Io e Gavin

998Report
Io e Gavin

Questa è una storia sul mio amico e sua madre che vivono nella porta accanto. Avevo 24 anni, mi ero diplomato presto al liceo e poi mi ero laureato presto al college. Ho ottenuto un ottimo lavoro con una grande azienda con un considerevole bonus alla firma che ho applicato a un acconto su una casa. Vivevo lì da 6 mesi e conoscevo molto bene i miei vicini. Janice, un'infermiera che lavorava nell'ospedale locale. Era divorziata da diversi anni e ha lavorato duramente per provvedere al figlio di 12 anni Gavin.
Gavin era un ragazzo snello di 12 anni in seconda media che misurava solo 5'2 "di altezza e circa 90 libbre con capelli corti e castano chiaro e bellissimi occhi azzurri. Era il tipico ragazzo di seconda media che amava i videogiochi, il calcio, il wrestling e le passeggiate. Anni e anni di calcio lo avevano scolpito nella cosa più bella che avessi mai visto. Il suo corpo era snello senza assolutamente grasso corporeo, le sue gambe erano lunghe e magre ma muscolose allo stesso tempo, sfoggiava una piccola confezione da sei per addominali e il suo piccolo sedere era semplicemente fantastico, quasi da memorizzare. La sua pelle era piacevolmente abbronzata e glabra, tutto il suo corpo era glabro e non aveva idea di quanto fosse davvero bello. Era intelligente e prendeva buoni voti in tutte le sue classi, uno studente eterosessuale di cui sua madre era molto orgogliosa. Gavin era un bambino rispettoso, ma si lasciava andare un po' anche quando sua madre non era in giro a imprecare quando giocavamo ai videogiochi e a dire cose che potrebbero sembrare un po' inappropriate.
Veniva molto spesso dopo la scuola e nei fine settimana perché Janice lavorava costantemente. Dopotutto era una capo infermiera e il suo supervisore le aveva chiesto di fare doppi turni su base regolare. Non le importava perché metteva soldi extra in tasca per pagare le bollette e allo stesso tempo risparmiava per l'istruzione universitaria di Gavin. Abbiamo giocato ai videogiochi, nuotato in piscina e lottato sul pavimento del soggiorno. Come la maggior parte dei ragazzi della sua età, non amava molto i vestiti, quindi non appena è arrivato si è tolto tutto tranne i pantaloncini attillati. Stavo diventando sempre più attratto dal mio piccolo amico. Quando abbiamo lottato sul pavimento, mi sono ritrovato a spingere la mia faccia nel suo accovacciato e intorno al suo collo, assorbendo tutto il suo odore di bambino. Così dolce e così innocente che amavo il suo aspetto e il suo odore. In più di un'occasione la mia faccia è andata a finire nella fessura della sua biancheria intima così che il mio naso era proprio accanto al suo sacco a pelo calvo. L'odore era di fiori freschi mescolati a sudore muschiato di ragazzo. Non ne ho mai abbastanza.
Era difficile nascondere il mio cazzo duro mentre ci muovevamo sul pavimento inchiodandoci e toccandoci. Lascio che le mie mani scivolino sul suo bel corpicino all'esterno della maglietta e dei pantaloncini. Il nostro wrestling era diventato un evento normale che ci piaceva entrambi. Penso che gli sia piaciuto quando ho messo il naso vicino al suo pene pelato e alla sacca di palline. Spesso mi teneva la testa e spingeva il suo membro rigido contro la mia guancia o le mie labbra. Tante volte avrei voluto prenderlo in bocca e succhiarglielo, ma ero troppo nervoso e spaventato per farlo.
Gavin era totalmente preso dal calcio. Andavo a tutte le sue partite di calcio, spesso dovevo portarlo perché Janice lavorava. Era un giocatore di calcio straordinario, veloce, aggressivo e probabilmente il miglior giocatore della squadra. Il suo allenatore lo riconobbe e lo chiamò "The Star", lo sapevano anche tutti gli altri ragazzi ed erano solo contenti che fosse nella loro squadra.
Dopo una delle sue partite siamo tornati tutti a casa sua. Janice ha detto che era in ritardo per il lavoro e che c'era del cibo in frigo se avevamo fame. È uscita subito di casa e si è messa al lavoro. Gavin ha detto: "Vado a farmi una doccia e poi possiamo giocare ai videogiochi". Ho detto "OK" mentre lo seguivo nella sua stanza. Mi sono seduto sul letto facendo finta di guardare alcune riviste di giochi mentre lui cominciava a spogliarsi. Si tolse la maglietta esponendo quel bel petto ei suoi piccoli addominali stretti. Poi si tolse le scarpe e i calzini. Non sono sicuro che sapesse che lo stavo guardando, ma non ho potuto fare a meno di guardarlo. Poi si tolse i pantaloncini e il sospensorio e li gettò sul pavimento accanto alle sue scarpe. Mio Dio, eccolo lì davanti a me completamente nudo ed era bellissimo. Fissai il suo culetto stretto e il suo pene pelato di 3 1/2 pollici in soggezione, in soggezione della sua bellezza con il suo piccolo sacco a sfera stretto ancora stretto sotto il suo giovane pene. Penso che si sia accorto che stavo guardando, ma non sembrava interessarsene mentre si voltava ed entrava in bagno per la doccia.
