La vita di lex parte 1_ (3)

484Report
La vita di lex parte 1_ (3)

Mi ero quasi abituato alle entrate non annunciate di Lex nella mia stanza. Le avevo chiesto di smetterla di irrompere nuda, quindi ora di solito erano coinvolti mutandine e reggiseno o un asciugamano se si fosse appena fatta la doccia.

"Esci?" sbottò lei invece di un saluto. Indossava pantaloncini del pigiama extra corti e una canotta. Dall'esperienza passata sapevo che probabilmente non aveva le mutandine sotto. I suoi seni, trattenuti a malapena dalla maglietta attillata, rendevano più che evidente che non indossava un reggiseno.

"Ciao Lex, come stai?" Ho pensato che forse potevo evitare la domanda.

"Sto benissimo, tu sei fantastico. Sì, sì, sì; non cambiare argomento."

"Sì, io esco." Non era una bugia completa.

"Davvero? Perché non vedo un ragazzo da queste parti da quando ci siamo trasferiti".

"Ok, è passato un po' di tempo. Sono in mezzo a due ragazzi in questo momento. Non è un grosso problema. Sono sicuro che incontrerò qualcuno presto." Non ero sicuro di cosa volesse arrivare, ma istintivamente volevo evitarlo.

"Quante volte ti tocchi?" Non potevo credere che l'avesse appena detto.

"Uh...io...io..." balbettai per un minuto. "Non credo proprio che siano affari tuoi."

"Non è un grosso problema. Ecco, vado per primo. Mi masturbo sempre, almeno una volta al giorno, a meno che non abbia fatto sesso davvero fantastico la sera prima. Poi a volte posso saltare un giorno. Questo ti rende di più comodo? Dai, ora vai."

Era davvero più di quanto avessi bisogno di sapere su di lei, ma aveva attirato la mia attenzione. Mi sentivo meglio a condividere ora e una parte di me voleva sentire un po' di più sulla sua vita sessuale.

"Io...non lo so, forse una o due volte a settimana?"

"Stai scherzando? È così?"

"Non c'è niente di sbagliato nel non masturbarsi." Ho cercato di difendere la mia frequenza con lei.

"E non c'è niente di sbagliato nel masturbarsi. Devi lasciarti andare un po'. Che tipo di giocattoli hai? Fammi vedere con cosa stai lavorando qui." Ha iniziato a sollevare il mio materasso, guardando sotto i cuscini. "Dove li tieni?"

"Loro? Non c'è nessun 'loro'."

"Nessuno? Ne vuoi prendere in prestito un po'?" Ha chiesto come se fosse un vestito carino o un film. "Ho più di quello che posso usare in una volta, non che non abbia provato."

Rise e mi diede una gomitata nelle costole mentre apriva il mio comodino. "Eccoci qui!" La sua mano emerse con il mio vibratore e afferrò la pila di libri accanto ad essa.

"Ok, l'hai trovato. Ti senti meglio? Mi masturbo. Ho un dildo e libri sporchi e tutto il resto." Mi sono comportato come se non volessi parlarne, ma solo perché sapevo che avrebbe continuato in entrambi i modi. ero contento.

"Questo non è un dildo, è un vibratore, e non molto di uno. Mi piacciono i libri, però, è un po' stravagante. Lo vedo ora, tu steso qui, a sbattere il fagiolo, a leggere storie. È molto. ..tu. Qual è il tuo preferito?" Scivolai vicino al punto in cui era seduta sul letto e le presi il libro.

"Pagina trentotto. Parla di una ragazza e del suo ragazzo. Cominciano a scherzare, poi lei gli sta addosso e il suo amico entra. Il suo ragazzo va nel panico e cerca di coprirsi, ma il suo amico lo tira fuori e si avvicina a lei." Mi stavo bagnando a ripeterlo.

"Lei allunga una mano e lo tocca, un po' spaventata perché è molto più grande di quello del suo ragazzo. Poi glielo mette in bocca. Il suo ragazzo si toglie le coperte e inizia ad accarezzarlo. Poi si alza e si avvicina a lei. succhiando il suo amico. Lei va avanti e indietro succhiandoli entrambi. " Ho girato le pagine mentre glielo raccontavo, mi stavo davvero arrapando.

"La scopano?" Sembrava davvero interessata. Potrei dire che anche lei si stava arrapando.

"Il fidanzato sì. Si mette dietro di lei e loro, beh... cazzo, a pecorina. Il suo amico le viene in bocca mentre il fidanzato le viene dentro..."

