College Town – Parte 3 – Ubriaco e giovane

882Report
College Town – Parte 3 – Ubriaco e giovane

PARTE 3:

I genitori di Samantha erano fuori città e lei stava organizzando una festa con molti dei suoi compagni di classe del liceo. La festa si stava scaldando e la maggior parte della folla era già ubriaca dei fusti che aveva portato il fratello delle sue amiche. Samantha era già estremamente ubriaca mentre si univa agli ospiti nella cucina affollata per scattare foto.


"Solo un altro!" disse Samantha, alzando l'indice, riferendosi al numero di scatti che intendeva fare, inciampando mentre lo diceva. Le sue amiche Jess e Kelli l'hanno stabilizzata mentre versava goffamente tutti i colpi, versando molto alcol mentre faceva. Adam, il ragazzo di Jess, ha visto la sua ragazza sostenere il corpo magro e abbronzato di Samantha e la folla gridare “Bevi! Bere! Bere!"


Non era solo Adam che guardava. La maggior parte dei circa 10 ragazzi in cucina aveva gli occhi fissi sulle tre ragazze che si stavano ubriacando sempre di più.


Samantha era alta e magra con la pelle marrone scuro. Stasera indossava dei jeans ridicolmente attillati che le aderivano alle cosce magre e al sedere stretto. Era sviluppata come potrebbe esserlo una sedicenne: la pelle morbida dei suoi grandi seni formava una scollatura perfetta che stava sbalordendo i ragazzi mentre inciampava nella folla dei liceali.


Jess era magra -- alta circa 5 piedi con lunghi capelli biondi, occhi verdi, un bel naso piccolo e pelle abbronzata quanto quella di Samantha. Aveva un sorriso incredibilmente bianco e perfetto. Era molto, molto carina. I suoi jeans scollati mettevano in mostra il suo ventre sodo e abbronzato. Aveva un seno minuscolo che sembrava appropriato alla sua piccola struttura.


Kelli aveva una pelle liscia, pallida e bianca che accentuava i suoi capelli corvini. Stasera indossava una canottiera attillata che era allungata dai suoi seni morbidi. Il suo culo da adolescente atletico sembrava due pompelmi nascosti sotto i suoi attillati pantaloni da yoga neri. Kelli sapeva di essere carina e vestita per mettersi in mostra, specialmente stasera per tutti i ragazzi alla festa. Era già molto ubriaca e avrebbe smesso di bere se tutti non avessero continuato a incitarla.


Tutte e tre le ragazze sapevano che i ragazzi le stavano guardando a bocca aperta mentre sparavano avventatamente uno dopo l'altro in cucina. Hanno apprezzato l'attenzione e adorato prendere in giro i ragazzi. Tutti nella stanza ricordavano la festa di due settimane prima in cui Jess e Samantha si erano limonate su un divano mentre i ragazzi guardavano. Le cose stavano seguendo un percorso simile stasera mentre la folla si annegava inesorabilmente nell'alcol.


Kelli poteva dire solo guardando Samantha che aveva bevuto più che abbastanza – riusciva a malapena a reggersi in piedi da sola in mezzo alla folla selvaggia.


"Che ne dici di uscire a prendere una boccata d'aria?" chiese Kelli a Samantha, che sembrava quasi troppo ubriaca per capirla.


Samantha non disse niente, e invece si appoggiò semplicemente a Kelli che la sollevò e l'aiutò attraverso la folla fino alla veranda. Jess li seguì fuori, un po' preoccupata per lo stato della sua amica.


Kelli aiutò Samantha a sedersi su una sedia da giardino sotto il portico. Non c'erano molti invitati alla festa sotto il portico e fuori era molto più tranquillo. Tutti godettero del relativo silenzio mentre Kelli andava al barile per versarsi un'altra birra.


"Merda, il fusto è finito" disse Kelli, prendendo solo un filo di schiuma nella sua tazza.


"Il fratello di Tasha sta ottenendo di più", ha dichiarato Jess.


«Quando arriva qui?» Samantha farfugliò, "è carino."


“Prima di tutto, non è 'carino'...” disse educatamente Kelli, “è fottutamente figo. Non sono sicuro di quando sarà qui.


Fu una coincidenza che pochi secondi dopo videro il fratello di Tasha attraversare il cortile con un carrello a mano, presumibilmente per il barilotto. Il suo nome era Giasone. Aveva un viso meraviglioso con una linea della mascella forte e begli occhi. Il suo corpo era un po' magro, ma comunque molto attraente perché era molto magro – era molto più grosso della maggior parte dei ragazzi del liceo alla festa del liceo.


"Oh, eccolo qui." disse Jess, segnalando il suo arrivo. "Ehi Jason!" disse non appena fu a portata d'orecchio.


"Ciao" rispose lui, spingendo il carrello fino al fusto, proprio accanto alle tre ragazze.


Samantha si alzò per salutarlo, ancora incapace di stabilizzarsi. Ha invece usato Jason come sua stampella, avvolgendo le braccia intorno alle sue forti spalle per tenersi in piedi. Jason era un po' a disagio per il fatto che lei si fosse drappeggiata su di lui. Normalmente sarebbe stato lusingato da una bella ragazza che si comportava in quel modo, ma sapeva che aveva solo 16 anni – anche se non lo dimostrava – e il suo alito puzzava di alcol. Non poté, tuttavia, fare a meno di dare un'occhiata momentanea alla sua scollatura esposta mentre si appoggiava a lui.


"Stavamo solo parlando di te" farfugliò Samantha, l'alito alcolico più evidente mentre parlava.


"Buone cose, spero." Disse, sorridendo un bel sorriso.


Samantha ha scherzato, "Beh, Kelli era tutto tipo aww è tremendamente sognante e ha braccia grandi e forti ed è così sexy!!!"


"Io no!" Kelli strillò di rimando, il viso pallido ora rosso per l'imbarazzo mentre incrociava le braccia davanti al petto.


"L'ha fatto!" Samantha continuò: "Ha detto che voleva portarti su per le scale e farti un pompino!"


“Divertente...” scattò Kelli di rimando, rendendosi conto che Jason poteva ovviamente dire che stava mentendo – era ancora imbarazzata.


"Ci prendi un altro barilotto?" chiese Samantha a Jason, ancora appoggiata a lui.


“Non l'avevo pianificato” disse, studiando il corpo di Kelli. Non riusciva a distogliere la mente dal pensiero della bambina che eseguiva il pompino su cui Samantha aveva scherzato. "Ma se hai i soldi posso tornare di corsa alla stazione di servizio e prenderne uno in circa 30 minuti."


