La ragazza di mamma

1.1KReport
La ragazza di mamma

Vivere nei progetti di Chicago è esattamente come sembra. Un incubo. A peggiorare le cose, mia madre di solito è fottuta con qualunque droga riesca a trovare la metà del tempo, facendo cose sgradevoli per mantenere la sua dose.

Tutti abbiamo dovuto fare cose di cui non siamo orgogliosi per sopravvivere in questo buco infernale, me compreso. Essere un piccolo ragazzo bianco "femminuccia" dalla pelle pallida in un posto come questo mi ha reso un bersaglio facile. Soprattutto senza un padre che mi proteggesse, se n'è andato molto tempo fa.

È già abbastanza brutto che io sia costantemente confuso per una ragazza, ma essere il figlio di una puttana non migliora le cose. Non fraintendermi, amo mia madre, ma è difficile stare con lei. Mi degrada costantemente e fa sempre cazzate. Portare a casa degli stronzi che ci trattano di merda.

Alcuni di loro avrebbero facilmente fatto a modo loro con me se non fosse stato per l'accordo che ho fatto con Nekeisha. So che molti di loro si sarebbero imposti con me. Nekeisha non è qualcuno con cui vuoi scherzare. Gestisce tutto qui intorno.

Droghe, pistole, prostitute, lo vuoi lei ha il collegamento. Può persino far uccidere qualcuno al giusto prezzo. Tutti la temono. Forse anche il fatto che abbia un cazzo più grande della maggior parte degli uomini potrebbe avere qualcosa a che fare con questo.

Tutto quello che so è che sono sotto la sua protezione finché mantengo la mia parte dell'accordo.

Può essere un po' degradante fare le cose che lei vuole che io faccia, ma mi tiene al sicuro da tutti gli altri.

Mentre indosso le mutandine di cotone bianco che le piacciono così tanto, non è poi così difficile razionalizzarlo. Cosa sono un paio di atti degradanti se è ciò che mi tiene lontano dagli altri animali che farebbero molto peggio.

Inoltre, Nekeisha è abbastanza spaventosa e spietata per la maggior parte del tempo. Ho sperimentato la mia giusta parte di lei per sapere quanto può essere crudele. Ero così spaventato da lei.

Infilo le calze bianche sulle mie gambe appena depilate e indosso la gonna corta che mi ha regalato. Dopo aver indossato un reggiseno da allenamento e abbottonato la camicia bianca, lasciando l'ombelico scoperto, inizio a truccarmi.

Dopo aver applicato il lucidalabbra, il fard e un po' di ombretto, quasi non riconosco la bella ragazza allo specchio. I suoi capelli biondo oro sono raccolti in una coda di cavallo con gli occhi azzurri pieni di disperazione.

"Hai intenzione di prostituirti di nuovo?" mi chiede mia madre mentre esco dal bagno con i tacchi. "Sei patetica, fottuta femminuccia."

Le sue parole pungono, ma mi ci sono abituato.

Non le rispondo nemmeno mentre prendo la borsa e me ne vado. Mi faccio strada fino all'ultimo piano, ricevendo il tipo sbagliato di attenzioni da ogni ragazzo che incontro. Sento una serie di fischi, sollecitazioni e sopporto pochi tentativi di palpeggiamento.

Alla fine arrivo alla stanza 1612, la stanza di Nekeisha. Ci sono due grossi uomini di colore fuori a guardia del suo appartamento.

Uno di loro bussa alla porta. Un uomo di colore gigante con braccia più grandi del mio corpo risponde e mi lancia un'occhiata. "Nekeisha, la tua puttana è qui."

"Beh, falla entrare. Ho bisogno che il mio cazzo venga succhiato."

Si sposta e mi lascia passare. Nekeisha è seduta sul divano con uno spinello tra le mani. I suoi capelli sono raccolti in trecce. Ha uno sguardo cattivo sul viso. Anche se il suo viso è sempre accigliato, è ancora molto bella, in un modo rude. Mi fa cenno di inginocchiarmi davanti a lei mentre tira una boccata. Posso dire che l'aria è densa di tensione.