"Figa," Lex finì la mia frase. Respirava più pesantemente e quando l'ho guardata ho pensato che avesse tirato via la mano dall'inguine. Si stava toccando proprio qui? Mi ascolti raccontare la storia?

"Sì, la sua fica", ho ripetuto. "Poi li lecca entrambi." Mi sono fermato per un minuto e siamo rimasti entrambi seduti lì, in silenzio. Si alzò dal letto e mi prese per mano.

"Vieni con me. Mi hai mostrato il tuo, è giusto che io ti mostri il mio adesso." Mi ha trascinato attraverso il bagno e nella sua stanza. Raggiungendo sotto il letto tirò fuori una scatola di plastica e la gettò sul letto. Ha fatto scattare il coperchio e ha rivelato un tesoro di giocattoli sessuali all'interno. "A differenza di te, mi piace un po' di varietà", ha riso.

Li fissai per un minuto, con la voglia di allungare la mano e tirarne fuori uno, ma avevo paura di toccarli.
"Questo è stato il mio primo", Lex allungò la mano e tirò fuori un cazzo di gomma. Era di dimensioni normali, quel tono familiare non proprio carnoso. "Me l'ha regalato mia madre". Deve aver visto lo shock colpire la mia faccia. “Non in modo inquietante, pervertito,” mi diede uno schiaffo al ginocchio ma lasciò la sua mano ferma lì solo per un secondo. “I miei genitori erano piuttosto permalosi. Sai, io sto bene, tu stai bene, un po' di roba. Comunque, questa ragazza della mia scuola è dovuta andare in ospedale perché la punta di un hot dog, o una spazzola per capelli, o qualche merda si è rotta dentro di lei.

“Mia madre era terrorizzata che potesse succedere a me, quindi si è precipitata fuori e mi ha preso questo. Ha detto che voleva risparmiarmi l'imbarazzo di insegnarmi come usarlo, ma aveva trovato questo video dimostrativo. Jilling fuori per i manichini lo chiamavo. L'ho mostrato a tutti i miei amici, abbiamo riso di quanto fosse imbarazzante, ma penso che fossero un po' gelosi".

"Hai visto il video con i tuoi amici?"

“Sì, ho guardato molto quel video. Ce l'ho qui da qualche parte, te lo mostrerò quando lo troverò. La sua stanza di solito era piuttosto disordinata, poteva volerci un po' di tempo. "Ti piace il porno?"

“Non ho davvero guardato così tanto. Non mi ha mai interessato davvero".

“Sei così represso. Non guardi il porno, ti masturbi a malapena", ha preso il telecomando e ha acceso la TV. “Ecco, penso che questo ti piacerà. Ha una storia, in qualche modo. Di solito salto prima di quella parte, si tratta di pirati, davvero sexy.

Quando la TV ha preso vita, l'auto-resume è balenato nella parte superiore dello schermo e ci ha portato all'ultima scena che Lex stava guardando. Non si trattava di pirati. Il video è uscito su un'inquadratura mal centrata di Lex. Era nuda e in ginocchio nel mezzo della camera da letto di qualcuno. Un uomo le aveva appena tirato fuori un cazzo insolitamente grande dalla bocca e lo stava accarezzando quando le si imbatté in faccia.

"Oh merda", disse senza alcuna urgenza nella sua voce. “Ho cambiato film la scorsa notte. Questo è più un tipo di "home video"". Non sapevo come rispondere, non l'ha spento. Non ero sicuro se avrei dovuto distogliere lo sguardo o continuare a guardare. Ho continuato a guardare.

"Grazie... grazie... piccola", ha detto il video di Lex tra una leccata e l'altra mentre puliva lo sperma dal suo cazzo.

"Aveva un bel cazzo", ha ricordato. "I ragazzi lo adorano se porti una macchina fotografica in camera da letto."

"Non l'ho mai provato", ammisi.

“Fa impazzire alcune ragazze, mi assicuro solo di tenere il nastro. Quindi non devo preoccuparmi anche di chi lo mostra. Hai mai voluto provarlo?"

"Non lo so, il pubblico potrebbe mettermi troppa pressione".

"Ti ci abitui, ho condiviso una stanza con una ragazza al college", ha confidato. “All'inizio chiedevamo all'altro di stare via per un po', ma doveva essere una seccatura. Quando uno di noi portava un bambino, l'altro restava fermo e faceva finta di dormire. Non so quante volte ci siamo sentiti scopare a vicenda". Stava ricordando di nuovo. "A volte prima intrufolavo un ragazzo e rimanevamo entrambi immobili, poi lo masturbavo mentre lei scopava."

"È molto più selvaggio della mia esperienza al college."

