Le avventure di Jessica 4!

449Report
Le avventure di Jessica 4!

Le avventure di Jessica 4





Note dell'autore: Ehi gente, questa è la mia quarta storia della serie e non vedo l'ora di ricevere un feedback. Adoro scrivere queste storie, ma sono molto impegnato ora, quindi potrebbe passare un po' di tempo tra le storie. Amo tutti i miei fan e odio i miei non fan, lol, beh, non ti odio davvero, mi chiedo solo perché non ti piacciono le mie storie. Ci sarà incesto in questa storia, e se odi l'incesto, non leggerlo. Questa è la quarta avventura di Jessica nella serie e, in futuro, fai attenzione a un ospite speciale. LINDSAY LOHAN!!!! Sì, una delle ragazze più calde. Sarà qui in 3 avventure, che la renderanno la numero 7. Attenta a lei, e farà molto caldo. In questo momento, dai un'occhiata a questo. Spero che piaccia a tutti. E scusa per l'attesa, scusa davvero. Per favore, invia un feedback al mio indirizzo e-mail, e io penserò ONESTAMENTE a qualsiasi idea che hai per le mie storie, e mi assicurerò di darti un po' di credito. Ti amo, divertiti! e non avrei potuto farlo senza il mio amico shariku. ti amo piccola!





Parte 1: Ricordi


Jessica si è svegliata nel suo letto una settimana dopo. Il suo letto era fradicio di sperma, sudore e sputi. Si è masturbata solo ieri sera, dato che i suoi fratelli sono fuori città. È venuta 10 volte la scorsa notte nel suo letto, da sola, usando solo le dita. Ci sono volute un paio d'ore, ma è stato anche divertente. Si alzò, le gambe ancora traballanti, e camminò in giro, nuda, cercando di sentire la sensazione nelle gambe.
Dopo 10 minuti, ha ripreso la sensazione nelle gambe ed è entrata nel suo bagno, aprendo l'acqua alla temperatura più fredda. Saltò dentro, non letteralmente, e lasciò che l'acqua le colpisse la pelle. "Oh sì, ma sono ancora così caldo!" dopo un'ora sotto la doccia, scese e prese l'asciugacapelli. Ha iniziato ad asciugarsi i capelli e li ha usati sul suo corpo, "Mmmmm, è così bello". L'ha usato sui capezzoli. I suoi capezzoli sono diventati duri, e lei era figlio secco.
Ha fatto soffiare il soffiatore sulla sua figa, si è lamentata e ha avuto un'idea. Lo infilò nella sua figa. "BRUCIA!!!" gridò, ma si sentiva bene. Gemette e sudava, pizzicandosi il clitoride con la mano libera. Gettò indietro la testa e si fotte con il soffiatore, sorridendo. È arrivata presto, trasudando ovunque. Lentamente, ne raccolse un po' alla volta, mangiandola. Amava il gusto del proprio sperma.
Lasciò il bagno dopo aver messo via il ventilatore, e si lasciò cadere sul letto, saltando su, ora di nuovo coperta di sudore, "Oh merda..."