Obbediente, faccio come mi è stato detto, andandole incontro e cadendo in ginocchio. Senza un'altra parola, tiro fuori il suo grosso cazzo flaccido nero da 8 pollici e gli do un bacio. "Ecco troia, mettiti al lavoro."

Faccio scivolare la sua grossa testa tra le mie labbra, è quasi troppo grande per entrarci. Devo sforzare la mia mascella aperta per farlo entrare.

Spinge la mia testa verso il basso, forzando più del suo cazzo nella mia bocca. “Ingoialo, puttana. Voglio il mio cazzo in gola.

Bevo un grosso sorso e la sua asta mi scende in gola, intasandomi la trachea. Comincia a spingere, dandomi una bella scopata in faccia. Sento che tutti mi guardano mentre mi infila la sua grassa anaconda giù per la gola. Il mio naso incontra il suo pube. Il profumo muschiato del suo cavallo sudato mi riempie le narici.

"Quella puttana è una succhiacazzi naturale", dice uno dei ragazzi seduti al tavolo dall'altra parte della stanza.

"Qual è la parola su quel carico di AK?" chiede Nekeisha mentre mi afferra la coda di cavallo e inizia a pomparmi la testa su e giù sul suo cazzo.

"Li porteremo all'acquirente e avremo i nostri soldi prima della fine della serata", dice rapidamente un altro uomo seduto al tavolo.

“Stai fottutamente meglio! Se non avrò i miei soldi, qualcuno morirà, cazzo.

"Non preoccuparti, Nekeisha, prenderemo quel giornale", dice Jerome.

“E la coca? Abbiamo venduto il nostro inventario rimanente?" lei chiede.

"Ci è rimasto un po ', ma tireremo fuori il resto."

"È meglio che venga sostituito con la carta entro la fine della serata", ringhia.

"Lo farà", dice il ragazzo al tavolo.

"Allora, quando potremo fare un giro sul culo rotondo di quella femminuccia?" lui chiede. Alzo rapidamente lo sguardo su Nekeisha, implorando con i miei occhi. Per favore, non lasciare che mi tocchino.

“Tocca la mia cagna e dipingerò i miei muri con il tuo cervello. Ora, tutti fuori. Le scoperò il culo stretto e colpirò le lenzuola. È stata una lunga fottuta giornata…”

Tutti se ne vanno tranne Jerome, è il braccio destro di Nekeisha. Mi tira fuori il cazzo dalla bocca. "Dai amore. Andiamo a letto e continuiamo da dove ci siamo interrotti.

Mi prende per mano e mi conduce nella sua camera da letto. Una volta che siamo a porte chiuse, mi attira in un profondo bacio appassionato. La sua lingua esplora la mia bocca mentre la sua mano si allunga sotto la mia gonna e mi afferra una manciata di culo. Quando siamo in privato, mi mostra il suo lato più tenero. Un lato di cui voglio disperatamente di più.

"Nessuno di quei figli di puttana ti ha fatto del male, vero?" mi chiede mentre mi posa una mano sulla guancia, accarezzandola con il pollice mentre mi guarda profondamente negli occhi. "Giuro che se qualcuno ti mette anche solo un dito addosso lo ammazzo."

le sorrido. "No... nessuno mi ha fatto del male."

Ancora una volta le sue labbra sono sulle mie. Mi tira giù la gonna e sposta la mano sulla mia camicia, sbottonandola lentamente mentre la sua lingua lotta con la mia. Dopo essersi tolta la maglietta, si toglie la sua stessa maglietta, rivelando una serie di seni a forma di pompelmi giganti con una serie di addominali duri come la roccia sotto. Il suo braccio destro è coperto di tatuaggi. Si tira giù i jeans larghi e sbrindellati. Quindi si toglie gli slip in spandex. Il suo mostro di pitone penzola libero tra le sue gambe.