"Quanti sono?" Samantha farfugliò, facendo scorrere leggermente le mani sulla spalla di Jason mentre lui la sosteneva.


“Questo costava circa 90 dollari” disse, notando le mani amorevoli di Samantha.


Samantha si avvicinò a lui e gli mise una mano a coppa sopra l'orecchio, sussurrandogli un segreto, "Kelli ti succhierà il cazzo per 90 dollari"


Il suo cuore batteva forte, non era sicuro che potesse essere seria.


“Uhh... bu-- ma...” balbettò, cercando di trovare le parole appropriate mentre guardava di nuovo il corpo adolescente di Kelli.


“Aiuterò anch'io” sussurrò Samantha, facendo scorrere leggermente la mano dalla sua spalla, lungo la schiena fino al suo sedere, dandogli una leggera stretta. Kelli e Jess l'hanno vista farlo, ancora ignare di ciò che Samantha aveva sussurrato al bel 22enne.


Jason ha usato rapidamente il carrello a mano per raccogliere il vecchio barilotto sulla veranda.


“Torno subito” disse, ovviamente un po' scosso dai commenti di Samantha. Portò rapidamente il barilotto fuori dal portico verso la sua macchina.


"Che cazzo gli hai sussurrato?" Kelli ha chiesto dopo l'uscita frettolosa di Jason.


“Gli ho detto che gli avremmo succhiato il cazzo per un nuovo fusto” disse, ridendo e sorridendo.


"Non l'hai fatto!" disse Kelli incredula, ridendo insieme a lei. Kelli non si rese conto che Jess potesse effettivamente dire la verità finché non guardò il viso di Samantha che ora era diventato severo.


"Sì, l'ho fatto" affermò fermamente Samantha, "e ho intenzione di farlo, che tu lo faccia o no."


Ci fu un silenzio sbalordito mentre si rendevano conto che stava dicendo la verità.


«Di... gli hai detto che l'avrei fatto anch'io?» chiese Jess timidamente, insinuando che la proposta di Samantha fosse effettivamente sul tavolo.


"NO." Samantha disse: "Probabilmente non vorrai farlo con il tuo ragazzo qui". La verità era, però, che Jess era arrapata e non le importava molto del suo ragazzo. Lo trattava piuttosto male la maggior parte del tempo e non era al di sopra di tradirlo.


Kelli intervenne -- "Voi due non potete prendere seriamente in considerazione questo!" disse, quasi urlando.


"Illuminare. Lo farò da solo se sei troppo fottutamente spaventato. affermò Samantha, tornando inciampando in casa. "Forse potresti semplicemente portare il tuo ragazzo, Jess, se pensi che anche lui vorrebbe che gli succhiassi il cazzo." Entrambi sorrisero.


Kelli andò a prendere da bere mentre Jess sedeva in veranda, aspettando che Jason tornasse con il barilotto.


Quando Jason è arrivato con il barilotto, tutte e tre le ragazze lo stavano aspettando e Samantha le aveva convinte che avrebbero dovuto andare fino in fondo.


"Ciao" disse, salutandoli, tutti i loro cuori battevano all'impazzata.


"Ciao" rispose Samantha, guardandolo mentre si sforzava di tirare il barile su per i gradini dell'ingresso. I suoi muscoli forti e abbronzati delle braccia si increspavano mentre tirava il pesante barilotto. Lo guardarono in silenzio mentre preparava il barilotto per loro.


“Tutto a posto” disse, voltandosi per andarsene.


"Non vuoi il tuo pagamento?" chiese Samantha, cercando di sembrare sexy, chinandosi per esporre la sua scollatura.


"Uh, immagino che se ce l'hai con te" rispose, guardando le tre ragazze.


“Il tuo ALTRO pagamento” disse lei, facendogli un sorrisetto sornione mentre balzava in piedi. "Andiamo al piano di sopra"


Jason non ebbe bisogno di alcuna spiegazione mentre Samantha lo afferrò per mano e lo fece entrare in casa.


Jess è tornata tra la folla per trovare il suo ragazzo. Lo trovò in pochi secondi.


“Vieni con me” disse, prendendolo per mano, tirandolo fuori dalla folla. Era ovviamente eccitata.


"Dove stiamo andando?" chiese.


“Vieni e basta” gli ordinò mentre lo trascinava su per le scale. "Io, Kelli e Samantha ti succhieremo il cazzo" disse, fermandosi a metà delle scale per girarsi e valutare la sua reazione.


"Veramente?!" disse, eccitato, ma scettico. Non aveva mai fatto niente di così figo per lui prima d'ora. In effetti, non era stata molto gentile con lui da quando avevano iniziato a frequentarsi.


“Sì, e c'è anche un altro ragazzo lassù – Samantha vuole davvero scoparselo” disse, afferrandolo di nuovo per mano per condurlo su per le scale. Adam non pensò molto al suo ultimo commento mentre veniva tirato per mano attraverso la porta aperta della camera da letto di Samantha. Fu sorpreso di vedere Kelli e Samantha ridacchiare mentre si spingevano giocosamente a vicenda sul letto. Non sapeva chi fosse l'altro ragazzo nella stanza, né sapeva esattamente cosa avrebbe dovuto fare di se stesso, quindi rimase in silenzio e aspettò le istruzioni della sua ragazza. Jason rimase in silenzio sul bordo del letto, senza nemmeno salutare Adam mentre tutti guardavano Kelli rotolare sopra Samantha, dandole dolcemente un lungo bacio mentre lei le afferrava il seno sinistro con la mano destra. Le ragazze si baciarono e si palpeggiarono sul letto per un po' per mettersi in mostra davanti ai ragazzi, ma entrambi si stavano divertendo. Si leccarono e si stuzzicarono a vicenda mentre diventavano un groviglio di membra sul letto.


"Questo ti rende duro, Adam?" chiese Jess, stuzzicandolo, guardando la piccola tenda che si stava formando nei jeans del suo ragazzo.


"Sì" deglutì, estremamente nervoso anche solo alla menzione del suo cazzo. Era stato portato di corsa nella stanza così in fretta che aveva appena avuto il tempo di valutare la situazione.


“Diamo un'occhiata” disse, usando ancora un tono condiscendente. Questo attirò l'attenzione di Kelli e Samantha ed entrambi si sedettero per guardare Jess mentre si sedeva sul bordo del letto e afferrò goffamente Adam per la cintura, tirandolo vicino a sé mentre lei lo slacciava. Dopo averlo slacciato, gli tirò giù i jeans fino alle caviglie e gli attillati slip neri quel tanto che bastava per esporre una piccola chiazza di peli pubici. Fece una pausa mentre Kelli, Samantha e Jason guardavano.