Il mio uccello si era irrigidito mentre lo guardavo spogliarsi, quando ha lasciato la stanza ho guardato il pavimento. Ho visto le sue scarpe ei suoi vestiti ammucchiati. Mi sono abbassato e ho preso il suo piccolo sospensorio e ci ho nascosto la faccia, "Oh mio Dio che profumo paradisiaco" ho pensato mentre inspiravo profondamente annusando il suo dolce sudore muschiato. Ho ripetuto più e più volte annusando tutto il suo profumo da ragazzo. Mentre mi sedevo lì con il suo atleta premuto saldamente contro il mio viso, mi sono abbassato delicatamente per accarezzarmi l'asta e dopo alcuni rapidi colpi mi sono ritrovato a venire nei miei pantaloncini. Pensavo di averlo sentito uscire dalla doccia, quindi mi sono infilato il suo sospensorio in tasca e sono sceso al piano di sotto per riprendermi. Dopo pochi minuti Gavin è emerso dalla sua stanza indossando quello che indossava normalmente nei fine settimana, biancheria intima e pantaloncini... tutto qui. "Lottiamo" disse con voce entusiasta. Non ero in condizione di avvicinarmi a lui, ero dannatamente eccitato, quindi ho risposto "Giochiamo ai videogiochi per un po'". Ha accettato così ci siamo seduti e abbiamo giocato ai videogiochi per qualche ora, parlato di qualsiasi cosa e ogni tanto prendevamo degli spuntini dalla cucina. Janice è tornata a casa dal lavoro prima del normale. Potevo dire che era stanca, quindi ho detto "è tardi, vado a casa a dormire un po'". Gavin ha detto "ehi, non dimenticarti della mia grande partita di domani". "Certo che no" dissi "dobbiamo partire alle 10, quindi non dormire troppo".
Quando sono tornato a casa sono tornato nella mia stanza, mi sono sdraiato sul letto e ho chiuso gli occhi. Ora in ho avuto la possibilità di ripercorrere gli eventi pomeridiani, ripetendo nella mia mente la scena di lui che si spogliava, dove avevo prestato molta attenzione a ogni minimo dettaglio senza nemmeno saperlo veramente. Prendendo il suo atleta nella mia mano e coprendomi il viso con esso... che buon odore. Ho allungato la mano e ho iniziato a massaggiare il mio bulbo, dopo un paio di minuti ho notato qualcosa di spesso nella mia tasca. Ho cercato in tasca e ho pensato subito "Oh Merda", mi sono innervosito quando l'ho sentito uscire dalla doccia e mi sono infilato il suo atleta in tasca. Avevo intenzione di tornare più tardi nella sua stanza e attraversarla sul pavimento. Ho tirato fuori l'atleta dalla tasca e ormai era solo leggermente umido. L'ho portato sulla mia faccia e l'ho posato sul mio naso. Aveva ancora lo stesso profumo paradisiaco che solo lui poteva produrre. Ho sbottonato i miei pantaloncini e li ho abbassati insieme alla biancheria intima. Presi la mia asta in mano e cominciai ad accarezzarla respirando il più profondamente possibile. Quell'odore mi ha reso così eccitato che è passato molto tempo prima che mi venisse la crema in mano. Mi sono asciugata la mano e mi sono subito addormentata.
La mattina dopo mi sono svegliato e mi sono fatto subito la doccia e mi sono vestito. Ho il suo atleta nel mio cassetto della biancheria intima finché non capisco come restituirlo senza che nessuno lo sappia. Era sabato e Gavin ha avuto un doppio colpo di testa, due partite consecutive. Sono andato alla porta accanto e l'ho trovato in cucina che faceva colazione mentre Janice finiva di prepararsi. “Pronto per la grande partita di oggi Champ” ho chiesto. Ha detto "oh ya, non c'è modo di fermarmi oggi". Presto Janice entrò e partimmo tutti per la partita.
Gavin ha suonato in entrambi quasi per tutto il tempo. Hanno vinto entrambe le partite e Gavin aveva segnato la maggior parte dei loro gol, quindi era al settimo cielo..MVP. Sulla strada di casa ci siamo fermati per un hamburger, patatine fritte e un frullato e sua madre ha detto "sei stato fantastico là fuori oggi".
