Stregoneria

1.7KReport
Stregoneria

Avendo poteri soprannaturali, Ann ha completamente dominato suo marito Albert.
Con la moglie come capo, Albert doveva fare tutti i lavori di casa. Anna, sul
d'altra parte, non ha fatto nulla del genere. Quando si torna a casa dal lavoro tutti i giorni,
diceva sempre ad Albert di preparare la cena. Inoltre, dopo aver cenato,
e Albert aveva fatto i piatti, Ann gli ordinò di alzarsi in piedi dicendogli di farlo
bacia e adora le dita dei piedi. Inoltre, ogni volta che le piaceva, si alzava
su e abbassa la gonna e le mutandine, girati e infine dì: "Bacia
il mio culo. Essendo un asino nel cuore, adorava il suo sedere abbastanza bene.

Tutto sommato, la vita per Ann e Albert era molto strutturata, avendo tutto
seguire il loro comando obbedire alla struttura del potere. In generale, era la sadica
e lui il masochista.

Un giorno, la mattina di un fine settimana, Ann decise di andare a fare shopping al centro commerciale
e porta Albert con lei. Dopo essersi vestiti, entrambi lasciarono la casa e
scese il vialetto verso la macchina. Tuttavia, nonostante il suo generale
subordinazione nella loro relazione, Albert all'improvviso ebbe l'idea
che potesse affermarsi.

Salendo per primo in macchina, si mise al volante. Vedendo
questo, sua moglie si adirò, dicendo: «Esci ed entra dall'altra parte,
Sto guidando!"

Rifiutandosi di obbedire, Albert ha risposto: "No, voglio guidare oggi".

Infuriata per la sua sfida, ricorse alla stregoneria, facendola scattare
dita, e dando all'uomo un sorriso malvagio.

Pochi istanti dopo, Albert iniziò a rimpicciolirsi! Diventando sempre più piccolo,
ha continuato a rimpicciolirsi mentre era seduto al volante. Il processo di restringimento
andò avanti per circa novanta secondi. Alla fine, si fermò con Albert indifeso
ridotto a tre pollici di altezza!

Avvicinandosi un po' al finestrino aperto dell'auto, Ann guardò l'uomo con
un sorriso malvagio, dicendo: "Ebbene, cosa abbiamo qui?" Andando avanti, ha detto,
“ Sembra che tu non stia guidando da nessuna parte; sei così piccolo, non puoi
raggiungere anche la ruota.

Rendendosi conto del suo errore, iniziò a implorare pietà: "Per favore, rendimi grande
di nuovo, per favore, non ti disobbedirò mai più!”

“Ti riporterò come prima quando mi piacerà, per ora rimani
piccolo.", rispose Ann."

Quindi, ordinò: "Passa al sedile del passeggero, ora; muoviamolo!”

Alzando lo sguardo nei suoi occhi penetranti, la paura saturava tutto il suo essere.
Rapidamente, la minuscola creatura si avvicinò, perché ora appariva come una gigantessa
con tutto il potere del mondo!

Dopo essersi riposizionato, Ann salì in macchina. Mettendosi a terra,
ha messo il suo bel culo sinuoso proprio accanto a lui.

Vestita con un paio di pantaloni chiari, stava benissimo con il suo abbigliamento
presentando la forma completa del suo corpo attraente.

Mentre si sedeva accanto ad Albert, lui non poteva fare a meno di alzare lo sguardo e ammirarlo
lato elegante del suo sedere. Alzando lo sguardo, ricordò la notte precedente
mentre la baciava dietro. Distogliendo lo sguardo, ora si chiedeva se lei lo avrebbe avuto
fare lo stesso nel suo stato ridotto!

Avviando la macchina, poi uscì dal vialetto, dirigendosi verso il
centro commerciale. Quando arrivò, Ann si voltò a guardare suo marito, dicendo: "
Immagino che rimarrai in macchina mentre vado a fare la spesa; Tornerò circa
venti minuti; non servono vetrine; visto che non sei con me, questo
il viaggio sarà abbastanza veloce. Dopo aver detto queste parole, è uscita dal
macchina, portando con sé la borsa. Poco dopo, Ann tornò al
macchina, aprì la portiera ed entrò nel veicolo, mettendola di nuovo bellissima
culo accanto al minuscolo maschio. Avviando la macchina, disse ad Albert: "Andiamo
a casa ora, ho appena comprato qualcosa che vorrei provare. Muoversi in
marcia, si allontanò e si diresse a casa.

