Una storia d'amore al liceo pt 3

977Report
Una storia d'amore al liceo pt 3

Era lunedì, ma fortunatamente le vacanze di primavera erano in pieno svolgimento. Mi sono svegliato dopo un altro sogno, questa volta su Hailey e Abbey allo stesso tempo. Abbey stava cavalcando il mio cazzo, mentre limonava con Hailey. Questa volta non mi sono schizzato nei pantaloni, ma mi sono comunque svegliato piantando una tenda importante. La prima cosa che ho fatto è stata controllare il telefono quando mi sono ripreso. Anna-beth mi ha mandato un messaggio chiedendomi se volevo venire a casa sua. Ho accettato ma non sono potuto venire fino alle 12:00.

Ho lasciato la mia stanza e sono andato in cucina a cercare un po' di cibo. Ho trovato un biglietto sul frigorifero che diceva che mia madre, mio ​​padre e la mia sorellina sono partiti per una città a un'ora di distanza fino alle dieci di sera. Ho sorriso sapendo di avere tutta la casa tutta per me. Dopo essermi fatta delle frittelle da mangiare, ho guardato la Tv fino alle 11:30. Sono uscito di casa alle 11:35 e ho fatto i 2 isolati a piedi fino alla casa di Anna-beth. Ho bussato alla porta e lei ha subito risposto. Ho incontrato il suo bel viso lentigginoso.

"Ehi!" disse, facendo un grazioso motivo di balletto. L'ho abbracciata e ho inalato il suo dolce profumo. Non ho sentito nessun altro a casa. Mi trascinò in soggiorno e mi fece sedere sul divano. Si sedette sulle mie ginocchia di fronte a me. Mi sono bloccato, l'aveva già fatto prima, ma mi ha avvolto le braccia intorno al collo. “Quindi stavo parlando con Abbey la scorsa notte, mi ha detto qualcosa…. cose” disse ridacchiando. Non ho detto niente. "A quanto pare hai un cazzo mostruoso", ha detto. Ho iniziato ad avere un'erezione ed ero sicuro che se ne fosse accorta. Si è avvicinata e mi ha baciato. Ancora una volta, stavo baciando una ragazza che amavo, solo che questa non me l'aspettavo affatto.

Riavvolgi due settimane. È stato quando ho incontrato per la prima volta Anna-beth. Indossava pantaloni da yoga e una maglietta. Eravamo alle prove musicali. Mi stava raccontando di quanto odiasse gli uomini, di come tutto ciò che vogliono è il sesso e non si preoccupino dei sentimenti di una donna.

“Spero che tu non pensi che io sia così” dissi.
"Certo che lo so, tutti i ragazzi sono degli stronzi", disse, incrociando le braccia e facendo una faccia imbronciata.
“No, non me ne frega niente di come sembri, quello che cerco davvero in una ragazza è la personalità. Voglio solo conoscere qualcuno e andare a dei piccoli appuntamenti carini. Sì, il sesso sarebbe bello, ma potrei farne a meno” intendevo ogni parola. Ho provato a flirtare con lei, ea volte lei ricambiava, ma altre ignorava le mie avances.

Ritorno al presente. Sono stato colto alla sprovvista dall'assalto di Anna-beth sulle mie labbra. Non potrei per la vita di me, capire perché Anna-beth è cambiata così rapidamente. Ho ricambiato il bacio, baciandola alla francese. Mi ha succhiato la saliva dalla lingua. Interruppi il bacio e la guardai con aria interrogativa. "Perché? Ho flirtato con te per settimane e tu mi hai completamente ignorato ogni volta!
"Lo so. Mi dispiace, mi piaci, ma... Abbey mi ha detto quanto sei fantastico a letto... o in piscina, dovrei dire. “Abbiamo riso entrambi. L'ho baciata brevemente. "Quindi questo significa che stiamo scopando oggi?" Lei annuì di sì, "E i miei genitori non sono a casa fino a tardi"
“Beh, uscirò con Abbey I
speranza. Ne abbiamo già parlato e non voglio che pensi che io stia barando, anche se non siamo ufficiali"
"Oh, smettila di lamentarti" disse. Mi ha stretto di nuovo le labbra. Volevo resistere ma non è servito a niente. Mi ha sedotto con il suo dolce aroma e il suo corpo eccitante. Stava macinando sul mio grembo, facendo crescere il mio cazzo di più. Stava iniziando a gemere mentre iniziavo a massaggiarle il seno senza che lei lo chiedesse. Erano molto morbidi e succulenti. Lui non ho sentito un reggiseno o altro sotto la sua maglietta. A afferrò una mano enorme piena di entrambe le sue tette. Ormai mi ero completamente dimenticato di Abbey, purtroppo, ma Anna-beth era abbastanza per me al momento.

