Kayla

581Report
Kayla

"Ehi Danny, aspetta!"
Danny si voltò mentre la sua migliore amica, Kayla Sanders, scendeva i gradini del portico di Gordon, infilandosi il cappotto invernale sopra la maglietta. La sua pelle pallida e le guance rosse la facevano sembrare meravigliosa in una notte di dicembre così fredda.
"Mi puoi dare un passaggio a casa?"
"Cosa certa." Danny tirò fuori le chiavi e premette il pulsante per sbloccare la sua Jeep. Le aprì la portiera del passeggero prima di girare dall'altra parte e salire a bordo. Una volta che si furono sistemati entrambi, avviarono l'accensione.
Non si dissero molto per un miglio o due, ma fu Kayla a rompere il silenzio mentre percorrevano la solita strada deserta tra Bloomingburg e Westbrook.
"Potresti accostarti un attimo?"
Danny la guardò con curiosità prima di accogliere la sua richiesta e accostarsi al pascolo erboso che si estendeva per chilometri più avanti. Guardò avanti per un momento prima che la sua vista fosse attratta dal fatto che Kayla si era tolta sia il cappotto che la maglietta, il reggiseno bianco che metteva in mostra la sua incredibile scollatura. Non poté fare a meno di guardare finché Kayla non lo guardò e i loro occhi si incontrarono.
"Devo cambiarmi prima di tornare a casa", ha spiegato. "Ho detto a mio padre che sarei andata a una riunione di cheerleader."
Lui annuì e si costrinse a non guardare più il suo petto, proprio in quel momento avvertendo il suo imbarazzo per essere stato sorpreso a sbiadire. La verità era che, ogni volta che i suoi vestiti mostravano qualche scollatura, lanciava sempre uno sguardo di dieci o quindici secondi quando il campo era libero. Aveva un seno fantastico, facilmente una coppa D.
"Sembra che tu abbia una gamba in più lì." Kayla ridacchiò dopo aver detto questo. Danny impiegò un minuto per pensare a quello che aveva detto prima di notare l'escrescenza di sette pollici incastrata tra il tessuto dei suoi jeans e la sua gamba destra, chiaramente visibile alla luce della luna. Ci mise subito sopra la mano.
"Sbrigati, così possiamo andare."
"Non essere imbarazzato." La mano di Kayla afferrò la sua e la spostò di lato. "Hai visto qualcosa che ha suscitato il suo interesse e voleva uno sguardo migliore." Lei ridacchiò di nuovo. Rimise la mano sul volante, maledicendo i suoi ormoni e rifiutandosi di guardarla. Non si era messa niente dall'ultima volta che lui l'aveva guardata. Sospirò leggermente-
-e sentì un'improvvisa scarica di adrenalina mentre la sua mano morbida gli afferrava sia la gamba destra che il suo cazzo.
La guardò per un attimo, dritta negli occhi. Erano occhi bellissimi, entrambi castani luminosi nella notte, alcune ciocche dei suoi capelli neri che le cadevano sul viso. Prima che se ne rendesse conto, l'aveva quasi trascinata sul lato passeggero della Jeep, le sue mani trovarono i suoi seni mentre si baciavano appassionatamente.
Quando le loro labbra si separarono, Kayla non si fermò per riprendere fiato prima di mandare le mani alla cintura, armeggiandoci prima di perderla definitivamente. Ansimò quando la mano di lei entrò nei suoi pantaloni e si avvolse attorno alla sua virilità palpitante, tirandola fuori. Portò l'altra mano per slacciare il reggiseno, lasciandolo cadere dalle spalle, mentre le sue tette enormi si spandevano allo scoperto.
Danny portò la bocca al capezzolo destro, succhiando forte e usando l'altra mano per massaggiarle brutalmente il seno sinistro. Lei gemette, la sua mano destra ancora fortemente stretta attorno alla sua asta. Iniziò a muovere lentamente la mano su e giù, sentendola crescere di un altro centimetro nella sua mano.
Continuava a succhiarle il capezzolo, togliendole la mano dalla tetta sinistra e infilandola nei jeans di Kayla. La sentì sussultare mentre il suo dito medio si faceva strada nella sua figa, spingendola dentro e fuori due volte prima di aggiungere un altro dito al divertimento.
"Oh Dio, Danny..."