"Andiamo già!" supplicò Samantha mentre Kelli si avvicinava e chiudeva la porta della camera da letto.


Jess sorrise e diede ai suoi slip un rapido strattone verso il basso permettendo al suo pene piccolo e duro di uscire. Era lungo circa 5 pollici con piccole vene che correvano per l'intera lunghezza. Era nervoso quando la sua ragazza lo ha esposto mentre tutti guardavano.


"Oh, è fottutamente duro!" Samantha sbottò ubriaca, confermando l'ovvio.


"Te l'avevo detto che il suo cazzo era minuscolo" disse Jess con voce sprezzante, indirizzando il commento a Kelli. Adam fu colto alla sprovvista, non sicuro se la sua ragazza stesse cercando di metterlo in imbarazzo o se non fosse intenzionale.


“Vediamo cosa sta mettendo in valigia Jason” continuò Jess, quasi stordita mentre lo afferrava per i fianchi e lo tirava verso il bordo del letto, proprio come aveva fatto con il suo ragazzo.


Lottò un po' mentre armeggiava ubriaca e si aggrappava ai pantaloni di Jason nel tentativo di toglierseli di dosso. Poteva sentire il suo lungo cazzo attraverso i jeans mentre lo palpava con una mano e cercava di capire come slacciargli la cintura con l'altra. Adam sembrava sconvolto mentre la sua ragazza strizzava apertamente il cazzo di Jason attraverso i pantaloni, apparentemente non gli importava se la vedeva farlo.


"Uhhh, Jess?!" disse Adam, la sua voce piena di allarme mentre la sua ragazza faceva scorrere le mani sui pantaloni pieni di cazzo di Jason.


«Zitto, Adamo. Ti succhierò il cazzo in un minuto” disse Jess, senza nemmeno guardare il suo ragazzo mentre stringeva la testa del pene di Jason attraverso i suoi jeans.


Adam obbedì silenziosamente alla sua ragazza e la guardò mentre si toglieva la cintura di Jason, abbassandogli lentamente i jeans ei boxer contemporaneamente. Lo ha fatto intenzionalmente lentamente, stuzzicando i suoi amici mentre esponeva il gigantesco cazzo cadente di Jason ei testicoli considerevoli – i suoi peli pubici tutti rasati e calvi. Il grosso cazzo pulito cadde di fronte alle tre ragazze adolescenti, sorprendendo tutti, specialmente Samantha che si fermò ad ammirare lo spettacolo.


Le ragazze hanno l'acquolina in bocca davanti al bel ragazzo e al suo grosso pacco. Il suo enorme cazzo sembrava particolarmente grande in contrasto con quello di Adam, il cui cazzo da quindicenne doveva essere appena la metà di quello di Jason. Adam poteva dire dalle reazioni delle ragazze che erano immensamente eccitate. Si sentiva inadeguato a stare lì accanto a Jason, ovviamente misurato.


“Wow, è un pene enorme...” disse Kelli, continuando a fissarlo, emettendo una risata incredula. Jess e Samantha rimasero senza fiato, sorridendo mentre guardavano il loro nuovo grande giocattolo.


Kelli era inginocchiata sul letto - allungò la mano, sul punto di afferrare il grosso cazzo ma tirò indietro il braccio con esitazione. Guardò Jason negli occhi.


"Posso?" Ha detto, chiedendo il permesso di toccare il suo pene.


"Con la tua bocca." Ha comandato.


La risposta ha sbalordito tutti. Jason aveva appena detto una parola da quando era entrato nella stanza e ora stava chiedendo, o meglio, praticamente dicendo a Kelli di succhiargli il cazzo.


“Ah ah! Porca merda!” disse Samantha, ridacchiando incredula.


"Oh merda! Te l'ha detto...” disse Jess, sorridendo da un orecchio all'altro.


Tutti fissarono Kelli in sbalordita attesa mentre aspettavano la sua reazione. Il suo viso normalmente bianco perla era ora rosso vivo per l'imbarazzo mentre contemplava le conseguenze del commento di Jason. Guardò tutti, e poi il grosso cazzo liscio di Jason. Ha deciso che ci sarebbe andata.


Senza dire una parola cadde in ginocchio e afferrò la base dell'enorme cazzo pelato. Poteva sentire il caldo cazzo pulsare mentre si agitava nella sua mano – era nervosa, quasi tremava mentre stringeva il cazzo, prendendosi un momento per ripensarci. Era troppo ubriaca e arrapata per ragionare su se stessa e con tutti che guardavano allungò il collo e prese il lungo e morbido cazzo a metà nella sua bocca.


"Dio mio! Kelly!» Jess urlò, in parte stupita, in parte incoraggiandola.


"Succhia quel grosso cazzo!" Samantha ha detto, incoraggiando anche Kelli mentre tutti la guardavano rotolare il cazzo in bocca.


"Wow, voi ragazze siete fottutamente pazze!", ha detto Jason. "Mi piace che!"


Samantha sorrise a Jason e si chinò per togliersi dalle spalle le spalline della canotta di Kelli prima di abbassarla per esporre il reggiseno rosa che sosteneva i suoi seni morbidi e bianchi. Ha rapidamente sganciato il reggiseno di Kelli, liberando i suoi seni bianchi grandi, lisci e vivaci ei suoi piccoli, duri capezzoli rosa. Ora era in topless con la canotta ancora avvolta intorno al tronco e il cazzo di Jason in bocca.


Successivamente Samantha si tolse la camicia, slacciandosi velocemente il reggiseno e gettandolo in un angolo della stanza. Le grosse coppe a D di Samantha sussultarono quando si staccarono dal loro supporto. I suoi seni erano di dimensioni paragonabili a quelli di Kelli, l'unica differenza visibile era l'abbronzatura scura e uniforme di Samantha che contrastava con la morbida pelle bianca di Kelli. Le sue tette sussultarono di nuovo mentre si inginocchiava per guardare Kelli che lavorava il cazzo indurito nella sua bocca, stuzzicandolo con la lingua mentre massaggiava gli enormi testicoli del ragazzo con la mano sinistra e gli accarezzava l'asta con la destra.


Jess era ancora seduta sul bordo del letto e Adam era ancora in piedi nudo, il suo cazzo ora incredibilmente rigido, puntato dritto in aria. Nessuno dei due poteva credere che Kelli si stesse innamorando del ragazzo che aveva appena incontrato. I loro cuori battevano così forte che potevano sentire il tonfo sordo nel petto ad ogni battito.