Parte 2: Il piccolo angelo di papà


Più tardi quel giorno, Jessica indossava il suo costume da bagno, che consisteva in un bikini e un perizoma. Si diresse fuori dove suo padre era in piedi in piscina. Jess uscì fuori, ondeggiando i fianchi e scuotendola leggermente. Suo padre la vide: "Ehi tesoro!" disse, ancora in piscina, "Ciao papà". Jess sorrise e si sdraiò su una sedia a sdraio, abbronzandosi. Suo padre non riusciva a smettere di fissarla. Ha iniziato ad avere un'erezione, "Ma è mia figlia..." sussurrò tra sé e sé. Presto fu davvero duro. Jess si alzò ed entrò.
3 minuti dopo, è uscita con una bottiglia di crema solare. “Ehi papà, puoi strofinarmelo addosso? Non voglio diventare tutto appiccicoso con la lozione" "ummm... certo, piccola" sorrise, uscendo, cercando di nascondere la sua erezione. Jess lo vide, scioccata, ma aveva un'idea. “Papà, dammi solo le spalle. Si sdraiò a faccia in giù sulla sedia da giardino e si slacciò il top, con la schiena nuda.
Sorrise e prese la lozione, mettendone un po' tra le mani, e iniziò a massaggiarle la schiena, "Mmmmm, papà, che bello!" lei sorrise. La sua erezione crebbe: "La tua schiena è così bella e morbida". Presto ebbe finito: "Per favore, fammi la parte posteriore delle gambe". Questo gli fece aprire la bocca. Ora poteva toccare le dolci e belle gambe di sua figlia. Si mise più lozione e iniziò a massaggiarle le caviglie.
Si mosse più in alto e presto le accarezzò le cosce. Ha iniziato a lamentarsi, "mmm, papà". Questo lo ha acceso, "papà superiore". Si mosse più in alto, ed era davvero vicino al suo culo, "Non aver paura, vai più in alto". Sorrise e iniziò a massaggiarle il culo. Questo era tutto sessuale, "Sì papà, più difficile!" emise un piccolo gemito lui stesso, e iniziò a strizzare e strofinare, "Toglimi le natiche e mettiti tra il mio crack" sorrise.
Lo aveva dove lo voleva. Le tirò giù il sedere e le baciò dolcemente il culo. "Lecca il buco del culo di tua figlia, pervertito." lei ridacchiò. Ha notevolmente allargato le guance del culo. Le baciò leggermente il buco del culo, e poi iniziò a leccarlo dolcemente. Ha iniziato a tremare, la sensazione era così incredibile. Voleva che finisse, ma voleva anche che continuasse per sempre.
Ha iniziato a scoparle il culo con la lingua e lei ha iniziato a spingergli indietro la faccia. Stava sudando molto e gemendo forte, "Oh papà!!!!" presto lei si fermò, e tirò fuori i suoi bauli, cazzo duro. Glielo ha piantato nel culo, "OH!!!!!" ha urlato, il suo cazzo di 13 pollici fino in fondo nel suo culo, "NO NO NO, FA MALE!!!!!" ma presto ha iniziato a sentirsi bene. "Papà, voglio che ti scopi la MIA FIGA!!!!" ha urlato. Si tirò fuori e sorrise, scopandole la figa alla pecorina. Ha rimbalzato avanti e indietro con il suo cazzo. Sudore che cade a terra.
Stava grugnendo rumorosamente, e sorrise anche lui. Presto è venuto dentro la sua figa. Questo ha scatenato Jessica. Anche lei è scoppiata, spruzzando dappertutto. Jess cadde a terra, stordito.


