Sorelle adorabili

904Report
Sorelle adorabili

Da adolescente ero molto eccitata, ma me ne stavo per conto mio. Quando avevo 16 anni, mia sorella ne aveva 13, e quando insieme andavamo molto d'accordo. Mia sorella Christina e io ci assomigliavamo molto. Infatti, quando mia sorella superò la pubertà, potevamo passare per gemelle, anche se eravamo a tre anni di distanza.
Vivevamo entrambi con i nostri genitori, anche loro vicini. Vivevamo tranquillamente, e con questo intendo dire che eravamo vicini a noi stessi con le nostre vite sessuali. Una volta che tutti gli altri in casa mia si erano addormentati, spegnevo le luci, mi infilavo sotto il letto e mi strofinavo delicatamente. L'ho fatto perché la mia stanza era l'unica in casa che non si chiudeva.
Quando si trattava di orgasmi, ero sottile. Certo, se mi stavi guardando, sapresti che stavo avendo un orgasmo, ma non mi sono mai lamentato e ho cercato di tenere il respiro sotto controllo. Questo per garantire che nessuno mi beccasse mai a masturbarmi.
Comunque, questo è successo un giorno d'inverno, verso la metà di gennaio. Era un lunedì e dovevamo andare a scuola, ma quando ci siamo svegliati, le strade erano troppo coperte di neve per andare da qualche parte, quindi hanno cancellato la scuola per quel giorno. Sono stato particolarmente sollevato perché quel giorno ho avuto un grande test in inglese.
Vivevamo nella Carolina del Sud, negli Stati Uniti. Di solito non nevicava troppa, ma se lo facevamo non era più di un paio di centimetri. Bene, questo giorno siamo riusciti a ottenere 8 pollici durante la notte e stava ancora cadendo.
Ho fatto i miei affari facendo cose che normalmente avrei fatto di sabato. Feci colazione e continuai al piano di sopra a farmi una doccia. In bagno, ho aperto l'acqua e poi mi sono messo davanti allo specchio. Mi sono tolto il pigiama e mi sono guardato allo specchio. Avevo a malapena il seno a coppa C e una bella figura a clessidra. Ero orgoglioso del mio corpo, anche se a quel punto non l'avevo mai mostrato a nessun altro.
Poi, quando ero sotto la doccia, mi sono rasato le fossette, le gambe e la zona pubica. All'epoca non avevo un ragazzo, ma radermi il pube mi faceva sentire più sexy. Una volta che ho finito con la doccia, ho indossato dei vestiti puliti e sono salito nella mia stanza.
La mia stanza era l'unica stanza al piano di sopra della casa; quindi di solito era più freddo in inverno e più caldo in estate, a causa della scarsa ventilazione poiché la casa era stata costruita negli anni '70.
Il resto della mia giornata è stato pieno di parlare con gli amici, camminare sulla neve perché normalmente non ne capivamo molto e guardare la televisione.
Più tardi, dopo cena, la neve aveva smesso di cadere e cominciò a cadere sotto forma di pioggia gelata. Nel giro di poche ore si è interrotta la corrente. Non era molto divertente ora che era buio e non c'era assolutamente niente da fare.
Christina ed io andammo sulla veranda sul retro per raccogliere della legna da ardere che mio padre aveva tagliato il giorno prima. Il riscaldamento non funzionava; potremmo già cominciare a sentire la casa diventare fredda. Ci siamo scrollati di dosso la neve, li abbiamo messi nel camino e li abbiamo accesi con un accendino e dei vecchi giornali.
Abbiamo guardato un film e mezzo sul laptop di mia madre finché non è morto. Quando il laptop è morto, Christina ha suggerito di andare a letto e ho accettato. Sono andato in camera mia, ho aperto la porta e ho detto: "Diavolo no".
Faceva troppo freddo lì dentro perché chiunque potesse dormire. Chiesi a mia madre se potevo dormire sul letto estraibile che era nel divano dato che c'era un caminetto in quella stanza, e il mio era decisamente troppo freddo.
Ha detto che potevo e Christina mi ha chiesto se poteva dire con me dato che anche la sua stanza era fredda. Ho detto: "Sì, ma so che la tua stanza non è sicuramente fredda come la mia". Avevo già dormito con mia sorella e non ho mai avuto problemi, quindi non vedevo perché questa volta sarebbe stato diverso.
Ognuno di noi tornava nelle proprie stanze per prendere il pigiama. Il mio pigiama di solito consisteva in una maglietta senza reggiseno e mutandine. Tuttavia, stavo dormendo con mia sorella e faceva freddo. Ho finito di mettermi dei pantaloni della tuta e una maglietta.
Quando siamo tornati in soggiorno, nostra madre ha detto di dormire bene e che dovevamo spegnere il fuoco prima di andare a letto. «Va bene», dissi. Mia madre lasciò la stanza e io e mia sorella ci sedemmo sul divano letto e chiacchierammo di diverse cose finché non fummo pronti per andare a letto.
Sono andato a spegnere il fuoco, finché ho capito che non sapevo come spegnere un incendio. Quindi ci ho buttato sopra dell'acqua e ho sperato per il meglio.
