Una storia d'amore al liceo pt 3

55Report
Una storia d'amore al liceo pt 3

Era lunedì, ma fortunatamente le vacanze di primavera erano in pieno svolgimento. Mi sono svegliato dopo un altro sogno, questa volta su Hailey e Abbey allo stesso tempo. Abbey stava cavalcando il mio cazzo, mentre limonava con Hailey. Questa volta non mi sono schizzato nei pantaloni, ma mi sono comunque svegliato piantando una tenda importante. La prima cosa che ho fatto è stata controllare il telefono quando mi sono ripreso. Anna-beth mi ha mandato un messaggio chiedendomi se volevo venire a casa sua. Ho accettato ma non sono potuto venire fino alle 12:00.

Ho lasciato la mia stanza e sono andato in cucina a cercare un po' di cibo. Ho trovato un biglietto sul frigorifero che diceva che mia madre, mio ​​padre e la mia sorellina sono partiti per una città a un'ora di distanza fino alle dieci di sera. Ho sorriso sapendo di avere tutta la casa tutta per me. Dopo essermi fatta delle frittelle da mangiare, ho guardato la Tv fino alle 11:30. Sono uscito di casa alle 11:35 e ho fatto i 2 isolati a piedi fino alla casa di Anna-beth. Ho bussato alla porta e lei ha subito risposto. Ho incontrato il suo bel viso lentigginoso.

"Ehi!" disse, facendo un grazioso motivo di balletto. L'ho abbracciata e ho inalato il suo dolce profumo. Non ho sentito nessun altro a casa. Mi trascinò in soggiorno e mi fece sedere sul divano. Si sedette sulle mie ginocchia di fronte a me. Mi sono bloccato, l'aveva già fatto prima, ma mi ha avvolto le braccia intorno al collo. “Quindi stavo parlando con Abbey la scorsa notte, mi ha detto qualcosa…. cose” disse ridacchiando. Non ho detto niente. "A quanto pare hai un cazzo mostruoso", ha detto. Ho iniziato ad avere un'erezione ed ero sicuro che se ne fosse accorta. Si è avvicinata e mi ha baciato. Ancora una volta, stavo baciando una ragazza che amavo, solo che questa non me l'aspettavo affatto.

Riavvolgi due settimane. È stato quando ho incontrato per la prima volta Anna-beth. Indossava pantaloni da yoga e una maglietta. Eravamo alle prove musicali. Mi stava raccontando di quanto odiasse gli uomini, di come tutto ciò che vogliono è il sesso e non si preoccupino dei sentimenti di una donna.

“Spero che tu non pensi che io sia così” dissi.
"Certo che lo so, tutti i ragazzi sono degli stronzi", disse, incrociando le braccia e facendo una faccia imbronciata.
“No, non me ne frega niente di come sembri, quello che cerco davvero in una ragazza è la personalità. Voglio solo conoscere qualcuno e andare a dei piccoli appuntamenti carini. Sì, il sesso sarebbe bello, ma potrei farne a meno” intendevo ogni parola. Ho provato a flirtare con lei, ea volte lei ricambiava, ma altre ignorava le mie avances.

Ritorno al presente. Sono stato colto alla sprovvista dall'assalto di Anna-beth sulle mie labbra. Non potrei per la vita di me, capire perché Anna-beth è cambiata così rapidamente. Ho ricambiato il bacio, baciandola alla francese. Mi ha succhiato la saliva dalla lingua. Interruppi il bacio e la guardai con aria interrogativa. "Perché? Ho flirtato con te per settimane e tu mi hai completamente ignorato ogni volta!
"Lo so. Mi dispiace, mi piaci, ma... Abbey mi ha detto quanto sei fantastico a letto... o in piscina, dovrei dire. “Abbiamo riso entrambi. L'ho baciata brevemente. "Quindi questo significa che stiamo scopando oggi?" Lei annuì di sì, "E i miei genitori non sono a casa fino a tardi"
“Beh, uscirò con Abbey I
speranza. Ne abbiamo già parlato e non voglio che pensi che io stia barando, anche se non siamo ufficiali"
"Oh, smettila di lamentarti" disse. Mi ha stretto di nuovo le labbra. Volevo resistere ma non è servito a niente. Mi ha sedotto con il suo dolce aroma e il suo corpo eccitante. Stava macinando sul mio grembo, facendo crescere il mio cazzo di più. Stava iniziando a gemere mentre iniziavo a massaggiarle il seno senza che lei lo chiedesse. Erano molto morbidi e succulenti. Lui non ho sentito un reggiseno o altro sotto la sua maglietta. A afferrò una mano enorme piena di entrambe le sue tette. Ormai mi ero completamente dimenticato di Abbey, purtroppo, ma Anna-beth era abbastanza per me al momento.