Kelli staccò momentaneamente la bocca dal cazzo di Jason per respirare, lasciando a Jason il tempo sufficiente per spingere improvvisamente il suo cazzo gocciolante e semi-eretto verso la bocca di Samantha senza preavviso. A lei non importava e lo prese avidamente nella sua bocca il più profondamente possibile, afferrando saldamente il membro pulsante con le sue labbra, tentando di farle scivolare fino alla base della sua asta liscia mentre apriva la gola. Ha imbavagliato un po' prima di soffocare la lunghezza del suo cazzo interamente nella sua bocca. Tutti, specialmente lo sconosciuto, sono rimasti colpiti dall'aggressività con cui lo ha inghiottito.


Adam guardava, ancora in piedi nudo accanto a Jason con il suo cazzo completamente eretto. La sua ragazza era chiaramente ipnotizzata dai pompini che venivano eseguiti davanti a lei. Guardò con stupore mentre i suoi due amici succhiavano il cazzo gigantesco dello sconosciuto. Adam le fece un cenno, suggerendo che voleva lo stesso trattamento. Jess si ricompose rapidamente e si tolse la maglietta, si tolse il reggiseno ed espose le sue piccole coppe B mentre si inginocchiava davanti al suo ragazzo, afferrandogli le natiche lisce con ciascuna delle sue mani mentre studiava la sua erezione. Invidiava Kelli e Samantha che stavano succhiando sciattamente il cazzo indurito di Jason mentre lei era bloccata con il pene relativamente piccolo del suo ragazzo. Prese il suo ragazzo in bocca, facendo scivolare facilmente le labbra fin quasi alla base del suo cazzo. Poteva sentire il pompino bagnato e sciatto che Samantha stava offrendo a Jason mentre pompava il cazzo del suo ragazzo nella sua bocca.


Il piacere di Adam fu di breve durata quando Jason diede un secondo comando.


«Vieni qui, Jess.» disse con lo stesso tono di prima. Non ha lasciato molto spazio al rifiuto.


Ci fu un silenzio inquietante che calò nella stanza mentre le parole di Jason si calmavano. Adamo era incredulo.


Ora tutti stavano fissando Jess e Adam proprio come avevano fissato Kelli prima. Jess era ancora inginocchiata davanti al suo ragazzo. Lo guardò negli occhi, quasi chiedendogli il permesso. Era chiaro che Adam non glielo avrebbe dato.


Samantha sapeva esattamente come rompere il silenzio imbarazzante e ubriaca inciampò sul bordo del letto vicino ad Adam e Jess. Lo afferrò rapidamente e lo spinse sul letto. Rimase in piedi sul bordo del letto togliendosi i pantaloni, rivelando la sua biancheria intima rosa e blu semitrasparente che aderiva al suo culo stretto e abbronzato da adolescente. Saltò sopra Adam, a cavalcioni su di lui, strofinando intenzionalmente la sua figa coperta di mutandine sul suo cazzo duro mentre muoveva i fianchi avanti e indietro. I suoi grandi seni abbronzati si abbassarono a pochi centimetri dal suo viso mentre lei lo digrignava.


In pochi secondi Samantha e Jess si erano scambiate di posto e la ragazza di Adam era in ginocchio a farsi una gola profonda del lungo cazzo di Jason.


La distrazione di Samantha aveva funzionato, soprattutto. Ha baciato il collo di Adam mentre strofinava la sua figa coperta di mutandine sul suo cazzo eretto. In poco tempo lei stava baciando la sua strada dal collo e dal petto glabro fino allo stomaco, all'interno delle cosce e poi allo scroto. Lei lo prendeva in giro – facendo un buon lavoro nel distrarlo dalla sua ragazza – mentre magicamente si faceva strada dal suo scroto fino alla sua asta calda e infine alla punta piccola e morbida del suo pene.


Adam è rimasto ipnotizzato dalla lingua danzante di Samantha finché non ha sentito la sua ragazza fare un bavaglio rumoroso. Guardò oltre per vedere Jason che spingeva il suo lungo cazzo nella gola della sua ragazza. Kelli si stava chinando per togliersi i pantaloni da yoga, esponendo le sue due natiche perfettamente sferiche che pizzicavano un perizoma rosa. Adam stava per urlare in segno di protesta, ma era così sopraffatto che non riusciva a trovare la calma per farlo. Ha invece guardato la sua ragazza tentare di fare un deepthroat a Jason.


"Succhia quel cazzo, brutta puttana" scherzò Kelli mentre Jason colpiva la parte posteriore della gola di Jess con le sue lunghe e dure spinte.


Adam guardò la saliva gocciolare giù dal mento della sua ragazza mentre il grosso cazzo di Jason le riempiva la piccola bocca e la gola. Odiava guardare la sua ragazza fare un pompino a un altro uomo. Il pensiero riusciva a malapena a catturare la sua attenzione perché Samantha gli stava ancora succhiando vigorosamente il cazzo mentre si toglieva le mutandine e iniziava a toccarsi. La sua figa era gocciolante mentre si concentrava sul compito a portata di mano, leccando sciattamente i suoi testicoli e la piccola asta per un po' prima di rimontarlo, questa volta nuda. Il labbro umido e nudo della sua figa gli sfiorò il cazzo mentre si faceva strada sopra di lui.


Il cazzo di Adam sembrava già sul punto di esplodere mentre immaginava di scopare il sedicenne magro e tettone, ma lei aveva altri piani e si girò rapidamente sopra di lui, sollevando la figa a pochi centimetri dalla sua faccia nella posizione 69. La lingua di Adam ebbe solo un leggero assaggio di lei prima che lei si appoggiasse all'indietro e quasi lo soffocasse con il suo perfetto culo da adolescente. Leccò delicatamente la sua apertura dolce e bagnata mentre lei si sedeva sul suo viso, accarezzandogli il cazzo con la mano destra, tenendosi in equilibrio con la sinistra. Samantha era in paradiso mentre ruotava i fianchi e gemeva piano. Le piaceva avere il controllo di Adam e metteva intenzionalmente molto più peso del necessario sul viso e sulla lingua di Adam mentre gli si metteva a cavalcioni. Le sue lunghe gambe magre erano spalancate per dare ad Adam un facile accesso alla sua figa rasata. Sorrise a Jess che ora si stava togliendo i pantaloni e le mutandine mentre Kelli faceva il suo turno a succhiare il lungo cazzo di Jason. Jess ricambiò il sorriso mentre Samantha strofinava la figa sulla faccia del suo ragazzo.


