Michelle - Pigiama party 2 - Capitolo 10

607Report
Michelle - Pigiama party 2 - Capitolo 10

Dio mio! Peni! La scatola conteneva diversi peni finti... diversi colori... diverse dimensioni... ma non c'era dubbio su cosa fossero!
"Jen," strillai, "Dove hai...come hai...cosa...?"
"Questi sono alcuni dei miei migliori amici," sussurrò con voce cospiratrice. "A volte, quando non ci sono ragazzi in giro e le mie dita non bastano..."
"Dio mio!" Rimasi senza fiato di nuovo, proprio mentre la mia mano raggiungeva la scatola e iniziava ad accarezzare e setacciare i diversi pezzi.
Plastica... metallo... gomma... perline su un filo... perline su una bacchetta di plastica... alcune forme davvero strane... cose... non peni... strette a un'estremità... molto grasso dall'altro...rosa...liscio...con base piatta.
"Jen," sussultai di nuovo, "dove...come...cosa...?"
"Questo è il preferito della mia figa," mi ha confidato. Aveva in mano un pene rosa. Sembrava così reale. Ho allungato la mano e l'ho toccato... l'ho afferrato. Sembrava addirittura reale... proprio come quello di mio fratello... proprio come quello di Jeff. Ma era molto più grande di entrambi. Non proprio più, ma molto più grasso.
Ha continuato a mostrarmi il contenuto. "Questo è il preferito del mio clitoride," sussurrò, sollevando un pene di metallo lucido.
"Il tuo clitoride preferito?" chiesi, un po' confuso.
"Sì," mormorò. Girò la base del pezzo e me lo porse. "Tatto."
Ho allungato la mano e ho afferrato il pene lucente. Dio mio! Ronzava e vibrava. Ho sentito un'ondata istantanea di succhi, solo immaginando come sarebbe stata quella... quella... quella... cosa a ronzare contro il mio clitoride!
Girò indietro la base e la posò, raccogliendo le perline. "Questi sono i preferiti del mio sedere", ha confidato.
"Il tuo sedere?" chiesi, un po' incredulo. La mia mente era in subbuglio. Non potevo credere a quello che stavo vedendo... o sentendo. Questa è la ragazza che mi ha appena leccato la figa! Gliel'avevo appena leccata! Le ho leccato il sedere! Aveva le dita nelle mie! E adesso questo?
"Sì," rispose lei, sollevando il filo con le sei perline. "Li infili nel sedere uno alla volta, e poi quando sei pronto a venire... quando inizi a venire... li tiri fuori. È fantastico! Vengo così forte!" aggiunse rapidamente.
Ho esaminato il filo che aveva in mano e le perline su di esso, e ho provato a immaginare come sarebbe stato averli infilati nel mio buco posteriore... e poi tirati fuori... mentre stavo arrivando!
"Allora che mi dici di questi?" chiesi, afferrando la solida bacchetta di plastica con sopra le perline.
"La stessa cosa," rispose. "Le perle hanno la stessa sensazione, tranne che con questa puoi spingerle dentro e fuori... pomparle. Con il filo, ci vuole un'eternità per spingerle dentro una volta che le hai tirate fuori.
La mia immaginazione stava impazzendo, la mia figa pulsava mentre tornavo nella scatola e tiravo fuori uno di quegli strani oggetti di gomma rosa dalla forma. "E questo?" Ho chiesto.
"Quello è un plug anale", rispose con nonchalance. "Vedi quanto è magro in punta e quanto è grasso alla base?" lei chiese.
Annuii semplicemente senza parole... ancora un po' stordito.
"Quando ti metti la punta nel culo per la prima volta, ti aprirà... ma quando la spingi sempre più in profondità e raggiungi le parti più grandi... ti apre completamente. È fantastico," ha continuato, " Anche meglio del cazzo di un ragazzo perché ti aprirà lentamente. All'inizio non fa così male come fa il cazzo di un ragazzo."
Rimasi seduto congelato, sbalordito. Tuttavia, il formicolio che mi attraversava la figa stava diventando sempre più forte, sempre più feroce... esigente...
"Questo," disse con un sorriso malizioso, sollevando un altro pene, "è il mio amico preferito molto speciale."
Ho guardato il pene nella sua mano e ho notato il modo in cui la parte superiore era curva da un lato. La mia mente tornò immediatamente alla mia festa di piacere privata, e alla banana... con l'estremità curva... come l'avevo girata dentro di me... come toccava il mio canale in posti che non avevo mai sentito prima.
Il sorriso di Jen divenne ancora più malvagio mentre me lo teneva davanti al viso. "Guarda questo," disse e raggiunse la base. Iniziò a girare la piccola leva sul fondo. Dio mio! La testa curva girava intorno e intorno!
La mia figa ha avuto spasmi e ho sentito un'ondata di succhi mentre immaginavo come sarebbe stata quella cosa dentro di me... la testa che girava intorno e intorno...
I miei occhi dovevano essere spalancati come piattini...la mia bocca aperta...perché Jen è rimasta seduta lì per qualche secondo.
"Bene," sussurrò infine, "sei pronto?"
"Pronto?" Ho risposto debolmente.
"Sì," rispose con fermezza. "Dobbiamo educarti, ragazza!"
Ho semplicemente annuito... non so cosa dire.
"Alzati sulle mani e sulle ginocchia", ordinò, prendendo il comando.
Ho fatto come mi aveva chiesto e per un momento non ho sentito nulla... tranne che stupidità. Ero lì, nudo sul letto della mia migliore amica, sulle mani e sulle ginocchia, lei proprio dietro di me... sono sicuro che fissavo entrambi i miei buchi.