indossava pantaloni da yoga neri attillati. Non ho mai smesso di baciarla mentre le tiravo sopra la maglietta, strappandola rivelando i suoi seni. Lei strillò quando i suoi capezzoli colpirono l'aria fredda. Le ho preso il capezzolo sinistro in bocca e gli ho arrotolato i capezzoli con la mano destra. "Oh Jeremiah, unng, mi rendi la figa così calda" Il mio cazzo era in overdrive, e non ero razionale. E se Abbey l'avesse scoperto? Ad Anna-beth non importava, ma ad Abbey sì.

All'improvviso ci fu un rumore di chiavi che entravano nella serratura della porta d'ingresso. Anna-beth si bloccò. Mi alzai rapidamente e le tirai la camicia sopra il seno. La baciai velocemente e poi mi diressi verso la porta sul retro. Potevo sentire Anna-beth parlare con suo padre. Ho aperto la porta sul retro, ho scavalcato il recinto adiacente al suo cortile e sono tornato sul marciapiede. Sapevo che il padre di Annabeth era un duro e che ci avrebbe uccisi entrambi se mi avesse trovata lì senza uno dei suoi genitori, anche se non mi avesse sorpreso a palparla o a succhiarle i capezzoli.

Ho deciso di chiamare Abbey. Ha risposto immediatamente. "Ehi piccola" fece le fusa. "Ehi Abbey, dobbiamo parlare" dissi.
“Ok…” disse esitante. "Così ero a casa di Anna-beth... e lei ha cercato di sedurmi... e penso che glielo avrei permesso se suo padre non fosse tornato a casa."
Sospirò un sospiro o un sollievo “è così? Jeremiah, l'ho detto anche a lei"
“L'hai fatto? perché?" Ho chiesto.
«Perché sei un così bravo amante, e Anna-beth mi ha detto che non si faceva una bella scopata da mesi, quindi ti ho raccomandato.» Sono arrossito. "Beh, vorrei che me lo avesse detto, così le avrei fatto impazzire il cervello" rise Abbey. "Va bene, e Hailey?" Lei chiese.
"Non preoccuparti per Hailey, me ne occuperò più tardi oggi" dissi. "Devo andare, ti amo" "Ti amo anch'io."

Ho continuato a camminare fino a casa finché non ho ricevuto una chiamata da Anna-beth.
“Ehi Geremia”
“Ehi Anna-beth…. Perché non mi hai detto che Abbey ti aveva detto di sedurmi?» Ho chiesto. "Non lo so. Ti volevo solo dentro di me, Abbey mi ha detto che eri enorme” abbiamo riso entrambi. "Eh, è decente, Abbey si impressiona facilmente." entrambi abbiamo riso di nuovo. Ho attraversato il mio cortile fino a casa mia. "Sai che i miei genitori non sono a casa se vuoi riprovare" dissi. urlò con gioia "Va bene, arrivo subito."
"Va bene, porta un cambio di vestiti e indossa quello che indossavi quando abbiamo provato oggi"
"Va bene, ciao" Riattaccò. Ho deciso di mangiare qualcosa prima che arrivasse Anna-Beth.

Ha bussato alla mia porta 15 minuti dopo. Ho aperto la porta facendola entrare. "Ehi sexy" dissi. ha chiuso le labbra con me e presto ci siamo baciati di nuovo alla francese. Ho rotto il bacio dicendo "Di sicuro non ci vuole molto per tornare nel momento per te, vero?" Ha appena ridacchiato. L'ho scortata nella mia stanza e l'ho fatta sedere sul mio letto. “Abbey mi ha detto che non ti fai una bella scopata da tanto tempo” dissi sorridendo. “è vero, non l'ho fatto” disse timidamente.
"Cambiamolo" dissi. Le ho afferrato il top per il colletto e l'ho strappato a metà fino alla linea dei pantaloni. Ha urlato "sì!" mentre le sue tette si rompevano di nuovo in aria. i suoi capezzoli erano duri come la roccia e si trovavano a circa mezzo pollice dall'areola. Di nuovo ho iniziato a palparla, prendendo il suo capezzolo in bocca e succhiandolo come se la mia vita dipendesse da questo.