Ho appena il tempo di prenderla tutta prima che lei mi sollevi e mi sdrai sul letto, a pancia in giù.

Molto lentamente, mi tira giù le mutandine, lasciandomi il culo nudo. Gli dà uno schiaffo duro, prima di immergersi. La sensazione della sua lingua mi fa venire un brivido lungo la schiena.

Mentre mi allarga le guance, mentre lecca su e giù la fessura del mio culo prima di spingermi oltre lo sfintere. Gemo per la sensazione causata dalla sua lingua.

"D'accordo tesoro. La mamma sta arrivando.

Si alza e si mette a cavalcioni sulle mie cosce. Riesco a sentire la punta del suo cazzo sollevarsi tra le mie chiappe mentre si china e afferra la bottiglia di lubrificante sul comodino.

Ne schizza un bel po' e lo spalma su tutto il mio culetto stretto e poi si insapona il cazzo.

Prima che me ne renda conto, il suo cazzo mostruoso sta bussando alla mia porta sul retro. Faccio del mio meglio per rilassarmi mentre lei infila la testa nel mio retto. Fa male mentre spalanca il mio buco del cazzo, ma non tanto quanto una volta.

Affonda lentamente il suo cazzo più a fondo dentro di me. Afferro le lenzuola e mordo il cuscino, qualsiasi cosa pur di alleviare il dolore. “Respira, piccola. Respirare." Si china e mi bacia la spalla mentre mi avvolge il braccio intorno al collo, costringendo il mio viso ad avvicinarsi al suo. "Rilassati e fai entrare la mamma."

Cerco di riempire i polmoni d'aria, ma il cazzo che mi si infila nel culo mi fa stringere i denti.

Si tira fuori solo un po' prima di spingersi dentro più a fondo. A poco a poco, spinge il suo cazzo più a fondo nel mio culo. A poco a poco, spingendo sempre più del suo ceppo dentro di me. Ruota i fianchi, allargandomi ancora di più il sedere mentre mi posa dei baci sulla guancia. La sua mano scende lungo il mio braccio e sopra il mio pugno chiuso pieno di lenzuola. Rilascio il tessuto mentre lei intreccia le sue dita con le mie.

Quel suo grosso cazzo si strofina contro quel punto sensibile dentro il mio culo, costringendo un gemito a uscire dalle mie labbra. Lei lo chiama il mio punto g. “Che è bambino. Gemi per me."

Continua ad affondare il suo cazzo dentro di me finché non riesco a sentire le sue palle appoggiate contro le mie. “Ecco, la parte peggiore è passata, piccola. Sono palle nel profondo del tuo culo.

Lascia che il mio culo si adatti al suo grosso cazzo nero prima di iniziare gradualmente a spingere dentro e fuori.

“Uhm… Uuuuh. Awww! Ogni colpo del suo cazzo manda ondate di dolore mescolate al piacere attraverso il mio corpo mentre gemo gemito e grugnisco ad ogni spinta.

“Ecco, prendi solo il cazzo di mamma. Sei al sicuro qui con me, ti proteggerò. Basta che tu sia mio,” mi sussurra all'orecchio mentre mi scopa lentamente, riempiendomi con il suo grosso cazzo nero.

"Oooh, cazzo... sarò sempre tua, mamma..." sussulto mentre lei si spinge dentro di me. Il mio piccolo cazzo è duro. Ogni spinta dei suoi fianchi spinge il mio uccellino contro le lenzuola.

Il suo ritmo aumenta mentre inizia a fottermi davvero. Il modo in cui sbatte il suo cazzo dentro di me fa tremare tutto il mio corpo.