Entrambi ci siamo infilati sotto le coperte e abbiamo iniziato ad addormentarci. Sono rimasto sdraiato lì per un po' e poi ho dovuto usare il bagno. Così mi sono alzato, cercando di non svegliare mia sorella, e sono andato a fare pipì. Quando ho finito, sono tornato nella stanza e mi sono sdraiato.
Poi mia sorella fece una domanda che sembrava così profonda, che non avrei mai pensato di farla a nessun altro. "Ti masturbi?" lei chiese. Sono rimasto scioccato come avrei dovuto essere, ma non sono stato in grado di rispondere per un minuto. Il fatto che la mia sorellina sapesse di cosa si trattava e me lo chiedesse.
La prossima cosa che ho detto non ha risposto alla sua domanda, ma sembrava prosperare la conversazione. Ho detto: "Dove hai imparato una cosa del genere?" "Alcuni amici a scuola me ne hanno parlato", ha risposto.
Ho pensato tra me e me: "Cosa farò per questa situazione". Tra la confusione ei pensieri di mia sorella ribelle, ho notato che ero leggermente eccitato da questo. Ho chiesto a mia sorella: "Sai cos'è?"
Ha detto che l'ha fatto e che voleva solo sapere se l'ho fatto o no. Le ho detto che l'avevo fatto, e da lì, la conversazione è diventata una discussione sessuale dell'intera mia vita. Ci siamo scambiati informazioni che non avrei mai pensato potessero uscire dalle mie labbra.
Ci siamo detti la prima volta che abbiamo avuto un orgasmo, come abbiamo imparato, cosa usiamo più spesso, come ci sediamo e l'elenco potrebbe continuare. Stavo diventando sempre più bagnato da questa conversazione. Non ho mai saputo che mia sorella fosse questo tipo di ragazza. Poi di nuovo, non sapevo nemmeno di essere quel tipo di ragazza.
Poi, dal nulla, ho avuto questo forte bisogno di chiederle qualcosa. "Vuoi farlo insieme, sai, uno di fronte all'altro?" Era una di quelle cose che si dice senza conoscere davvero le eventualità dell'affermazione. Ho pensato che avrebbe potuto rifiutare e mi sarei sentito in imbarazzo. Ma potevo vedere la contentezza nei suoi occhi.
Chiedendomi in cosa mi fossi cacciato, ci siamo sfilati entrambi i pantaloni e poi le mutandine. Preoccupati per l'arrivo di nostra madre, siamo rimasti sotto le coperte. Abbiamo deciso di toccarci l'un l'altro finché non siamo arrivati.
Ero un po' nervoso, ma sono andato avanti e le ho fatto scivolare la mano destra sull'inguine. Ho sentito i suoi capelli tra le mie dita. Poi, ho infilato due dita nella sua vagina, che era bagnata e calda. Ho notato che la sua mano sinistra si muoveva verso il mio inguine appena rasato. Ha detto "ooo", perché non aveva mai visto o pensato di radersi la vagina.
Mi ha infilato le dita dentro ed è stato meraviglioso. Mi ero sempre chiesto come sarebbe stato per un'altra persona toccarmi un dito, ma non avrei mai pensato che sarebbe stata mia sorella a farlo.
Cominciammo entrambi a muovere le dita per dare piacere all'altro. Sono rimasto sbalordito dal modo in cui mi stava toccando, ma anche da quanto fosse diverso toccarla. La sua vagina è diventata più bagnata come la mia. Le nostre dita iniziarono a muoversi più velocemente. Di solito stavo zitto mentre mi masturbavo, ma questa volta sembrava difficile non lasciare che i miei respiri diventassero profondi e rumorosi.
Abbiamo continuato a toccarci l'un l'altro finché non ho potuto sentire quella rinuncia arrivare. Sapevo che mi stavo avvicinando. Cominciai a sentire le gambe tremare, mentre l'onda di piacere si avvicinava. Improvvisamente, colpì come un proiettile penetrando nel bersaglio. Mi contorcevo e respiravo profondamente mentre mia sorella continuava a toccarmi con le dita durante il mio orgasmo.
Una volta che mi sono sistemato, ho notato che lo stesso ha cominciato a succedere con Christina. Alzò le ginocchia e si contorceva così tanto che non riuscivo a tenere la mano dove apparteneva, così prese il comando. Emise un gemito morbido e tenero mentre i suoi respiri rallentavano.
Non credevo ancora che stesse succedendo. Mia sorella di tutte le persone, che mi tocca come io le toccavo. Non avevo mai immaginato o fanatizzato questo, ma ero sicuramente contento che fosse successo. Ci siamo rivolti l'uno all'altro, abbiamo sorriso e ridacchiato, poi ci siamo rimessi i pantaloni e siamo andati a dormire.
Mi sono svegliato la mattina chiedendomi se questo fosse solo un sogno. Non volevo chiederglielo perché se non fosse mai successo davvero, allora sarebbe stato strano. Ma il sogno sembrava così reale e, alla fine, la questione è emersa poche ore dopo.
Mi ha detto che le è davvero piaciuto quello che è successo la scorsa notte e che dovremmo farlo più spesso. Sono rimasto sorpreso e volenteroso.
Anche se siamo sempre state e siamo ragazze eterosessuali, ci piace farlo nelle occasioni in cui i nostri genitori erano fuori. È qualcosa che non dimenticherò mai; sarà uno dei miei ricordi più belli della mia adolescenza.

