INTERROMPERE UN'ABITUDINE

1.2KReport
INTERROMPERE UN'ABITUDINE

Se non fosse per il neo sul cazzo di Aaron Denton, sarei molto più felice, io
ti garantisco. Quel neo mi dà fastidio dalla terza elementare,
quando l'ho visto pisciare nel bosco.

"Che cosa?" disse con aria assente, guardando i nostri sguardi inorriditi, no
rendendosi conto che stava facendo qualcosa di completamente innaturale.

Il resto di noi stava solo ciondolando, pisciando regolarmente attraverso il nostro
chiusure lampo come persone sensibili, ma non Aaron. Merda. Senza nemmeno dare
ci ha pensato un secondo, Aaron si è aperto la zip dei jeans, si è abbassato i pantaloni,
fino alle ginocchia -- (aaack!) -- e ha iniziato a sparare un gusher dappertutto
gli alberi.

Il resto di noi ragazzi non sapeva cosa dire. Lo fissavamo tutti,
come se fosse il fottuto pazzo più pazzo del pianeta.

"Che cosa?" ripeté. "Perché stanno guardando tutti?"

"Amico," gli feci cenno con calma. "Il tuo culo sta mostrando."

Sembrava piuttosto impassibile che le sue nomination ai Golden Globe fossero sospese
fuori nella brezza.

"E allora?" borbottò. "È così che piscio."

"Come vuoi," scrollai le spalle.

Abbiamo chiuso la cerniera e gli abbiamo lasciato fare le sue cose.

È un paese libero.
__________________________________________________

Mi chiamo Cory Darrington. Ho 12 anni. Il nome di Aaron è Aaron Denton. Lui è
12, anche.

Ad alcuni di voi piacciono i vostri nomi e la vostra età proprio qui davanti
la storia. Quindi, eccoli.

Qualunque cosa.

Buttatevi fuori.
__________________________________________________

Ora, mentirei se ti dicessi che il cazzo di Aaron Denton non ha affascinato
Me.

Lo ha fatto.

Ho scattato una di quelle istantanee fotografiche mentali -- e non importa come
con forza ho provato a scuoterlo -- non mi lasciava andare.

Voglio dire, ho visto tutto.

Piccolo piccolo cazzo. (Nessuna offesa prevista. Anche la mia lo era).

Palle come un sacco di monetine.

Culo bianco come la neve, con una linea di abbronzatura visibile sopra la vita.

E un dannato neo sul suo uccello!

Non grande. Solo una mini talpa. Ma si trova proprio verso la parte superiore del
albero - appena sotto la minuscola testa di fungo. Mentre stava lì a fare pipì,
pizzicando il centro del suo gambo tra due dita sporche, non potevi
aiutare ma notarlo.

In terza elementare, i cazzi dei tuoi amici valgono una dozzina.

Ma un neo sotto la testa...?

Questo è qualcosa che vale la pena ricordare.
___________________________________________________

Così io e Aaron siamo diventati migliori amici. Chiunque abbia il coraggio di tirare
i loro pantaloni abbassati davanti ad altri tre ragazzi, espongono una talpa sul cazzo e dicono
fanculo le conseguenze, va bene per me.

Siamo finiti nella stessa classe in quarta e quinta... e ne abbiamo avuti molti
classi insieme in sesta. Siamo al settimo posto quest'anno, nel caso lo fossi tu
meravigliato.

Ad alcuni di voi piacciono anche i voti scolastici in anticipo.

Cosa c'è con voi gente?

Siamo bambini. Siamo a scuola. Relax. La vita va avanti.
___________________________________________________

L'abitudine?

Bene, cosa ne pensi?

Si sta masturbando.

Dio, devo farlo 45 volte al giorno.

Ti sei mai masturbato così tante volte che il tuo cazzo diventa tutto gonfio e...
disteso sotto la testa?

Voglio dire... provi a prendertela comoda. Tu usi lo sputo. Tu usi la lozione. Usate
Vaselina. Entri in cucina e tua madre sta preparando i biscotti e tu
fissa con desiderio il Crisco.

Ma non importa quanto tu provi ad andare, finisci la mattina dopo con
quel pene rosso, gonfio, dall'aspetto malato -- quello che ti somiglia
l'ho appena fatto passare attraverso un tritacarne.

Adesso ho 12 anni e ho picchiato più volte di quei tizi del boscaiolo
concorsi.