Quando siamo tornati a casa Gavin ha detto "Ho bisogno di una doccia" e io ho detto "anche io dopo essermi seduto al sole per ore, vado a casa a farmi una doccia". Janice ha detto "perché voi ragazzi non andate a fare un bagno fresco nella vasca da giardino". Sono rimasto sorpreso dalla sua offerta e ho guardato Gavin che aveva gli occhi spalancati e le vertigini mentre diceva "vuoi". Ho detto "certo, un bel bagno fresco suona bene in questo momento". Quindi siamo andati al bagno principale e Gavin ha aperto l'acqua nella grande vasca da bagno. Iniziammo entrambi a spogliarci, non potei fare a meno di fissarlo mentre si toglieva le scarpe e i calzini... quei bei piedini sottili. Poi si è tolto la maglia da calcio e mentre ha alzato le braccia sopra la testa, ho potuto vedere le sue ascelle calve che mi hanno davvero eccitato. Poi spinse i pantaloncini e il sospensorio sul pavimento in un colpo solo mentre ne uscì rapidamente e li gettò di lato. Là c'era Gavin, completamente nudo davanti a me e mi disse "non ti spogli anche tu?" Ero così duro che ero quasi imbarazzato a togliermi i vestiti, ma l'ho fatto lo stesso. Quando mi sono tolto i vestiti ha notato il mio cazzo duro e ha sorriso mentre si sedeva nella vasca. Dopo aver finito di spogliarmi, mi sono spostata e mi sono seduta nella vasca, di fronte a lui, in modo che ci guardassimo.
Ci siamo seduti nell'acqua fresca e prima che me ne accorgessi Gavin ha alzato la gamba e ha detto che era dolorante per aver giocato due partite consecutive. Gli ho detto che l'avrei massaggiato e questo avrebbe dovuto far sparire il dolore. Ha sollevato la sua gamba fuori dall'acqua e ho preso il suo polpaccio nella mia mano. Ho iniziato a massaggiarlo, la sua gamba e il suo piede ora davanti al mio viso. Il suo piedino snello era così bello; tutto quello che volevo fare era succhiarlo. Ho preso la saponetta e ho cominciato a farla scorrere su e giù per il suo piedino mentre lo massaggiavo allo stesso tempo. Potrei dire che gli piaceva mentre appoggiava la testa all'indietro ed emetteva un piccolo gemito. Dopo alcuni minuti in cui mi sono insaponato il piede l'ho messo nell'acqua e l'ho pulito. Quando l'ho riportato fuori dall'acqua ho potuto vedere che i suoi occhi erano ancora chiusi mentre si appoggiava alla vasca.
Avvicinai il suo piede al mio viso e notai come erano accuratamente curati. Ho aperto la bocca e ho preso il suo alluce e ho iniziato a succhiarlo mentre gli strofinavo il polpaccio. All'inizio non ha detto nulla, si è semplicemente spostato e ha detto "sì, mi piace". Con il suo incoraggiamento ho preso ognuno dei suoi piccoli piedi nella mia bocca e li ho succhiati. Potevo sentire il suo altro piede premere saldamente contro il mio cazzo duro mentre lo muoveva su e giù come se mi masturbasse. Ha detto "Succhiami le dita dei piedi e poi puoi succhiarmi il cazzo". Ho aperto la bocca il più possibile e ho infilato quasi metà del suo piede nella mia bocca, infilando la lingua tra ciascuno dei suoi mignoli. Non riusciva a credere che avessi il suo piede in bocca, ma adorava sentire la mia lingua che si muoveva tra le sue dita dei piedi.
All'improvviso la porta del bagno si è aperta e abbiamo sentito "farò tardi"... oh merda, oh merda, oh merda, ho pensato tra me e me mentre Janice era lì a guardarci con il piede di Gavin nella mia cavalcatura. ero congelato; Non sapevo cosa fare o dire, quindi mi sono seduto lì per qualche secondo, che sembrava un'eternità. Lentamente ho lasciato il suo piedino scivolare fuori dalla mia bocca pronto a sentirla urlare contro di me, i suoi piccoli piedi luccicanti con la mia saliva su di loro. Janice disse: "Beh, è ​​stato un boccone, vero, Gavin, ti piace che ti succhi le dita dei piedi?" Ha risposto rapidamente: "sì, mi piace che mi lecchi e mi succhi le dita dei piedi". Janis ha chiesto se c'era qualcos'altro che voleva che succhiassi. Tutto ciò che Gavin riuscì a dire fu "oh sì, ho qualcos'altro che può succhiare".
Janis mi ha guardato e ha detto "c'è qualcos'altro che vuoi succhiare"? "Vuoi che sia onesto" ho detto? Janis ha detto "sì, sei tra amici e non ti giudicheremo"? Ho detto OK, voglio leccargli entrambi i piedi e succhiargli tutte le dita. Voglio succhiargli tutte le dita e leccare i suoi piedini da cima a fondo. Voglio seppellire la mia faccia nel suo stomaco leccando i suoi piccoli addominali stretti mentre mi faccio strada verso il suo piccolo ombelico. Voglio infilare la lingua nell'ombelico di Gavin mentre stringo le sue belle e giovani cosce.