Parte 3: Ripagare il padre

Quella notte Jessica si è svegliata nel suo letto. Non aveva il sogno della casa. Era strano. "Forse sono finiti?" Lei ha pensato. Indossava una piccola canottiera e pantaloncini. Ecco in cosa dormiva a volte, quando non dormiva nuda. Guardò l'orologio ed era mezzanotte. Stava morendo di fame, "Immagino sia perché non ho cenato". Disse a se stessa, andando alla sua porta. L'aprì e scese al piano di sotto. Sentì dei grugniti dalla stanza di suo fratello, ma non si preoccupò di guardare.
Scese al piano di sotto e si diresse in cucina, per un po' d'acqua e forse uno spuntino. È entrata e suo padre era lì, che guardava nel frigo, in vestaglia. "Hey papà!" disse lei sorridendo. Lui la guardò: "Ehi dolcezza". ha chiuso il frigo.
Si avvicinò al congelatore e gli baciò le labbra. Si chinò, guardando nel congelatore, strofinando il culo contro il suo cazzo. È diventato davvero duro molto velocemente. Si rialzò, voltandosi, ridacchiando.
"Ehi papà, non ho mai avuto modo di ripagarti per quello che hai fatto prima oggi." Lei sorrise. Si avvicinò a lui, togliendosi la vestaglia, guardando il suo corpo nudo. "Papà, sei davvero uno stallone." Lei rise: “Wow, sto davvero guardando il tuo cazzo adesso. Quanto grande? 12 pollici?" “14.” Ha detto, sorridendo "MERDA SANTA!!!" lei ha urlato.
Ha annuito, "sì, anche naturale al 100%". La prese in braccio e la fece sedere sul tavolo della cucina. Le baciò il collo e le labbra. Lei ricambiò il bacio, amando questo momento. Le fece scivolare lentamente la parte superiore, rivelando i suoi capezzoli all'aria fresca della notte. Sono diventati duri presto. Avvolse la bocca intorno al suo capezzolo sinistro, leccandolo e succhiandolo, pizzicando anche l'altro.
Lei gemette, "oh papà, sei così cattivo, facendo questo alla tua stessa carne e sangue!" sorrise lei, e gli passò le dita tra i capelli.
Si spostò verso il basso e le tolse i pantaloncini, annusando il suo aroma. "Oh papà!" gemette lei, alzandosi dal tavolo, facendolo sedere sopra “Devo ripagarti per prima” sorrise, felice.
Si inginocchiò sul pavimento e prese il suo cazzo in mano, masturbandolo lentamente "mmmm, sì piccola" prese la testa in bocca, succhiando davvero forte. “Oh WOW!!!” disse, sdraiandosi sul tavolo. Ha preso in 7 pollici, a metà strada. Saltellando su e giù, si sentono suoni molto forti e rumorosi. Era troppo grande da accettare. “oh Jessica, oh JESSICA!!! SUCCHIA IL GROSSO CAZZO DURO DI PAPÀ!!!!” gemette, ora 10 pollici di profondità all'interno della sua gola.
Amava il suo gusto "baby, sto per venire!" le teneva la testa. Scese e iniziò a masturbarlo, con la bocca spalancata. "OOOOO" fece prima che un enorme getto di sperma volasse sul suo viso, schizzando in ogni modo. La colpì proprio in faccia, vicino al naso, schizzando come un palloncino d'acqua. Altri 5 getti volarono nella sua bocca, insieme a un altro paio sul suo viso, e finirono con un paio sul suo seno.
"Dio papà, è stato un sacco di sperma!!" disse ridendo a crepapelle, leccandosi le labbra "corre nel lato maschile della famiglia" sorrise.
Si appoggiò al congelatore, in una posizione in cui i poliziotti ti avrebbero chiesto di entrare, tranne per il fatto che il suo culo era fuori "vieni qui papà, e scopa il culo dolce della tua bambina". Lei ridacchiò.
Si avvicinò, strofinando la testa del cazzo sulle guance del suo culo, prendendo un po' di sperma su di loro, e poi dentro il suo culo, bagnandolo. Sorrise, i suoi capezzoli si indurirono di nuovo, appoggiandosi al congelatore.
Le spinse lentamente nel culo; emise uno strillo di piacere. "Oh papà, ti amo così... tanto" "Ti amo anch'io piccola!" ha spinto in 5 pollici, facendole stringere il frigo. Ha portato una mano verso il basso per la sua figa, strofinando. "mmm, papà, sì, fottimi più forte!" lo ha fatto, e andando più veloce. Ha stretto il culo così forte sul suo cazzo, eppure è così morbido e caldo. Questo è durato per 20 minuti, il calore che li attraversava, ma il freddo del congelatore li raffreddava.
"papà... sto per venire..." "Anch'io piccola" si baciarono, ed entrambi vennero allo stesso tempo, tenendosi l'un l'altro, e poi crollando insieme, addormentati.



Parte 4: I sogni si avverano.