Dopo essere entrata nel vialetto, ha spento il motore, ha aperto l'auto
porta e scese, portando con sé la borsa e un pacco. Raggiungendo
per Albert, lo sollevò con un braccio minuscolo, lo lasciò cadere nella sua borsa,
e chiuse la portiera dell'auto. Ann andò casualmente a casa e aprì
l'ingresso anteriore. Entrando, si chiuse la porta alle spalle. In piedi
in mezzo al soggiorno, la donna sexy ha svuotato il contenuto
la sua borsetta sul pavimento. Tutto è caduto, compreso il piccolo impotente
Alberto.

Stando lì come uno sciocco, si guardò intorno e vide il gabinetto femminile
articoli troppo grandi per lui da sollevare. Tutto su di lui incombevano le immagini di
femminilità, rossetto, un tampone, uno specchio e quant'altro di solito le donne
portare nelle loro borse. Come esseri giganti a pieno titolo, gli oggetti
lo derideva mentre rimaneva inetto, sentendosi più piccolo che mai.

Quindi, accovacciandosi, Ann ha preso tutto tranne Albert, posizionando il
gli oggetti di nuovo nella sua borsa, e infine gettando l'oggetto in pelle sul
solfato. Guardando l'ometto, disse: "Sei così carino, io
potrebbe mangiarti vivo!”

Mentre si chinava per raggiungere Albert, lui alzò le mani e gridò: "
No, no, per favore non farlo!

Con l'uomo in pugno, gli strappò tutti i vestiti, dicendo: "Devi
ha un sapore abbastanza buono. Successivamente Ann iniziò a leccarlo su tutto il suo corpo nudo e minuscolo
corpo. Leccando via, lo ha bagnato tutto dalla testa ai piedi. Soddisfatto, il
la signora lo rimise a terra. Sentendosi umiliato, si rese conto che
completa insignificanza del suo essere in relazione alla grandezza totale di Ann.

Fissando Albert, Ann chiede: "Vuoi vedere cosa ho comprato al negozio?"
Andando verso il divano del soggiorno, raccolse un piccolo pacchetto che
in precedenza era caduta sul divano dopo essere entrata in casa. Aprendo il
pacchetto, ne presentò il contenuto ad Albert, chiedendo: “Guarda, ti piace
loro?"

“Sì”, ha semplicemente risposto.

La confezione aperta conteneva un reggiseno nero insieme a un paio di pantaloni neri
mutandine.

"Penso che li proverò", ha detto Ann.

Proprio prima che lo stupore colpisse il piccolo Albert, si è spogliata
se stessa, rimuovendo tutto e alla fine rimanendo nuda davanti a lui.

Senza autocontrollo, non poteva fare a meno di fissarla bella e
corpo magnifico. Trafiggendosi sui suoi seni e sul suo culo, disse: "
Sei la cosa più bella del mondo!” Essere impotenti a resistere al potere
del suo aspetto, rimase sminuito davanti alla maggior gloria del
fisico femminile superiore.

Prendendo le mutande nuove, le indossò. Successivamente, è tornata dentro di lei
scarpe col tacco in pelle nera sexy. Insieme alle calzature, il nero
la lingerie ha generato l'immagine completa del controllo sulla sua mente.

Avvicinandosi alla sua proprietà, lo guardò con una mano
appoggiandosi sul fianco, dicendo: "Non pensi che io sia sexy?"

"Sì.", rispose Albert.

"Mostrami che pensi che io sia attraente e inizia a masturbarti."

Obbedendo, Albert iniziò a giocare con il suo minuscolo cazzo, masturbandosi fino al suo
l'amante dominante gli ha detto di smettere. Accovacciandosi, sollevò il suo giocattolo
di nuovo per un braccio, in piedi subito dopo. Sollevandolo a destra
davanti alla sua faccia, ha detto: "Il mio culo e la mia figa hanno bisogno di adorazione, perché
non iniziare ad adorarli per me.

Guardandola aprire la parte posteriore delle mutandine, ha urlato: "Ann, cosa sono
stai facendo; dai Per favore!"

“Mettendoti al tuo posto a cui appartieni”, ha risposto.

Spostandolo verso il suo fondoschiena, lo lasciò cadere dentro. Scivolando giù per il culo
crack, finalmente si fermò in fondo alle sue mutandine tra di lei
stronzo e fica. Albert iniziò a muoversi un po', costringendola a farlo
provare piacere, facendola bagnare. Mentre sentiva il calore dei suoi genitali
zona, ha sentito da molto in alto, "Sì, sì, continua a muoverti, oh sì, è una sensazione
così buono!" Albert ha continuato a muoversi, più nel tentativo di strisciare verso il
in cima alla sua linea di cintura, bramando aria fresca. Salendo lentamente verso l'alto, lui
strofinava costantemente il suo corpo contro la sua figa. Essere veramente euforico e
stimolata, la strega continuò ad esclamare: “Oh sì, oh sì, ti voglio
dentro di me, sì, lo so!”