Storie simili

Una storia d'amore al liceo pt 3

Era lunedì, ma fortunatamente le vacanze di primavera erano in pieno svolgimento. Mi sono svegliato dopo un altro sogno, questa volta su Hailey e Abbey allo stesso tempo. Abbey stava cavalcando il mio cazzo, mentre limonava con Hailey. Questa volta non mi sono schizzato nei pantaloni, ma mi sono comunque svegliato piantando una tenda importante. La prima cosa che ho fatto è stata controllare il telefono quando mi sono ripreso. Anna-beth mi ha mandato un messaggio chiedendomi se volevo venire a casa sua. Ho accettato ma non sono potuto venire fino alle 12:00. Ho lasciato la mia stanza e sono andato...

202 I più visti

Likes 0

La moglie di Rick parte 5 di 6

La storia del mio amico La moglie di Rick 5 (5 di 6) La scena: Bendata, ero in ginocchio sul soggiorno pavimento, le ginocchia divaricate, l'inguine stretto contro il sedere di Linda, la mia moglie, anche lei inginocchiata e seduta sui talloni. Linda, dentro volta, era inginocchiato tra le gambe tese di William, che seduto sul nostro divanetto. Ora, immagina questo: io, il signor eterosessuale, mi stavo sporgendo in avanti con le braccia intorno a mia moglie. La mia mano sinistra era posta su quella di Linda mano sinistra che strizzava e massaggiava le palle di William. Il mio diritto la...

803 I più visti

Likes 0

La mia sorellina Lily, Capitolo 2: Il primo amante di Lily_(0)

Il sole è entrato nella camera da letto e mi sono svegliato e mi sono strofinato gli occhi. Guardai in basso accanto a me e c'era la mia sorellina. Ho preso il mio telefono e ci ho ordinato la colazione, poi l'ho tirata tra le mie braccia. Si è svegliata solo un po' e mi ha massaggiato il petto mentre giaceva lì. La sua mano rallentò mentre si riaddormentava e io giocavo con i suoi lunghi capelli castani con le punte grigio blu. Presto suonò il campanello e scivolai lentamente fuori dal letto. Quando sono tornato lei era seduta e si...

874 I più visti

Likes 0

Atto di fede

Trascorrendo i tuoi anni formativi a San Francisco, ti evolvi in ​​modo diverso, soprattutto quando si tratta di sesso. Non ho mai avuto fidanzate per dire, e non avevo nemmeno i pantaloncini da fantino, ma mi masturbavo abbastanza spesso. Vale a dire, avevo altri interessi. Così, quando avevo quindici anni, sono andato nel quartiere di Castro, anche se non potevo bere, ho pensato di dare un'occhiata in giro. Le persone erano davvero amichevoli....Un ragazzo carino e curioso...heh...vai a capire. C'era un bar particolare, con un caffè sul marciapiede dove mi è stato chiesto di unirmi a dei ragazzi davvero carini e...