indossava pantaloni da yoga neri attillati. Non ho mai smesso di baciarla mentre le tiravo sopra la maglietta, strappandola rivelando i suoi seni. Lei strillò quando i suoi capezzoli colpirono l'aria fredda. Le ho preso il capezzolo sinistro in bocca e gli ho arrotolato i capezzoli con la mano destra. "Oh Jeremiah, unng, mi rendi la figa così calda" Il mio cazzo era in overdrive, e non ero razionale. E se Abbey l'avesse scoperto? Ad Anna-beth non importava, ma ad Abbey sì.

All'improvviso ci fu un rumore di chiavi che entravano nella serratura della porta d'ingresso. Anna-beth si bloccò. Mi alzai rapidamente e le tirai la camicia sopra il seno. La baciai velocemente e poi mi diressi verso la porta sul retro. Potevo sentire Anna-beth parlare con suo padre. Ho aperto la porta sul retro, ho scavalcato il recinto adiacente al suo cortile e sono tornato sul marciapiede. Sapevo che il padre di Annabeth era un duro e che ci avrebbe uccisi entrambi se mi avesse trovata lì senza uno dei suoi genitori, anche se non mi avesse sorpreso a palparla o a succhiarle i capezzoli.

Ho deciso di chiamare Abbey. Ha risposto immediatamente. "Ehi piccola" fece le fusa. "Ehi Abbey, dobbiamo parlare" dissi.
“Ok…” disse esitante. "Così ero a casa di Anna-beth... e lei ha cercato di sedurmi... e penso che glielo avrei permesso se suo padre non fosse tornato a casa."
Sospirò un sospiro o un sollievo “è così? Jeremiah, l'ho detto anche a lei"
“L'hai fatto? perché?" Ho chiesto.
«Perché sei un così bravo amante, e Anna-beth mi ha detto che non si faceva una bella scopata da mesi, quindi ti ho raccomandato.» Sono arrossito. "Beh, vorrei che me lo avesse detto, così le avrei fatto impazzire il cervello" rise Abbey. "Va bene, e Hailey?" Lei chiese.
"Non preoccuparti per Hailey, me ne occuperò più tardi oggi" dissi. "Devo andare, ti amo" "Ti amo anch'io."

Ho continuato a camminare fino a casa finché non ho ricevuto una chiamata da Anna-beth.
“Ehi Geremia”
“Ehi Anna-beth…. Perché non mi hai detto che Abbey ti aveva detto di sedurmi?» Ho chiesto. "Non lo so. Ti volevo solo dentro di me, Abbey mi ha detto che eri enorme” abbiamo riso entrambi. "Eh, è decente, Abbey si impressiona facilmente." entrambi abbiamo riso di nuovo. Ho attraversato il mio cortile fino a casa mia. "Sai che i miei genitori non sono a casa se vuoi riprovare" dissi. urlò con gioia "Va bene, arrivo subito."
"Va bene, porta un cambio di vestiti e indossa quello che indossavi quando abbiamo provato oggi"
"Va bene, ciao" Riattaccò. Ho deciso di mangiare qualcosa prima che arrivasse Anna-Beth.

Ha bussato alla mia porta 15 minuti dopo. Ho aperto la porta facendola entrare. "Ehi sexy" dissi. ha chiuso le labbra con me e presto ci siamo baciati di nuovo alla francese. Ho rotto il bacio dicendo "Di sicuro non ci vuole molto per tornare nel momento per te, vero?" Ha appena ridacchiato. L'ho scortata nella mia stanza e l'ho fatta sedere sul mio letto. “Abbey mi ha detto che non ti fai una bella scopata da tanto tempo” dissi sorridendo. “è vero, non l'ho fatto” disse timidamente.
"Cambiamolo" dissi. Le ho afferrato il top per il colletto e l'ho strappato a metà fino alla linea dei pantaloni. Ha urlato "sì!" mentre le sue tette si rompevano di nuovo in aria. i suoi capezzoli erano duri come la roccia e si trovavano a circa mezzo pollice dall'areola. Di nuovo ho iniziato a palparla, prendendo il suo capezzolo in bocca e succhiandolo come se la mia vita dipendesse da questo.