Il mio cazzo fa sempre male.

Ma, oh mio Dio, non riesco a tenere le mani lontane da me stesso.

"Mezz'ora, mezz'ora" sussurro tra me e me a denti stretti. IO
cerca di distanziare le mie sessioni in modo da non esagerare DAVVERO.

La mia asta di solito è un pasticcio di pelle raschiata. Ottenere duro è a
condizione medica importante.

Codice blu nella stanza di Cory. Ho bisogno di un carrello d'emergenza! Statistica!

non posso fermarmi.

Se mai daranno premi per l'automutilazione, vorrei ringraziare il mio
genitori, il mio agente e, soprattutto, Dio.
__________________________________________________

"Ecco fatto", dissi ad Aaron, verso la fine dell'anno scolastico. "Ho finito.
sto smettendo. Sto rinunciando a questa merda."

Stava studiando il mio pene gonfio e gonfio nella mia stanza. Zoppicare. Esausto.
Troppo cacca per pompare.

Lo pungolava con una matita per vedere cosa poteva fare. E 'appena sdraiato lì,
come un cane su un tappeto.

Lui scosse la testa.

"Sì," disse con fermezza. "Lo stai distruggendo, va bene."

Alzo le mani in aria. Colpevole.

"Quante volte al giorno lo fai?" chiese.

"Cinquecento," ho esagerato. "Seicento quando c'è Baywatch."

"Sì," disse freddamente. "Baywatch lo fa anche a me."

Mi sono allacciato la cerniera dei pantaloni e siamo scesi a fare i panini.

Tanto vale smettere di respirare.
__________________________________________________

La parte peggiore del masturbarsi è -- non riesco a pensare alle ragazze!

Quella merda di Baywatch è solo una bugia!

Tutto quello a cui riesco a pensare è il dannato neo di Aaron sul suo cazzo!

Sarò nella mia stanza, pompando via, perso da qualche parte tra il dolore e il
piacere, e cercherò disperatamente di pensare a qualcosa di femminile...
Le tette di Jackie Golan -- il lucidalabbra di Brenda Hanson -- ma NIENTE! Uffa.
Niente lo fa per me.

Ogni volta che vengo, immagino il neo del cazzo di Aaron Denton. Cosa fa
ti va? Che sapore ha? Mi succhio il dito e immagino.
Cosa fa...

FERMARE!

Mi ucciderebbe se mai lo scoprisse.

Migliori amici o no. Alcune cose...?

Semplicemente non ci vai.
___________________________________________________

Campo estivo. Dodici anni. Poco prima che la terza media stesse per farlo
inizio.

Aaron ed io siamo stati spediti insieme.

Questo è il problema con l'essere migliori amici. Fatti vedere dai tuoi genitori
uscire troppo insieme, e quando si ottiene pene detentive identiche
L'accampamento Hoochacooch rotola.

Quindi, eccoci lì, caldo luglio, nei boschi, a goderci i nostri 45 minuti di
tempo libero prima che dovessimo tornare alla sala delle attività e girare il pino
coni nella merda di Natale. Perché diavolo quelle persone pensano al Natale
in piena estate, non lo saprò mai.

Aaron ha tirato fuori per primo il suo e ha iniziato a fare pipì immediatamente.

"Ahhhhh," lo sentii gemere, mentre il ruscello iniziava a colpire le foglie
dietro la nostra cabina.

Negli anni successivi alla terza elementare, aveva imparato a pisciare normalmente.

Ho cercato di non guardare la talpa. Ma eccolo lì... strizzando l'occhio
io... che mi urla contro! Non mi facevo una sega da due settimane: un record mondiale
-- e ora ne stavo pagando il prezzo, a causa di quella dannata talpa
non mi perderebbe di vista!

"Non farmi prendere legna, non farmi prendere legna, non farmi prendere legna", io
ripetuto più e più volte nella mia mente. "Uno più uno fa due, due più due fa
quattro, quattro più quattro fa otto, otto più otto fa sedici..."

Ho tirato fuori il mio, sperando per il meglio: era molle, grazie a Dio. IO
ha iniziato a fare pipì, tenendo sempre un occhio puntato su quel meraviglioso neo. Id
passati 14 giorni senza un solo sperma. Ero pronto a saltare fuori dalla mia pelle.

"Ahhhhh," feci eco, lasciando andare il mio stream.