Un attimo dopo ho sentito la sua lingua sondare il mio piccolo buco posteriore, seguita dopo pochi secondi dalla sensazione che spingeva qualcosa nella mia figa.
"Cosa fai?" chiesi, confuso ed eccitato allo stesso tempo.
La sua lingua lasciò il mio sedere mentre rispondeva: "Queste sono le perle sulla bacchetta. Dobbiamo prima farle bene e bagnarle altrimenti non entreranno... altrimenti faranno male."
La sua lingua tornò a stuzzicare l'apertura del mio sedere e sentii la "cosa" scivolare dentro e fuori dalla mia figa. Ha continuato così per qualche istante, poi l'ho sentita tirarlo fuori completamente. In pochi secondi ho sentito qualcosa di molto più grande che cercava di spingermi nella figa.
"E adesso?" chiesi piuttosto docilmente.
"Questo è il primo che ti ho mostrato", rispose. "Credimi... ti sazierà alla grande... divertiti."
Ha spinto e ho sentito se entrava in me. Lei aveva ragione! Era abbastanza grasso da allungarmi un po', ma non mi faceva affatto male. È stato meraviglioso! Lo spinse ulteriormente e io gemetti. Non mi ero mai sentito così completamente pieno! (Beh... forse con il cetriolo) Ma questo era diverso... non ero io a farlo... era il mio migliore amico... e per di più una ragazza!
Ha iniziato un lento movimento di entrata e di uscita con il pene finto e in pochi istanti stavo respirando pesantemente... quasi ansimando.
"Aspetta," sussurrò. Pochi secondi dopo ho sentito una pressione contro il mio piccolo foro posteriore... e poi lei ha spinto. La prima perla della bacchetta è spuntata dentro di me! Non era veramente dolore... solo un leggero disagio mentre la mia piccola apertura accettava la perlina, e poi si richiudeva subito dopo che era all'interno.
Lei spinse ancora...e sentii il secondo scivolare dentro di me. Il pene nella mia figa si muoveva più velocemente ora e il mio respiro stava diventando irregolare.
Ho sentito la terza... poi la quarta... quinta... sesta... pallina entrare nel mio sedere, e poi il movimento nella mia parte posteriore si è fermato. Il pene nella mia figa ora si muoveva più velocemente e pensavo che forse avrei potuto sentire l'inizio di un altro orgasmo avvicinarsi.
Il movimento nella mia figa si fermò proprio mentre iniziavo a sentire le prime onde. "E adesso?" Ho piagnucolato.
"Fidati di me", fu tutto ciò che rispose.
Qualche istante dopo, ho sentito il pene finto strappato dal mio canale e in pochi secondi ho sentito qualcos'altro che veniva spinto fuori dentro di me.
Questo era un po' più lungo, ma non così spesso. All'improvviso ho sentito la punta sfregare contro la mia parete interna. Oh Dio! Pensavo... quello con la testa ricurva!
Ha iniziato a girare la leva e ho potuto sentire l'estremità curva che mi sfregava tutto intorno alle viscere. È stato incredibile! Il mio profondo essere toccato... accarezzato... nemmeno la banana aveva avuto la stessa sensazione. Ha aumentato la velocità e la testa rotante del pene mi stava facendo impazzire! Ancora una volta...ho sentito il mio orgasmo avvicinarsi.
Ancora una volta...si fermò.
"E adesso?" Ho gridato, la frustrazione... la... disperazione... era evidente nella mia voce.
Si è avvicinata a me e mi ha guardato negli occhi mentre sollevava il pene di metallo lucido. Girò la base e la tenne leggermente contro la mia guancia.
"Prendi questo," mormorò, "e tienilo contro il clitoride."
Mi mise in mano il giocattolo ronzante e tornò giù dal letto. Qualche istante dopo, ho sentito la punta del pene nella mia figa ricominciare a ruotare. Questo era il paradiso! Ho allungato la mano tra le mie gambe con il giocattolo ronzante in mano e l'ho appoggiato contro il mio clitoride.
DIO MIO!
L'elettricità mi ha attraversato! È stato incredibile! Non avevo mai sentito... mai immaginato... niente del genere! Il ronzio...la vibrazione...contro il mio clitoride...la punta del pene ricurvo che volteggia nel profondo della mia figa!
Il mio orgasmo si stava avvicinando rapidamente e sapevo che questa volta non ci sarebbe stato modo di fermarlo. Ha fatto girare il giocattolo dentro di me più velocemente e io ho premuto più forte il pene vibrante contro il mio clitoride. I miei fianchi si sollevavano... il mio petto ansimava... il respiro era affannoso... e tutto cominciò...
Onda dopo ondata, l'estasi più incredibile mi travolse. Non potevo respirare... non potevo muovermi... non potevo... niente!
Ansimavo mentre il mio orgasmo cresceva... e cresceva... e cresceva.
Gemevo e piagnucolavo quando raggiunse il picco... ma poi non si fermò... le onde continuavano ad arrivare, ad arrivare, ad arrivare... sempre più forti, sempre più forti.
Credo che stavo singhiozzando... forse anche urlando... non lo so...
Proprio quando ero sicuro di aver raggiunto l'apice del piacere assoluto... ho sentito la prima perla che mi veniva tirata fuori dal sedere.
Ha ricominciato a crescere di nuovo... ondata dopo ondata...
La seconda perla...
Ansimante...non riesco a respirare...
La terza perla...
Vertigini... stordimento... delirante di piacere...
Il quarto...
Piagnucolando... balbettando...
Quinto...
Singhiozzando apertamente... piangendo...
Sesto...