“Non è nemmeno il massimo. Abbiamo avuto un doppio appuntamento una notte, li abbiamo portati a casa e li abbiamo scopati entrambi sullo stesso letto". Sembrava godersi questo viaggio nella memoria. "E tu, qual è stata la tua 'esperienza universitaria'?"

“Ho fatto sesso con un paio di ragazzi. Non insieme, sai, solo mentre ero lì.

"Questo è tutto? Niente sesso a tre pazzo o notti selvagge nei dormitori con le ragazze?" Mi sono fermato per un minuto. “È così, no? Sei diventata tutta lesbica al college; piccola troia. Chi era lei?"

“Non sono diventata tutta lesbica. Avevo un coinquilino e noi", avevo un po' paura a dirlo, "ci siamo masturbati, insieme, a volte".

"Fa piuttosto caldo." Ha alzato le sopracciglia verso di me, si è guardata intorno e poi è strisciata verso di me attraverso il letto. "Come hai fatto?" Chiese piano, la sua voce improvvisamente bassa e sexy.

"Beh, di solito ci sedevamo uno accanto all'altro", ero un po' a disagio, ma non c'era modo che mi fermassi. “Avrebbe messo la sua gamba sopra la mia. Ci toglieremo le magliette, ovviamente". Mi stavo davvero bagnando rivivendo i ricordi del college. Lex era chino su di me, respirando sul mio collo e sul mio petto.

"Posso baciarti?" chiese, ancora con la sua voce gutturale e sexy. Esitai, non sapendo cosa dire. Lo prese come un invito e avvicinò le sue labbra alle mie. La sua lingua esplose in profondità nella mia bocca. Spinsi indietro con il mio, facendolo vorticare intorno alla sua lingua e verso la sua bocca. Si è tirata indietro e mi ha mordicchiato il labbro per un secondo mentre giacevo lì senza fiato.

Storie simili

Una ragazza di nome Areola Parte 06

Una ragazza di nome Areola e sua sorella di nome Beaver di Vanessa Evans Come al solito, è meglio leggere le parti precedenti prima di questa. Parte 06 Pigiama party da Jade Non avevamo idea di cosa avremmo fatto mentre eravamo lì, o cosa avremmo dovuto indossare, quindi abbiamo buttato una varietà di vestiti e altre cose in una piccola valigia e l'abbiamo messa in macchina. Poi abbiamo passato un'oretta in bagno facendoci apparire al meglio e sfogando un po' di eccitazione in ognuno di noi. Abbiamo indossato una gonna e una canotta, le gonne erano minigonne, non micro-mini, e le...

325 I più visti

Likes 0

La moglie di Rick parte 5 di 6

La storia del mio amico La moglie di Rick 5 (5 di 6) La scena: Bendata, ero in ginocchio sul soggiorno pavimento, le ginocchia divaricate, l'inguine stretto contro il sedere di Linda, la mia moglie, anche lei inginocchiata e seduta sui talloni. Linda, dentro volta, era inginocchiato tra le gambe tese di William, che seduto sul nostro divanetto. Ora, immagina questo: io, il signor eterosessuale, mi stavo sporgendo in avanti con le braccia intorno a mia moglie. La mia mano sinistra era posta su quella di Linda mano sinistra che strizzava e massaggiava le palle di William. Il mio diritto la...

225 I più visti

Likes 0

Fuga alle terme

Introduzione: Mia moglie Lucy vende apparecchiature per ufficio di fascia alta per una grande società nazionale. Questo è il suo quarto anno di successo nelle vendite sul campo. Lucy è stata nominata VENDITORE DELL'ANNO negli ultimi tre anni. Mi chiamo Jim 42 anni e il nome di mia moglie Lucy 40 anni. Siamo sposati da 15 anni. Siamo tanto innamorati ora come lo eravamo il giorno in cui ci siamo sposati. Lucy è una donna straordinariamente bella e lo sa. Ama il sesso e ama stuzzicarmi e darmi piacere. È così disinibita che non mi ha mai negato nessuno dei miei...

446 I più visti

Likes 0

Moglie violentata in Sudafrica

Mia moglie Elaine ed io abbiamo fatto una vacanza in Sudafrica l'anno scorso e abbiamo deciso di provare a vedere quanto più possibile del paese. Abbiamo volato a Johannesburg e abbiamo trascorso un paio di giorni a guardarci intorno. Abbiamo ricevuto molti avvertimenti sui pericoli della città, capitale mondiale degli omicidi, e abbiamo preso taxi ovunque. Le township sono state un vero shock culturale ma con una guida e stando nei trasporti, non abbiamo avuto problemi. Abbiamo viaggiato a Port Elizabeth e abbiamo affittato un bungalow, era bellissimo. Ci siamo rilassati e probabilmente eravamo meno consapevoli di ciò che ci circondava...