186 I più visti

Likes 0

Cameriera di latte cremoso

Cameriera di latte cremoso Kelsey Diaz aveva sempre avuto ragazzi dopo di lei, anche alle elementari. C'era solo qualcosa in lei che sembrava attirarli. Non lo capiva davvero quando era una ragazzina, ma era diventato almeno un po' più ovvio quando aveva frequentato il liceo. Kelsey era un bel mix di latino e nativo americano, circa un quarto nativo americano per quanto ne sapeva. Ma ciò che significava fisicamente per lei era che era quella che i ragazzi chiamavano una bomba totale. Sospettava segretamente che a volte volessero solo stare con lei per avvicinarsi alla sua famigerata mamma pornostar. A volte...

177 I più visti

Likes 0

La riunione dell'anniversario - CH 2

Tornai in fondo al corridoio e andai a cercare un'altra birra. Dopo quello che avevo appena passato, ne avevo bisogno. La mia testa nuotava per la confusione. Ero appena stato ricattato nella fottuta zia Edna. E mentre è stato certamente piacevole, ho trovato l'intera faccenda un po' strana e stravagante. Poi mi ha colpito... E Heather? La mia mente correva a pensare se dovevo dirle cosa era appena successo. Cosa avrei detto quando sarebbe andata a cercare le sue mutandine? Come potrei spiegare cosa è successo; che ero stato beccato da zia Edna? Come potevo dirle che Edna si è imposta...

910 I più visti

Likes 0

Il fine settimana (parte 2)

Seconda parte della mia prima storia. Questo è il mio primo tentativo, quindi perdonate eventuali errori o contrattempi. In questo capitolo le cose si fanno interessanti! Se l'incesto non fa per te, non continuare a leggere. Capitolo 2: Comportamento scorretto. Mi sono fatto strada di sopra, i miei genitori se n'erano appena andati. Beh, se sono bloccato qui, dovrò solo sballarmi. pensai tra me e me, sorridendo mentre facevo due passi alla volta. Mentre arrivavo in cima alle scale, Danielle stava appena uscendo dalla sua stanza. Era vestita per uscire. Non riuscivo a trattenermi dal pensare Accidenti. Indossava una maglietta attillata...

738 I più visti

Likes 0

La realizzazione di una troia - parte 4

«Di solito» disse il dottor Field. “Avrei un'infermiera presente e lei rimarrebbe durante l'esame, ma il tuo patrigno mi dice che non sarà necessario. In effetti, sarà invece presente quando lo chiamo. Dice anche che non c'è bisogno di darti un vestito o di lasciare la stanza mentre ti spogli. Mi sorrise, ma non in modo molto amichevole. Allora, vai avanti, togliti il ​​vestito. Papà mi aveva detto di indossare un vestito di cotone senza reggiseno o mutandine, così me lo sono tolto sopra la testa e sono rimasto lì con i sandali. Il dottore si leccò le labbra. “Capisco che...

313 I più visti

Likes 0

Appuntamento notturno da ricordare

Mentre ti tenevo stretto, l'acqua calda è caduta sui nostri corpi, tenendoci al caldo durante il nostro abbraccio appassionato. Era il nostro appuntamento notturno settimanale e abbiamo deciso di finirlo il più intimamente possibile. Abbiamo deciso di fare una doccia calda e buia insieme mentre le canzoni d'amore suonavano dal nostro altoparlante. Era assolutamente perfetto. Sentirti tra le mie braccia nell'oscurità più assoluta, aggiungeva questo senso di vicinanza che non sentivo da un po'. Non potevo fare a meno di baciarti. All'inizio con delicatezza, ma col passare del tempo ho trovato sempre più difficile contenere il mio amore per te. Ti...

241 I più visti

Likes 0

Tiffany fa una crociera ai Caraibi 5

Tiffany e la crociera ai caraibi 5 Ero riposato e riposato quando Tiffany è tornata. Era esausta. La sua figa era cruda e le sue labbra erano gonfie da così tanto succhiare il cazzo. Non lo sapevo, ovviamente. Ho bisogno di un po' di riposo. disse mentre chiudeva la porta del bagno per un'autoispezione. Mi sento abbastanza bene, vado al surf bar. Ho chiamato attraverso la porta. Ok divertiti. Sarò nel mondo dei sogni. Tiffany ha risposto. Era sollevata di essere sola per un po' e di potersi riposare e ripulire dalla scopata. Mi sono seduto alla fine del surf bar...

193 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.