Mi sono ripreso un po' lentamente... all'inizio non ero troppo sicuro di dove fossi.
Ho aperto gli occhi e ho visto Jen che mi guardava in faccia... una specie di sorriso ironico sul suo viso.
Allungò una mano e mi scostò delicatamente i capelli dalla fronte sudata.
Ancora disorientato, mormorai: "Cosa è successo?"
"Sei venuta ragazza...voglio dire che sei venuta davvero..." sussurrò con voce roca.
"Ma Jen..." protestai debolmente, "Sono venuta prima... ma... ma..."
"Beh, questa volta hai fatto bene," ridacchiò. "Penso che tu sia effettivamente svenuto per un paio di minuti."
"Oh Dio," mormorai. Cosa mi stava succedendo? Questo... arrivare così... con una ragazza... nemmeno un ragazzo... con dei giocattoli?"
"Era una brava ragazza," ridacchiò di nuovo. "La trapunta sotto di te è bagnata."
All'improvviso mi sentii imbarazzato... umiliato. L'orgasmo più incredibile e potente che abbia mai avuto... con una ragazza... nemmeno con una ragazza... con i suoi giocattoli!
Non sapevo cosa dire...la mia faccia era rossa e imbarazzata.
"Rilassati," tubò Jen, "Così dovrebbe essere una bella venuta."
Cercando disperatamente di riorganizzarmi e di riprendere i sensi, sono riuscito a borbottare: "Ma tu?"
"Non preoccuparti," ridacchiò ancora. "Posso giocare con questi in qualsiasi momento... questo era per te..."
Il caldo bagliore del mio incredibile orgasmo mi stava ancora riempiendo mentre ci guardavamo negli occhi. In qualche modo, sapevo che la nostra relazione era appena cambiata... per sempre.