Samantha poteva sentire la lingua di Adam che di tanto in tanto le sfiorava il buco del culo mentre girava i fianchi sopra di lui. Le piaceva la sensazione e ripetutamente cercò di replicarla spingendo il culo verso la sua bocca, facendo scivolare il buco del culo sulla sua lingua. Adam pensava che non fosse intenzionale finché non si rese conto che lo stava facendo ripetutamente, ogni volta più forte e più lentamente. Ritrasse la lingua mentre lei gli schiacciava con forza il buco del culo sulla bocca.


"Lingua fuori" sussurrò.


Lui obbedì con riluttanza mentre lei continuava a far roteare i fianchi su di lui. Era ipnotizzato dall'atto tabù e ha iniziato a colpirle il buco del culo con la lingua, quasi penetrandola. Lei gemette di gioia – un'indicazione per lui di andare avanti. Ben presto iniziò a far scorrere la lingua intorno al tenero bordo rosa del suo ano, mandando brividi lungo la spina dorsale di Samantha e facendola tremare di piacere.


“Ehi, Jess! Il tuo ragazzo mi sta leccando il buco del culo! urlò, arricciando il viso in un sorriso che mostrava che era disgustata e che le piaceva allo stesso tempo.


Adam si contorse, non del tutto sicuro se gli piacesse il sapore mentre la sua faccia era sepolta nel culo abbronzato di Samantha. Le altre ragazze stavano sorridendo, quasi ridendo, ma lui non poteva vedere le loro reazioni mentre solleticava il tenero culo di Samantha con la lingua.


“Che schifo, Samantha” disse Kelli, dirigendosi verso il letto accanto a loro.


Ormai Adam non vedeva l'ora di scopare una delle ragazze ed era preoccupato per quello che la sua ragazza stava facendo con il Jason. Non riusciva a vedere nulla, ma poteva sentire la sua ragazza gemere mentre Jason la sollevava in piedi e la spingeva con la schiena contro il muro della camera da letto. Le sollevò la gamba sinistra con la mano destra. Lui strofinò il suo cazzo lungo e carnoso sulla parte esterna della sua figa, stuzzicando il suo clitoride sensibile per alcuni secondi prima di spingere lentamente il suo cazzo largo dentro di lei mentre lei era in piedi su una gamba sola, schiacciata tra lui e il muro.


"Ooooh, prendi quel grosso cazzo!" Kelli ha detto mentre guardava il cazzo di Jason scomparire nella piccola figa rosa di Jess. Si spinse lentamente dentro Jess, afferrandole una manciata della guancia destra con la sua mano grande e forte. Jess ha premuto i fianchi in avanti per rendersi più accessibile a lui e facilitare l'ingresso del suo grosso cazzo nella sua piccola figa adolescente. La manovra aiutò, ma la sua figa le faceva ancora male mentre si allungava per accogliere il suo enorme cazzo. Una volta che Jason fu sicuro che lei fosse a suo agio, iniziò a spingere forte e velocemente dentro di lei, le sue cosce ei suoi fianchi la sbatterono contro il muro mentre lei gemeva più forte. Ben presto la sollevò completamente da terra, tenendole il sedere con una mano e la gamba sollevata con l'altra. Cominciò a spingersi violentemente dentro di lei, i suoi testicoli penzolanti schiaffeggiarono forte contro la sua figa adolescente bagnata.


“OH DIO, fottimi! Scopami forte! urlò Jess, ignara di qualsiasi altra cosa nella stanza mentre Jason la devastava. Questo ha allarmato Adam, costringendolo a respingere Samantha da lui. Si sedette sul bordo del letto appena in tempo per vedere Jason allungarsi sotto la gamba destra della sua ragazza, sollevandola mentre lei stringeva le braccia attorno alle sue spalle muscolose. Entrambi i suoi piedi erano ormai completamente sollevati da terra. Era sostenuta solo dalle braccia muscolose di Jason e dal suo cazzo che era sepolto dentro di lei. Adam guardò mentre Jason iniziava a spingere il suo cazzo dentro di lei ancora più profondamente e più forte. Le sue spinte erano così violente che le fecero tremare tutto il corpo. Poteva dire dall'espressione sul viso della sua ragazza che stava raggiungendo un forte orgasmo mentre si mordeva il labbro e il suo corpo iniziava a tremare.


Sia Kelli che Samantha capirono dall'espressione sul viso di Adam che era a disagio con la situazione. Kelli poteva dire che stava per dire qualcosa, forse qualcosa che avrebbe rovinato l'acceso 5-alcuni. Farebbe qualsiasi cosa per impedire che ciò accada.


“Sta bene” sussurrò Kelli in modo allarmante mentre si girava di fronte a lui, attirando la sua attenzione con i suoi seni paffuti e pallidi e il corpicino tonico.


Adam lanciò un'occhiata alla sua ragazza che raggiungeva l'orgasmo e poi al corpo adolescente nudo di Kelli. Decise che non avrebbe detto niente. Kelli e Samantha hanno cercato di rendere il più semplice possibile per lui dimenticare la sua ragazza - Kelli lo ha spinto sulla schiena sul letto e lo ha montato in stile cowgirl, la sua figa fradicia che stringeva sul suo cazzo sensibile. Samantha affrontò Kelli e gli fece scivolare la figa liscia e il piccolo buco del culo sul viso. Le due ragazze si diedero baci lunghi e aggressivi mentre facevano rimbalzare i loro graziosi corpicini sopra Adam, inarcando la schiena per il piacere mentre giocavano l'una con il seno dell'altra.


Ormai Jess stava urlando forte mentre Jason si spingeva violentemente dentro di lei, ogni spinta le faceva increspare il culo stretto e tornare a posto mentre il suo cazzo la apriva in due. Stava urlando così forte che probabilmente alcuni degli ospiti rimasti al piano di sotto potevano sentirla. Nessuno le disse di stare zitta, però: tutti erano molto oltre il limite della modestia.


"Quando arriva il nostro turno?" chiese Samantha a Jason, riferendosi a se stessa e Kelli, che stava ancora cavalcando Adam sul letto.


Jason fece immediatamente cadere Jess a terra, tirandosi fuori da lei, lasciandola tremante prima che crollasse, soddisfatta e sudata, su una sedia accanto al letto. Distolse la sua attenzione su Samantha che era saltata giù dalla faccia di Adam e ora era sul letto a quattro zampe, il culo sollevato in aria. Stava agitando il culo avanti e indietro come per stuzzicarlo.