Jess era di nuovo in casa, nuda, coperta di sudore e sperma. Camminò lungo il corridoio e vide una porta con l'etichetta "Papà" che aprì, aspettandosi qualcosa di grande. Entrò, una piscina in mezzo alla stanza, sia lei che suo padre che si scopavano a sangue a vicenda. Questo è stato fantastico. Si è svegliata, suo padre la teneva tra le braccia sul pavimento della cucina. "Ti amo papà" ha detto prima di addormentarsi.


Fine della parte 4

Storie simili

Moglie violentata in Sudafrica

Mia moglie Elaine ed io abbiamo fatto una vacanza in Sudafrica l'anno scorso e abbiamo deciso di provare a vedere quanto più possibile del paese. Abbiamo volato a Johannesburg e abbiamo trascorso un paio di giorni a guardarci intorno. Abbiamo ricevuto molti avvertimenti sui pericoli della città, capitale mondiale degli omicidi, e abbiamo preso taxi ovunque. Le township sono state un vero shock culturale ma con una guida e stando nei trasporti, non abbiamo avuto problemi. Abbiamo viaggiato a Port Elizabeth e abbiamo affittato un bungalow, era bellissimo. Ci siamo rilassati e probabilmente eravamo meno consapevoli di ciò che ci circondava...

412 I più visti

Likes 0

Una ragazza di nome Areola Parte 06

Una ragazza di nome Areola e sua sorella di nome Beaver di Vanessa Evans Come al solito, è meglio leggere le parti precedenti prima di questa. Parte 06 Pigiama party da Jade Non avevamo idea di cosa avremmo fatto mentre eravamo lì, o cosa avremmo dovuto indossare, quindi abbiamo buttato una varietà di vestiti e altre cose in una piccola valigia e l'abbiamo messa in macchina. Poi abbiamo passato un'oretta in bagno facendoci apparire al meglio e sfogando un po' di eccitazione in ognuno di noi. Abbiamo indossato una gonna e una canotta, le gonne erano minigonne, non micro-mini, e le...

323 I più visti

Likes 0

Moglie perfidamente selvaggia

Era solo un altro martedì, un martedì come un altro, Barbara si stava vestendo per andare al lavoro e suo marito John si stava già svegliando. Sono sposati da oltre cinque anni e la loro relazione li ha tenuti entrambi soddisfatti. Entrambi hanno convenuto che non avrebbero voluto condividere l'un l'altro con nessun altro, essendo solo una famiglia sposata tradizionale e normale. Barbara amava John immensamente. Ha continuato a mostrare la sua cura per lei proprio come era quando si sono sposati. L'avrebbe baciata, abbracciata, fatto regali, parlato con le sue parole dolci, praticamente tutto. Era sicura che suo marito fosse...

287 I più visti

Likes 0

La storia di Jeannie

Molti anni fa, quando avevo 15 anni, ho scoperto la scorta di riviste porno di mio padre. A quel punto sarei stato felice di vedere semplicemente una foto di un seno nudo. Tuttavia, i gusti di mio padre erano un po' più contorti del tipico porno di Playboy. La sua scorta includeva riviste di bondage, graphic novel e diverse copie della rivista Variations. Suppongo che sia stata questa scoperta e le innumerevoli ore che ho passato con quelle riviste a condurmi alla storia che devo raccontarti oggi. Ho letto ogni rivista e copertina del libro per coprire ogni possibilità che ho...

180 I più visti

Likes 0

La mia sorellina Lily, Capitolo 2: Il primo amante di Lily_(0)

Il sole è entrato nella camera da letto e mi sono svegliato e mi sono strofinato gli occhi. Guardai in basso accanto a me e c'era la mia sorellina. Ho preso il mio telefono e ci ho ordinato la colazione, poi l'ho tirata tra le mie braccia. Si è svegliata solo un po' e mi ha massaggiato il petto mentre giaceva lì. La sua mano rallentò mentre si riaddormentava e io giocavo con i suoi lunghi capelli castani con le punte grigio blu. Presto suonò il campanello e scivolai lentamente fuori dal letto. Quando sono tornato lei era seduta e si...