Storie simili

Decadente

Diritto d'autore 2003 Pubblicazioni FK Mmmmm..., sì, Lisa... sì... continua così... sì..., lecca..., leccami! Sbuffo! Sbuffo! Sbuffo! Con i capelli corti e scuri, Lisa leccò via la fica della sua amica bionda, entrambe ragazze di ventun anni tutte nude e sole nella stanza del motel, che si divertono, eccitandosi a vicenda. Oh Lisa..., oh, oh, sisss!, gridò Sue dai capelli lunghi e dagli occhi azzurri mentre la lingua di Lisa scendeva in profondità nella figa della bionda, andando avanti all'infinito per i successivi tre minuti! Alla fine, Sue esplose, Sissss..., si...Sto per venire...Sto per venire! Cinque secondi dopo, le labbra...

759 I più visti

Likes 0

Salendo in Cumpany

Una specie di cosa per la prima volta, ho deciso di provare a scrivere. Probabilmente è orribilmente e sicuramente un'ustione lenta, quindi scusa in anticipo se scegli di continuare a leggere. ----------------------------------------------------------------------------------------------------- SALIRE IN AZIENDA Tra un lavoro e l'altro, John ha accettato qualsiasi lavoro fosse disponibile. Essendo un tranquillo diciottenne, sapeva che non si sarebbe mai adattato a un call center, ma accettò comunque il lavoro sapendo che doveva fare dei soldi per continuare a pagare le bollette. Fatture come i viaggi che ha dovuto fare per far funzionare davvero la sua relazione a distanza. Era dura, ma nei fine...

824 I più visti

Likes 0

Sorella divertente (Pt1)_(0)

Andare in discoteca in città non è poi così male dici ai tuoi amici quando continuano a chiederti perché lo fai, Perché lo faccio? ti chiedi per la decima volta mentre tu e tua sorella state sulla piattaforma affollata aspettando il tubo a casa. Entrambe vestite con gonne quasi troppo corte per decenza e top attillati, tua sorella si è sempre lamentata del fatto che non indossi mai un reggiseno, i tuoi seni sodi e larghi e quasi cadono dalla linea del collo del taglio inferiore. 23:00 e non puoi credere a quante persone stanno ancora viaggiando, la vedi saltare e...

1.6K I più visti

Likes 0

INTERROMPERE UN'ABITUDINE

Se non fosse per il neo sul cazzo di Aaron Denton, sarei molto più felice, io ti garantisco. Quel neo mi dà fastidio dalla terza elementare, quando l'ho visto pisciare nel bosco. Che cosa? disse con aria assente, guardando i nostri sguardi inorriditi, no rendendosi conto che stava facendo qualcosa di completamente innaturale. Il resto di noi stava solo ciondolando, pisciando regolarmente attraverso il nostro chiusure lampo come persone sensibili, ma non Aaron. Merda. Senza nemmeno dare ci ha pensato un secondo, Aaron si è aperto la zip dei jeans, si è abbassato i pantaloni, fino alle ginocchia -- (aaack!) --...

1.3K I più visti

Likes 0

Assumerlo

Ken non avrebbe mai pensato che sarebbe successo a lui. Era un ometto topo e ancora molto vergine. Sapeva di essere gay fin dall'inizio, ma non sapeva come esprimersi. E poi il nuovo club ha aperto proprio in fondo alla strada da casa sua. La prima volta è stata molto dura. Ha lasciato la sua casa 4 volte solo per tornare poco dopo essere uscito, indeciso. Era tutto il e se che lo ha appena fatto entrare. E se non piacesse a nessuno? E se nessuno gli avesse parlato? E se ridessero? Era stato deriso prima, soprattutto quando era un ragazzino...