Quel suo bastone da cazzo mi riempie ad ogni pugnalata. È come avere un tronco d'albero ficcato nel culo. Ma il dolore è del tutto diminuito e sono sopraffatto dal piacere di quel grosso cazzo mentre mi prende a pugni il punto G.

“Uhm, per favore mamma! Fammi tuo! Prendimi il culo” gemo, completamente persa tra le sue braccia mentre mi picchia il culo, affondando il cazzo dentro di me.

"Ecco fatto, piccola, arrenditi a me." La sua velocità aumenta mentre inizia a darmi una bella scopata. La mia mente si svuota per il sovraccarico sensoriale mentre mi scopa bene. Quel cazzo mi fa gemere come una puttana ogni volta che colpisce il mio punto g. Sono la sua cagna.

Il mio piccolo uccello perde sperma mentre il piacere esplode dentro di me. All'improvviso si infila tutta dentro di me. Un liquido caldo e fumante fuoriesce dal suo cazzo, riempiendomi. Ci si sente così bene. Lentamente inizia a roteare i fianchi, cercando di depositare tutto il suo seme dentro di me.

Spingo il mio culo dentro di lei. Voglio tutto il suo sperma dentro di me. Voglio disperatamente essere la sua brava ragazza.

"Fanculo! È stato... fottutamente fantastico,” geme mentre si tira fuori dal mio culo con uno schiocco e si gira sulla schiena. "Vieni qui e puliscimi il cazzo, piccola."

Faccio fatica a mettermi in ginocchio, sono sempre debole dopo essere stato fottuto dal suo cazzo mostruoso. Sdraiata, faccio scivolare la mia gamba sulla sua mentre comincio a leccare il suo cazzo sporco e coperto di sperma. Posso ancora sentire il fetore del mio culo sul suo palo, ma amo il suo sperma denso e cremoso. Farei qualsiasi cosa per lei.

Non è sempre stato così. Quando mi ha portato per la prima volta nella sua stanza, mi ha degradato e umiliato. Mi ha costretto a diventare la sua femminuccia. Ma ho imparato che deve mostrare una facciata dura. Per mantenere il suo potere, deve far temere la gente. Quindi interpreta il ruolo di uno spietato assassino.

Ma non mi sono mai sentito più al sicuro quando sono con lei. Alzo lo sguardo nei suoi occhi castano scuro mentre la mia lingua lavora su e giù per il suo cazzo, leccando fino all'ultimo pezzetto del suo sperma.

"Mamma?"

"Si Bella?"

“Posso stare con te per favore? Non voglio tornare a casa”. Il pensiero di tornare dalla mia madre violenta tutta drogata e arata da uno stronzo mi fa venir voglia di piangere.

La sua mano mi afferra il mento e mi tira verso di lei. “Tesoro, puoi fare di questo letto la tua casa, ma conosci le mie regole. Se rimarrai con me, ti voglio tutta carina. Voglio che rinunci a qualsiasi idea di essere un ragazzo. Devi essere la mia ragazza d'ora in poi. È questo che vuoi?"

“Mamma, ti voglio bene. Se essere carina e diventare la tua ragazza è tutto ciò che devo fare per stare con te, allora non sarò mai più un ragazzo. Voglio solo restare tra le tue braccia.”

Mi fa entrare per un bacio profondamente intimo. Non sapevo che avrei mai potuto sentirmi così, ma stare con lei mi fa sentire bene. All'inizio ero spaventato. Può essere così intimidatoria con le altre persone. E all'inizio era così aggressiva. E la prima volta che abbiamo fatto sesso, ha fatto male... molto, ma è stato anche bello. E non ne aveva mai abbastanza. Ma abbiamo legato. Nessuno di noi se lo aspettava, ma è successo. Ora, non c'è posto in cui preferirei essere se non avvolto tra le sue braccia.

Mi appoggia la testa contro i suoi seni mentre mi passa la mano tra i capelli, sciogliendomi la coda di cavallo.