"Bel gioco di potere," annuì Aaron, impressionato dal mio gusher.

Mi sentivo bene. Troppo latte. Vai al campo e ti alimentano forzatamente con il latte,
ogni pasto. In polvere, ne sono abbastanza sicuro. Le mucche DEVONO essere di più
talentuoso.

Ho pisciato per decenni. Ho guardato per terra. Gli alberi non crescerebbero qui
per secoli.

Dopo che abbiamo finito, ha tirato il suo pene e l'ha allungato, tutto il
modo, attraverso la sua cerniera, dandogli un respiro. Le sue palle tirate fuori... a
un po' più grandi di come li ricordavo, ma fondamentalmente, il tuo stesso set di
Palle di 12 anni. Niente di eccezionale da segnalare. Sistemarsi.

Notando che stavo guardando un po' troppo a lungo e un po' troppo duro, guardò
su di me.

"Che cosa?" disse muto.

"Sto guardando il tuo cazzo," ammisi.

"OH."

Non sembrava infastidirlo. Sembrava più interessato a guardare il suo
la pozzanghera di pipì gocciola su una foglia e su un'altra rispetto al fatto che ero
esplorando le sue nads.

Dopo un secondo disse: "Vuoi succhiarlo?"

"No, non voglio succhiarlo!" gridai con orrore. "Voglio solo guardare
a esso!"

"Oh," disse di nuovo.

Shesh. Guarda il cazzo di un ragazzo e all'improvviso capisce che lo vuoi
nella tua bocca. Cosa c'è che non va nelle persone di questi tempi?

Inoltre, io e Aaron non abbiamo fatto quella roba.

"Allora, per quanto tempo vuoi guardarlo?" chiese con impazienza. "Abbiamo solo
ho 45 minuti".

"Solo per un secondo", risposi. "Sto controllando quel neo."

Si è tirato il pene per me -- lo ha pizzicato tra le dita e ha tirato
è teso, così ho potuto vedere meglio il mio bersaglio.

"Vedere?" Egli ha detto. "Solo una talpa."

Non potevo credere che fosse così disinvolto al riguardo.

"Sì," risposi in tono schizzinoso. "Ma è sul tuo cazzo. Non è vero
male?"

"Amico," disse semplicemente. "È un neo. I nei non fanno male."

Mi sono avvicinato a lui e ho dato un'occhiata più da vicino. Eravamo al sicuro. Il resto di
la nostra felice festa in campeggio non si vedeva da nessuna parte. Eravamo tutti soli dietro,
visto che quel giorno avevamo il servizio in cucina, dopo pranzo. Abbiamo lavato i piatti e
appeso fuori alla cabina. Non un bambino, non un consigliere in vista. Libertà.

"Posso toccarlo?" Ho chiesto.

Questo era un nuovo territorio per me. Non avevo nemmeno parlato con Aaron del suo
weenie mole, tanto meno si è offerto di metterci il dito sopra. Stavamo rompendo
nuovo terreno qui.

Lui scrollò le spalle. Non sembrava troppo scioccato.

"Qualunque cosa ti renda felice," disse.

Mi sono inginocchiato più vicino per dargli un'occhiata più da vicino. Mi sono assicurato di non esserlo
seduto nel suo lago di pipì.

Allungai lentamente la mano e gli diedi un colpetto.

"Woo," rabbrividì. "Solletico".

Ho preso la punta dell'indice e l'ho fatta scorrere lungo il neo. Il suo cazzo
sobbalzò un po' alla sensazione.

Sotto i miei jeans, potevo sentire che mi stavo irrigidendo.

L'ho guardato ancora un po'. L'ho toccato. Mi sono avvicinato e l'ho annusato. Normale
odore. Solo un cazzo. Niente di troppo importante.

Stavo per dire "Okay, ho finito", quando all'improvviso Aaron ha afferrato la parte posteriore
della mia testa e mi ha spinto il suo cazzo in faccia... ovviamente mirando al mio
bocca, ma da quando ho chiuso di scatto le labbra, tutto quello che ha fatto è stato schiantarlo contro le mie
naso.

"EHI!" Ho urlato. "Basta con quella merda!"

Ci ha provato ancora una volta. Ho resistito.

"Aw, andiamo," gemette. "Abbiamo 45 minuti."

Ho guardato l'orologio e l'ho confermato. Noi facemmo.