“Oh, sì, Geremia. Mi fai così bagnare” urlò. Le ho tolto il capezzolo dalla bocca. "Bene, ho intenzione di ingoiare tutti i tuoi dolci succhi proprio come ho fatto con Abbey" Gettò indietro la testa euforica. Mi alzai e mi tolsi la maglietta, seguita dai pantaloncini. Quando mi sono tolto i boxer, il mio cazzo è spuntato davanti a me. Fissò con soggezione il mio grosso arnese. "Vai avanti, Anna-beth, toccalo, sono pronta" Nessun ulteriore indugio, si è inginocchiata e in un sol boccone ha ingoiato il mio cazzo. Wow, era molto più esperta con un cazzo di Abbey e Hailey.

Lei saltellava sul mio cazzo mentre mi alzavo, le mani sui miei fianchi, assorbendo la sensazione. La sua bocca era così calda e bagnata. Aveva le mani sulla parte anteriore delle mie gambe mentre dondolava alla velocità della luce. di tanto in tanto rallentava e mi guardava, incrociando i miei occhi con i suoi. La combinazione di occhi innocenti e bocca piena di cazzo era così eccitante. Le ho messo le mani sulla testa, le ho spinto il cazzo fino in fondo alla gola e l'ho lasciato lì. Ha iniziato a picchiettare, quindi l'ho tirato fuori lasciandola respirare. Lei soffocò e tossì, ma alzò lo sguardo e sorrise. "Geremia?" disse come una bambina mentre iniziava a masturbarmi lentamente. "Per favore, potresti scoparmi?" disse guardandomi con quella che posso solo descrivere come la faccia da cucciolo di cane. Non ho risposto, l'ho solo afferrata per la testa. Ha aperto la bocca e ho iniziato a spingere nella sua bocca come se fosse il sesso di Abbey quando l'ho fatto alla pecorina. Ha imbavagliato e la saliva volava dappertutto, ma a lei non sembrava importare.

Ho rallentato e lei mi ha tirato fuori il cazzo dalla bocca. Era così bagnato della sua saliva. Si allontanò con il piccolo filo di saliva che pendeva dalla testa del mio cazzo alle sue labbra. Lo ha risucchiato in bocca e poi è sceso di nuovo su di me, poi si è allontanato di nuovo, ripetendo il processo cinque o sei volte. L'ho fatta sedere più in alto. Le ho tolto la maglietta e ho messo il mio cazzo tra le sue tette. Li strinse insieme con le mani e cominciò a salire e scendere su di me. Ho gemuto mentre mi fotteva.
Le sue tette si stavano coprendo di saliva. È stata una delle cose più calde che abbia mai visto. Potevo sentire le mie palle ribollire e sapevo che presto sarei venuto.

“Oh merda Anna-beth. Im Gunna cum presto ”ho ansimato. "Vai avanti piccola, lo voglio" Ho sentito la sensazione familiare, le mie gambe si sono strette e il mio sperma ha iniziato a correre sul mio cazzo sul viso in attesa di Anna-beth. Aprì la bocca e cercò di prendere la maggior parte del mio sperma in bocca. La maggior parte è caduta sul viso e sulle tette. Ha usato le dita per pulirlo, da se stessa e nella sua bocca. Mi sorrise e poi deglutì.

Stavo scendendo dal mio orgasmo e ho iniziato a pensare in modo chiaro. "va bene, sdraiati e allarga le gambe" Ha fatto come ho ordinato. Ho afferrato i suoi pantaloni da yoga per il cavallo e l'ho strappato. La sua figa matura era proprio sulla mia faccia e luccicava alla luce della mia stanza. Allargai le sue labbra e mi tuffai su di lei. La sua figa non sapeva di altro che di sale. Le ho strofinato il "punto delle 2" mentre le toccavo la clitoride con l'altro dito. La stavo mangiando, leccando su e giù il più velocemente e profondamente che potevo. "Oh sì, mangiami piccola, ungg la tua lingua si sente così bene" mi tenne le mani sulla testa, stringendomi la testa come se stesse cercando di aprire una noce di cocco, mentre il suo primo orgasmo colpiva.