“Oh, sì, Geremia. Mi fai così bagnare” urlò. Le ho tolto il capezzolo dalla bocca. "Bene, ho intenzione di ingoiare tutti i tuoi dolci succhi proprio come ho fatto con Abbey" Gettò indietro la testa euforica. Mi alzai e mi tolsi la maglietta, seguita dai pantaloncini. Quando mi sono tolto i boxer, il mio cazzo è spuntato davanti a me. Fissò con soggezione il mio grosso arnese. "Vai avanti, Anna-beth, toccalo, sono pronta" Nessun ulteriore indugio, si è inginocchiata e in un sol boccone ha ingoiato il mio cazzo. Wow, era molto più esperta con un cazzo di Abbey e Hailey.

Lei saltellava sul mio cazzo mentre mi alzavo, le mani sui miei fianchi, assorbendo la sensazione. La sua bocca era così calda e bagnata. Aveva le mani sulla parte anteriore delle mie gambe mentre dondolava alla velocità della luce. di tanto in tanto rallentava e mi guardava, incrociando i miei occhi con i suoi. La combinazione di occhi innocenti e bocca piena di cazzo era così eccitante. Le ho messo le mani sulla testa, le ho spinto il cazzo fino in fondo alla gola e l'ho lasciato lì. Ha iniziato a picchiettare, quindi l'ho tirato fuori lasciandola respirare. Lei soffocò e tossì, ma alzò lo sguardo e sorrise. "Geremia?" disse come una bambina mentre iniziava a masturbarmi lentamente. "Per favore, potresti scoparmi?" disse guardandomi con quella che posso solo descrivere come la faccia da cucciolo di cane. Non ho risposto, l'ho solo afferrata per la testa. Ha aperto la bocca e ho iniziato a spingere nella sua bocca come se fosse il sesso di Abbey quando l'ho fatto alla pecorina. Ha imbavagliato e la saliva volava dappertutto, ma a lei non sembrava importare.

Ho rallentato e lei mi ha tirato fuori il cazzo dalla bocca. Era così bagnato della sua saliva. Si allontanò con il piccolo filo di saliva che pendeva dalla testa del mio cazzo alle sue labbra. Lo ha risucchiato in bocca e poi è sceso di nuovo su di me, poi si è allontanato di nuovo, ripetendo il processo cinque o sei volte. L'ho fatta sedere più in alto. Le ho tolto la maglietta e ho messo il mio cazzo tra le sue tette. Li strinse insieme con le mani e cominciò a salire e scendere su di me. Ho gemuto mentre mi fotteva.
Le sue tette si stavano coprendo di saliva. È stata una delle cose più calde che abbia mai visto. Potevo sentire le mie palle ribollire e sapevo che presto sarei venuto.

“Oh merda Anna-beth. Im Gunna cum presto ”ho ansimato. "Vai avanti piccola, lo voglio" Ho sentito la sensazione familiare, le mie gambe si sono strette e il mio sperma ha iniziato a correre sul mio cazzo sul viso in attesa di Anna-beth. Aprì la bocca e cercò di prendere la maggior parte del mio sperma in bocca. La maggior parte è caduta sul viso e sulle tette. Ha usato le dita per pulirlo, da se stessa e nella sua bocca. Mi sorrise e poi deglutì.

Stavo scendendo dal mio orgasmo e ho iniziato a pensare in modo chiaro. "va bene, sdraiati e allarga le gambe" Ha fatto come ho ordinato. Ho afferrato i suoi pantaloni da yoga per il cavallo e l'ho strappato. La sua figa matura era proprio sulla mia faccia e luccicava alla luce della mia stanza. Allargai le sue labbra e mi tuffai su di lei. La sua figa non sapeva di altro che di sale. Le ho strofinato il "punto delle 2" mentre le toccavo la clitoride con l'altro dito. La stavo mangiando, leccando su e giù il più velocemente e profondamente che potevo. "Oh sì, mangiami piccola, ungg la tua lingua si sente così bene" mi tenne le mani sulla testa, stringendomi la testa come se stesse cercando di aprire una noce di cocco, mentre il suo primo orgasmo colpiva.