"Dagli un po' di succhiotto," disse speranzoso. "Dai. Solo un po'
uno."

Mi guardai intorno per assicurarmi che nessuno stesse guardando. Stupido, davvero, da allora
non c'era un'anima nel raggio di un miglio. Erano tutti in giro. Guardando
bruchi e stronzate del genere.

"Va bene," dissi con timore. "Ma se lo dici a qualcuno, lo giuro,
Ti spacco il culo".

"Succhialo e basta," ripeté, respirando più forte.

Ho aperto la bocca e l'ho portato dentro.

Non volevo fargli sapere che volevo farlo da molto tempo.

Ho cercato di proposito di mettermi in cattiva luce, quindi non pensava che fossi queer.

Anche se avevo provato questa scena molte, molte volte sul mio bagnato
dito, l'ho succhiato in modo sciatto... anche lasciando che i miei denti graffiassero i suoi
albero una o due volte, solo per effetto.

"Ahi!" egli gridò. "Ho detto succhialo, non morderlo!"

"Scusa," mormorai, con la bocca piena di cazzo. "Non sono davvero sicuro di come
lavori."

(Si, come no).

Si tirò indietro e se lo rimise nei pantaloni.

"Dilettante," borbottò.

E per un secondo, ho pensato che avessimo finito.

È stato un po' sconvolgente, dato che il mio cazzo era duro come una roccia nei miei pantaloni
Ora.

"Andiamo nella cabina," suggerì rapidamente.

E quando ha guidato, ho seguito.
___________________________________________________

Nella cuccetta inferiore della cabina numero quattro, chiamata "Iroquois" per l'indiano
tribù, Aaron e io ci godemmo un lento sessantanove.

Ci siamo caduti naturalmente... con urgenza... un po' preoccupati di aver preso
toglierci i pantaloni e chiunque potrebbe tornare indietro e venire da noi... ma francamente,
eravamo troppo eccitati per preoccuparcene.

Ho sentito il suo cazzo caldo, neo e tutto, scivolare dentro e fuori dalla mia bocca
freneticamente.

E io stavo facendo la stessa cosa con lui.

I sensi - l'olfatto - il gusto -

Erano travolgenti.

E la parte della finzione era finita. Ora lo stavamo facendo con la stessa abilità di noi
Potevo.
___________________________________________________

"Lascia che ti inculi", sussurrai, a metà della sua asta... le parole
uscendo confuso e sputato.

"Assolutamente no," rispose rapidamente.

"Dai, per favore?"

Ci fu un momento di silenzio mentre la mia erezione aspettava la risposta.

"Va bene," disse nervosamente, "ma se fa male, devi toglierlo."

L'ho convinto a inginocchiarsi e l'ho posizionato a pecorina sul fondo
cuccetta.

"Se mi fai del male", ripeté, "ti ammazzo".

Ho scrollato le spalle. Mi sembrava giusto.

Ho sputato sul mio cazzo e l'ho guidato nel suo buco del culo.

Non sapere nulla di stile o tecnica, o meno di tutto, anale
muscoli, mi sono sporto in avanti e l'ho infilato come un attizzatoio.

"AHHHH!" gridò. "Stronzo!!! Fa male!!! Tiralo fuori!!"

Ma lì dentro faceva troppo caldo e buono per tirarlo indietro anche solo di un centimetro. NO
modo. Ero dentro per il lungo periodo.

"Rilassati," dissi casualmente. "Dovrebbe far male. Dagli solo un
secondo. Migliora".

"Sì, giusto," borbottò. "Facile per te dirlo. Non hai un palo
su per il culo".

Siamo rimasti così per un secondo...Aaron sussulta...mi nervoso,
standby instabile, pronto a pompare come un canguro che salta il secondo che ha dato
qualsiasi indicazione che il dolore era sparito.

"Va bene," grugnì risentito. "Adesso va bene. Vai piano."

Ho provato.

Onestamente ho provato ad andare piano... ma era troppo da gestire.

Quattordici giorni da quando mi sono lasciato venire, e ora ero lì, sepolto nel
elsa nel dolce, stretto buco del culo del mio migliore amico. Quello io
fantasticato su. Quello che ho sognato mentre mi prendevo e sparavo
sperma su tutto il mio stomaco.

"Uuuugh," gemetti, spingendomi dentro e fuori... molto più velocemente di quanto volesse
a me, penso.