Dopo essersi arrampicato per un po', Albert ha finalmente raggiunto la parte superiore delle sue mutandine.
Guardando in basso, vide il suo corpo minuscolo e disse: "Oh no, non lo sei, lo sei
tornando al tuo posto, piccolo verme! Detto questo, maga

raccolse la sua vittima e con l'altra mano si tirò giù le mutandine
le sue cosce. Prendendo una salda presa su Albert, ha proceduto a spingerlo verso l'alto
la sua figa! Quando si trasferì, lei non poté fare a meno di dire: "Sì, sì, è così
la sensazione che ho sempre desiderato; continua a dimenarti per te piccolo pezzo
di merda!” Ha continuato a spingerlo fino in fondo nella sua fica. Poi, come lei
lo faceva entrare e uscire, la sensazione del suo corpicino era spettacolare, niente
ha sperimentato prima poteva eguagliare la sua sensualità. Davvero, lei era dentro
paradiso, un paradiso fatto solo per le donne che amano dominare gli uomini. Non solo
fu sopraffatta dal puro piacere sessuale, la donna fu colpita da a
sbalzo di tensione, che attraversa ogni angolo del suo essere. Per lei, potere e
il sesso era la stessa cosa, il dominio delle donne sugli uomini e un
espressione di superiorità femminile.

Dopo aver usato Albert come dildo per molto tempo, finalmente lo era
soddisfatto, raggiungendo diversi orgasmi. Ann lo tirò fuori e lo rimise a posto
sul pavimento, chiedendo: "Non è stato fantastico?" “Penso che dovremo farlo
fallo più spesso”.

“Per favore Ann, non facciamolo più, fa male quando mi sposti indietro e
via."

"Ragazzi di merda dura, a modo mio o niente", risuonò.

Guardando il piccolo maschio indifeso, Ann poi disse: "Sai, l'ho fatto
devo davvero una merda!”

Albert rimase lì e guardò in su con terrore e stupore, implorando: "
No, per favore Ann, no!

Ignorando le sue parole, prese Albert e andò in bagno.
Dopo aver alzato il coperchio del gabinetto, Ann tirò giù le mutandine fino in fondo e
metti il ​​culo sulla ciotola. Con Albert in mano, si è presa una cagata!
Sentendo il suono dei suoi rifiuti colpire l'acqua, ha poi annusato la sua merda come
lei ha fatto i suoi affari.

Quando ebbe finito, si alzò dall'apparecchio e posò Albert sul gabinetto
seduto, dicendo: "Guarda la mia merda, piccola nullità, guardala, è
più grande di te; sì, c'è di più nella mia merda che nella tua intera
esistenza."

Mentre parlava, si mise a quattro zampe, cercando della carta igienica
nel processo. Passandogli il foglio, disse dopo aver spinto il culo
proprio di fronte a lui: "Ecco, puliscimi il culo piccolo schiavo".

Esitando, implorò: "Ann, per favore, non farmi questo!"

"Ho detto puliscimi il culo o ti spingo oltre il limite e ti butto giù!"

Non avendo scelta in merito, le asciugò il culo, prendendone dieci interi
minuti a causa delle sue piccole dimensioni. Tuttavia, l'umile compito è stato completato.

Dopo che ebbe finito, disse: "Getta la carta oltre il bordo".

Con la carta nell'acqua, si alzò, si voltò e sciacquava
gabinetto. In piedi sul sedile del water, Albert osservava la carta e la merda
vorticare fino alle loro estremità.

Guardandolo, lei disse: "Questo è quello che ti succederà, se ci riuscirai
attraversarmi o farmi arrabbiare.

Spaventato, Albert ha risposto: "Sì Ann".

Ann si tirò su le mutandine e poi sollevò l'omino con una delle sue
braccia. Tornata in soggiorno, lo posò sul pavimento,
dicendo: "Questa casa ha bisogno di un po' di pulizia, penso che faresti meglio a iniziare
raccogliere tutta la lanugine dal tappeto; Voglio questo posto completamente pulito
oppure puoi unirti alla mia merda giù per i tubi, piccolo pezzo di feccia.

Guardando in alto, urlò disperato: "Alla mia taglia, ci vorrà un'eternità,
per favore, rendimi più alto così non sarà così difficile!

Ridendo, esclamò: "Vaffanculo, questa è l'idea, farti diventare
soffrire mi toglie!”

Rimase lì e implorò ulteriormente: "Ann, andiamo, per favore!"