Storie simili

Imparare lo stile di vita Pt 4 - Eccitarsi con i tatuaggi

Hanno cambiato la biancheria da letto e Michael si è fatto la doccia e poi si è vestito. Poi Michael ha messo le lenzuola sporche in ammollo nella macchina e poi erano in viaggio. A questo punto, Silk stava morendo di fame. Michael ha preso le chiavi e quindi Silk lo ha lasciato guidare naturalmente. L'ha portata nel suo appartamento per prendere un'altra camicia da indossare poiché all'altra mancavano alcuni bottoni. Ha cambiato il suo vestito e lo ha incontrato di nuovo in macchina. Ha portato loro una tavola calda per camionisti e l'ha guardata in faccia. Fu lieto di notare...

681 I più visti

Likes 0

Quale videoregistratore?_(1)

Ho tenuto d'occhio Eric da quando ha iniziato a occuparsi di bar nel ristorante in cui lavoravo. Avevamo avuto alcune conversazioni casuali, ma niente che sembrava portare da nessuna parte. È stato frustrante da morire. Lo volevo tanto, ed ero determinato ad averlo. Giovedì è stata una serata presto per entrambi. Facevo il turno di pranzo così uscivo di lì verso le 6 ed Eric scendeva alle 10. Gli ho chiesto se sapeva qualcosa sui videoregistratori dato che avevo problemi a far funzionare correttamente il mio. Gli ho detto che la foto era tutta incasinata e poteva darci un'occhiata. Certo, ha...

661 I più visti

Likes 0

Cronache di Craigslist cap. 03: Chuck

Cronache di Craigslist: Chuck Sono passati alcuni giorni dal mio ultimo incontro, come probabilmente puoi capire, sono stato dannatamente eccitato. Alex è impegnato tutta la settimana ma sarà libero la prossima settimana per alcuni giorni. (Sarà il mio fine settimana, quindi sono dannatamente eccitato per questo). Ma, tornando al qui e ora... Cosa posso dire, il desiderio sta colpendo duramente oggi. Durante l'ora di pranzo, ho filtrato le centinaia di annunci, cercando un altro ragazzo freddo con cui uscire. Ho inviato alcuni messaggi e ho aspettato le mie risposte. Niente, dato che il mio turno era quasi alla fine. Mi sentivo...

480 I più visti

Likes 0

Delizia del taglio

Frank si asciugò il sudore dalla fronte con il dorso del guanto e continuò a potare le rose di Seymour. Erano le 12:45 e, come un orologio, sentì Dee e la sua amica Tanya vagare nel giardino sul retro. Sbirciò da dietro i fiori e li vide camminare a piedi nudi verso il gazebo con un pranzo al sacco. Dee indossava il suo consueto abito leggero con stampa floreale. Il suo sorriso luminoso e i capelli dorati di seta di mais le davano una bellezza simile a una dea. Il suo vestito le abbracciava i fianchi e metteva in risalto le...

