggiunto 9 nuove foto, quindi ho fatto clic sulla prima, il mio cuore si è quasi fermato. C'era la mia bellissima bambina in ginocchio sul letto con il culo per aria con indosso un perizoma di pizzo bianco, non riuscivo ancora a vederla in faccia. Il prossimo era simile ma aveva tirato giù il perizoma lasciandolo allungato sulle sue grosse natiche nascondendo ancora la sua figa. I successivi hanno continuato a togliersi le mutandine fino a quando non ha mostrato la sua liscia fessura rasata. Ho cliccato sulla sesta foto per trovarla sul suo letto con le gambe divaricate che girava la testa senza mostrare il viso. I due successivi mostrano la progressione della sua mano che va tra le sue gambe fino a quando l'ultimo la mostra con un dito tra le sue labbra lisce. Non ha mai mostrato la sua faccia in loro. Li ho cliccati di nuovo ammirando il suo bellissimo corpo stupito da quello che aveva fatto. Ho notato un nuovo messaggio, quindi ho fatto clic sulla scheda con il mio profilo e l'ho aperto.



"Allora, cosa ne pensate? Spero che ti siano piaciuti, se lo facessi posso prenderne altri. Mi è piaciuto prenderli, è una vera corsa sapere che mio padre è nell'altra stanza. È l'unica foto che hai del tuo cazzo, mi piacerebbe vederne di più, è più grande di qualsiasi altra abbia visto di persona.



“Li amavo, hai uno dei migliori culi che abbia mai visto. Mi piacerebbe vedere di più ma non voglio che tu venga beccato da tuo padre. Ho altre foto di me stesso, cosa vorresti vedere? Grazie per il complimento ma a quanti ne hai visti per confrontarlo?”



“Penso che il mio sedere sia grosso ma sembra che piaccia a tutti. Non verrò beccato mio padre è probabilmente nella sua stanza a guardare il porno, che tipo voglio ne ho alcuni vecchi sul mio computer o posso prenderne di nuovi. Ne hai più di duro o in mutande mi piacciono quelli. Ne ho visti solo alcuni, soprattutto mio padre e i suoi amici quando sono qui e un paio di ragazzi a scuola a cui ho fatto dei pompini. Mi piacciono di più quelli più grandi, ma raramente riesco a vederli duramente, soprattutto quando fanno pipì o si cambiano i vestiti, ma nessuno di loro è grande come il tuo.



“Mi piacciono le foto scattate allo specchio, ma non vedo l'ora di vederne qualcuna, te ne invierò alcune via e-mail se va bene. Puoi scrivermi quando vuoi, hai il mio indirizzo. Tuo padre sa che guardi i cazzi suoi e del suo amico? Quando vedi il suo, voglio sapere se mia figlia sta guardando la mia. LOL. Non vedo l'ora di vedere altre tue mutandine sexy.



“So che i suoi amici mi hanno sorpreso a guardare i loro e penso che a volte lo facciano apposta. Mi piace molto quando corro per casa appena vestito e vedo che si fanno venire l'erezione nei pantaloni, alcuni cercano di nasconderlo e altri ne vanno fieri. Papà dorme nudo quindi vado nella sua stanza e lo guardo mentre dorme, ho sbirciato dalla finestra del bagno e l'ho visto masturbarsi prima di fare la doccia. Mi ucciderebbe se lo sapesse. Scommetto che anche tua figlia ha visto il tuo, tutte le ragazze a scuola parlano di aver visto i cazzi del loro papà. Non ho foto speculari, ne prenderò alcune ora però. Mi piace molto mostrarti le mie foto, spero che lo sia anche tu. Sentiti libero di inviarmeli via e-mail.