148 I più visti

Likes 0

Fuga alle terme

Introduzione: Mia moglie Lucy vende apparecchiature per ufficio di fascia alta per una grande società nazionale. Questo è il suo quarto anno di successo nelle vendite sul campo. Lucy è stata nominata VENDITORE DELL'ANNO negli ultimi tre anni. Mi chiamo Jim 42 anni e il nome di mia moglie Lucy 40 anni. Siamo sposati da 15 anni. Siamo tanto innamorati ora come lo eravamo il giorno in cui ci siamo sposati. Lucy è una donna straordinariamente bella e lo sa. Ama il sesso e ama stuzzicarmi e darmi piacere. È così disinibita che non mi ha mai negato nessuno dei miei...

444 I più visti

Likes 0

La Vergine violata di Ward Fulton Capitolo 1

Non mio... Capitolo 1 Il centro commerciale era affollato di studenti, tutti desiderosi di approfittare del il sole e la dolce brezza primaverile che soffiava dolcemente dal fiume. Ogni panchina era occupata, e anche gli ampi bordi di cemento che orlate le aiuole erano stipate di adolescenti chiacchieroni, i loro gli spiriti sollevati dall'ultima partenza dell'inverno e dalla vista di migliaia di narcisi che annunciavano l'avvicinarsi della stagione. L'orologio dell'Old Main segnava le undici e mezzo e Suzanne alzò lo sguardo... con impazienza mentre si faceva strada tra la folla. Yvonne aveva detto 1115. Dov'era? Nervosamente, Suzanne si voltò e urtò...

384 I più visti

Likes 0

Dal negozio di alimentari a f

Ho guardato l'incredibile seduttrice da dietro pensando a tutte le cose sporche che le avrei fatto se ne avessi avuto la possibilità, che era esattamente come lo volevo. L'ho seguita da lontano e ho continuato a fare acquisti, o in questo momento per lo più facendo finta di farlo. Ero così perso nel corpo della ragazza adolescente di fronte a me che lo shopping per quello per cui ero venuto non sarebbe successo a causa della mia immaginazione iperattiva. Il fatto che il mio cazzo fosse duro come una roccia non aiutava, specialmente nei jeans attillati che indossavo. Speravo davvero che...

385 I più visti

Likes 0

Lo schiavo del presidente Milford Parte 3

Scarlett era stata una ragazza timida e introversa prima che sua madre la portasse alla Casa Bianca tre mesi prima, ma il trauma che aveva subito la notte delle elezioni aveva costruito un guscio intorno a lei e non aveva detto una sola parola a nessuno da quando aveva perso la sua verginità. Se non fosse stato per le sue urla e il suo pianto, non avrebbe emesso un solo suono, tranne le suppliche di panico che sono cadute nel vuoto quando il chirurgo generale le ha rimosso il clitoride per ordine del presidente Samuel Millhouse Milford. La sua vita nei...

393 I più visti

Likes 0

La moglie di Rick parte 5 di 6

La storia del mio amico La moglie di Rick 5 (5 di 6) La scena: Bendata, ero in ginocchio sul soggiorno pavimento, le ginocchia divaricate, l'inguine stretto contro il sedere di Linda, la mia moglie, anche lei inginocchiata e seduta sui talloni. Linda, dentro volta, era inginocchiato tra le gambe tese di William, che seduto sul nostro divanetto. Ora, immagina questo: io, il signor eterosessuale, mi stavo sporgendo in avanti con le braccia intorno a mia moglie. La mia mano sinistra era posta su quella di Linda mano sinistra che strizzava e massaggiava le palle di William. Il mio diritto la...

224 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.