Alzai lo sguardo su di lei. Aveva gli occhi chiusi e tremava. Aprì gli occhi e mi fissò arrossendo. "Non ho mai avuto un ragazzo che mi mangiasse la figa prima" disse lentamente.
"Va bene, è solo la seconda volta che lo faccio" dissi con orgoglio. Mi alzai e mi infilai nel letto con lei. Le ho strappato completamente i pantaloni da yoga e ho afferrato una manciata di chiappe. «Pronta Annabeth?»
"Sì piccola, ne ho bisogno in me, fallo ora, sgonfiami il cervello" fece le fusa. Ero sopra di lei, pronto a scopare il suo missionario. Feci scivolare il mio cazzo nella sua figa stretta e rabbrividii alla sensazione delle sue pareti calde che mi circondavano. Stavo dondolando i fianchi avanti e indietro, scivolando dentro e fuori da lei. Aveva le gambe divaricate e le teneva indietro per le caviglie con le mani. “Oh fanculo Jeremiah, non sono mai stato così tanto teso, sei fottutamente enorme, unnnggg scopami piccola, ne ho davvero bisogno. mmmm"

I suoi dialoghi mi hanno reso più audace. Ho iniziato a giocare con le sue tette mentre spingevo in profondità e velocemente dentro di lei. Ho rallentato e mi sono tirato fuori. "Va bene piccola, mettiti in ginocchio" ho ordinato. Ha fatto come le ho detto. Prima di rimettere dentro il mio cazzo, mi sono chinato e l'ho leccata per qualche secondo. Quando sono stato soddisfatto, ho rimesso il mio cazzo nel suo buco stretto. L'ho presa in giro giocando solo la mancia. "smettila di prendermi in giro, mettilo in tutto il ..... Oh dio" l'ho interrotta, facendo scivolare il mio cazzo fino in fondo. Stavo spingendo più velocemente che potevo. "Jeremiah, hai mai... ungg... Hai mai... oh dio... fatto sesso anale?" chiese, un po' distratta. "No. ti dispiace?" Ho chiesto. "Niente affatto, fallo piccola!"

Eccitato ho tirato fuori, poi ho puntato il mio cazzo nel suo buco del culo, poi mi sono fermato. “Sei pulito piccola? Non voglio un'infezione"
"Sì, l'ho ripulito prima di venire", ha detto. Era tutto ciò che serviva. ha proceduto a spingere il mio cazzo nel suo ano. Sembrava... diverso, non peggiore o migliore, solo diverso. Era molto più stretto per uno. Stava gemendo forte, urlando il mio nome. "Fuck me ass baby, mmmmm, ci si sente così bene." Mi stavo divertendo molto, ma tutte le cose belle devono finire, ma non le ho detto niente. Il mio cazzo ha avuto le convulsioni e ha sparato il mio seme in profondità nel suo sedere.

"è stata fantastica Anna-beth!" Ho detto. Si voltò e mi baciò, facendo scivolare la lingua nella mia bocca. Hanno ballato per un minuto finché non ho rotto il bacio. "sai... siamo davvero sudati... vogliamo fare la doccia insieme?" Ho chiesto. Sorrise e applaudì eccitata. “sì, suona benissimo” controllo l'ora; 1:47. "andiamo" dissi, prendendola per le natiche. L'ho portata in bagno. Ho aperto l'acqua e siamo entrati nella doccia. L'acqua calda si sentiva bene a cascata sui nostri corpi. Ben presto ci stavamo pomiciando mentre l'acqua scorreva lungo i nostri sé combinati. Le ho lavato le tette e la schiena con una luffa e un bagnoschiuma.

Eravamo a bocca aperta sotto il rubinetto. I suoi capelli sembravano così sexy aggrappati in ciuffi lungo le sue spalle. Mentre ci baciavamo, la mia eccitazione era evidente, il mio cazzo si alzò tra le sue gambe, toccando la sua fica rasata. Lei sussultò "non ne hai avuto abbastanza per un giorno?" Ho annuito di no, sorridendo. Roteò gli occhi sorridendo. L'ho presa per le natiche e ho fatto scivolare il mio cazzo nella sua fica familiare. Appoggiò la testa sulla mia spalla, lasciandomi fare il lavoro. L'acqua emetteva forti schiaffi quando i nostri corpi colpivano. Ben presto ero pronto a venire di nuovo. È venuta intorno al mio cazzo, e le sue pareti convulse che mi circondavano il cazzo mi hanno spinto oltre il limite. Sono entrato nel profondo di lei. Ha urlato contro la mia spalla.