Continuò così per qualche minuto prima che Kayla lo fermasse e gli afferrasse saldamente la spalla. Poi cominciò a muovere la mano su e giù per la sua asta il più velocemente possibile. Sorpreso, Danny impiegò un momento per riprendersi prima di abbassarsi i jeans lungo le gambe. Si è rivelato un compito difficile cercare di evitare di interrompere le sue azioni. Gli ha abbassato anche i pantaloni e lui si è posizionato proprio sopra la sua figa.
"È la tua prima volta?"
"Non importa", disse Kayla. "Voglio che tu sia rude come lo saresti normalmente."
La esaminò per un momento prima di accogliere silenziosamente la sua richiesta. Sarebbe difficile non pensare a lei come vergine, però.
Iniziò a spingersi dentro lentamente prima di tuffarsi, sentendo l'imene di lei rompersi mentre lo faceva. Voleva assicurarsi che stesse bene, ma iniziò invece a spingere dentro e fuori più forte che poteva, spingendola sempre più forte all'interno della Jeep.
"Oh Dio, sì. Più veloce, più difficile!"
Kayla gemeva forte, praticamente urlava mentre lui non mostrava pietà nelle sue spinte. Non si era nemmeno accorto che lei gli stava stringendo rudemente le spalle finché non sentì le sue unghie iniziare a conficcarsi nella sua pelle.
Lui accelerò ancora un po' le sue spinte mentre lei cominciava a incontrare i suoi movimenti a metà con i suoi. Lei gemeva più forte di chiunque altro con cui fosse mai stato. Le sue gambe improvvisamente si avvolsero intorno alla sua vita, attirandolo dentro di sé mentre emetteva un gemito molto sommesso, che in realtà era piuttosto inquietante dopo tutte le sue urla. Lui le colpì brutalmente la passera con quel poco che poteva muovere mentre i suoi succhi scorrevano su tutto il suo cazzo e sul sedile della sua jeep.
Kayla non perse tempo lasciandolo uscire. Lo spinse indietro e gli disse di iniziare a guidare. Fece come lei aveva detto, tirandosi su i pantaloni fino alla vita e sentendosi tradito, dato che non era affatto venuto. Poi la vide muoversi all'improvviso con la coda dell'occhio prima di sentire la sua bocca avvolgere il suo cazzo. La sua lingua ha iniziato a muoversi dappertutto, e poi ha iniziato a dondolare la testa su e giù mentre succhiava leggermente. Si sentiva come se fosse morto e fosse andato in paradiso.
Tutto quello che poteva fare era rimanere sulla strada mentre entravano a Westbrook City, le luci forti davano a tutti, all'improvviso semaforo rosso, una buona visuale di quello che stava succedendo nella Jeep. La luce era appena diventata rossa, quindi appoggiò la testa all'indietro e chiuse gli occhi.
"Kayla, sto arrivando!"
La bruna prese quanto più cazzo poté in bocca e chiuse le labbra attorno alla sua asta. Danny gemette forte mentre veniva, sparandole il suo sperma in bocca per ben trenta secondi.
Lei allontanò la bocca da lui, la lingua esplorando ogni centimetro della sua asta mentre si avvicinava. Lo guardò per un momento prima che entrambi tornassero alla coscienza dal suono di un corno. Il semaforo era verde e il veicolo dietro di loro sembrava avere fretta.
Danny cominciò a guidare mentre Kayla cominciava a rimettersi il reggiseno. Danny poteva vedere ogni guidatore di passaggio che strizzava gli occhi all'interno del veicolo per dare un'occhiata più da vicino. Ansimava ancora leggermente.
Quando raggiunsero la casa di Kayla, lei era vestita con il suo completo da cheerleader con i capelli raccolti in una coda di cavallo. Fermò l'auto, esaminandola per un momento.
"Se avessi saputo che sarebbe stato meglio dei miei sogni, ti saresti eccitato in mia presenza molto tempo fa," disse Kayla con un sorrisetto seducente.
Danny era senza parole. Il suo sogno si era appena avverato, e apparentemente anche il suo.
"Mi aspetto che tu venga a prendermi domani sera per vedere un film. Scoprirai che uscire con me è un'esperienza stimolante, ma molto gratificante."
Lei scese e chiuse la porta dietro di sé. La guardò entrare in casa e poi rimase lì seduto per qualche altro minuto, stupito da quello che era appena successo.