415 I più visti

Likes 0

Delizia del taglio

Frank si asciugò il sudore dalla fronte con il dorso del guanto e continuò a potare le rose di Seymour. Erano le 12:45 e, come un orologio, sentì Dee e la sua amica Tanya vagare nel giardino sul retro. Sbirciò da dietro i fiori e li vide camminare a piedi nudi verso il gazebo con un pranzo al sacco. Dee indossava il suo consueto abito leggero con stampa floreale. Il suo sorriso luminoso e i capelli dorati di seta di mais le davano una bellezza simile a una dea. Il suo vestito le abbracciava i fianchi e metteva in risalto le...

286 I più visti

Likes 0

Le conseguenze 5

Jim stava camminando avanti e indietro per un'ora, dopo aver distrutto la loro flotta d'invasione, erano partiti dopo il unica nave rimasta della flotta Krang. Mary e Amber lo avevano osservato per quasi tutto il tempo Jim se non lo fai Siediti, ti farò fuori di testa, non posso sopportare molto di più del tuo ritmo,” Mary quasi ringhiò. Jim si sedette rapidamente sulla sedia di comando cercando di non guardare Mary, scusa Mary, odio questa attesa, è vero niente a portata di mano su cui non fare nulla su cui lavorare, sai che odio essere inattivo. Mi rendo conto che...

153 I più visti

Likes 0

The Futa Fairy - Futa Doctor's Hot Wish Capitolo 1: Futa Desire della dottoressa Rita

La Fata Futa - Il caldo desiderio del dottore Futa Capitolo uno: Il desiderio futa della dottoressa Rita Con il mio pseudonimo3000 Diritto d'autore 2017 Era passato un mese da quella fatidica mattina in cui imparai qualcosa di impossibile. Qualcosa di straordinario. Qualcosa che mi faceva bagnare la figa quasi ogni mattina quando sprofondavo nel sonno durante il giorno. Sì, il giorno. Ho fatto il turno di notte al St. Claire's Hospital. Un mese fa, ero stato fermato dal poliziotto futa, l'agente Cindy. Il solo pensiero di quella futa prepotente ha reso la mia figa così bagnata. Rabbrividii nel mio camice...

162 I più visti

Likes 0

White Lucy, Dark Meat ch.1

Introduzione “Shhhh…. Shhhh. sibilò Chris, interrompendomi. Tieni la testa bassa... non guardare in alto... ti vedranno. La mia reazione istantanea, ovviamente, è stata quella di guardare dritto in alto. Fu allora che li vidi. Due neri, alti e robusti, che stavano tagliando la radura erbosa, dritti nella nostra direzione. Non so chi sia stato davvero più sorpreso, Chris o me stesso. Negli 8 mesi in cui siamo venuti qui abbiamo visto forse 3 persone tutte. Our Spot, come eravamo venuti a chiamarlo, era una vecchia riserva abbandonata e ricoperta di vegetazione, in riva al lago. Il nostro posto segreto Era accessibile...

144 I più visti

Likes 0

La ragazza dietro il muro

Ero al secondo anno di college quando l'ho incontrata. Kacey viveva nel dormitorio accanto a me, ma non l'avevo mai vista. La conoscevo solo dal nome sulla porta e da quello che ho sentito quella prima notte. Mi sono seduto nel mio letto preparandomi per andare a dormire. Accanto al letto fu spinto contro il muro, e fu allora che l'ho sentito; un gemito morbido e sexy dall'altro lato del muro. Ho spazzato via il primo suono ma quando ho sentito il secondo, un po' più forte e più a lungo, ho iniziato a immaginare il creatore di questi piccoli rumori...

76 I più visti

Likes 0

Incontri sessuali di un giovane - 26 – Prima notte di sesso con Rupali

Incontri sessuali di un giovane uomo- 26 – Trio con Rupali e Manavi. La storia è di uno dei miei amici Montu Kumar inizia intorno all'anno 2011-12, circa 7-8 anni indietro dal tempo presente. È diventato amico di me durante una sfilata di moda a Delhi.. Dove era l'Event Planner. Mi ha raccontato la sua storia durante i nostri numerosi incontri. Questa è una storia di sesso a tre con Rupali e Manavi La storia è di uno dei suoi amici Montu Kumar inizia intorno all'anno 2011-12, circa 7-8 anni indietro dal tempo presente. È diventato amico di me durante una...

412 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.