Curioso se fosse seriamente intenzionata a scattare le foto allo specchio, sono andato in cucina e ho fatto finta di prendere qualcosa da bere, sapevo che sarebbe dovuta andare in bagno per scattarle. Ero in piedi davanti al frigorifero quando l'ho vista sporgere la testa fuori dalla porta. Vedendomi, rientrò nella sua stanza, ne uscì rapidamente indossando una camicia lunga e andò in bagno. La vedevo mentre cercava di nascondere la macchina fotografica dietro la schiena mentre chiudeva la porta. Dopo averla sentita chiudere la porta, ho capito che stava scattando altre foto. Ho spento le luci e sono rimasto in cucina a massaggiarmi il cazzo duro aspettando che andasse in camera sua. Immagino che pensasse che me ne fossi andato, ha aperto la porta, ha gettato la camicia nella sua stanza ed è andata nella sua stanza. Ho guardato il suo corpo nudo mentre andava nella sua stanza portando la sua macchina fotografica in una mano e ho potuto vedere qualcosa di blu nell'altra. Dopo aver chiuso a chiave la porta, sono tornato al mio computer e ho raccolto alcune foto di me stesso da inviarle facendo attenzione a non inviarne nessuna che avevo già postato sul forum o qualsiasi altra in cui potevi vedere la mia faccia. Ho mandato due di me zoppicanti appesi davanti a me, tre di me duri e due di me in mutande in cui avevo sborrato dentro. Dopo aver premuto invio non riuscivo a credere a quello che avevo appena fatto, e se avesse riconosciuto qualcosa in lo sfondo di casa nostra. Il mio cuore batteva forte mentre aspettavo la sua e-mail, guardando attraverso la casa per vedere se sarebbe venuta.



“Mi sono piaciuti molto quelli di voi duri, ma quelli di voi che venite in mutande mi hanno fatto davvero eccitare, ora dovrò finirmi. Spero che le foto ti piacciano, proverò a mandarne altre domani.



Ho aperto la prima foto, era in piedi nel suo bagno di fronte allo specchio con indosso solo un paio di mutandine blu. La seconda era simile, tranne per il fatto che si teneva il seno tra le mani. Il terzo voltava le spalle allo specchio mostrando il suo grosso sedere nei pantaloncini da ragazzo di pizzo blu. La successiva era una ripresa laterale che indossava ancora le mutandine, mostrava davvero le sue curve, era la mia preferita. Ho accarezzato il mio cazzo gonfio mentre facevo clic sulle foto successive, quelle successive in cui era nuda sia davanti che dietro. Quando ho cliccato sull'ultimo non ho potuto fare a meno di sparare il mio carico, era in piedi di fronte allo specchio con le gambe divaricate. Il suo dito si stava tirando su il cappuccio che pendeva sopra le mutandine di seta blu che la sua figa consumava metà. Mentre stavo spremendo il resto del mio sperma ho ricevuto un messaggio.



“Spero che ti siano piaciute le mie foto, io mi sono piaciute le tue. Devo andare, ho scuola domani. Non vedo l'ora di sentirti di nuovo, spero di potermi fidare di te. Sogni d'oro!"



“Sì, adoro le tue foto, l'ultima è stata più di quanto potessi sopportare. Puoi fidarti di me, dopotutto posso mettermi nei guai, non tu. Parliamo più tardi."



Mentre stavo per chiudere la finestra ho ricevuto un nuovo messaggio.



"Volevo solo dartene un altro stasera, spero ti piaccia."



Ho aperto la foto per vedere mia figlia seduta nel suo bagno, le gambe divaricate con la sua spazzola per capelli infilata dentro di lei con solo l'estremità che pendeva a malapena dalla sua figa liscia. Sapevo che in quel momento dovevo andare a prendere la spazzola per capelli e controllarla. Ho aspettato finché non ho visto la sua luce spegnersi e sono andato nel suo bagno, la spazzola era appoggiata sul lavandino. Chiusi la porta e presi la spazzola, il manico ancora bagnato dei suoi succhi. Mentre me lo tenevo al naso respirando il profumo di una vergine arrapata, sapevo che dovevo assaggiarlo. Tenendolo dal lato delle setole l'ho preso in bocca, il sapore di lei mi ha sorpreso. Non aveva niente a che fare con le donne che ho avuto ultimamente, così dolce che potevo solo immaginare che sapore avrebbe fatto scorrere la mia lingua sul suo buco vergine. Dopo aver succhiato tutti i suoi succhi dalla spazzola, la riposi sul lavandino e tornai nella mia stanza. Con il cazzo che pulsava mi sono seduto al computer guardando l'ultima foto accarezzandolo. Ho fatto clic sulle foto che mi aveva inviato ancora stupito di quanto fosse sexy, non ci è voluto molto prima che fossi pronto a esplodere. Ho sparato il mio secondo carico nell'asciugamano che avevo vicino alla sedia. Dopo aver chiuso lo schermo mi sono sdraiato sul letto, prosciugato dall'eccitazione mi sono addormentato.