Alzai lo sguardo su di lei. Aveva gli occhi chiusi e tremava. Aprì gli occhi e mi fissò arrossendo. "Non ho mai avuto un ragazzo che mi mangiasse la figa prima" disse lentamente.
"Va bene, è solo la seconda volta che lo faccio" dissi con orgoglio. Mi alzai e mi infilai nel letto con lei. Le ho strappato completamente i pantaloni da yoga e ho afferrato una manciata di chiappe. «Pronta Annabeth?»
"Sì piccola, ne ho bisogno in me, fallo ora, sgonfiami il cervello" fece le fusa. Ero sopra di lei, pronto a scopare il suo missionario. Feci scivolare il mio cazzo nella sua figa stretta e rabbrividii alla sensazione delle sue pareti calde che mi circondavano. Stavo dondolando i fianchi avanti e indietro, scivolando dentro e fuori da lei. Aveva le gambe divaricate e le teneva indietro per le caviglie con le mani. “Oh fanculo Jeremiah, non sono mai stato così tanto teso, sei fottutamente enorme, unnnggg scopami piccola, ne ho davvero bisogno. mmmm"

I suoi dialoghi mi hanno reso più audace. Ho iniziato a giocare con le sue tette mentre spingevo in profondità e velocemente dentro di lei. Ho rallentato e mi sono tirato fuori. "Va bene piccola, mettiti in ginocchio" ho ordinato. Ha fatto come le ho detto. Prima di rimettere dentro il mio cazzo, mi sono chinato e l'ho leccata per qualche secondo. Quando sono stato soddisfatto, ho rimesso il mio cazzo nel suo buco stretto. L'ho presa in giro giocando solo la mancia. "smettila di prendermi in giro, mettilo in tutto il ..... Oh dio" l'ho interrotta, facendo scivolare il mio cazzo fino in fondo. Stavo spingendo più velocemente che potevo. "Jeremiah, hai mai... ungg... Hai mai... oh dio... fatto sesso anale?" chiese, un po' distratta. "No. ti dispiace?" Ho chiesto. "Niente affatto, fallo piccola!"

Eccitato ho tirato fuori, poi ho puntato il mio cazzo nel suo buco del culo, poi mi sono fermato. “Sei pulito piccola? Non voglio un'infezione"
"Sì, l'ho ripulito prima di venire", ha detto. Era tutto ciò che serviva. ha proceduto a spingere il mio cazzo nel suo ano. Sembrava... diverso, non peggiore o migliore, solo diverso. Era molto più stretto per uno. Stava gemendo forte, urlando il mio nome. "Fuck me ass baby, mmmmm, ci si sente così bene." Mi stavo divertendo molto, ma tutte le cose belle devono finire, ma non le ho detto niente. Il mio cazzo ha avuto le convulsioni e ha sparato il mio seme in profondità nel suo sedere.

"è stata fantastica Anna-beth!" Ho detto. Si voltò e mi baciò, facendo scivolare la lingua nella mia bocca. Hanno ballato per un minuto finché non ho rotto il bacio. "sai... siamo davvero sudati... vogliamo fare la doccia insieme?" Ho chiesto. Sorrise e applaudì eccitata. “sì, suona benissimo” controllo l'ora; 1:47. "andiamo" dissi, prendendola per le natiche. L'ho portata in bagno. Ho aperto l'acqua e siamo entrati nella doccia. L'acqua calda si sentiva bene a cascata sui nostri corpi. Ben presto ci stavamo pomiciando mentre l'acqua scorreva lungo i nostri sé combinati. Le ho lavato le tette e la schiena con una luffa e un bagnoschiuma.

Eravamo a bocca aperta sotto il rubinetto. I suoi capelli sembravano così sexy aggrappati in ciuffi lungo le sue spalle. Mentre ci baciavamo, la mia eccitazione era evidente, il mio cazzo si alzò tra le sue gambe, toccando la sua fica rasata. Lei sussultò "non ne hai avuto abbastanza per un giorno?" Ho annuito di no, sorridendo. Roteò gli occhi sorridendo. L'ho presa per le natiche e ho fatto scivolare il mio cazzo nella sua fica familiare. Appoggiò la testa sulla mia spalla, lasciandomi fare il lavoro. L'acqua emetteva forti schiaffi quando i nostri corpi colpivano. Ben presto ero pronto a venire di nuovo. È venuta intorno al mio cazzo, e le sue pareti convulse che mi circondavano il cazzo mi hanno spinto oltre il limite. Sono entrato nel profondo di lei. Ha urlato contro la mia spalla.