Alzando il piede, portò di qualche centimetro la suola della sua scarpa a stiletto
sopra la sua minuscola cornice, dicendo: "Se non ti metti al lavoro ora, ne avrò un po'
lavora per togliere una macchia da questo tappeto.

Con la parte inferiore della sua magnifica pompa che si muove lentamente verso il basso sopra la sua
testa, ha urlato: "Ok, ok, mi darò da fare, per favore non uccidermi!"

Sorridendo, allontanò il piede.

Alberto iniziò il suo lavoro. La sua fatica divenne un compito importante, perché lei insisteva su questo
fa tutti i lavori domestici indipendentemente dalle sue piccole dimensioni. Inoltre, lei
gli ha fatto pulire il bagno con uno spazzolino da denti. Inoltre, ha anche fatto
lui fa il bucato. Doveva pulire tutti i vestiti a mano. Il lavoro che prende
ore, non aveva tempo per se stesso. Più e più volte, la implorò: "
Per favore, rendimi di nuovo normale!”

Tuttavia, si è limitata a ridere e ha detto: "Te l'ho detto prima, tornerai
normale quando mi piace, e posso assicurarti che ci vorrà un bel po' di tempo
da adesso."

Albert non aveva nulla da aspettarsi, tranne la schiavitù di tutti i giorni
esistenza. Giorno dopo giorno, ha lavorato e lavorato. Lei, invece,
non farebbe nulla, solo sedermi davanti alla televisione o leggere un libro. Inoltre,
lo derideva costantemente; per lei non era altro che un pezzo di proprietà.

Alla fine, non lo ha mai riportato alla normalità. Rimase un insignificante
tre pollici di altezza per il resto la sua vita!

La fine

Storie simili

Le avventure di Jessica 4!

Le avventure di Jessica 4 Note dell'autore: Ehi gente, questa è la mia quarta storia della serie e non vedo l'ora di ricevere un feedback. Adoro scrivere queste storie, ma sono molto impegnato ora, quindi potrebbe passare un po' di tempo tra le storie. Amo tutti i miei fan e odio i miei non fan, lol, beh, non ti odio davvero, mi chiedo solo perché non ti piacciono le mie storie. Ci sarà incesto in questa storia, e se odi l'incesto, non leggerlo. Questa è la quarta avventura di Jessica nella serie e, in futuro, fai attenzione a un ospite speciale...

2.2K I più visti

Likes 3

Vicini cattivi_(1)

Mi sono svegliato la mattina dopo con il luminoso sole mattutino di luglio che entrava dalla finestra. con un sorriso stampato in faccia ma ho ancora un leggero senso di colpa nello stomaco dalla sera prima. Mi sono girato per controllare l'ora e ho notato che Tony stava ancora dormendo. Erano le 8.50 di mattina. Mi alzai dal letto e mi tuffai subito nella doccia. Una volta fuori, con un asciugamano addosso, scesi le scale per farmi una tazza di caffè. In piedi in cucina, caffè in mano quando Andy stava tornando da una delle sue corse mattutine. Si era tolto...

2K I più visti

Likes 0

Moglie violentata in Sudafrica

Mia moglie Elaine ed io abbiamo fatto una vacanza in Sudafrica l'anno scorso e abbiamo deciso di provare a vedere quanto più possibile del paese. Abbiamo volato a Johannesburg e abbiamo trascorso un paio di giorni a guardarci intorno. Abbiamo ricevuto molti avvertimenti sui pericoli della città, capitale mondiale degli omicidi, e abbiamo preso taxi ovunque. Le township sono state un vero shock culturale ma con una guida e stando nei trasporti, non abbiamo avuto problemi. Abbiamo viaggiato a Port Elizabeth e abbiamo affittato un bungalow, era bellissimo. Ci siamo rilassati e probabilmente eravamo meno consapevoli di ciò che ci circondava...

3.5K I più visti

Likes 0

Io e Gavin

Questa è una storia sul mio amico e sua madre che vivono nella porta accanto. Avevo 24 anni, mi ero diplomato presto al liceo e poi mi ero laureato presto al college. Ho ottenuto un ottimo lavoro con una grande azienda con un considerevole bonus alla firma che ho applicato a un acconto su una casa. Vivevo lì da 6 mesi e conoscevo molto bene i miei vicini. Janice, un'infermiera che lavorava nell'ospedale locale. Era divorziata da diversi anni e ha lavorato duramente per provvedere al figlio di 12 anni Gavin. Gavin era un ragazzo snello di 12 anni in seconda...