606 I più visti

Likes 0

Giù alla fattoria_(3)

C'è poco sesso in questa storia. La storia parla di sesso ma non entra nei dettagli che molti di voi desiderano. Oltre 17.000 parole; 34 pagine di lunghezza. Non sono un agricoltore né ho mai passato un solo giorno a lavorare in una fattoria. Per favore, non infastidire i dettagli di questa storia e dimmi: Non è così che si fa in una fattoria. Giù in fattoria Edward Johnson era in piedi sul portico anteriore della casa colonica a due piani della sua famiglia e osservava la campagna circostante. I primi raggi di sole avevano appena illuminato i campi di grano...

417 I più visti

Likes 0

Un weekend non così noioso

Solo per Holly! :-P Era proprio come tutti gli altri venerdì che erano passati quest'anno. La scuola durava 48 ore e iniziava la ripetizione che era diventata il suo fine settimana. La maggior parte delle persone vedeva il proprio fine settimana come un momento per uscire e divertirsi, Naomi invece li considerava troppo lunghi e noiosi. Non aveva molti amici in questa nuova città e non guidava, quindi non poteva scappare in spiaggia. I fine settimana non avevano nulla in serbo per lei. Naomi ha riflettuto su cosa avrebbe potuto fare per intrattenersi questo fine settimana mentre apriva la porta, buttava...

738 I più visti

Likes 0

Uno stile di vita oscillante, capitolo 3

Dato che ora operavo da single, ho deciso di rispondere ad alcuni annunci in una rivista di scambisti. Ho provato a cercare le coppie che volevano qualcosa di insolito, e ho detto in ogni risposta che ero disposto a provare qualcosa che non fosse pericoloso o doloroso. Nessuno degli annunci a cui ho risposto aveva menzionato il sesso bisessuale, ma ho pensato che qualsiasi ragazzo che cercava di condividere sua moglie con un altro ragazzo probabilmente stava segretamente pensando di provarlo. Si è scoperto che ero praticamente sui soldi. Ho ricevuto una risposta positiva da più della metà delle mie lettere...

780 I più visti

Likes 0

La moglie di Rick parte 5 di 6

La storia del mio amico La moglie di Rick 5 (5 di 6) La scena: Bendata, ero in ginocchio sul soggiorno pavimento, le ginocchia divaricate, l'inguine stretto contro il sedere di Linda, la mia moglie, anche lei inginocchiata e seduta sui talloni. Linda, dentro volta, era inginocchiato tra le gambe tese di William, che seduto sul nostro divanetto. Ora, immagina questo: io, il signor eterosessuale, mi stavo sporgendo in avanti con le braccia intorno a mia moglie. La mia mano sinistra era posta su quella di Linda mano sinistra che strizzava e massaggiava le palle di William. Il mio diritto la...

552 I più visti

Likes 0

La riunione dell'anniversario - CH 2

Tornai in fondo al corridoio e andai a cercare un'altra birra. Dopo quello che avevo appena passato, ne avevo bisogno. La mia testa nuotava per la confusione. Ero appena stato ricattato nella fottuta zia Edna. E mentre è stato certamente piacevole, ho trovato l'intera faccenda un po' strana e stravagante. Poi mi ha colpito... E Heather? La mia mente correva a pensare se dovevo dirle cosa era appena successo. Cosa avrei detto quando sarebbe andata a cercare le sue mutandine? Come potrei spiegare cosa è successo; che ero stato beccato da zia Edna? Come potevo dirle che Edna si è imposta...

627 I più visti

Likes 0

La storia di Jeannie

Molti anni fa, quando avevo 15 anni, ho scoperto la scorta di riviste porno di mio padre. A quel punto sarei stato felice di vedere semplicemente una foto di un seno nudo. Tuttavia, i gusti di mio padre erano un po' più contorti del tipico porno di Playboy. La sua scorta includeva riviste di bondage, graphic novel e diverse copie della rivista Variations. Suppongo che sia stata questa scoperta e le innumerevoli ore che ho passato con quelle riviste a condurmi alla storia che devo raccontarti oggi. Ho letto ogni rivista e copertina del libro per coprire ogni possibilità che ho...

553 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.