Storie simili

Decadente

Diritto d'autore 2003 Pubblicazioni FK Mmmmm..., sì, Lisa... sì... continua così... sì..., lecca..., leccami! Sbuffo! Sbuffo! Sbuffo! Con i capelli corti e scuri, Lisa leccò via la fica della sua amica bionda, entrambe ragazze di ventun anni tutte nude e sole nella stanza del motel, che si divertono, eccitandosi a vicenda. Oh Lisa..., oh, oh, sisss!, gridò Sue dai capelli lunghi e dagli occhi azzurri mentre la lingua di Lisa scendeva in profondità nella figa della bionda, andando avanti all'infinito per i successivi tre minuti! Alla fine, Sue esplose, Sissss..., si...Sto per venire...Sto per venire! Cinque secondi dopo, le labbra...

759 I più visti

Likes 0

Salendo in Cumpany

Una specie di cosa per la prima volta, ho deciso di provare a scrivere. Probabilmente è orribilmente e sicuramente un'ustione lenta, quindi scusa in anticipo se scegli di continuare a leggere. ----------------------------------------------------------------------------------------------------- SALIRE IN AZIENDA Tra un lavoro e l'altro, John ha accettato qualsiasi lavoro fosse disponibile. Essendo un tranquillo diciottenne, sapeva che non si sarebbe mai adattato a un call center, ma accettò comunque il lavoro sapendo che doveva fare dei soldi per continuare a pagare le bollette. Fatture come i viaggi che ha dovuto fare per far funzionare davvero la sua relazione a distanza. Era dura, ma nei fine...

824 I più visti

Likes 0

Sorella divertente (Pt1)_(0)

Andare in discoteca in città non è poi così male dici ai tuoi amici quando continuano a chiederti perché lo fai, Perché lo faccio? ti chiedi per la decima volta mentre tu e tua sorella state sulla piattaforma affollata aspettando il tubo a casa. Entrambe vestite con gonne quasi troppo corte per decenza e top attillati, tua sorella si è sempre lamentata del fatto che non indossi mai un reggiseno, i tuoi seni sodi e larghi e quasi cadono dalla linea del collo del taglio inferiore. 23:00 e non puoi credere a quante persone stanno ancora viaggiando, la vedi saltare e...

1.6K I più visti

Likes 0

INTERROMPERE UN'ABITUDINE

Se non fosse per il neo sul cazzo di Aaron Denton, sarei molto più felice, io ti garantisco. Quel neo mi dà fastidio dalla terza elementare, quando l'ho visto pisciare nel bosco. Che cosa? disse con aria assente, guardando i nostri sguardi inorriditi, no rendendosi conto che stava facendo qualcosa di completamente innaturale. Il resto di noi stava solo ciondolando, pisciando regolarmente attraverso il nostro chiusure lampo come persone sensibili, ma non Aaron. Merda. Senza nemmeno dare ci ha pensato un secondo, Aaron si è aperto la zip dei jeans, si è abbassato i pantaloni, fino alle ginocchia -- (aaack!) --...

1.3K I più visti

Likes 0

Assumerlo

Ken non avrebbe mai pensato che sarebbe successo a lui. Era un ometto topo e ancora molto vergine. Sapeva di essere gay fin dall'inizio, ma non sapeva come esprimersi. E poi il nuovo club ha aperto proprio in fondo alla strada da casa sua. La prima volta è stata molto dura. Ha lasciato la sua casa 4 volte solo per tornare poco dopo essere uscito, indeciso. Era tutto il e se che lo ha appena fatto entrare. E se non piacesse a nessuno? E se nessuno gli avesse parlato? E se ridessero? Era stato deriso prima, soprattutto quando era un ragazzino...