2K I più visti

Likes 0

Io e le mie sorelle amico parte 2 (le mie sorelle sono una troia)

Continua direttamente dalla prima parte Ho immerso il mio cazzo direttamente nella figa di Melissa ed è stato più forte dei gemiti di piacere che ha iniziato a implorare di più e si è infilata il dito nel culo urlando FUCK YES JESUS ​​CHRIST I FUCKING LOVE COCK!! Stavo andando da lei molto velocemente, il mio cazzo diventava sempre più forte di secondo in secondo e le urla di Melissa diventavano più forti! FOTTAMI IN QUELLA FIGA OH CAZZO SI! L'ho sentita sborrare e ho sentito i suoi succhi che potevo gestirlo e le ho detto che stavo per sborrare. Ho...

2.4K I più visti

Likes 0

Sotto la sua scrivania

Mi ha assunto tre settimane fa. Un lavoro per il quale sono grato ma completamente non qualificato. Ma poi io sono giovane e asiatica, e lui è più vecchio e bianco, e nel corso dei miei doveri (e sì, anche nel corso del mio ficcanaso) ho scoperto la metrica del porno sul suo hard- drive con giovani donne asiatiche. Sono ben lungi dall'essere scoraggiato da questo. Voglio dire, non fraintendetemi, non ho alcun desiderio di scopare fino in cima, e sono anche dolorosamente consapevole dell'intero cliché della dinamica di potere tra uomo bianco e ragazza asiatica. Ma togliendo tutto questo dall'equazione...

2K I più visti

Likes 2

La moglie di Frank parte 5

La moglie di Frank parte 5 Il viaggio di Jim Ritorno al Sexy Shop storia di: SindyxSin Jim riporta Kathy al sexy shop. NOTA DELL'AUTORE: Questa è una storia sessuale continua. Potrebbe avere del sesso rude e non dovrebbe essere letto da persone che non amano quel tipo di sesso. Non è per tutti, dolore, umiliazione e altri atti sessuali usati per degradare una persona non per tutti. Se questo ti eccita, sono felice, ma per favore non provare nulla di tutto questo su partner riluttanti. Le storie che precedono questa sono; Moglie Franchi, 1,2,3,4. Con l'aiuto di Frank e di...

1.8K I più visti

Likes 0

Le figlie controllate dalla mente di papà Capitolo 6: La migliore consulenza madre-figlia di papà

Le figlie controllate dalla mente di papà Capitolo sei: La migliore consulenza madre-figlia di papà Una storia di controllo mentale con fibbia per cintura Con il mio pseudonimo3000 Diritto d'autore 2021 Note: Grazie a WRC264 per aver letto questo beta! Il dottore è un po' indietro, ha detto l'infermiera mentre ci sedevamo nella sala d'attesa dell'ufficio del dottor Sharma. Era il ginecologo/ginecologo di mia figlia. Dato che erano tutte incinte, dovettero andare tutte a trovarla. Ma mai nello stesso giorno, ovviamente. La dottoressa Sharma era troppo impegnata per farli entrare tutti nello stesso giorno. Ero stato qui due giorni fa con...

1.9K I più visti

Likes 0

Il rilascio di un insegnante

**Questa è un'opera di pura finzione e una nuova storia per me. Non fa parte di altre serie. Spero vi piaccia. Scusate se sono stato via per un paio di mesi e grazie a tutti coloro che mi hanno inviato PM chiedendomi di ricominciare a scrivere. Ti assicuro che ci saranno altri All for Mr. Redman e Yukio's Adventures. Un ringraziamento speciale a (non in un ordine particolare): Spread1, Shotgun82, Clitpleaser12, rdwyier, Feazko, kakatz, JetiJah, workingman, stillagood1, guilz87, thickhead, TT, Ghostrider939, BadInAGoodWay, Ed W e doug1953, creative thinker, charlie33851, Matillie97, EL TORO, Shadowreaper267, Bldg436, deeppenetrator, perverted1, Dr. Goodsex, WetLust, Darethmortuus, Elaken-Palmer...

2.5K I più visti

Likes 0

Nicole, l'amica di mia sorella

Questa è una storia completamente vera e cercherò di raccontarla nel modo più accurato che posso ricordare. Spero vi piaccia e fatemi sapere se volete la seconda parte. Mi chiamo Kevin e questa è la storia della mia estate prima del college. Era l'estate dopo che mi sono diplomato al liceo ed ero felice di avere un'estate per rilassarmi prima di iniziare l'università. Avevo una sorella, Caitlin, un anno più grande di me che aveva finito il suo primo anno di college. Ho anche avuto un fratello minore alle medie. Ora un po' di background su me stesso. Non sono particolarmente...

2.5K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.