"OooooOOOooOOooh, fottimi con quel grosso cazzo" farfugliò Samantha, ancora ubriaca, mentre Jason si alzava sul bordo del letto e le allargava le chiappe con le mani forti. Il suo buco del culo era ancora luccicante da quando Adam l'aveva leccato prima.


“Ehi, ragazzo. Alzati qui” disse – era un altro comando.


Samantha era ancora a quattro zampe, in attesa che Jason entrasse in lei. L'attesa la stava uccidendo. Non aveva idea del perché Jason si fosse rivolto ad Adam.


"Me?" chiese Adam, sorpreso, ancora sotto Kelli.


"Si tu. Sali qui.» Egli ha detto.


Adam obbedì esitante, irritato a prendere ordini da un ragazzo che aveva appena scopato la sua ragazza. Jason stava ancora aprendo le chiappe di Samantha mentre lei si inginocchiava a quattro zampe guardando indietro per vedere cosa stava succedendo.


"Penso che questo lo voglia nel culo" disse Jason, fissando il buco del culo rosa e raggrinzito di Samantha.


Samantha aveva fatto un sacco di cose, ma non aveva mai fatto sesso anale prima. Lei non protestò, però, mentre Jason la costringeva allo stomaco, le sue mani ancora sul suo sedere, ma lei si contorse mentre Jason la teneva ferma, usando i palmi delle sue mani per spalancare le sue chiappe. Jason guardò Adam.


"Vuoi che le scopi il culo?"


Jason rise mentre Samantha si dimenava a pancia in giù sul letto – stava fingendo resistenza.


“No, voglio che le lecchi il buco del culo prima che la scopi” disse Jason severamente, giocando con le ragazze, umiliando Adam.


Adam guardò il buco del culo e la figa esposti di Samantha e poi il cazzo di Jason che era ancora luccicante dei succhi della sua ragazza. Non sapeva cosa fare.


"Se non le lecchi il culo, allora glielo metto a secco." disse Giasone. "Non lo vuoi, vero Samantha?"


"N-n-no" balbettò, dimenandosi solo leggermente ora.


“Allora cosa vuoi?” chiese con voce imperiosa.


"Voglio che Adam mi lecchi il buco del culo", disse a malapena in un sussurro.


"Più forte." ordinò Giasone.


"Voglio che Adam mi lecchi il buco del culo." ripeté, questa volta a piena voce, ora allungandosi con le proprie mani per allargare le natiche.


Adam è stato umiliato dalla richiesta. Tutti nella stanza sapevano che in realtà non voleva farlo, ma cercò di non mostrare il suo imbarazzo. Non si sentiva in grado di rifiutare entrambi e pensò che sarebbe stato più semplice accontentarsi. Si accovacciò sul bordo del letto e si chinò sul suo sedere, posizionando il viso appena sopra il suo stretto sedere da adolescente. Si fermò per un secondo, sul punto di protestare. La sua faccia era così vicina al sedere di Samantha che poteva sentire il suo respiro caldo soffiare contro il suo tenero buco del culo. Le fece venire i brividi mentre aspettava la sua lingua.


Adam ha dato a Samantha una lunga leccata dalle labbra della figa rasata attraverso la fessura del culo e sopra il buco del culo. Tutti lo guardarono, inclusa la sua ragazza, mentre seppelliva la faccia nella fessura del culo della ragazza adolescente, leccando di nuovo il suo piccolo buco del culo, questa volta applicando più pressione e facendo gemere di gioia Samantha. Le leccò il buco del culo per quella che sembrò un'eternità prima di sentire la voce della sua ragazza rompere il silenzio.


“Ooohh! oh! Io dopo! sbottò lei, la voce proveniente da subito dietro di lui, sorprendendolo.


"Vuoi anche un cazzo nel culo?" chiese Jason, scettico. Adam si alzò rapidamente e si voltò per affrontarla, timoroso della sua risposta.


"NO. Voglio solo che Adam mi lecchi il buco del culo. ha risposto, comportandosi come se non fosse un grosso problema.


"Oh, oh! Anche io!" Kelli ha detto sorridendo un enorme sorriso.


Adam era sbalordito ma ebbe appena il tempo di reagire prima che Jess saltasse sul letto a pancia in giù, proprio accanto a Samantha. Anche Kelli ha colto l'imbeccata ed è saltata sul letto accanto a Jess.


Tutte e tre le ragazze adolescenti erano ora sdraiate a pancia in giù sul letto, con il sedere rivolto verso Adam. Samantha era a sinistra, la sua ragazza al centro e Kelli a destra. Li fissò per un momento, ammirando i loro bei culi mentre ridacchiavano di gioia al pensiero di Adam che li dava piacere. Jess allungò una mano e allargò le natiche, chiaramente aspettando il suo turno.


Adam was stunned for about the fifth time of the night.


“No, Jess! I'm not doing that!” he protested.


Jess sat up and spun to face him.


“Oh, so you'll lick all over Samantha's ass but you won't touch mine?” she asked incredulously.


Adam was defeated and Jess knew that not only did she make her point, but she had broken Adam's spirit too. She flopped back onto her stomach in between Samantha and Kelli and reached back again, this time grabbing two big handfuls of her ass cheeks, stretching them so far apart that her asshole became oblong.


“Lick it” she commanded.


He hung his head, embarrassed as all the girls laughed, watching him position himself behind his girlfriend. He crouched over his girlfriend's ass and gave her a short lick over her anus. It tickled her and she nearly jumped off the bed.


“Wow! That IS good!” she said, letting Adam slowly roll his tongue over the rim of her asshole. She reached back with her right hand and grabbed the back of his head, pressing his face deep into her cute teenage butt. His tongue poked at her, almost penetrating her as she started moaning.


“Your boyfriend's a pussy” Kelli said, still waiting her turn.


“I know! I'm gonna make him do this all the time” she said, Adam's face still buried between her butt cheeks. “Lick me harder” she commanded him.


Kelli patiently watched Adam as Jason grabbed Samantha by the hips, pulling her back onto all fours with her ass in the air. She was now soaked in Adam's saliva and Jason postured up behind her, resting the head of his penis on her wet asshole. He pressed it gently against her causing his penis to bend as the head of his cock tried to find some way to penetrate the virgin hole. It wasn't long before she opened up, the head of his cock disappearing into her glistening asshole causing her to moan and clutch the sheets of the bed in brief second of agony as her anal virginity was taken.