"Sbrigati," grugnì. "Questo non si sente bene."

"Solo qualche altra carezza," gemetti...la mia voce era increspata
sillabe.

E poi era finita.

Tutto il mio corpo si è illuminato con il fuoco, e ho bloccato il mio cazzo più forte che potevo,
trafiggendogli le chiappe con la forza del mio peso... riempiendolo così lontano
dentro di lui ho pensato di urlare ad alta voce.

E quattordici giorni di sperma represso sparato dal mio cazzo formicolante e
si seppellirono profondamente nelle sue viscere calde e giovani. Un rilascio...un
traguardo che non dimenticherò mai.

"Idiota," disse, alzandosi dal letto e rimettendosi le mutande
SU. "Fa male."

"Puoi farmi domani," sorrisi.

Offerta di pace.

Lui ricambiò il sorriso.

"Sei così dentro per questo", ha detto. E dallo sguardo sul suo volto, per Dio, io
era.

Stranamente, il pensiero non sembrava infastidirmi.

Ci vestimmo, sistemammo le coperte della cuccetta e ci incamminammo lungo il sentiero
verso la sala delle attività. Tempo di pigne. La vita va avanti.

Ma dirò questo.

L'abitudine è stata rotta.

Con tutte le altre cose che facciamo, non abbiamo tempo per picchiare.

Dì quello che vuoi sulle cose che ci facciamo l'un l'altro...

Ma, amico...

Io e Aaron Denton decisamente NON ci seghiamo più.
_________________________________________________

FINE

Storie simili

Dal negozio di alimentari a f

Ho guardato l'incredibile seduttrice da dietro pensando a tutte le cose sporche che le avrei fatto se ne avessi avuto la possibilità, che era esattamente come lo volevo. L'ho seguita da lontano e ho continuato a fare acquisti, o in questo momento per lo più facendo finta di farlo. Ero così perso nel corpo della ragazza adolescente di fronte a me che lo shopping per quello per cui ero venuto non sarebbe successo a causa della mia immaginazione iperattiva. Il fatto che il mio cazzo fosse duro come una roccia non aiutava, specialmente nei jeans attillati che indossavo. Speravo davvero che...

2.1K I più visti

Likes 0

La moglie di Frank parte 5

La moglie di Frank parte 5 Il viaggio di Jim Ritorno al Sexy Shop storia di: SindyxSin Jim riporta Kathy al sexy shop. NOTA DELL'AUTORE: Questa è una storia sessuale continua. Potrebbe avere del sesso rude e non dovrebbe essere letto da persone che non amano quel tipo di sesso. Non è per tutti, dolore, umiliazione e altri atti sessuali usati per degradare una persona non per tutti. Se questo ti eccita, sono felice, ma per favore non provare nulla di tutto questo su partner riluttanti. Le storie che precedono questa sono; Moglie Franchi, 1,2,3,4. Con l'aiuto di Frank e di...

1.9K I più visti

Likes 0

Jilly

Ho sedotto, costretto o imposto me stesso a una ragazza giovane, minorenne. Chiamalo come vuoi, ma è successo, mi vergogno di averlo fatto, dopo la prima volta, ma ho continuato a godermi ciò che ho cospirato perché accadesse, ancora e ancora. Una storia vera che fortunatamente è andata bene, sarebbe potuta andare dall'altra parte! Perchè è successo? Sono un ragazzo, sposato da 15 anni e ad essere sincero annoiato di scopare mia moglie, che era passata dal godersi il sesso a sopportarlo. Avevo bisogno di un po' di spezie, qualcosa per farmi sapere che potevo ancora tirare, qualcosa per aumentare il...

2.6K I più visti

Likes 1

Le conseguenze 5

Jim stava camminando avanti e indietro per un'ora, dopo aver distrutto la loro flotta d'invasione, erano partiti dopo il unica nave rimasta della flotta Krang. Mary e Amber lo avevano osservato per quasi tutto il tempo Jim se non lo fai Siediti, ti farò fuori di testa, non posso sopportare molto di più del tuo ritmo,” Mary quasi ringhiò. Jim si sedette rapidamente sulla sedia di comando cercando di non guardare Mary, scusa Mary, odio questa attesa, è vero niente a portata di mano su cui non fare nulla su cui lavorare, sai che odio essere inattivo. Mi rendo conto che...