"Non avrei mai immaginato che mi sarei innamorata di una piccola femminuccia, ma sono con te, Sarah", sussurra. Sarah è il nome che mi ha dato quando ha iniziato a costringermi a vestirmi da ragazza. Prima mi vergognavo così tanto, ma ora... lo adoro. Il nome che avevo prima, Jeff... Non è più mio.

Sono la ragazza di mamma e mi chiamo Sarah.

Ti è piaciuta la mia storia? Per favore fatemelo sapere nella sezione commenti! E dagli la tua valutazione onesta. Dai un'occhiata al mio profilo e seguimi. C'è anche un link alla mia newsletter dove puoi iscriverti. Come sempre, questa storia è collegata a tutte le altre, quindi leggetele tutte!

Amore,

Fenice

Storie simili

Dal negozio di alimentari a f

Ho guardato l'incredibile seduttrice da dietro pensando a tutte le cose sporche che le avrei fatto se ne avessi avuto la possibilità, che era esattamente come lo volevo. L'ho seguita da lontano e ho continuato a fare acquisti, o in questo momento per lo più facendo finta di farlo. Ero così perso nel corpo della ragazza adolescente di fronte a me che lo shopping per quello per cui ero venuto non sarebbe successo a causa della mia immaginazione iperattiva. Il fatto che il mio cazzo fosse duro come una roccia non aiutava, specialmente nei jeans attillati che indossavo. Speravo davvero che...

2.1K I più visti

Likes 0

La moglie di Frank parte 5

La moglie di Frank parte 5 Il viaggio di Jim Ritorno al Sexy Shop storia di: SindyxSin Jim riporta Kathy al sexy shop. NOTA DELL'AUTORE: Questa è una storia sessuale continua. Potrebbe avere del sesso rude e non dovrebbe essere letto da persone che non amano quel tipo di sesso. Non è per tutti, dolore, umiliazione e altri atti sessuali usati per degradare una persona non per tutti. Se questo ti eccita, sono felice, ma per favore non provare nulla di tutto questo su partner riluttanti. Le storie che precedono questa sono; Moglie Franchi, 1,2,3,4. Con l'aiuto di Frank e di...

1.9K I più visti

Likes 0

Mio fratello Turner e io

Ero seduto al tavolo della colazione cercando di decidere cosa fare. Stanotte era la vigilia di Capodanno e mio fratello mi aveva chiesto di andare a una festa di Capodanno con lui. Avevo appena compiuto 44 anni a novembre. Mio marito è morto tre anni fa e io vivevo da sola. Il nome di mio fratello è Turner e ha quindici anni meno di me. Mia madre mi ha avuto quando aveva solo 16 anni e non hanno avuto un altro figlio fino ai 31 anni. Da quando mio marito è morto, Turner è stato molto gentile con me. Viene a...

2.9K I più visti

Likes 0

Jilly

Ho sedotto, costretto o imposto me stesso a una ragazza giovane, minorenne. Chiamalo come vuoi, ma è successo, mi vergogno di averlo fatto, dopo la prima volta, ma ho continuato a godermi ciò che ho cospirato perché accadesse, ancora e ancora. Una storia vera che fortunatamente è andata bene, sarebbe potuta andare dall'altra parte! Perchè è successo? Sono un ragazzo, sposato da 15 anni e ad essere sincero annoiato di scopare mia moglie, che era passata dal godersi il sesso a sopportarlo. Avevo bisogno di un po' di spezie, qualcosa per farmi sapere che potevo ancora tirare, qualcosa per aumentare il...

2.6K I più visti

Likes 1

Le conseguenze 5

Jim stava camminando avanti e indietro per un'ora, dopo aver distrutto la loro flotta d'invasione, erano partiti dopo il unica nave rimasta della flotta Krang. Mary e Amber lo avevano osservato per quasi tutto il tempo Jim se non lo fai Siediti, ti farò fuori di testa, non posso sopportare molto di più del tuo ritmo,” Mary quasi ringhiò. Jim si sedette rapidamente sulla sedia di comando cercando di non guardare Mary, scusa Mary, odio questa attesa, è vero niente a portata di mano su cui non fare nulla su cui lavorare, sai che odio essere inattivo. Mi rendo conto che...