By the time Jess had positioned herself in a place to watch Jason was already balls deep into the busty teenager. He started slowly but deeply thrusting into her and he gave her little time to adjust to his big member before repeatedly stuffing it deep into her, watching her soft breasts ripple as his dick jarred her tall, tan body with powerful thrusts.


“Do me! Do me!” Kelli said to Adam, still waiting for her turn to have her asshole licked. She sounded as if she were an impatient child.


“No, Kelli!” he responded.


He didn't know why, but he was afraid of what his girlfriend's reactions might be to his defiance.


“What did you say!?” Kelli snapped back, looking angry, “lick her asshole right now, you fucking pussy!”


Adam was crushed. He didn't know if it was because he feared losing her or because he was just plain afraid of her, but he immediately obeyed. He decided not to cross her again as he positioned himself over Kelli. He looked down at her impossibly round ass cheeks. His girlfriend stood up and walked around behind him as he bent over Kelli. Without any warning she reached between Adam's legs, under his ass and grabbed his testicles, tightly gripping them. He squealed in pain.


“Ah! What are you doing?!” he cried.


“Just making sure you do a good job” she said, tightening her grip, causing him to writhe in pain as he bent over Kelli.


“Now you're going to do everything I say” she barked, “Understand?”


“Yes” he squealed again, completely at her mercy.


“Lick” she commanded.


Kelli moaned as Adam plunged his tongue into her asscrack quickly finding her tender anus. His tongue danced around in her ass crack, sloppily wetting the whole area. By now his face was nearly covered in the teenage girls' juices and he was getting good at identifying what got them off. His testicles ached as his girlfriend kneaded them in her hand. Kelli reached under herself and started playing with her clit as Adam feverishly pleasured her ass. She screamed a quiet scream and started twitching as she orgasmed. Adam licked her through her orgasm and stopped began to stop, thinking his job was finished but his girlfriend tightened her grip again, causing astonishing pain.


“Keep going” she commanded, almost laughing.


Kelli lay almost lifeless on the bed as Adam continued.


Jason was now mercilessly pounding his smooth cock into Samantha's tight asshole. Her moans increased in intensity as Jason pushed her to her side and grabbed one of her ankles raising it high into the air. The motion caused her to turn her hips slightly sideways, his dick still buried in her ass. He used his new found position to drive even deeper into her until she was screaming loud obscenities and digging her fingernails into his arm so hard that it hurt. He felt her tight anus contracting around his dick and he knew that she was cumming. He slowed the pace of his thrusts until he was barely penetrating her before he slowly removed his big dick from her asshole. The absence of his cock left Samantha's previously tight anus gaping and puckering as she lay exhausted on the bed.


“Hey Jason, I think my little bitch of a boyfriend wants to watch me fuck you again” Jess said, still controlling her boyfriend by his testicles as he licked Kelli's ass crack.


“That's pretty fucked up...” Jason said, now standing at the edge of the bed, his dick still hard as a rock.


“It's true though, isn't it, Adam?” she said, squeezing his testicles hard.


“Y-y-yes” he said, barely choking out the words.


“And you want to lick my asshole while he fucks me, don't you?” she asked, tightening her grip even more.


“Y-yes -- whatever you want” he said, still bent over Kelli's lifeless body.


“Good, you little bitch” she said, “Stand here.”


He obeyed and stood at the edge of the bed. She released his testicles, giving him a little bit of his dignity back as she pushed Jason onto his back on the bed between Samantha and Kelli. She hopped on top of him, straddling him in the cowgirl position. She had to lift herself almost a foot off the ground in order to rise above Jason's meaty, glistening cock and stick it inside her.


Adam watched as his girlfriend sat down vertically on the giant dick. Her tiny pussy gripped the huge cock as it slid its way down the giant shaft all the way to the base of Jason's giant testicles. She sat for a moment, adjusting to the sensation.


“Start licking” she said, looking back at her boyfriend as she sat, still vertical, on Jason, both of her hands on his strong chest..


Samantha interjected -- “I think he's had enough, Jess” she said, quietly.


“Well I think he's just getting started. He's my boyfriend” she snapped back. “I don't think Jason minds, do you, Jason?”


“Whatever – I guess if you're into that” Jason said casually, one hand cupping her small breast.


“Start licking” she stated again – this time angry.


“Just do it, you fucking baby” Kelli chimed in. She was turned on watching Adam get dominated by his girlfriend.


Adam was beyond humiliated now and kneeled at the edge of the bed. He stared for a moment at his girlfriend's pussy that was wrapped tightly around Jason's cock. Since she was sitting on him vertically, her asshole was resting just above Jason's big testicles. He didn't know how he was supposed to lick her pussy without touching Jason's scrotum, but he knew that's why she was doing this to him. He slowly leaned forward – Jason's testicles just inches from his face. He could feel the heat coming off both him and her.


“I can't” Adam said, almost in a whimper, “he's in the way...”


“Fine” she said – figuring she'd give him a break.


She leaned forward, chest-to-chest with Adam, opening more than enough room for Adam to access her. Adam slowly stuck out his tongue,careful not to touch any part of Jason's dick. Jess moaned as he lightly flicked her with his tongue. She let him lick her for a few seconds before suddenly starting to slide her pussy up and down his shaft by moving only her hips. Adam watched close up as the giant dick split his girlfriend wide open.


Samantha and Kelli were watching from the edge of the bed as Jess took a tongue in her ass and Jason's big dick in her. Soon Jason was thrusting up into her and she had reached back and grabbed her boyfriend's head, smashing it into her asscrack to steady it as Jason started thrusting violently. Thankfully for Adam, Jason was nearly finished. Jason pumped Jess with a steady rhythm for a little over a minute before he gave her a few final quick thrusts. He then pushed her off of him and postured up by her face, jacking off with one hand. It was clear that he had the intention of cumming on her face. Jess welcomed it, opening her mouth just as Jason's cock unleashed five big quirts of cum on her cheeks, forehead, and her left eyebrow.


There was a moment of silence and stillness as everyone was now finished. It was Jess who spoke first.


“That was fucking crazy” she said, almost in a whisper, her face dripping with cum.


-------------------------------------------THE END--------------------------------------------------

Leave a comment about what you'd like to see next:

a.) Adam gets his revenge

b.) Adam gets humiliated even further

c.) other (describe)

I'll write a story about whatever gets the most comments.