1.9K I più visti

Likes 0

Il compito erotico di Abby

Frequentavo la scuola media da diversi anni e mi ero fatto la reputazione di sfidare intellettualmente i miei studenti, specialmente nell'area della letteratura drammatica. Molti studenti sono andati in una scuola superiore in tutta la città che era eccezionale. . . anche degno di nota a livello nazionale. Uno di quegli studenti. . . Abby era di gran lunga la mia preferita. Aveva effettivamente trascorso i suoi anni elementari in Canada e l'istruzione che ha ricevuto è stata eccezionale. Nonostante la situazione che sto per descrivere. . . avvenuta quando aveva 14 anni, ho avuto il piacere di averla per tre...

1.8K I più visti

Likes 0

La ragazza dietro il muro

Ero al secondo anno di college quando l'ho incontrata. Kacey viveva nel dormitorio accanto a me, ma non l'avevo mai vista. La conoscevo solo dal nome sulla porta e da quello che ho sentito quella prima notte. Mi sono seduto nel mio letto preparandomi per andare a dormire. Accanto al letto fu spinto contro il muro, e fu allora che l'ho sentito; un gemito morbido e sexy dall'altro lato del muro. Ho spazzato via il primo suono ma quando ho sentito il secondo, un po' più forte e più a lungo, ho iniziato a immaginare il creatore di questi piccoli rumori...

1.9K I più visti

Likes 0

Sorella divertente (Pt1)_(0)

Andare in discoteca in città non è poi così male dici ai tuoi amici quando continuano a chiederti perché lo fai, Perché lo faccio? ti chiedi per la decima volta mentre tu e tua sorella state sulla piattaforma affollata aspettando il tubo a casa. Entrambe vestite con gonne quasi troppo corte per decenza e top attillati, tua sorella si è sempre lamentata del fatto che non indossi mai un reggiseno, i tuoi seni sodi e larghi e quasi cadono dalla linea del collo del taglio inferiore. 23:00 e non puoi credere a quante persone stanno ancora viaggiando, la vedi saltare e...

1.5K I più visti

Likes 0

Bug Chasing - Crociera per l'AIDS

All'inizio è stato difficile per me capire perché mi sentissi così. Ho adorato il modo in cui desideravo ardentemente il cazzo senza sella nel mio buco del culo finocchio, ho adorato quanto volevo che ogni cazzo che scopava la mia figa gay svuotasse un carico dopo l'altro di sperma caldo, appiccicoso e fuso nel profondo della mia figa palpitante e dolorante. Ma aspetta, non era quello che avevo difficoltà a capire. Quello che è successo è che, quando ho iniziato la mia carriera di pilota di cazzi alla tenera età di 14 anni, erano i primi anni '70, ancora un po'...

1.3K I più visti

Likes 0

LA MADRE INSEGNA LA FIGLIA_(0)

Dov'è tuo padre, ha chiesto Alicia Mead a sua figlia Nancy, mi sto stancando terribilmente di cercare di tenere traccia di quell'uomo!?! L'ultima volta che l'ho visto era in bagno, replicò Nancy versandosi un bicchiere di succo d'arancia, stava strofinando il pavimento intorno al gabinetto!!! Avrebbe dovuto farla finita molto tempo fa, disse Alicia irritata, se scopro che ha fatto una cazzata, gli farò desiderare che dannatamente non l'abbia fatto!!! Aw, rilassati con lui, mamma, disse Nancy tra un sorso e l'altro, sta facendo del suo meglio, dopotutto, sei piuttosto duro con lui!!! Alicia Mead si girò per affrontare sua figlia...

1.7K I più visti

Likes 0

Kiara si unisce all'esercito - Capitolo 2

Kiara si trascinava nervosamente lungo il corridoio con le sue infradito. Avresti dovuto sfilare nell'ufficio del personale di addestramento con un'uniforme da lavoro immacolata, ma lei aveva deciso di andare com'era e dichiarare ignoranza se necessario. Dentro, sperava che il sergente istruttore ricordasse il loro momento fuori se fosse stata vestita con gli stessi abiti attillati in cui l'aveva vista prima. Mentre si preparava per andare in ufficio, aveva notato quanto i suoi pantaloncini fossero bagnati intorno all'inguine. C'era una macchia evidente che sarebbe stata visibile a chiunque avesse passato anche uno sguardo superficiale se non avesse stretto le gambe insieme...

1.3K I più visti

Likes 1

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.