723 I più visti

Likes 0

Una storia d'amore al liceo pt 3

Era lunedì, ma fortunatamente le vacanze di primavera erano in pieno svolgimento. Mi sono svegliato dopo un altro sogno, questa volta su Hailey e Abbey allo stesso tempo. Abbey stava cavalcando il mio cazzo, mentre limonava con Hailey. Questa volta non mi sono schizzato nei pantaloni, ma mi sono comunque svegliato piantando una tenda importante. La prima cosa che ho fatto è stata controllare il telefono quando mi sono ripreso. Anna-beth mi ha mandato un messaggio chiedendomi se volevo venire a casa sua. Ho accettato ma non sono potuto venire fino alle 12:00. Ho lasciato la mia stanza e sono andato...

1.2K I più visti

Likes 0

La nipote, la moglie e i loro bisogni Pt3

PARTE 3 È giovedì e Ed e Sheila non hanno ancora chiamato, quindi vado sul sito degli scambisti e mando loro un messaggio quando vedo che sono online. Chiedo se hanno deciso di non incontrarci perché non hanno chiamato. Non risponde per cinque minuti circa e il mio cuore sprofonda. Proprio in quel momento squilla il mio telefono fisso di casa e mentre rispondo vedo Sheila Thompson visualizzata sull'ID chiamante. Avrei giurato di aver dato loro il mio numero di cellulare, penso mentre dico, ciao. Ciao Rick, sono Sheila di Swappernet. Volevo solo chiamarti e scusarmi personalmente per non averti chiamato...

1.4K I più visti

Likes 0

Affronta un diavolo arrapato - Una storia di Halloween

AVVERTIMENTO! Questo avviso potrebbe non essere necessario per questa particolare storia, ma lo includo perché è necessario per la maggior parte delle mie storie. Se decidi di leggere altre mie storie, assicurati di leggere le informazioni e gli avvertimenti all'inizio di ogni storia. Tutta la mia scrittura è destinata SOLO agli adulti di età superiore ai 18 anni. Le storie possono contenere contenuti sessuali forti o addirittura estremi. Tutte le persone e gli eventi raffigurati sono fittizi e qualsiasi somiglianza con persone vive o morte è puramente casuale. Azioni, situazioni e risposte sono SOLO fittizie e non dovrebbero essere tentate nella...

1.2K I più visti

Likes 0

Vecchio magazzino abbandonato

Ho chiamato Marci dandole l'indirizzo di un vecchio magazzino abbandonato che possedevo nel Queens New York, le ho chiesto di incontrarmi lì. Il colpo dei tacchi dei suoi stivali che echeggiano sui muri di cemento è l'unico suono mentre entra nel magazzino e percorre il lungo edificio cercandomi. Si fermò. Le luci fluorescenti verde giallastre le infastidiscono gli occhi. Il pavimento è umido, bagnato in alcuni punti con pozzanghere di acqua nera, e le pareti di cemento scrostate si stanno sgretolando in alcuni punti. Questo magazzino è una discarica, decrepita, deprimente e anche disorientante. Puzza di benzina e fumi di diesel...

1.3K I più visti

Likes 0

Frappè

Frappè Jenna era una ragazza minuta probabilmente di 18 anni in un campo estivo (felice xnxx??). Le piacevano attività come il nuoto, il tiro con l'arco, le minimoto e l'equitazione. Stava andando tutto alla grande, tranne che a tarda notte aveva sempre fame. La cena era alle 6, ma aveva problemi a dormire e, a mezzanotte, aveva un disperato bisogno di uno spuntino. Avendo circa 18 anni, i suoi ormoni stavano entrando in azione ed era interessata a tutto ciò che riguardava il sesso. Jenna: Se solo ci fosse un grosso carico di sperma, potrei ingoiare, andrebbe a segno... (pensò Jenna)...

875 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.