Storie simili

La vita di lex parte 1_ (3)

Mi ero quasi abituato alle entrate non annunciate di Lex nella mia stanza. Le avevo chiesto di smetterla di irrompere nuda, quindi ora di solito erano coinvolti mutandine e reggiseno o un asciugamano se si fosse appena fatta la doccia. Esci? sbottò lei invece di un saluto. Indossava pantaloncini del pigiama extra corti e una canotta. Dall'esperienza passata sapevo che probabilmente non aveva le mutandine sotto. I suoi seni, trattenuti a malapena dalla maglietta attillata, rendevano più che evidente che non indossava un reggiseno. Ciao Lex, come stai? Ho pensato che forse potevo evitare la domanda. Sto benissimo, tu sei fantastico...

2.2K I più visti

Likes 0

Dal negozio di alimentari a f

Ho guardato l'incredibile seduttrice da dietro pensando a tutte le cose sporche che le avrei fatto se ne avessi avuto la possibilità, che era esattamente come lo volevo. L'ho seguita da lontano e ho continuato a fare acquisti, o in questo momento per lo più facendo finta di farlo. Ero così perso nel corpo della ragazza adolescente di fronte a me che lo shopping per quello per cui ero venuto non sarebbe successo a causa della mia immaginazione iperattiva. Il fatto che il mio cazzo fosse duro come una roccia non aiutava, specialmente nei jeans attillati che indossavo. Speravo davvero che...

2.1K I più visti

Likes 0

La moglie di Frank parte 5

La moglie di Frank parte 5 Il viaggio di Jim Ritorno al Sexy Shop storia di: SindyxSin Jim riporta Kathy al sexy shop. NOTA DELL'AUTORE: Questa è una storia sessuale continua. Potrebbe avere del sesso rude e non dovrebbe essere letto da persone che non amano quel tipo di sesso. Non è per tutti, dolore, umiliazione e altri atti sessuali usati per degradare una persona non per tutti. Se questo ti eccita, sono felice, ma per favore non provare nulla di tutto questo su partner riluttanti. Le storie che precedono questa sono; Moglie Franchi, 1,2,3,4. Con l'aiuto di Frank e di...

1.9K I più visti

Likes 0

Mio fratello Turner e io

Ero seduto al tavolo della colazione cercando di decidere cosa fare. Stanotte era la vigilia di Capodanno e mio fratello mi aveva chiesto di andare a una festa di Capodanno con lui. Avevo appena compiuto 44 anni a novembre. Mio marito è morto tre anni fa e io vivevo da sola. Il nome di mio fratello è Turner e ha quindici anni meno di me. Mia madre mi ha avuto quando aveva solo 16 anni e non hanno avuto un altro figlio fino ai 31 anni. Da quando mio marito è morto, Turner è stato molto gentile con me. Viene a...

2.9K I più visti

Likes 0

Jilly

Ho sedotto, costretto o imposto me stesso a una ragazza giovane, minorenne. Chiamalo come vuoi, ma è successo, mi vergogno di averlo fatto, dopo la prima volta, ma ho continuato a godermi ciò che ho cospirato perché accadesse, ancora e ancora. Una storia vera che fortunatamente è andata bene, sarebbe potuta andare dall'altra parte! Perchè è successo? Sono un ragazzo, sposato da 15 anni e ad essere sincero annoiato di scopare mia moglie, che era passata dal godersi il sesso a sopportarlo. Avevo bisogno di un po' di spezie, qualcosa per farmi sapere che potevo ancora tirare, qualcosa per aumentare il...

2.6K I più visti

Likes 1

Nicole, l'amica di mia sorella

Questa è una storia completamente vera e cercherò di raccontarla nel modo più accurato che posso ricordare. Spero vi piaccia e fatemi sapere se volete la seconda parte. Mi chiamo Kevin e questa è la storia della mia estate prima del college. Era l'estate dopo che mi sono diplomato al liceo ed ero felice di avere un'estate per rilassarmi prima di iniziare l'università. Avevo una sorella, Caitlin, un anno più grande di me che aveva finito il suo primo anno di college. Ho anche avuto un fratello minore alle medie. Ora un po' di background su me stesso. Non sono particolarmente...

2.6K I più visti

Likes 0

Le conseguenze 5

Jim stava camminando avanti e indietro per un'ora, dopo aver distrutto la loro flotta d'invasione, erano partiti dopo il unica nave rimasta della flotta Krang. Mary e Amber lo avevano osservato per quasi tutto il tempo Jim se non lo fai Siediti, ti farò fuori di testa, non posso sopportare molto di più del tuo ritmo,” Mary quasi ringhiò. Jim si sedette rapidamente sulla sedia di comando cercando di non guardare Mary, scusa Mary, odio questa attesa, è vero niente a portata di mano su cui non fare nulla su cui lavorare, sai che odio essere inattivo. Mi rendo conto che...

1.9K I più visti

Likes 0

Il compito erotico di Abby

Frequentavo la scuola media da diversi anni e mi ero fatto la reputazione di sfidare intellettualmente i miei studenti, specialmente nell'area della letteratura drammatica. Molti studenti sono andati in una scuola superiore in tutta la città che era eccezionale. . . anche degno di nota a livello nazionale. Uno di quegli studenti. . . Abby era di gran lunga la mia preferita. Aveva effettivamente trascorso i suoi anni elementari in Canada e l'istruzione che ha ricevuto è stata eccezionale. Nonostante la situazione che sto per descrivere. . . avvenuta quando aveva 14 anni, ho avuto il piacere di averla per tre...

1.8K I più visti

Likes 0

La ragazza dietro il muro

Ero al secondo anno di college quando l'ho incontrata. Kacey viveva nel dormitorio accanto a me, ma non l'avevo mai vista. La conoscevo solo dal nome sulla porta e da quello che ho sentito quella prima notte. Mi sono seduto nel mio letto preparandomi per andare a dormire. Accanto al letto fu spinto contro il muro, e fu allora che l'ho sentito; un gemito morbido e sexy dall'altro lato del muro. Ho spazzato via il primo suono ma quando ho sentito il secondo, un po' più forte e più a lungo, ho iniziato a immaginare il creatore di questi piccoli rumori...

1.9K I più visti

Likes 0

Sorella divertente (Pt1)_(0)

Andare in discoteca in città non è poi così male dici ai tuoi amici quando continuano a chiederti perché lo fai, Perché lo faccio? ti chiedi per la decima volta mentre tu e tua sorella state sulla piattaforma affollata aspettando il tubo a casa. Entrambe vestite con gonne quasi troppo corte per decenza e top attillati, tua sorella si è sempre lamentata del fatto che non indossi mai un reggiseno, i tuoi seni sodi e larghi e quasi cadono dalla linea del collo del taglio inferiore. 23:00 e non puoi credere a quante persone stanno ancora viaggiando, la vedi saltare e...

1.5K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.