Storie simili

Nicole, l'amica di mia sorella

Questa è una storia completamente vera e cercherò di raccontarla nel modo più accurato che posso ricordare. Spero vi piaccia e fatemi sapere se volete la seconda parte. Mi chiamo Kevin e questa è la storia della mia estate prima del college. Era l'estate dopo che mi sono diplomato al liceo ed ero felice di avere un'estate per rilassarmi prima di iniziare l'università. Avevo una sorella, Caitlin, un anno più grande di me che aveva finito il suo primo anno di college. Ho anche avuto un fratello minore alle medie. Ora un po' di background su me stesso. Non sono particolarmente...

1.1K I più visti

Likes 0

La mia sorellina Lily, Capitolo 2: Il primo amante di Lily_(0)

Il sole è entrato nella camera da letto e mi sono svegliato e mi sono strofinato gli occhi. Guardai in basso accanto a me e c'era la mia sorellina. Ho preso il mio telefono e ci ho ordinato la colazione, poi l'ho tirata tra le mie braccia. Si è svegliata solo un po' e mi ha massaggiato il petto mentre giaceva lì. La sua mano rallentò mentre si riaddormentava e io giocavo con i suoi lunghi capelli castani con le punte grigio blu. Presto suonò il campanello e scivolai lentamente fuori dal letto. Quando sono tornato lei era seduta e si...

887 I più visti

Likes 0

La mia figliastra mi sta facendo impazzire (Parte 9)

È passata una settimana. Sono ancora incredulo su quello che è successo tra me e la mia figliastra Nadine giovedì sera. Le ho davvero sborrato nel culo? Quindi ha davvero spinto il mio sperma fuori dal suo culo e me lo ha spalmato su tutto il corpo? Dopo, mi ha davvero pisciato sul cazzo sotto la doccia mentre stavo venendo? Ho davvero infilato il mio cazzo nel suo culo e ho fatto pipì nel suo culo mentre lei stava venendo? Tutto questo suona così selvaggio. Così incredibile. Ma so che è successo. È solo difficile da elaborare. Ho fantasticato su Nadine...

666 I più visti

Likes 1

Appuntamento notturno da ricordare

Mentre ti tenevo stretto, l'acqua calda è caduta sui nostri corpi, tenendoci al caldo durante il nostro abbraccio appassionato. Era il nostro appuntamento notturno settimanale e abbiamo deciso di finirlo il più intimamente possibile. Abbiamo deciso di fare una doccia calda e buia insieme mentre le canzoni d'amore suonavano dal nostro altoparlante. Era assolutamente perfetto. Sentirti tra le mie braccia nell'oscurità più assoluta, aggiungeva questo senso di vicinanza che non sentivo da un po'. Non potevo fare a meno di baciarti. All'inizio con delicatezza, ma col passare del tempo ho trovato sempre più difficile contenere il mio amore per te. Ti...

248 I più visti

Likes 0

L'impiegato

È venerdì sera! Tecnicamente, è lunedì. Ma il mio programma di lavoro mi lascia libero il lunedì e il martedì, quindi quelle sono le serate in cui esco e mi diverto. Tuttavia, la mia idea di divertimento è diversa dalla maggior parte... Non passo le mie notti a casa; diavolo, non li spendo nemmeno nella mia città natale. Guiderò trenta, quaranta miglia fuori strada per divertirmi. Non vado nei club o nei bar. Non esco e non vado a organizzare feste, né mi ubriaco di merda e mi prostituisco con il primo ragazzo che mi viene a prendere da terra. Vado...