L'ho messa giù e le ho alzato il mento, avvicinandola a me, baciandola leggermente. “Dai, è ora che tu vada a casa” dissi. L'ho asciugata e l'ho fatta asciugare anche a me. Si infilò il cambio di vestiti, e indossò una maglietta e dei pantaloncini. L'ho salutata con un bacio e l'ho tenuta sotto la sua guancia. Camminò lungo il sentiero che portava al marciapiede. Ho guardato il suo bel culo oscillare da una parte all'altra, ero sicuro che lo stesse facendo apposta. Aveva il culo più bello di tutte e tre le ragazze che ho scopato e le sono molto grato, visto che è l'unica che me lo ha permesso di incularlo. Controllai di nuovo l'ora; 2:30. Sorrisi, tornando nella mia stanza. Ha scatenato il sesso. Ho rubato un po' di fabreeze dalla stanza dei miei genitori e ho spruzzato la mia stanza e il bagno solo per sicurezza. Ero esausto, quindi ho deciso di fare un pisolino. Che giornata fantastica, che settimana fottutamente fantastica! Avevo scopato 3 ragazze che adoravo. Come potrebbe andare meglio?

Ai lettori. Tutti i commenti e i Mi piace mi fanno andare avanti. Ho altre storie in cantiere. Il finale arriverà questa settimana. Devo modificarlo ancora un po'. Spero che le storie vi piacciano, se lo fate (o non lo fate) fatemelo sapere.

Storie simili

Stregoneria

Avendo poteri soprannaturali, Ann ha completamente dominato suo marito Albert. Con la moglie come capo, Albert doveva fare tutti i lavori di casa. Anna, sul d'altra parte, non ha fatto nulla del genere. Quando si torna a casa dal lavoro tutti i giorni, diceva sempre ad Albert di preparare la cena. Inoltre, dopo aver cenato, e Albert aveva fatto i piatti, Ann gli ordinò di alzarsi in piedi dicendogli di farlo bacia e adora le dita dei piedi. Inoltre, ogni volta che le piaceva, si alzava su e abbassa la gonna e le mutandine, girati e infine dì: Bacia il mio...

614 I più visti

Likes 0

Confessioni di una troia sborra Pt. 1-2

Sono una troia da quando avevo diciotto anni. È difficile per me raggiungere l'orgasmo senza un cazzo in bocca. Sono dipendente dallo sperma. Lo mangio, a volte più di due volte al giorno. Lo sogno. Ho fatto docce di sperma. Esiste un programma in dodici fasi per le troie sborrate? Scommetto che c'è. Il problema è che in realtà mi piace essere una troia sborra. Quando c'è della sborra sulla mia faccia, di solito c'è anche un sorriso lì. E viceversa. Non sono sempre stata una troia sborra. Ho iniziato come una vergine innocente, come tutti gli altri. Ma questo è...

776 I più visti

Likes 0

The Futa Fairy - Futa Doctor's Hot Wish Capitolo 1: Futa Desire della dottoressa Rita

La Fata Futa - Il caldo desiderio del dottore Futa Capitolo uno: Il desiderio futa della dottoressa Rita Con il mio pseudonimo3000 Diritto d'autore 2017 Era passato un mese da quella fatidica mattina in cui imparai qualcosa di impossibile. Qualcosa di straordinario. Qualcosa che mi faceva bagnare la figa quasi ogni mattina quando sprofondavo nel sonno durante il giorno. Sì, il giorno. Ho fatto il turno di notte al St. Claire's Hospital. Un mese fa, ero stato fermato dal poliziotto futa, l'agente Cindy. Il solo pensiero di quella futa prepotente ha reso la mia figa così bagnata. Rabbrividii nel mio camice...

644 I più visti

Likes 0

La Vergine violata di Ward Fulton Capitolo 1

Non mio... Capitolo 1 Il centro commerciale era affollato di studenti, tutti desiderosi di approfittare del il sole e la dolce brezza primaverile che soffiava dolcemente dal fiume. Ogni panchina era occupata, e anche gli ampi bordi di cemento che orlate le aiuole erano stipate di adolescenti chiacchieroni, i loro gli spiriti sollevati dall'ultima partenza dell'inverno e dalla vista di migliaia di narcisi che annunciavano l'avvicinarsi della stagione. L'orologio dell'Old Main segnava le undici e mezzo e Suzanne alzò lo sguardo... con impazienza mentre si faceva strada tra la folla. Yvonne aveva detto 1115. Dov'era? Nervosamente, Suzanne si voltò e urtò...