L'ho messa giù e le ho alzato il mento, avvicinandola a me, baciandola leggermente. “Dai, è ora che tu vada a casa” dissi. L'ho asciugata e l'ho fatta asciugare anche a me. Si infilò il cambio di vestiti, e indossò una maglietta e dei pantaloncini. L'ho salutata con un bacio e l'ho tenuta sotto la sua guancia. Camminò lungo il sentiero che portava al marciapiede. Ho guardato il suo bel culo oscillare da una parte all'altra, ero sicuro che lo stesse facendo apposta. Aveva il culo più bello di tutte e tre le ragazze che ho scopato e le sono molto grato, visto che è l'unica che me lo ha permesso di incularlo. Controllai di nuovo l'ora; 2:30. Sorrisi, tornando nella mia stanza. Ha scatenato il sesso. Ho rubato un po' di fabreeze dalla stanza dei miei genitori e ho spruzzato la mia stanza e il bagno solo per sicurezza. Ero esausto, quindi ho deciso di fare un pisolino. Che giornata fantastica, che settimana fottutamente fantastica! Avevo scopato 3 ragazze che adoravo. Come potrebbe andare meglio?

Ai lettori. Tutti i commenti e i Mi piace mi fanno andare avanti. Ho altre storie in cantiere. Il finale arriverà questa settimana. Devo modificarlo ancora un po'. Spero che le storie vi piacciano, se lo fate (o non lo fate) fatemelo sapere.

Storie simili

Le figlie controllate dalla mente di papà Capitolo 6: La migliore consulenza madre-figlia di papà

Le figlie controllate dalla mente di papà Capitolo sei: La migliore consulenza madre-figlia di papà Una storia di controllo mentale con fibbia per cintura Con il mio pseudonimo3000 Diritto d'autore 2021 Note: Grazie a WRC264 per aver letto questo beta! Il dottore è un po' indietro, ha detto l'infermiera mentre ci sedevamo nella sala d'attesa dell'ufficio del dottor Sharma. Era il ginecologo/ginecologo di mia figlia. Dato che erano tutte incinte, dovettero andare tutte a trovarla. Ma mai nello stesso giorno, ovviamente. La dottoressa Sharma era troppo impegnata per farli entrare tutti nello stesso giorno. Ero stato qui due giorni fa con...

1.7K I più visti

Likes 0

Sculacciata Amanda

Ho scritto questa storia per la ragazza dei miei desideri. L'ha letto e gli ha dato la sua approvazione. Ho cambiato il nome per proteggere i colpevoli :) È piuttosto breve: non riesco a immaginare di durare a lungo se questo si avverasse. Fatemi sapere cosa ne pensate. ====================================================================================================================================== ======================== Avevo incontrato Amanda 2 anni prima come parte di una chat room online. L'avevo considerata sexy dal momento in cui avevo controllato il suo profilo e non potevo credere alla mia fortuna quando ci ha provato. Eravamo in chat da un po' di tempo, ma alla fine ci siamo incontrati nel...

2.3K I più visti

Likes 0

White Lucy, Dark Meat ch.1

Introduzione “Shhhh…. Shhhh. sibilò Chris, interrompendomi. Tieni la testa bassa... non guardare in alto... ti vedranno. La mia reazione istantanea, ovviamente, è stata quella di guardare dritto in alto. Fu allora che li vidi. Due neri, alti e robusti, che stavano tagliando la radura erbosa, dritti nella nostra direzione. Non so chi sia stato davvero più sorpreso, Chris o me stesso. Negli 8 mesi in cui siamo venuti qui abbiamo visto forse 3 persone tutte. Our Spot, come eravamo venuti a chiamarlo, era una vecchia riserva abbandonata e ricoperta di vegetazione, in riva al lago. Il nostro posto segreto Era accessibile...

1.9K I più visti

Likes 1

Tre possono mantenere un segreto se due sono... confusi

«Allora è deciso. Domani Ron va al lavoro e vede con cosa dobbiamo lavorare. disse Kim mentre si rannicchiava nel mio petto, e io l'ho abbracciata. Era stata una domenica mattina emozionante; prima con la russa e poi sesso con le due sorelle. Eravamo tutti un po' stanchi, ma eravamo ancora più affamati. Qualcuno a pranzo? ho chiesto Sto morendo di fame rispose Kim entusiasta Guardai Rachel, che sembrava essere in un altro mondo. “Rach? Pranzo? Ho riprovato. Rachel ruppe il suo sguardo nell'infinito, guardò me e poi Kim. Che cosa? lei ha detto “Pranzo? Sì, ho fame. Stai bene? ho...