1.9K I più visti

Likes 0

Il compito erotico di Abby

Frequentavo la scuola media da diversi anni e mi ero fatto la reputazione di sfidare intellettualmente i miei studenti, specialmente nell'area della letteratura drammatica. Molti studenti sono andati in una scuola superiore in tutta la città che era eccezionale. . . anche degno di nota a livello nazionale. Uno di quegli studenti. . . Abby era di gran lunga la mia preferita. Aveva effettivamente trascorso i suoi anni elementari in Canada e l'istruzione che ha ricevuto è stata eccezionale. Nonostante la situazione che sto per descrivere. . . avvenuta quando aveva 14 anni, ho avuto il piacere di averla per tre...

1.8K I più visti

Likes 0

La ragazza dietro il muro

Ero al secondo anno di college quando l'ho incontrata. Kacey viveva nel dormitorio accanto a me, ma non l'avevo mai vista. La conoscevo solo dal nome sulla porta e da quello che ho sentito quella prima notte. Mi sono seduto nel mio letto preparandomi per andare a dormire. Accanto al letto fu spinto contro il muro, e fu allora che l'ho sentito; un gemito morbido e sexy dall'altro lato del muro. Ho spazzato via il primo suono ma quando ho sentito il secondo, un po' più forte e più a lungo, ho iniziato a immaginare il creatore di questi piccoli rumori...

1.9K I più visti

Likes 0

Sorella divertente (Pt1)_(0)

Andare in discoteca in città non è poi così male dici ai tuoi amici quando continuano a chiederti perché lo fai, Perché lo faccio? ti chiedi per la decima volta mentre tu e tua sorella state sulla piattaforma affollata aspettando il tubo a casa. Entrambe vestite con gonne quasi troppo corte per decenza e top attillati, tua sorella si è sempre lamentata del fatto che non indossi mai un reggiseno, i tuoi seni sodi e larghi e quasi cadono dalla linea del collo del taglio inferiore. 23:00 e non puoi credere a quante persone stanno ancora viaggiando, la vedi saltare e...

1.5K I più visti

Likes 0

Bug Chasing - Crociera per l'AIDS

All'inizio è stato difficile per me capire perché mi sentissi così. Ho adorato il modo in cui desideravo ardentemente il cazzo senza sella nel mio buco del culo finocchio, ho adorato quanto volevo che ogni cazzo che scopava la mia figa gay svuotasse un carico dopo l'altro di sperma caldo, appiccicoso e fuso nel profondo della mia figa palpitante e dolorante. Ma aspetta, non era quello che avevo difficoltà a capire. Quello che è successo è che, quando ho iniziato la mia carriera di pilota di cazzi alla tenera età di 14 anni, erano i primi anni '70, ancora un po'...

1.3K I più visti

Likes 0

LA MADRE INSEGNA LA FIGLIA_(0)

Dov'è tuo padre, ha chiesto Alicia Mead a sua figlia Nancy, mi sto stancando terribilmente di cercare di tenere traccia di quell'uomo!?! L'ultima volta che l'ho visto era in bagno, replicò Nancy versandosi un bicchiere di succo d'arancia, stava strofinando il pavimento intorno al gabinetto!!! Avrebbe dovuto farla finita molto tempo fa, disse Alicia irritata, se scopro che ha fatto una cazzata, gli farò desiderare che dannatamente non l'abbia fatto!!! Aw, rilassati con lui, mamma, disse Nancy tra un sorso e l'altro, sta facendo del suo meglio, dopotutto, sei piuttosto duro con lui!!! Alicia Mead si girò per affrontare sua figlia...

1.7K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.