839 I più visti

Likes 0

Imparare lo stile di vita Pt 4 - Eccitarsi con i tatuaggi

Hanno cambiato la biancheria da letto e Michael si è fatto la doccia e poi si è vestito. Poi Michael ha messo le lenzuola sporche in ammollo nella macchina e poi erano in viaggio. A questo punto, Silk stava morendo di fame. Michael ha preso le chiavi e quindi Silk lo ha lasciato guidare naturalmente. L'ha portata nel suo appartamento per prendere un'altra camicia da indossare poiché all'altra mancavano alcuni bottoni. Ha cambiato il suo vestito e lo ha incontrato di nuovo in macchina. Ha portato loro una tavola calda per camionisti e l'ha guardata in faccia. Fu lieto di notare...

793 I più visti

Likes 0

Sotto la sua scrivania

Mi ha assunto tre settimane fa. Un lavoro per il quale sono grato ma completamente non qualificato. Ma poi io sono giovane e asiatica, e lui è più vecchio e bianco, e nel corso dei miei doveri (e sì, anche nel corso del mio ficcanaso) ho scoperto la metrica del porno sul suo hard- drive con giovani donne asiatiche. Sono ben lungi dall'essere scoraggiato da questo. Voglio dire, non fraintendetemi, non ho alcun desiderio di scopare fino in cima, e sono anche dolorosamente consapevole dell'intero cliché della dinamica di potere tra uomo bianco e ragazza asiatica. Ma togliendo tutto questo dall'equazione...

830 I più visti

Likes 2

Bravado, parte 2

Kevin si svegliò la mattina dopo intontito, sbronzo e duro come una roccia. Debby giaceva accanto a lui nuda, sorridendo e accarezzando il suo piccoletto. Charles non era a letto. Kevin sussurrò, smettila! e ha provato a staccare le mani, ma ha semplicemente stretto e ha continuato a giocare con lui. Kevin sapeva che Charles non era felice che fossero finiti tutti in una cosa a tre la scorsa notte, ma a Debby non sembrava importare. Kevin sentì Charles che girava per la cucina. Kevin guardò Debby negli occhi e gridò: “Charles! Debby non smetterà di giocare con il mio cazzo!...

1.1K I più visti

Likes 0

Quale videoregistratore?_(1)

Ho tenuto d'occhio Eric da quando ha iniziato a occuparsi di bar nel ristorante in cui lavoravo. Avevamo avuto alcune conversazioni casuali, ma niente che sembrava portare da nessuna parte. È stato frustrante da morire. Lo volevo tanto, ed ero determinato ad averlo. Giovedì è stata una serata presto per entrambi. Facevo il turno di pranzo così uscivo di lì verso le 6 ed Eric scendeva alle 10. Gli ho chiesto se sapeva qualcosa sui videoregistratori dato che avevo problemi a far funzionare correttamente il mio. Gli ho detto che la foto era tutta incasinata e poteva darci un'occhiata. Certo, ha...

778 I più visti

Likes 0

Le conseguenze 5

Jim stava camminando avanti e indietro per un'ora, dopo aver distrutto la loro flotta d'invasione, erano partiti dopo il unica nave rimasta della flotta Krang. Mary e Amber lo avevano osservato per quasi tutto il tempo Jim se non lo fai Siediti, ti farò fuori di testa, non posso sopportare molto di più del tuo ritmo,” Mary quasi ringhiò. Jim si sedette rapidamente sulla sedia di comando cercando di non guardare Mary, scusa Mary, odio questa attesa, è vero niente a portata di mano su cui non fare nulla su cui lavorare, sai che odio essere inattivo. Mi rendo conto che...

602 I più visti

Likes 0

I ragazzi ricchi amano 24

Quando sono entrato a casa di Havreys ci siamo seduti e abbiamo camminato per le cose che Harvey stava facendo sembrare che non saremmo durati molto più a lungo, poi mi ha chiesto quanto pensi che dureremo ero così scioccato e sconvolto dalla domanda che mi ha appena chiesto che sono uscito da casa sua e sono tornato a casa. Sulla strada di casa, Harvey deve aver chiamato il mio cellulare almeno 5 volte, ma ho tenuto gli occhi sulla strada e ho lasciato che il mio telefono andasse alla segreteria. quando sono tornato a casa sono andato sul mio twitter...

598 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.