1.6K I più visti

Likes 0

Tenero amore II

Introduzione: Per comprendere e apprezzare appieno questa storia, leggere la Parte I di Tender Love. Mi dispiace che ci sia voluto così tanto tempo per la parte 2, mio ​​padre è morto e io ero distratto. La giovane donna latina giaceva sopra la mia forma nuda con il mio cazzo duro come una roccia ancora incastrato tra le labbra della sua figa, come se fossi un dildo umano per il suo piacere. Potevo sentire i suoi caldi succhi d'amore che cominciavano a raffreddarsi mentre gocciolava dai lati delle mie cosce. Si è riposata dal potente climax che aveva appena sperimentato strofinando...

1.6K I più visti

Likes 0

Inginocchiarsi o non inginocchiarsi Pt. 01

(Una ragazza va a un gioco per vincere un milione di dollari, ma finisce in schiavitù e diventa una schiava posseduta che viene addestrata, condizionata e trasformata) È lunedì sera e questo può significare solo una cosa... è l'ora di Kneel or No Kneel! la voce dell'annunciatore rimbombò attraverso il palcoscenico mentre scoppiava un fragoroso applauso da parte del pubblico. I riflettori presero vita all'istante, illuminando con luce calda il palco dove mi trovavo in silenzio. Ora ecco il tuo ospite preferito, l'unico... l'unico... Horny Bondel! Grazie, grazie, è fantastico essere qui per un altro episodio di Kneel or No Kneel...

1.1K I più visti

Likes 0

Cameriera di latte cremoso

Cameriera di latte cremoso Kelsey Diaz aveva sempre avuto ragazzi dopo di lei, anche alle elementari. C'era solo qualcosa in lei che sembrava attirarli. Non lo capiva davvero quando era una ragazzina, ma era diventato almeno un po' più ovvio quando aveva frequentato il liceo. Kelsey era un bel mix di latino e nativo americano, circa un quarto nativo americano per quanto ne sapeva. Ma ciò che significava fisicamente per lei era che era quella che i ragazzi chiamavano una bomba totale. Sospettava segretamente che a volte volessero solo stare con lei per avvicinarsi alla sua famigerata mamma pornostar. A volte...

966 I più visti

Likes 0

Prostituta infantile

Storia di Fbailey numero 475 Prostituta infantile Stava tutto il giorno fuori dal mio posto di lavoro con l'aria di una prostituta ma aveva paura di chiedere soldi per fare sesso a uno sconosciuto. Ovviamente era nuova. Avevo visto alcune prostitute nel mio angolo nel corso degli anni, ma era solo una ragazzina. Alla fine sono uscito e le ho chiesto se voleva qualcosa da mangiare e da bere. Ha detto di sì e l'ho invitata a entrare. Le ho chiesto cosa le piacesse mangiare e poi ho ordinato una pizza da condividere e un paio di bibite. Avevamo venti minuti...

848 I più visti

Likes 0

I Grigi (Capitolo uno)_(1)

Mi chiamo Jude Grey. Ho 17 anni 5'11 forse 6'0 adesso. Ho gli occhi color cipria, i capelli nero-brunastri scuri. Ho caratteristiche molto dettagliate / cesellate come mi dicono le persone. Quest'anno è il mio ultimo anno di liceo, ed è appena agli inizi, sono molto coinvolto nello sport e rimango attivo. quindi sono in forma, non troppo grande sono muscoloso, ma magro allo stesso tempo sono anche un po' abbronzato. Sono 1 di 6 bambini. il mio fratellastro Christian ha i capelli castano scuro, è scuro quasi quanto il mio, il suo viso è cesellato, ma non così dettagliato come...

900 I più visti

Likes 0

La ragazza di mamma

Vivere nei progetti di Chicago è esattamente come sembra. Un incubo. A peggiorare le cose, mia madre di solito è fottuta con qualunque droga riesca a trovare la metà del tempo, facendo cose sgradevoli per mantenere la sua dose. Tutti abbiamo dovuto fare cose di cui non siamo orgogliosi per sopravvivere in questo buco infernale, me compreso. Essere un piccolo ragazzo bianco femminuccia dalla pelle pallida in un posto come questo mi ha reso un bersaglio facile. Soprattutto senza un padre che mi proteggesse, se n'è andato molto tempo fa. È già abbastanza brutto che io sia costantemente confuso per una...

908 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.