278 I più visti

Likes 0

Classe di schiavitù

“Benvenuta classe, alla prima lezione di...” il giovane insegnante maschio si avvicina alla lavagna, raccogliendo il gesso e scrivendolo a caratteri cubitali “BONDAGE 101” Tra gli studenti scoppia un ruggito di risate e risate, una presenza relativamente ridotta di sole 10 persone circa, 9 delle quali maschi e una femmina che non sembrava affatto appartenere a quel posto. Vestito con una gonna lunga con trecce e classi. Lentiggini chiare da abbinare alla sua pelle pallida. Con gli occhi bassi su un libro, senza prestare molta attenzione all'insegnante o agli altri studenti del resto. L'insegnante ha proseguito “Se sei venuto qui per...

216 I più visti

Likes 0

Il destino come un vampiro

Quindi sono sicuramente uno scrittore dilettante, ma questa fantasia è stata nella mia mente ultimamente. Ho sentito che il modo migliore per assecondarlo era farlo uscire su carta, per così dire. Tieni presente che lo stavo scrivendo più per me stesso che per qualsiasi altra cosa, ma mi sentivo come se dovessi condividerlo, nel caso in cui qualcun altro lo apprezzasse. Questa è solo la seconda storia erotica che scrivo, quindi per favore, andateci piano con me. Mi piacerebbe critiche o commenti costruttivi, e se ricevo feedback positivi, prenderò in considerazione un sequel, o una serie, o qualunque cosa faccia galleggiare...

94 I più visti

Likes 0

La Vergine violata di Ward Fulton Capitolo 1

Non mio... Capitolo 1 Il centro commerciale era affollato di studenti, tutti desiderosi di approfittare del il sole e la dolce brezza primaverile che soffiava dolcemente dal fiume. Ogni panchina era occupata, e anche gli ampi bordi di cemento che orlate le aiuole erano stipate di adolescenti chiacchieroni, i loro gli spiriti sollevati dall'ultima partenza dell'inverno e dalla vista di migliaia di narcisi che annunciavano l'avvicinarsi della stagione. L'orologio dell'Old Main segnava le undici e mezzo e Suzanne alzò lo sguardo... con impazienza mentre si faceva strada tra la folla. Yvonne aveva detto 1115. Dov'era? Nervosamente, Suzanne si voltò e urtò...

989 I più visti

Likes 0

Io e Gavin

Questa è una storia sul mio amico e sua madre che vivono nella porta accanto. Avevo 24 anni, mi ero diplomato presto al liceo e poi mi ero laureato presto al college. Ho ottenuto un ottimo lavoro con una grande azienda con un considerevole bonus alla firma che ho applicato a un acconto su una casa. Vivevo lì da 6 mesi e conoscevo molto bene i miei vicini. Janice, un'infermiera che lavorava nell'ospedale locale. Era divorziata da diversi anni e ha lavorato duramente per provvedere al figlio di 12 anni Gavin. Gavin era un ragazzo snello di 12 anni in seconda...

1K I più visti

Likes 0

Dal negozio di alimentari a f

Ho guardato l'incredibile seduttrice da dietro pensando a tutte le cose sporche che le avrei fatto se ne avessi avuto la possibilità, che era esattamente come lo volevo. L'ho seguita da lontano e ho continuato a fare acquisti, o in questo momento per lo più facendo finta di farlo. Ero così perso nel corpo della ragazza adolescente di fronte a me che lo shopping per quello per cui ero venuto non sarebbe successo a causa della mia immaginazione iperattiva. Il fatto che il mio cazzo fosse duro come una roccia non aiutava, specialmente nei jeans attillati che indossavo. Speravo davvero che...

1.1K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.