723 I più visti

Likes 0

La Vergine violata di Ward Fulton Capitolo 1

Non mio... Capitolo 1 Il centro commerciale era affollato di studenti, tutti desiderosi di approfittare del il sole e la dolce brezza primaverile che soffiava dolcemente dal fiume. Ogni panchina era occupata, e anche gli ampi bordi di cemento che orlate le aiuole erano stipate di adolescenti chiacchieroni, i loro gli spiriti sollevati dall'ultima partenza dell'inverno e dalla vista di migliaia di narcisi che annunciavano l'avvicinarsi della stagione. L'orologio dell'Old Main segnava le undici e mezzo e Suzanne alzò lo sguardo... con impazienza mentre si faceva strada tra la folla. Yvonne aveva detto 1115. Dov'era? Nervosamente, Suzanne si voltò e urtò...

2.1K I più visti

Likes 0

Difenditi

Erano le tre del mattino quando il telefono iniziò a squillare. Ciao? disse John mezzo addormentato. John? Sono io Mary!» Mary era la ragazza di John all'epoca. Che cosa succede? Sai che ore sono? La voce di Mary iniziò a tremare un po'. “È Alessio. Qualcosa è successo. Ovviamente quando si tratta di Alex, la regina del dramma, c'è sempre qualcosa che succede. Alex, tra l'altro, è l'amico intimo di Mary, un'amica transessuale. Mary frequentava sempre delle persone strane, ma se vivi in ​​California, tutti tendono ad essere strani. “Cos'è questa volta? Ha avuto una brutta giornata chi? O qualcuno si...

1.4K I più visti

Likes 0

Una storia d'amore al liceo pt 3

Era lunedì, ma fortunatamente le vacanze di primavera erano in pieno svolgimento. Mi sono svegliato dopo un altro sogno, questa volta su Hailey e Abbey allo stesso tempo. Abbey stava cavalcando il mio cazzo, mentre limonava con Hailey. Questa volta non mi sono schizzato nei pantaloni, ma mi sono comunque svegliato piantando una tenda importante. La prima cosa che ho fatto è stata controllare il telefono quando mi sono ripreso. Anna-beth mi ha mandato un messaggio chiedendomi se volevo venire a casa sua. Ho accettato ma non sono potuto venire fino alle 12:00. Ho lasciato la mia stanza e sono andato...

1.2K I più visti

Likes 0

La nipote, la moglie e i loro bisogni Pt3

PARTE 3 È giovedì e Ed e Sheila non hanno ancora chiamato, quindi vado sul sito degli scambisti e mando loro un messaggio quando vedo che sono online. Chiedo se hanno deciso di non incontrarci perché non hanno chiamato. Non risponde per cinque minuti circa e il mio cuore sprofonda. Proprio in quel momento squilla il mio telefono fisso di casa e mentre rispondo vedo Sheila Thompson visualizzata sull'ID chiamante. Avrei giurato di aver dato loro il mio numero di cellulare, penso mentre dico, ciao. Ciao Rick, sono Sheila di Swappernet. Volevo solo chiamarti e scusarmi personalmente per non averti chiamato...

1.4K I più visti

Likes 0

Affronta un diavolo arrapato - Una storia di Halloween

AVVERTIMENTO! Questo avviso potrebbe non essere necessario per questa particolare storia, ma lo includo perché è necessario per la maggior parte delle mie storie. Se decidi di leggere altre mie storie, assicurati di leggere le informazioni e gli avvertimenti all'inizio di ogni storia. Tutta la mia scrittura è destinata SOLO agli adulti di età superiore ai 18 anni. Le storie possono contenere contenuti sessuali forti o addirittura estremi. Tutte le persone e gli eventi raffigurati sono fittizi e qualsiasi somiglianza con persone vive o morte è puramente casuale. Azioni, situazioni e risposte sono SOLO fittizie e non dovrebbero essere tentate nella...

1.2K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.